Scarica dopo l'isteroscopia

L'isteroscopia è una procedura endoscopica che può provocare varie manifestazioni fisiologiche. Tale manipolazione può essere eseguita a scopo diagnostico (rilevamento di tumori benigni, eccessiva proliferazione delle mucose dell'utero, polipi) o durante esso possono essere eseguite operazioni chirurgiche minori.

Questo tipo di procedura è considerata abbastanza semplice e viene eseguita in anestesia locale. Se è stata eseguita un'isteroscopia diagnostica, il paziente successivamente avverte meno disagio rispetto a quando la manipolazione è di natura terapeutica. Tuttavia, in entrambi i casi, potrebbe esserci una dimissione dopo l'isteroscopia. Molti pazienti sono interessati a sapere quale dimissione può essere attribuita alla normalità e quanti giorni possono durare.

Problemi sanguinosi

Se il paziente è stato sottoposto a isteroscopia diagnostica, il ciclo mestruale non viene disturbato. Se la procedura è stata eseguita con raschiatura, lo spotting è consentito lo stesso giorno. Inoltre, come per la laparoscopia, il giorno dell'isteroscopia terapeutica sarà considerato il primo giorno del ciclo. Se il sanguinamento abbondante dura più di 2 giorni dopo la manipolazione, questo è un motivo serio per chiedere aiuto a uno specialista..

Il sanguinamento dopo l'isteroscopia può andare per i seguenti motivi:

  • Rottura del muro dell'utero. Questo di solito si verifica a causa di una forte pressione sul dilatatore o sulla sonda, specialmente sullo sfondo di una grave dilatazione della cervice. O se questo organo genitale si è allentato. Nella maggior parte dei casi, questa patologia è di natura iatrogena (causata dal personale medico)..
  • Pulizia eccessiva dell'endometrio. Con una raschiatura troppo attenta, la mucosa soffre ed è disturbata e persino c'è una minaccia di danno completo allo strato di crescita.
  • Infiammazione dell'utero. Questa patologia potrebbe già essere presente, ma dopo la manipolazione si è fatta sentire. Inoltre, un'infezione secondaria può essere attaccata per colpa di personale medico senza scrupoli che non segue le regole di base dell'asepsi. Oppure il paziente non ha aderito alle raccomandazioni postoperatorie e non ha assunto farmaci antibatterici.

Di fronte al sanguinamento, potrebbe esserci un'altra complicazione: un ematometro. Questo è l'accumulo di sangue nella cavità uterina causato da una violazione del suo deflusso. Ciò accade a causa di una contrazione insufficiente dell'utero, blocco del canale cervicale con un polipo, coaguli di sangue o elementi di un tumore in disgregazione.

Dopo aver rimosso il polipo

La presenza di polipi nell'utero, dà alle donne molti problemi ed è caratterizzata dalla comparsa di secrezioni sanguinolente tra le mestruazioni, dolore nell'addome inferiore in uno stato calmo e durante il rapporto. I metodi endoscopici sono usati per diagnosticare e trattare questa malattia. Dopo la rimozione del polipo durante l'isteroscopia, si può osservare la seguente scarica.

Scarico fisiologico entro i limiti normali. Se la rimozione del polipo è stata meno traumatica, lo scarico può essere completamente assente o possono essere di breve durata non più di 2 giorni. Se l'utero è stato pulito, un segreto abbondante potrebbe risaltare o imbrattare fino a due settimane.

Scarico di sangue dall'utero. Il sangue va sullo sfondo del danno ai vasi della parete uterina. È normale se non ce n'è molto ed è scarlatto. Se la massa sanguigna è scura o coagulata, questo non è necessariamente un indicatore di sanguinamento. Sotto forma di coaguli scuri, il sangue può essere rilasciato per qualche tempo, che si è accumulato nella cavità uterina durante le procedure chirurgiche.

Secrezione purulenta: possono indicare l'aggiunta di un'infezione batterica secondaria. Di solito, gli agenti causali sono stafilococchi o streptococchi. La secrezione vaginale non diventa più trasparente nel tempo, ma, al contrario, appare una scarica gialla torbida con una tinta verdastra.

Scarico putrido: appaiono sullo sfondo dei clostridi, un tipo speciale di microrganismo che vive in un ambiente senz'aria, che entra nella cavità uterina. Scarica viscoso, viscido con un forte odore sgradevole.

Se la scarica dopo l'isteroscopia è scura, marrone con strisce nere, questo è un serio motivo di preoccupazione. Quindi, il corpo può reagire a una terapia ormonale inappropriata o può essere il risultato di una raschiatura: i resti dell'endometrio escono. Ma in ogni caso, questo è un motivo per andare a consultare il tuo ginecologo.

Lo scarico chiaro, rossastro e appiccicoso (icore) è considerato normale dopo l'isteroscopia. Il loro volume non deve superare i 50 ml al giorno. Man mano che la ferita guarisce, il loro volume dovrebbe diminuire. E 3-5 giorni dopo la manipolazione, la selezione dovrebbe scomparire completamente.

Entro limiti normali

Piccole perdite sanguinolente o muco misto a sangue il primo giorno e sbavature, che durano per la settimana successiva, sono normali e non dovrebbero causare molta preoccupazione al paziente.

Se l'isteroscopia è stata eseguita a scopo terapeutico, la massa sanguinolenta della scarica assomiglia alle mestruazioni in volume e può durare fino a 2 settimane. Inoltre, l'intensità e la natura del segreto possono cambiare giorno dopo giorno. Il paziente può notare macchie marroni. L'allarme va battuto solo se spalma di consistenza atipica con un colore marrone scuro e un odore pungente.

Inoltre, accade anche che la scarica dopo l'isteroscopia sia completamente assente. Ciò può essere dovuto all'alto grado di qualifica del medico, che è stato in grado di eseguire la manipolazione con molta attenzione e non ha danneggiato in modo significativo i vasi della parete uterina. Tuttavia, non sono esclusi altri motivi associati a determinate patologie..

Periodo di recupero

Di norma, il recupero dopo l'isteroscopia non richiede molto tempo ed è relativamente facile, senza molto sforzo da parte della donna. Eppure, poiché il paziente può sperimentare secrezioni acquose o sanguinolente dal tratto genitale entro 2-4 settimane dalla procedura, è necessario seguire le seguenti raccomandazioni:

  • Ogni giorno, una donna dovrebbe eseguire un'igiene completa degli organi genitali esterni e utilizzare assorbenti.
  • Durante questo periodo, nulla può essere inserito nella vagina. Ciò include non solo articoli per l'igiene, ma anche farmaci o procedure mediche (tamponi, supposte, lavande).
  • Fino a quando le perdite vaginali non si interrompono, la donna dovrebbe astenersi dall'intimità con il suo partner sessuale..
  • Evitare le procedure termali (bagno, sauna, solarium), il nuoto in acque libere (fiume, stagno, lago) e il bagno. Dalle procedure dell'acqua, è consentito solo il lavaggio sotto la doccia.

Solo un medico può dire con certezza quanto sia grave una deviazione dalla norma qualsiasi dimissione. Ovviamente, non dovresti farti prendere dal panico di punto in bianco. Ma se tutti i pazienti fossero andati dal ginecologo in tempo, si sarebbero potute evitare molte gravi complicazioni.

Benessere dopo l'isteroscopia.

Ragazze, aiuto, per favore! Giovedì 31 ottobre ho avuto una crisi di nervi. Tutto è andato bene. Il dottore ha promesso che tra pochi giorni lo imbrattato passerà, ma non scompare, ma si intensifica, e oggi è il 5 ° giorno. I primi due giorni c'erano piccoli e rari coaguli, il 3 ° giorno è iniziata una macchia rosa, il 4 ° giorno era anche, ma più forte. E oggi mi sono alzato la mattina, il 5 ° giorno, ho avuto sangue rosso, non abbondante, ma c'è. Perché così e Cosa dovrei fare dopo? Dimmi, pliz, altrimenti oggi è un giorno libero, non vado nemmeno dai dottori!

Quale dovrebbe essere la scarica dopo l'isteroscopia

L'isteroscopia è prescritta alle donne per rilevare malattie ginecologiche e condurre operazioni minimamente invasive volte ad eliminare patologie del sistema riproduttivo. Su appuntamento, la procedura si divide in diagnostica e terapeutica. La dimissione dopo l'isteroscopia è un evento comune. È causato da danni alle mucose dell'utero. Normalmente, il sintomo si nota fino a 7 giorni. Se l'emorragia non si ferma per più di una settimana o aumenta nel tempo, questo è un motivo per una visita dal ginecologo.

Scarica normale e sua durata

L'isteroscopia è una procedura durante la quale il medico esamina le condizioni del canale cervicale e dell'utero. Le manipolazioni ginecologiche vengono eseguite utilizzando un isteroscopio, che è come una scatola rettangolare, con rubinetti e tubi in uscita. Attraverso un tubo viene fornito gas o un medicinale agli organi interni, attraverso l'altro vengono rimosse le sostanze.

La velocità di recupero al termine dell'isteroscopia dipende da diversi fattori: il volume dell'intervento, le caratteristiche fisiologiche di una particolare donna e la velocità di coagulazione del sangue. Dopo la procedura diagnostica, il sanguinamento dura non più di 2 giorni. Il segreto contiene particelle di icore. La secrezione vaginale di una tinta rossa è nota per 4-5 giorni, che è anche una variante della norma. In quest'ultimo caso, il segreto è simile nell'aspetto al flusso mestruale..

Per rimuovere cisti e neoplasie di origine benigna, i medici ricorrono all'isteroscopia con WFD. La durata del sanguinamento in questo caso è di 3-4 giorni, poiché cicatrici e ferite rimangono sulla superficie dell'organo genitale. Se durante il periodo di riabilitazione si verifica un'emorragia intensa, è necessario contattare immediatamente un ginecologo. L'assistenza medica ripetuta mirerà a ridurre la capacità contrattile dell'utero. Il motivo per andare dal medico è la secrezione con coaguli di sangue, la durata del sintomo è superiore a 4 giorni.

Un segreto acquoso con una miscela di icore e spotting dopo la polipectomia è un fenomeno caratteristico del periodo di riabilitazione. Le caratteristiche dettagliate del sintomo in esame dipendono dal tipo di neoplasia eliminata:

  1. Dopo aver rimosso un polipo su una gamba sottile nell'utero, lo scarico diventa muco trasparente, leggermente colorato in toni rossi, ci vogliono 1-3 giorni.
  2. Come risultato della rimozione di grandi neoplasie, si osserva sanguinamento di natura temporanea, che si trasforma gradualmente in muco acquoso.
  3. Dopo la rimozione di un polipo endometriale con una gamba larga, 50 ml di sangue possono essere rilasciati entro 1-3 giorni.

A causa della diagnosi con giterospop, le donne non dovrebbero mostrare segni anormali. Una sostanza rosa o insanguinata è accettabile per tutto il giorno. Alcuni giorni dopo l'isteroscopia, la scarica diventa marrone, il che non è nemmeno una deviazione dai valori normali. Dopo uno o tre giorni, il colore del muco spalmato diventa giallastro (vedi foto sotto). La comparsa di un segreto di una tinta gialla indica il completamento del processo di rigenerazione delle parti danneggiate dell'organo genitale.

L'isteroscopia viene eseguita anche per rilevare processi maligni che si verificano nel sistema riproduttivo (biopsia pipel). Durante la procedura, un'area sospetta viene prelevata dalla cervice e inviata al laboratorio per ulteriori studi. Il medico differenzia i tumori benigni da quelli cancerosi (fibromi dal sarcoma). Dopo la biopsia delle condutture, si osserva anche sanguinamento. Il primo giorno, il paziente di solito osserva una scarica scura, accompagnata da dolore nell'addome inferiore. In questo momento, i medici raccomandano alle donne di rinunciare al sesso fino a quando non si riprendono completamente..

Scarico patologico

I segni di complicazioni da una biopsia del tubo includono:

  • sanguinamento a lungo termine (più di 2 giorni);
  • deterioramento della condizione, manifestato da debolezza, apatia, incapacità di svolgere le attività quotidiane;
  • ipertermia.

Quanto dura la scarica dopo il curettage tramite isteroscopia? Il sanguinamento dura a lungo a causa della spazzolatura. La procedura viene eseguita in diversi casi:

  • con una gravidanza congelata per rimuovere i resti della placenta dall'utero;
  • in violazione della ciclicità delle mestruazioni;
  • con endometriosi;
  • quando si rilevano aderenze intrauterine;
  • con iperplasia endometriale.

Dopo l'isteroscopia del polipo endometriale con curettage della scarica, cambia gradualmente il loro colore da rosso a marrone.

Il muco scuro esce per altri 3-4 giorni in uno stato normale. Dopo 4 giorni, il colore dello scarlatto diventa trasparente o giallastro, acquisendo gradualmente una tinta bianca e una consistenza acquosa. Lo scarico bianco e giallo continua per altri 7-10 giorni.

L'isteroscopia non influisce sul ciclo mestruale di una donna. Se la procedura è stata eseguita diversi giorni prima dell'inizio delle mestruazioni, il loro aspetto è una variante della norma. Indicano l'inizio delle mestruazioni e non le complicazioni dopo l'isteroscopia..

Per vedere meglio come sono gli organi pelvici, la laparoscopia diagnostica viene prescritta insieme all'isteroscopia. La procedura terapeutica consente di fermare il sanguinamento uterino grave, rimuovere le neoplasie o eseguire l'escissione dei tessuti del sistema riproduttivo. Una complicanza comune è il sanguinamento. Se, a seguito della diagnosi, il sangue è andato forte, ciò indica un danno ai grandi vasi della cavità addominale. La condizione richiede l'osservazione in un ambiente ospedaliero.

Quando dovrei vedere un dottore?

La secrezione di sangue vaginale non è sempre un'indicazione della norma. Cambiamenti nella sua consistenza, deterioramento della salute e forti dolori addominali sono i sintomi di una visita dal medico. Considera diversi tipi patologici di dimissione che possono verificarsi dopo l'intervento:

  1. Sanguinosa, che dura più di 3 giorni. Un segno anormale sarà la presenza di coaguli nella secrezione liquida. Dopo l'isteroscopia con curettage, è consentita la dimissione fino a 5 giorni, ma è necessario monitorare una tendenza verso una diminuzione della quantità di secrezione e un graduale cambiamento del suo colore in brunastro o giallastro. Una donna dovrebbe essere allertata dalla comparsa di sanguinamento ripetuto. Questa condizione è pericolosa per la vita..
  2. Dopo l'isteroscopia, potrebbe esserci una secrezione gialla con un odore di pesce. Normalmente appaiono inodori dopo 2-3 giorni di intervento e scompaiono dopo una settimana. Se una donna nota dolore addominale, abbondante secrezione maleodorante, questo è motivo di preoccupazione. I sintomi indicano che nel corpo è iniziata una complicanza infettiva..
  3. Segreto in via di estinzione. Questo tipo è patologico, indipendentemente dal tempo di comparsa e dalla durata. Il pus dopo l'isteroresectoscopia nelle perdite vaginali è un sintomo sicuro di malattie infiammatorie, accompagnato da dolore acuto nell'addome inferiore, ipertermia.

Ulteriori segni che richiedono una visita urgente a uno specialista includono:

  • spotting dopo il sanguinamento, che dura più di 1 settimana;
  • fatica;
  • alzando il segno sul termometro termometro;
  • il rilascio di coaguli di sangue dalla vagina.

Una macchia marrone con impurità di pus è un segno di endometrite, che si sviluppa a seguito di agenti batterici che entrano nei tessuti dell'utero. In caso di intervento prematuro, le complicanze batteriche possono causare un ascesso o una sepsi dell'organo genitale.

Un sintomo pericoloso che richiede una chiamata in ambulanza è il sanguinamento abbondante dai genitali. Si sviluppa a causa del pompaggio analfabeta di aria o di una soluzione medica nella cavità uterina. Un intervento prematuro minaccia di morte una donna.

Suggerimenti per il recupero

Per riprendersi al termine dell'isteroscopia terapeutica, una donna ha bisogno in media di 3-5 giorni. I medici consigliano di attenersi ad alcune raccomandazioni a causa di cosa fare nel periodo postoperatorio per evitare complicazioni:

  1. Rifiuta il sesso per 3 settimane dopo il trattamento. Il trauma meccanico durante il rapporto provoca un aumento del sanguinamento.
  2. Misura la temperatura corporea per i primi 5-7 giorni. Questa misura consentirà di identificare e prevenire lo sviluppo del processo infiammatorio nel tempo..
  3. Rispetta le procedure igieniche: fai la doccia tutti i giorni e cambia la biancheria intima.
  4. Prendi antibiotici e antidolorifici prescritti da un ginecologo.
  5. Osserva la modalità di lavoro e riposo. Rifiuta uno sforzo fisico eccessivo.

Dopo la diagnosi utilizzando un isteroscopio, la donna può tornare a casa, dove dovrà aderire alle raccomandazioni preventive di cui sopra per altri 3-5 giorni. Durante questo periodo, potrebbe avere una scarsa secrezione acquosa dalla vagina e dolore addominale di bassa intensità. Per eliminare l'ultimo sintomo, ai pazienti vengono prescritti antispastici.

La scarica sanguinante dopo HSG, non associata all'inizio delle mestruazioni, è un segno di complicazioni sorte dopo l'intervento. Di solito è associato alla perforazione delle pareti dell'utero, che si è sviluppata quando il canale cervicale non è dilatato adeguatamente. La perforazione è accompagnata dallo scarico di essudato scuro e denso, che provoca dolore all'addome. E anche il sanguinamento ripetuto appare sullo sfondo di una violazione dell'integrità dell'intestino dopo la rimozione di neoplasie nella cavità uterina. La conseguenza deriva dalla scarsa immagine degli organi interni sul monitor, quando il medico deve agire alla cieca. La condizione è accompagnata da dolore durante i movimenti intestinali, sanguinamento dall'ano, crampi nell'addome inferiore. Se compaiono segni di perforazione e l'integrità intestinale è compromessa, è necessario chiamare un'ambulanza.

Secondo le revisioni dei pazienti sottoposti a isteroscopia, il dolore all'addome, alla parte bassa della schiena e al perineo si osserva abbastanza spesso. Gli organi del sistema riproduttivo sono pieni di numerose terminazioni nervose, il cui danno è accompagnato da spasmi e dolore. Le donne notano che il disagio dopo l'intervento scompare il 7 ° giorno.

L'isteroscopia è un modo moderno per diagnosticare le malattie del sistema riproduttivo e condurre interventi minimamente invasivi. La procedura viene eseguita sia separatamente che in combinazione con altri tipi di interventi (laparoscopia, radiocoonizzazione) per identificare ed eliminare una serie di disturbi negli organi genitali. Grazie a questa tecnica, la necessità di un'operazione addominale e la probabilità di effetti collaterali sono ridotti al minimo..

Scarico sanguinante dopo l'isteroscopia

L'isteroscopia è una delle principali tecniche di esame in ginecologia. Allo stato attuale, questo tipo di diagnosi è sempre più incluso nella medicina pratica, consentendo a uno specialista di analizzare lo stato della superficie interna dell'utero utilizzando sistemi ottici, chiarire la natura di una serie di condizioni patologiche e prevedere il decorso di una particolare malattia. Il metodo dell'isteroscopia stessa è minimamente invasivo e, se eseguito correttamente, è indolore e sicuro. Tuttavia, a volte questa procedura è complicata dalla comparsa di sangue dopo l'isteroscopia..

Come e quando

Un prerequisito per eseguire la manipolazione è l'assenza di gravidanza e processi infiammatori degli organi genitali esterni (vaginosi, colpite, vaginite, endocervicite).

Per escludere tali condizioni, il medico consiglierà contraccettivi adeguati e prescriverà in modo profilattico agenti topici antinfiammatori..

Pochi giorni prima della procedura di isteroscopia, il ginecologo darà un rinvio per una serie di test clinici generali (emocromo generale, urine, parametri biochimici del sangue, coagulogramma). Probabilmente sarà necessario consultare un terapista per escludere l'esacerbazione di malattie somatiche croniche esistenti. La donna non ha bisogno di altre preparazioni speciali per la procedura. È solo necessario selezionare correttamente un determinato giorno del ciclo in cui vale la pena diagnosticare.

Consultazione con un ginecologo prima dell'esame

Se necessario, il medico ti dirà in dettaglio come e quando viene eseguita l'isteroscopia, spiegherà il significato di questa procedura in un caso particolare, indicherà possibili complicazioni e conseguenze.

Quando si cercano le cause dell'infertilità, la diagnostica viene assegnata nella fase follicolare del ciclo mestruale. Con una diagnosi già stabilita di infertilità e supervisione prolungata, la manipolazione può essere eseguita nella seconda fase - il 21-27 ° giorno dell'inizio delle mestruazioni. Per il sanguinamento di genesi non specificata, l'isteroscopia viene eseguita indipendentemente dal collegamento al ciclo.

Le indicazioni per l'isteroscopia sono:

  • infertilità primaria e secondaria;
  • aborto spontaneo;
  • sanguinamento uterino intermestruale di varia origine;
  • malattie della cavità uterina;
  • anomalie nello sviluppo dell'utero;
  • endometriosi.

Una visita tempestiva a un medico ti consentirà di chiarire la causa della condizione patologica e scegliere un trattamento efficace.

Le controindicazioni per l'isteroscopia sono:

  • gravidanza uterina;
  • cancro cervicale;
  • processo infiammatorio del tratto genitale.

L'isteroscopia serve sia come esame che come metodo di trattamento. Nella ginecologia pratica vengono utilizzate tre opzioni principali per l'isteroscopia: diagnostica (o di emergenza), terapeutica e pianificata. Ciascuno dei tipi di isteroscopia ha le sue caratteristiche nelle indicazioni e nelle condizioni di.

L'isteroscopia diagnostica è un metodo di emergenza per rilevare la patologia intrauterina. Di regola, le indicazioni per questo tipo di manipolazione sono un sanguinamento uterino massiccio. Si consiglia di provare a superare almeno alcuni dei test necessari prima di ciò..

L'isteroscopia di routine è una manipolazione preparata. È prescritto per frequenti aborti spontanei di gravidanze, anomalie nello sviluppo dell'utero, infertilità. Inoltre, viene utilizzato come studio di monitoraggio dopo il curettage diagnostico e chirurgico dell'endometrio..

L'isteroscopia medica è prescritta per misure radicali: rimozione di neoplasie o aree di endometriosi.

L'isteroscopia operativa viene utilizzata per estrazioni complicate di dispositivi intrauterini - IUD o loro parti.

Per la diagnostica, è necessario espandere la cavità uterina. A seconda dell'ambiente in cui viene eseguita, l'isteroscopia può essere liquida o gassosa. A volte viene utilizzata la cosiddetta isteroscopia da contatto quando non è richiesta l'espansione della cavità uterina.

Per l'isteroscopia liquida, utilizzare soluzione salina, soluzione di Ringer o acqua distillata. L'isteroscopia del gas viene eseguita solo come opzione diagnostica per la manipolazione. In questo caso, la cavità uterina viene espansa utilizzando anidride carbonica. L'isteroscopia con gas è facile da usare e offre un'ampia visuale. Tuttavia, con le deformità della cervice, non viene utilizzato, poiché la patologia della cervice non fornisce una corretta sigillatura. Inoltre, l'isteroscopia gassosa non viene utilizzata per il sanguinamento uterino a causa del rischio di embolia gassosa..

Formazione

La manipolazione viene eseguita da un ginecologo esclusivamente all'interno delle mura di un'istituzione medica specializzata.

Con un'isteroscopia pianificata, pochi giorni prima dell'esame, una donna esegue i test necessari (esami del sangue clinici, uno striscio per la pulizia vaginale). Inoltre, si consulta preliminarmente con un terapeuta, che esclude la presenza di patologia somatica..

Immediatamente prima della procedura, la preparazione per l'isteroscopia consiste nell'inserimento di un clistere purificante e nello svuotamento della vescica.

Dopo l'isteroscopia, una donna deve anche seguire una serie di misure per ridurre al minimo le possibili complicazioni. Per cinque giorni, alla donna viene prescritto un ciclo di antibiotici per ridurre il rischio di un'infezione secondaria. Il controllo della temperatura corporea è richiesto più volte al giorno. Assicurati di osservare le norme igieniche quando esegui il bagno degli organi genitali esterni.

Lo svuotamento tempestivo dell'intestino e della vescica previene il verificarsi di congestione nella piccola pelvi. È necessario escludere l'attività fisica, fare il bagno in bagno. È imperativo osservare il riposo sessuale per 14 giorni. Se necessario, usa farmaci antinfiammatori non steroidei come analgesici.

Un esame mirato prima della procedura e l'assenza di controindicazioni sono la chiave per il completamento con successo dell'isteroscopia. Un comportamento corretto dopo la manipolazione è una garanzia del minimo rischio di complicanze.

Scarica dopo l'isteroscopia

Raramente, dopo l'isteroscopia, è possibile rilevare una serie di complicazioni della manipolazione. Anche prima della procedura, il medico deve parlarti di tutte le possibili conseguenze di questa diagnosi..

Molto spesso, tali disturbi sono sangue dopo l'isteroscopia. Le donne possono lamentarsi di sanguinamento scarso o abbondante. Vale la pena notare che normalmente ci sono piccoli spotting dopo l'isteroscopia, che è dovuta all'invasività del metodo, e questo non dovrebbe causare preoccupazioni significative nel soggetto. Inoltre, potrebbe esserci un leggero dolore nell'addome inferiore. Queste manifestazioni sono considerate una variante della norma..

Dolore addominale inferiore

Il convertitore elettro-ottico, attraverso il quale si svolge l'esame, può violare l'integrità della parete massicciamente sanguigna dell'utero. Tale lieve sanguinamento post-manipolazione dopo l'isteroscopia può persistere per diversi giorni. Vale la pena ricordare che se l'isteroscopia era di natura terapeutica, il sanguinamento potrebbe essere più pronunciato.

Tuttavia, se lo scarico di sangue da una donna di intensità significativa non si ferma, il sangue cambia colore, si trovano inclusioni di tessuto, è necessaria una consultazione urgente con uno specialista.

Sanguinamento dopo l'isteroscopia in diversi casi

Nonostante la bassa invasività della misura diagnostica, il sanguinamento dopo l'isteroscopia è inevitabile e può avere le sue caratteristiche. Con qualsiasi variante dell'isteroscopia, si osserva il rilascio di sangue a causa di lesioni meccaniche alla cervice o alle pareti dell'utero. Il medico dovrebbe avvertire la donna che dopo la procedura ci sarà uno spotting, questa non dovrebbe essere una scoperta per il paziente.

Con un esame diagnostico, il ciclo non dovrebbe andare fuori strada e il sanguinamento durante le mestruazioni inizierà alla solita ora. Se c'è stata un'isteroscopia medica con un effetto chirurgico sull'endometrio, il sanguinamento inizierà il giorno della procedura.

Il sanguinamento dopo l'isteroscopia in diversi casi può richiedere diverse opzioni per la gestione del paziente..

È indispensabile consultare un medico se, dopo tre giorni, l'emorragia non si è fermata, il colore del sangue, il suo spessore è cambiato e sono comparse inclusioni di tessuti visibili all'occhio. Vale anche la pena consultare il medico se ci sono forti dolori nell'addome inferiore, nella parte bassa della schiena o nel coccige.

Complicazioni

Molto spesso, il sanguinamento intenso e prolungato è causato da un danno significativo dopo l'isteroscopia. La cervice, il miometrio e i vasi sanguigni che lo forniscono possono essere danneggiati. Queste condizioni sono piuttosto rare e richiedono un trattamento immediato in ambiente ospedaliero..

Prima di tutto, in caso di sanguinamento patologico dopo l'isteroscopia, l'emorragia deve essere interrotta. I medici usano emostatici speciali, farmaci che modificano la reologia del sangue, attivando l'azione delle piastrine e dei fattori di coagulazione del sangue. Nei casi più gravi, se il trattamento è inefficace, è necessario eseguire un'operazione radicale, l'isterectomia.

Altre complicazioni indesiderabili dell'isteroscopia includono l'aggiunta di un'infezione, la formazione di sinechie intrauterine, ematometro (accumulo di sangue nella cavità uterina), danno termico agli organi e ai tessuti vicini, perforazione dell'utero, embolia gassosa dei vasi sanguigni (quando la cavità uterina si espande con anidride carbonica).

Un medico competente, quando esegue un'isteroscopia in una donna, non commetterà un errore professionale che porti a danni alle grandi navi principali. Ciò si ottiene con una procedura attenta, lenta e completa. In questo caso, aumenta la probabilità di un'isteroscopia efficace e diminuisce il rischio di conseguenze indesiderate..

L'isteroscopia deve essere eseguita solo da uno specialista competente

Quali sono le sensazioni dopo l'isteroscopia

L'isteroscopia è una delle procedure più sicure e indolori in ginecologia. Tuttavia, la differenza nella soglia del dolore nelle donne non fornisce una risposta univoca alla domanda, quali sono le sensazioni dopo l'isteroscopia? Nella stragrande maggioranza dei casi, non è richiesta la somministrazione preventiva di analgesici prima della procedura. Al momento dell'isteroscopia, la maggior parte delle donne nota spiacevoli sensazioni dolorose moderate nell'addome inferiore. Non ci sono recettori del dolore nella cervice stessa, quindi le sensazioni soggettive di una donna sono in gran parte dovute al suo stato psico-emotivo durante la procedura.

In caso di emergenza, è possibile manipolare con anestesia generale.

Dopo un esame diagnostico, il dolore può persistere per diversi giorni, essere localizzato nell'addome inferiore, può essere somministrato alla parte bassa della schiena e al coccige.

Se il dolore è insopportabile, il medico consiglia analgesici specifici. In questa condizione, è imperativo osservare il riposo sessuale e non esibire un'attività fisica eccessiva. Di norma, tutti gli inconvenienti dopo la procedura scompaiono entro due settimane..

Vale la pena fare g

C'è una questione controversa con opinioni estremamente polarizzate, se vale la pena fare l'isteroscopia per le donne nullipare. Se ci sono gravi indicazioni per la manipolazione, l'isteroscopia viene eseguita di routine, soggetta a diverse condizioni. La vera minaccia dell'isteroscopia in essi è l'espansione della cervice. Nelle donne nullipare è ben chiuso e non si presta bene all'espansione, quindi, prima di uno studio diagnostico, è necessario effettuare preventivamente la preparazione del farmaco in modo da non causare danni meccanici ai tessuti del canale cervicale.

La premedicazione si riduce alla nomina di farmaci speciali che ammorbidiscono la cervice e ne migliorano l'espansione. Inoltre, non è desiderabile sottoporre una donna a questa diagnosi nel periodo postpartum senza motivo. Se è possibile eseguire l'isteroscopia è deciso dal medico, in base al quadro clinico della malattia del paziente.

Isteroscopia - revisione

Se non ci fossero stati problemi dopo l'operazione, non avrei scritto questa recensione. Sangue per un mese. Cosa fare e quali sono i motivi.

Recensione non letta agli uomini.

In generale, ho pensato a lungo se scrivere questa recensione, ma da allora dopo la seconda operazione ci sono stati problemi e io, avendo spalato l'intera Internet, non riuscivo a capire cosa fosse successo, penso, lascia che questa recensione sia migliore, forse almeno una ragazza aiuterà - e va bene.

Per cominciare, ho avuto 2 operazioni: nel 2013 e nel 2016. Entrambi sono andati diversamente, la medicina non si ferma. Non ci saranno foto: non ha senso mostrare le foto delle analisi. Nel 2013 le analisi erano su diversi fogli di carta. Nel 2016 - pensavo che non l'avrei preso))) quindi i test sono ciò che ti darà il medico, né più né meno, e in altre recensioni puoi vedere un elenco.

Quindi la prima operazione.

anno 2012. Esame da parte di un ginecologo a causa del mughetto. Durante l'esame, il medico ha detto che avevo un polipo, ora è piccolo, ma è necessario monitorarlo e successivamente rimuoverlo. Non so perché, ma il mio cervello ha disattivato del tutto queste informazioni, non volevo pensarci, tanto più "osservare" per me era come "dissipare".

anno 2013. Durante il sesso, ho sentito un dolore lancinante nell'addome inferiore e persino nel sangue.

Per inciso, questo è uno dei modi più comuni per identificare i problemi ginecologici, compresi i polipi! Se hai questi sintomi durante il sesso - non ritardare, può essere una fine molto triste, ne ho visti abbastanza nel 2013, sdraiato in ospedale!

Io, dopo essermi seduto al lavoro su spilli e aghi sul prossimo. giorno, sono corso in ospedale - dove lo stesso medico mi ha detto che era ora di rimuovere il polipo, è già grande, devi andare dal ginecologo locale per un rinvio.

Piccola digressione: ero da un medico pagato, perché Il ginecologo locale è un vecchio grymza, e una volta che l'ho visitata nella mia lontana giovinezza, non ci sono mai più andato. Chiarirò lo stesso: un ospedale a pagamento si trova sullo stesso territorio di un policlinico e un ospedale di emergenza con ginecologia chirurgica, in modo che tutta l'azione si sia svolta su un cerotto ed era a un isolato da casa mia.

Perché lo sto facendo? Al fatto che quando è tornata a casa e ne ha parlato a sua madre (era venerdì), si è offerta di andare alla reception dell'ambulanza sabato mattina e di arrendersi alla misericordia dei medici. se c'è qualcosa di serio, puoi superare rapidamente i test, bypassando il grymza).

Abbiamo fatto proprio questo. Ha detto che di notte lo stomaco tirava forte e c'era sangue, che c'è un polipo. Sono stato portato per un'ecografia... e non è stato trovato nulla. Come. Ho chiesto di guardare di nuovo. Sono stato portato in ginecologia chirurgica e l'infermiera della reception mi ha guardato di nuovo a un'altra ecografia - beh, non ho un polipo!

Siamo andati alla clinica (edificio adiacente) e lì il medico di turno, guardandomi attraverso lo specchio, ha detto che c'era un polipo e si è sorpreso che non lo vedessero. Si è anche scoperto che il grymza si trova in un'altra zona ora, e il mio dottore è solo questa ragazza. Bene, bene. Ho superato tutti i test, mi sono iscritto a un'operazione di ginecologia chirurgica. Tutto era pronto.

Il giorno dell'operazione, è venuta a stomaco vuoto con le cose. L'operazione è stata eseguita solo alle 16. Tutto il giorno sono rimasto seduto affamato (con il mio stomaco malato era difficile). Prima ci hanno fasciato le gambe con una benda elastica, poi hanno iniettato un'iniezione lenitiva nel gluteo (?) E ci hanno portato in stormo in sala operatoria. A proposito, erano tutte età completamente diverse. Nella stanza preoperatoria siamo stati spogliati nudi, ci hanno dato lenzuola da indossare, copriscarpe di cotone e fazzoletti per coprirci i capelli. Mi hanno preso per primo, mi hanno legato per braccia e gambe, hanno iniettato l'anestesia e hanno chiesto qualcosa, da cui, ricordo, ho riso. E non ricordo nient'altro. Come un momento tagliato fuori dalla mia vita. Ricordo già come tutto galleggiava, qualcuno mi ha chiamato e, finalmente, tornato un po 'in me, ho visto l'infermiera che ha chiesto il mio nome, altre domande e ha detto come sarebbero stati portati gli altri - parla con loro, fai domande in modo che recuperato rapidamente dall'anestesia.

Mi sembrava che gli altri in qualche modo tornassero ai loro sensi più vividamente di me) ma ora penso che sembrava solo che lo fosse. Poi siamo stati portati nei reparti. Quando mi è stato detto di spostarmi dal divano al letto, il sangue mi è sgorgato, ho messo un assorbente, mi hanno messo una bottiglia di ghiaccio dal congelatore sul basso addome e sono rimasto così per 10 minuti, poi l'ho dato via. Le co-camere hanno detto che sono stato via per circa un'ora. Verso le 19 sono sceso dall'ottavo piano del reparto all'1 per portare l'acqua alla farmacia. Mentre camminavo per i corridoi, aspettando l'ascensore, raggiunsi la farmacia al 1 ° piano e ritorno - pensavo di cadere. Era ancora debole, anche se quando ha deciso di andare mi sono sentita energizzata e ho mangiato bene, cosa che le infermiere hanno portato per cena. La mattina è venuto l'anestesista, mi ha controllato, il dottore è venuto alle 10, ho chiesto di tornare a casa. Ha chiesto - se hai bisogno di un congedo per malattia - non ti lascerò andare. Ma non ne avevo bisogno, ho preso le ferie dal giovedì al venerdì dal lavoro e ho pensato che sarei stato a posto fino a lunedì. Quindi mi hanno lasciato andare. E come ho scritto sopra, l'ospedale è a un isolato da casa mia e si trova in modo che tu possa camminare solo a piedi.

Ho camminato con la mia piccola borsa, mi sembra, per sempre. E la borsa mi sembrava così pesante. In generale, era debole. Lunedì ero già tornato in me. Una settimana dopo, sono andato per le analisi del polipo (dopo la raschiatura, il materiale viene sempre inviato per l'istologia per evitare le cellule tumorali). Andava tutto bene. Non è stato nominato niente. Sei mesi dopo sono stato controllato da un ginecologo: è tutto ok.

Seconda operazione.

2016 anno. In estate è stata sottoposta a visita medica.

Le ragazze, sottoposte a visita medica, anche se non trovano nulla - come si suol dire - "nessuna notizia, già una buona notizia!"

E mi hanno trovato. Polipo! Quanto ero preoccupato... di nuovo. Sono andato in clinica. Grymza era di nuovo il mio medico, quindi non sono andato da lei, ma sono andato da un altro, scelto a caso. Un giovane medico, durante un'ecografia, ha detto che il polipo non è visibile e questo è buono - significa che è solo alla fine del canale cervicale e non è andato nella cervice. Ecco perché poi al pronto soccorso l'infermiera non ha trovato un polipo su un'ecografia. Semplicemente non è visibile su un'ecografia se non è nella cervice.!

Le analisi, come ho già scritto, sono andate molto dritte! Ho accettato un'operazione, proprio come l'ultima volta, per giovedì, così da potermi alzare e andare a lavorare venerdì-sabato-domenica. Quando ho preso appuntamento per l'operazione mi hanno detto che adesso è "un'operazione di un giorno", se ne va e, se entro 4 ore è tutto normale, mi lasciano tornare a casa. Non si nutrono, porto con me cibo e acqua. Bene, per me andava bene: le case e i muri aiutano.

Il giorno dell'operazione mi hanno portato via alle 11 (grazie a Dio non devo stare seduto affamato tutto il giorno), mi hanno anche fasciato le gambe con bende elastiche (rimaste dall'operazione precedente), mi hanno fatto un'iniezione lenitiva, un'ecografia e mi hanno mandato in sala preoperatoria. Mi hanno portato via non il primo. Quando l'hanno posata, ho guardato la lampada quadrata sul soffitto, poi tutto è diventato marshmallow, viscoso, io, seduto su una poltrona, ho nuotato su un altro piano, un pensiero balenò: nifiga a che cosa è arrivata la medicina, la sedia galleggia da sola. Penso ancora qualcosa, poi le gambe si abbassano e non mi siedo più, ma giaccio dritto.

Come puoi immaginare, era l'anestesia. Poi hanno iniziato a chiamarmi e chiedermi il mio nome: questo è stato uno dei primi pazienti, ha già svegliato tutti. Sono guarito rapidamente dall'anestesia, mi sembra molto più velocemente dell'ultima volta. Mi hanno portato in reparto. Quando sono stato trasferito a letto, non c'era sangue. Ero sorpreso. Mi metto una pastiglia e del ghiaccio sullo stomaco. Quando dopo 20 minuti ho deciso di alzarmi, c'era solo un icore sul pad.

Un'ora dopo, ho già mangiato l'insalata che ho portato con me. Il dottore è venuto, ha guardato il blocco e ha detto che potevo tornare a casa. Ha anche detto che questa volta l'hanno rimosso con un laser e lo hanno immediatamente bruciato, e non l'hanno raschiato, quindi non dovrebbe esserci alcuna ricomparsa e dovrebbe esserci poco sangue per questo. Lo spero davvero. Ho prescritto di bere Ascorutin 2 compresse 3 volte al giorno in modo che la ferita guarisse più velocemente. A 14 ore (2 ore dopo l'operazione) ero già in viaggio per il check out.

A casa ho già chiesto di portarmi nell'auto della mia MCH, tk. ricordato questa strada dalla prima operazione).

Le analisi hanno anche dimostrato che è tutto ok.

Ora cosa è successo dopo.

A casa, dopo la seconda operazione, l'icore ha camminato per 10 giorni. Quindi, a giudicare dai sintomi, il CD è andato, vanno avanti per 7 giorni. E il sesto giorno, pensavo già che sarebbero finite, ma il sesto giorno di sera, mi è sembrato un balzo! Il mio sangue non esce in un intero ciclo come ha fatto in un paio d'ore, e anche con i coaguli. Era domenica, il giorno dopo sono andato a lavorare, ero blu, mi sono comprato il succo di melograno e l'ho bevuto. Per tutta la settimana ho sperato che l'emorragia si fermasse, non ho fatto nulla.

Entro la fine della settimana, il sangue non si è fermato, anche se non ce n'era molto. Sono stato operato con un amico del mio collega, che mi ha consigliato di farlo. Pertanto, venerdì, le ho chiesto di chiamare il medico e chiederle cosa avrei dovuto fare. Ha chiamato il dottore. Mi ha rimproverato per non essere venuto questa settimana, mi ha detto di bere Transekam e se non si fosse fermata durante il fine settimana, al suo ospedale.

A proposito, transekam non è economico: 500 rubli per confezione da 30 compresse. Queste sono pillole emostatiche.

Lunedì il dottore mi ha visitato e ha detto che questa ferita non si sta rimarginando. Oltre a Transecam e Ascorutina, ha prescritto di bere Metronidozolo, Doxiciclina e Ortica nei bicchieri.

Per la donazione il sangue si è fermato.

Le ragioni di questo? Ho analizzato e ricordato che il 4 ° giorno del CD indossavo pesantemente al lavoro (c'era un riarrangiamento, mi vergognavo di rifiutare). Mi sono anche ricordato che scaldavo il sedile in macchina tutto il tempo: era solo autunno, faceva molto freddo.

Conclusioni da tutto.

Le cause del polipo non sono ancora note, donne di età diverse sono andate all'operazione con me, c'era anche una vecchia nonna.

Dopo l'operazione, ti daranno un promemoria o diranno verbalmente che non puoi fare sesso per 2 settimane, indossare cose pesanti, fare un bagno caldo, indossare assorbenti interni.

Per favore, prendilo alla lettera. Dopotutto, la mia ferita non è guarita a causa di cose così apparentemente piccole nella vita.

A proposito, ci sono compresse più economiche come Transecam: questo è Dicinon (il principio attivo è ethamsylate).

Un'altra domanda per i medici: ancora non ho capito se l'anestesia fosse normale in quest'ultimo caso? Non potevo svegliarmi durante l'operazione, perché sentivo la posizione delle mie braccia e delle mie gambe nello spazio, c'erano pensieri e, soprattutto, ricordo tutto questo. Quanto a me, è molto meglio come la prima volta - ho chiuso gli occhi e li ho aperti, tutto è pronto. Forse c'è qualcuno che lo capisce, mi risponderà?

Py.Sy. se c'è molta "acqua" dimmi - ti farò una recensione.

16/11/18. Esattamente sei mesi dopo la seconda operazione, sono rimasta incinta. Mia figlia è nata. I controlli di follow-up con i medici sono stati buoni. Quindi assicurati di rimuovere i polipi e di essere in salute.

Scarica dopo l'isteroscopia

L'isteroscopia è spesso utilizzata nel campo della ginecologia. Durante la procedura, il dispositivo viene inserito nell'utero. L'isteroscopio è dotato di telecamera e illuminazione, che consente di catturare l'immagine e visualizzarla sul monitor. Questo è necessario per esaminare l'interno degli organi e prima di eseguire operazioni chirurgiche. Dopo la procedura, possono comparire piccole dimissioni a breve termine, alcune delle quali sono normali. Tuttavia, alcuni sono segnali di allarme e possono indicare gravi complicazioni o malattie..

Scarico normale

Dopo l'isteroscopia, di solito appare una scarsa secrezione da icore e muco. Le loro caratteristiche e il loro aspetto dipendono dal tipo di esame, dalla coagulazione del sangue, dalle malattie esistenti e dalla capacità dei tessuti di rigenerarsi. Se viene esaminato solo l'utero, dopo la procedura c'è poca scarica. Di solito sono acquosi e striati di sangue. Quando si preleva un tampone o un raschiamento dall'endometrio, possono comparire frazioni di sbavatura.

Una caratteristica dell'isteroscopia è la capacità di rimuovere piccole neoplasie. Come con qualsiasi intervento chirurgico, questo è sempre accompagnato da danni ai tessuti e sanguinamento. Tuttavia, con l'isteroscopia - piccola.

Se durante la procedura vengono rimossi polipi, varie neoplasie, fibromi, questo è accompagnato da una scarica rosso vivo. Questo si riferisce alla norma, poiché dopo il danno ai tessuti, i vasi sanguinano per un po 'di tempo. La dimissione dopo l'isteroscopia è inizialmente molto simile alle mestruazioni, ma dopo alcuni giorni diventerà marrone, indicando la guarigione.

Diverse situazioni sono normali quando compaiono le fazioni.

Tipo di isteroscopiaLa caratteristica della scarica è normale
Rimozione di polipiLo scarico è sanguinante o acquoso con icore. Dipende dalla lesione asportata:

1. Se il polipo ha un gambo sottile, esce un muco quasi trasparente, leggermente colorato di sangue. Scompare da solo entro 3 giorni.

2. Quando un polipo peduncolare spesso viene rimosso, il sanguinamento è minimo. Dopo un paio di giorni, si convertirà in muco acquoso o sbavature.

3. La rimozione di un polipo a base larga è accompagnata dal rilascio di circa 50 ml di sangue nei primi tre giorni.

Non c'è motivo di allarmarsi, anche se nelle prime 24 ore dopo l'isteroscopia fuoriesce un coagulo. Il sangue potrebbe semplicemente coagularsi, cosa che spesso accade dopo la rimozione del polipo.

RaschiaturaDopo di ciò, lo scarico è simile a quello mestruale. Durante il curettage, l'intera superficie interna dell'utero è danneggiata e dopo la procedura è una grande ferita aperta. Naturalmente, questo è accompagnato da sanguinamento e rilascio di muco. Normalmente, questo processo dura fino a cinque giorni, molto meno spesso - fino a dieci. Durante questo periodo, l'emorragia si interrompe gradualmente e alla fine si trasforma in una macchia marrone.

Si riferisce anche alla norma quando c'è poca scarica durante un'isteroscopia panoramica. Se non ci sono affatto, questo indica un piccolo problema ginecologico. Ad esempio, spasmi uterini, quando il suo contenuto non esce, ma si accumula. Lo stesso accade con l'atonia dovuta ai coaguli che bloccano il canale cervicale. Quindi la raschiatura viene eseguita di nuovo.

Scarica come deviazione dalla norma

Scarica dopo l'isteroscopia, che può essere allarmante e riferirsi a una deviazione dalla norma, di solito una complicazione dopo l'isteroscopia. La natura e la durata possono variare. Lo scarico anormale include quelli che non cambiano colore in marrone durante la riabilitazione e il volume fuoriuscito supera i 50 ml. È brutto se l'asciugamano viene immerso in meno di un paio d'ore e il sangue è rosso. Il sanguinamento per più di 10 giorni diventa motivo di allarme..

Il sanguinamento dopo l'isteroscopia può verificarsi a causa della rottura della parete uterina (ad esempio, romperla durante la pulizia), infiammazione, tumore.

Purulento

Se lo scarico è mucoso e maleodorante, biancastro, verdastro o giallastro, questo indica la presenza di pus. La struttura della selezione può essere diversa, ma è opaca. Il pus è sempre torbido. Di solito, tale secrezione indica un'infezione, che è spesso complicata da infertilità, peritonite o sepsi. Pertanto, in presenza di dimissione purulenta, il paziente viene immediatamente ricoverato in ospedale.

Sangue

Quando il sanguinamento dura più di 10 giorni, ciò indica problemi con il ripristino dell'endometrio. Il motivo potrebbe essere una scarsa coagulazione del sangue (assenza di coaguli), ferite profonde sulla mucosa. Quando l'utero è perforato, l'emorragia non si ferma per molto tempo. È abbondante, coagulato, con rilascio simultaneo di un liquido limpido. Se si unisce un'infezione, nello scarico compaiono inclusioni verdi e gialle, un odore sgradevole.

Giallo

Se una sostanza gialla esce dall'utero, questo può essere sia normale che patologico. Se le strisce di questo colore sono visibili il primo giorno dopo l'isteroscopia e non ci sono altri sintomi allarmanti, questo è un processo naturale. Ma quando lo scarico ha un odore disgustoso, abbondante, prolungato, con striature verdi o nere, questo può indicare suppurazione. Allo stesso tempo, la temperatura aumenta ulteriormente, aumenta il dolore all'addome..

Marrone scuro o nero

Lo scarico marrone dopo l'isteroscopia è normale. Tuttavia, se sono molto scuri o con inclusioni nere, ciò potrebbe indicare un ispessimento del sangue. Non è pericoloso, ma può causare un blocco del canale cervicale. Quindi il sangue non può lasciare l'utero e si accumulerà in esso. È importante prestare attenzione alla durata di tale dimissione..

Dimissione durante il periodo di riabilitazione

Dopo la procedura, il periodo di riabilitazione è breve rispetto alla chirurgia a cielo aperto. Al fine di evitare spiacevoli perdite e sanguinamento dopo l'isteroscopia, una donna dovrebbe rimanere calma durante i primi giorni dopo la procedura, astenersi temporaneamente dal rapporto sessuale. Particolare attenzione è riservata all'igiene personale. Non puoi sollevare pesi, sfinirti con un grande sforzo fisico. Queste regole sono obbligatorie dopo la rimozione di sinechie, polipi, neoplasie, fibromi. Ulteriori raccomandazioni dei medici dopo l'isteroscopia:

  1. Non utilizzare gli assorbenti interni durante la scarica. Altrimenti, puoi infettare.
  2. Dopo l'isteroscopia per tre settimane, non puoi andare allo stabilimento balneare, alla sauna, fare un bagno o nuotare. Se l'acqua penetra nei genitali, può provocare infiammazione..
  3. Le bevande alcoliche sono vietate, anche in piccole quantità. L'alcol assottiglia il sangue, dilata i vasi sanguigni e provoca sanguinamento.
  4. Non prenda aspirina e altri medicinali non prescritti dal medico.

La durata della dimissione dopo l'isteroscopia è diversa. In media, pochi giorni. La guarigione della mucosa dipende dal grado di danno e dal metodo dell'operazione. Se questa è solo una procedura diagnostica, la dimissione non dura più di tre giorni. Quando viene rimosso un piccolo polipo, l'emorragia si interrompe allo stesso intervallo, ma forse il quinto giorno. Dopo la rimozione dei fibromi o del curettage, saranno necessari fino a 10 giorni per ripristinare l'endometrio.

Se lo scarico è normale, è sufficiente seguire le raccomandazioni per la riabilitazione. Tuttavia, è urgente consultare un medico se lo scarico è scarlatto brillante, con coaguli scuri. Tale sanguinamento è irto di una forte diminuzione del volume sanguigno nel corpo e la sua carenza provoca una forte diminuzione della pressione sanguigna e del coma.

A volte le complicazioni dopo l'isteroscopia non sono così evidenti. Possono comparire debolezza generale, dolore prolungato all'addome (soprattutto sotto), febbre e sudorazione, bocca secca. Se completano la dimissione, questi sono già segni di un processo infiammatorio nel corpo ed è necessario un trattamento urgente (a volte ricovero in ospedale).

L'isteroscopia si riferisce a procedure diagnostiche e terapeutiche. Dopo di ciò, appare quasi sempre una piccola scarica. Tuttavia, sono normali e non provocano allarme. Devi preoccuparti solo se c'è un sanguinamento grave o prolungato, la comparsa di un odore marcio, un colore insolito di scarico. Tuttavia, tali complicazioni sono estremamente rare. In media, lo scarico scompare in 3-5 giorni.

Quale può essere la scarica dopo l'isteroscopia: qual è la norma e cos'è la patologia

L'isteroscopia è un metodo poco traumatico per la diagnosi e il trattamento delle malattie ginecologiche. Anche un intervento di indagine, per non parlare delle manipolazioni mediche, provoca lo scarico di muco e una piccola quantità di vene sanguinanti dal tratto genitale.

Poche donne sanno quale dovrebbe essere la dimissione dopo che l'isteroscopia è normale. Le informazioni sulla durata della sbavatura e sulla sua natura dovrebbero essere, quanto sangue dovrebbe uscire dopo la procedura, aiuteranno i pazienti a controllare la condizione e consultare un medico in tempo se ci sono complicazioni.

Quale scarica dovrebbe essere dopo l'isteroscopia ed è considerata la norma

Nella maggior parte delle donne, dopo l'isteroscopia, la secrezione appare come uno scarso imbrattamento, costituito da particelle di muco e icore. Tuttavia, l'aspetto e le caratteristiche di un tale fenomeno sono variabili a seconda del tipo di procedura utilizzata. Anche le caratteristiche del corpo femminile possono avere un ruolo: l'aspetto e la natura del daub dopo l'isteroscopia possono differire a seconda del grado di coagulazione del sangue, della capacità di rigenerarsi e delle malattie esistenti.

Gli esperti dicono che dopo l'isteroscopia diagnostica, durante la quale viene eseguito solo l'esame della cavità uterina, il volume dell'icore è piccolo. Molto spesso è uno scarico rosato, leggermente acquoso con strisce di sangue. Frazioni di spotting simili vengono rilasciate anche durante una procedura diagnostica con prelievo di striscio o raschiatura dalla superficie dell'endometrio.

Lochia più abbondante e dai colori vivaci è associata all'isteroresettoscopia, dopo di che una ferita rimane sull'endometrio dopo la rimozione di fibromi, polipi o altre neoplasie. La comparsa di una scarica di questa natura è considerata conseguenze normali che comporta l'isteroscopia chirurgica. Durante la manipolazione terapeutica, che è la resettoscopia o la RFV diagnostica della cavità uterina, molti piccoli vasi dell'endometrio possono sanguinare. Allo stesso tempo, c'è una scarica molto simile alle normali mestruazioni. Dopo alcuni giorni, diventano marroni, indicando una normale guarigione..

Importante! Un leggero spasmo e un dolore tirante che accompagnano il sanguinamento sono considerati normali se si verificano nei primi 1-3 giorni dopo l'isteroscopia.

Dopo la rimozione del polipo endometriale

Lo scarico durante l'isteroscopia del polipo endometriale può essere sia acquoso con una miscela di icore, sia sanguinante. Le loro caratteristiche dipenderanno da quale polipo è stato rimosso:

  • la rimozione di piccole neoplasie su una gamba sottile provoca il rilascio di muco trasparente o leggermente colorato entro 1-3 giorni:
  • l'escissione di grandi polipi sulla gamba provoca un sanguinamento magro a breve termine con la successiva transizione del fango al muco acquoso;
  • dopo l'isteroresectoscopia di un polipo su una base ampia, indipendentemente dalle sue dimensioni, circa 50 ml di sangue vengono rilasciati dal paziente nei primi 1-3 giorni.

I ginecologi prestano attenzione: se il primo giorno, insieme alla lochia mucosa, un coagulo è uscito dal tratto genitale, non c'è motivo di allarme. La rimozione di un polipo è quasi sempre accompagnata dal rilascio di sangue, che può coagularsi nella cavità dell'organo, per poi uscire naturalmente.

Dopo aver raschiato

In genere, la dimissione dopo l'isteroscopia con il curettage assomiglia alle normali mestruazioni. I pazienti nei primi giorni possono provare dolore all'addome e alla parte bassa della schiena. In generale, questo è normale, perché a causa del raschiamento, quasi l'intera superficie interna dell'utero è una ferita aperta che può ferire..

Normalmente, il rilascio di sangue e muco continua fino a quando la secrezione non viene ripristinata dopo il curettage. Di solito ci vogliono circa 3-5 giorni. In rari casi, il sanguinamento endometriale dura fino a 10 giorni. L'intensità del sanguinamento diminuisce nel tempo, trasformandosi in una macchia marrone.

Se non c'è scarico o molto poco

Una piccola quantità di scarico è considerata normale nella procedura di indagine. Se non c'è alcuna scarica, specialmente dopo la rimozione delle neoplasie, ciò potrebbe indicare un ematometro. Questo problema ginecologico deriva da uno spasmo della cervice, a seguito del quale il contenuto dell'organo non può sfuggire e si accumula nella sua cavità. Sintomi simili sono causati dall'atonia uterina, in cui il sangue non viene espulso e forma coaguli che bloccano il canale cervicale. La pulizia ripetuta aiuterà a risolvere il problema..

Ciò che può essere considerato una deviazione dalla norma

Dopo l'isteroscopia, può verificarsi una complicanza infettiva o non infettiva, che può influenzare la natura della scarica e la sua durata. Tuttavia, qualsiasi deviazione dai fenomeni precedentemente descritti è considerata normale se il colore della scarica diventa marrone nel tempo e il volume totale di sangue durante il periodo di recupero non supera i 50 ml..

Se il paziente ha una scarica abbondante con un alto contenuto di sangue scarlatto e coaguli che assorbono l'assorbente in meno di 2 ore, questo è motivo di allarme. Vale la pena contattare un medico anche se il periodo di sanguinamento aumenta in 10 giorni..

Importante! Alla reception, è necessario informare il ginecologo quanto durano i sintomi, quali segni allarmanti sono presenti oltre al sanguinamento.

Problemi sanguinosi

Se il sangue dopo l'isteroscopia viene osservato per più di 10 giorni, ciò potrebbe indicare problemi con la rigenerazione endometriale. Ci possono essere diversi motivi per cui ci vuole così tanto tempo per sanguinare:

  • problemi di coagulazione: la lochia non contiene affatto coaguli, il sangue scarlatto proviene dal tratto genitale;
  • ferite profonde sull'endometrio o perforazione dell'utero - in questo caso, il sangue dopo l'isteroscopia per lungo tempo, a volte abbondantemente e con coaguli, esce un liquido limpido con il sangue, si avverte dolore costante nell'addome;
  • adesione dell'infezione - si osservano inclusioni gialle o verdastre nello scarico sanguinante, si avverte un odore sgradevole.

Ciascuna delle complicazioni elencate richiede una terapia complessa, quindi non ritardare la visita dal ginecologo.

Secrezione purulenta

La presenza di pus è indicata da abbondanti secrezioni mucose con un odore sgradevole. Il loro colore può essere biancastro, verdastro o giallo. La struttura è diversa, ma sono accomunati dalla mancanza di trasparenza: il pus, indipendentemente dall'origine, è sempre torbido. Di norma, la secrezione purulenta è un segno di infezione che, se non trattata, può essere complicata da sepsi, peritonite e infertilità. Pertanto, la sua comparsa nella dimissione di spotting è un'indicazione diretta per il ricovero in un ospedale ginecologico..

Marrone o nero

Lo scarico marrone non è un segno di patologia. Al contrario, questo fenomeno è indicativo della guarigione dell'endometrio. Tuttavia, se si imbratta di marrone, ma sono visibili anche inclusioni nere sull'assorbente, c'è motivo di allarme.

I ginecologi dicono che le masse nere o marroni possono indicare un'eccessiva densità del sangue. Di per sé, questo fenomeno non è pericoloso, ma in determinate situazioni può portare al blocco del canale cervicale e all'uscita incompleta del sangue dalla cavità uterina. Per riconoscere la patologia nel tempo, dovresti prestare attenzione a quanto tempo durano le macchie scure..

Colore giallo

L'aspetto della scarica gialla dopo l'isteroscopia può essere interpretato come una norma o una patologia. Se ci sono piccole strisce giallastre nell'icore il primo giorno dopo la procedura e non ci sono altri sintomi allarmanti, questa è la norma. Se lo scarico giallo ha un odore sgradevole, abbondante, include striature di colore più scuro (fino al verde), questo indica suppurazione. Quest'ultimo può essere supportato da un aumento della temperatura corporea e da un aumento del dolore addominale..

Periodo di recupero

Finché la donna ha la dimissione dopo l'isteroscopia, il periodo di riabilitazione continua. In questo momento, è altamente desiderabile osservare un'igiene completa, osservare il riposo sessuale, se necessario, assumere farmaci prescritti da un medico e astenersi dal sollevare pesi e praticare sport. È particolarmente importante rispettare queste regole dopo l'intervento chirurgico sull'endometrio dell'utero: rimozione di un polipo, fibromi o escissione di sinechia.

Quanto dura la scarica dopo l'isteroscopia

La durata del sanguinamento è normalmente di diversi giorni. Il tempo di guarigione dell'endometrio dipende dal metodo con cui è stata eseguita l'isteroscopia dell'utero:

  • durante la procedura di indagine, il rilascio di muco e icore dura non più di 3 giorni;
  • quando viene rimosso un piccolo polipo, l'emorragia si interrompe il terzo giorno, al massimo il quinto;
  • quando il curettage o la rimozione dei fibromi sanguina per 10 giorni, ma non più a lungo.

Per non perdere sintomi allarmanti, una donna dovrebbe monitorare attentamente e contare quanti giorni scorre il sangue e se c'è una tendenza a diminuire il volume di scarico.

Quando vedere un dottore

Non ci sono così tanti sintomi in cui il sanguinamento dopo l'isteroscopia è un segno di patologie. Prima di tutto, questi sono casi in cui si osserva uno scarico abbondante di un colore scarlatto brillante con coaguli. Il risultato di un sanguinamento grave può essere una forte diminuzione del volume sanguigno e, di conseguenza, una diminuzione critica della pressione sanguigna, seguita dal paziente che cade in coma.

In alcuni casi, la patologia non si manifesta così chiaramente. Lo sviluppo di complicanze può essere indicato da:

  • persistenza prolungata del dolore addominale;
  • aumento della temperatura corporea;
  • debolezza generale;
  • bocca secca, sudorazione eccessiva.

Tali sintomi compaiono con un processo infiammatorio, emorragia interna, infezione dell'utero. Tutte le possibili complicazioni richiedono un trattamento urgente, quindi quando compaiono, non dovresti posticipare una visita a un ginecologo o chiamare un'ambulanza.

Raccomandazioni dei ginecologi

Per ridurre il rischio di conseguenze negative dopo la procedura di isteroscopia, la ginecologia ha una serie di raccomandazioni per i pazienti:

  1. Mentre c'è una scarica sanguinante, non dovresti usare gli assorbenti interni. Possono diventare una fonte di infezione.
  2. Non fare il bagno per due settimane dopo la procedura. L'acqua può entrare nel tratto genitale e provocare infiammazioni..
  3. Doccia calda, bagno troppo caldo, bagno e sauna sono vietati per 2-3 settimane. Il riscaldamento del corpo può causare sanguinamento.
  4. L'alcol non deve essere consumato anche in piccole quantità. Assottiglia il sangue e dilata i vasi sanguigni, il che può provocare sanguinamento abbondante.
  5. Non sollevare oggetti più pesanti di 3 kg per due settimane. Lo sforzo fisico può causare sanguinamento.
  6. Non prenda aspirina e altri medicinali che fluidificano il sangue fino a quando l'emorragia non si è completamente fermata.
  7. Informa il professionista di eventuali sintomi che non ti sembrano normali. Meglio giocare sul sicuro che perdere il momento.

Se queste raccomandazioni vengono seguite, il sanguinamento dopo l'isteroscopia diagnostica o terapeutica si interromperà in tempo. Per assicurarti che tutto sia andato bene, visita un medico dopo due settimane.

Il gentil sesso può osservare il colostro secreto dalle ghiandole mammarie, sebbene la gravidanza e l'allattamento siano assenti. Questa condizione è chiamata galattorrea e non può essere considerata una malattia separata.