Algomenorrea

L'algomenorrea (periodi dolorosi) è un disturbo speciale del processo mestruale, la cui manifestazione è espressa dal grado doloroso del corso delle mestruazioni. L'algomenorrea è uno dei disturbi più comuni nelle donne. L'algomenorrea è spesso osservata negli adolescenti, ma ci sono molti casi tra le donne di 40-45 anni. La manifestazione del dolore con l'algomenorrea, di regola, inizia uno o due giorni prima dell'inizio delle mestruazioni stesse e termina il 3-4 ° giorno già durante le mestruazioni. I periodi dolorosi hanno un effetto negativo sullo stato emotivo e fisico del paziente e possono essere accompagnati da vertigini, diarrea, vomito e persino svenimento. Oggi la ginecologia presta particolare attenzione al problema dell'algomenorrea, poiché si ritiene generalmente che l'algomenorrea sia il primo e principale segnale di cambiamenti negativi nel corpo femminile. Se noti che i periodi dolorosi sono diventati regolari per te, consulta immediatamente il medico.

  • Algomenorrea primaria e sua classificazione
  • Algomenorrea secondaria e sua classificazione
  • Cause di algomenorrea primaria
  • Cause di algomenorrea secondaria
  • Sintomi di algomenorrea
  • Trattamento dell'algomenorrea primaria
  • Trattamento dell'algomenorrea secondaria
  • Prevenzione dell'algomenorrea

Algomenorrea primaria e sua classificazione

In genere, un ciclo mestruale doloroso può essere accompagnato da dolore nei primi tre anni dopo l'inizio del ciclo di una donna. Quest'ultimo è il tipo principale di algomenorrea. Nella forma primaria, il sintomo principale è il dolore all'addome..

A seconda della gravità del decorso, il tipo primario di algomenorrea può essere classificato in algomenorrea compensata e scompensata. Il tipo primario di algomenorrea compensata può essere accompagnato da dolore prolungato durante le mestruazioni. Se le mestruazioni sono accompagnate da dolore progressivo, dovremmo parlare di una forma scompensata di algomenorrea primaria.

A seconda della presenza di altri sintomi, si dovrebbero distinguere altri due tipi di algomenorrea: tipo primario adrenergico di algomenorrea e tipo primario parasimpatico di algomenorrea.

Il primo tipo può essere accompagnato da un aumento del livello dell'ormone adrenalina, nonché da un possibile aumento della dopamina e della norepinefrina. Tali ormoni possono causare interruzioni significative nel corpo femminile. Durante il corso di questo tipo di algomenorrea, una donna avverte un mal di testa prolungato, la sua frequenza cardiaca aumenta, tutto ciò è accompagnato da un aumento della temperatura corporea. Il paziente può soffrire di insonnia. Il malfunzionamento intestinale è un altro sintomo di questo tipo di algomenorrea. Gli arti di una donna possono diventare blu a causa dello spasmo capillare e il suo viso può diventare molto pallido.

Il tipo parasimpatico di algomenorrea è accompagnato da un aumento nel corpo della donna dell'ormone serotonina. Il sintomo principale di questo tipo di algomenorrea è il vomito frequente e la bassa frequenza cardiaca. La frustrazione e la febbre sono ulteriori sintomi della malattia. Questo grado di algomenorrea può essere accompagnato da edema sul viso e sulle estremità, allergie.

Il tipo primario di algomenorrea si trova spesso nelle donne di fisico astenico, che si distinguono per instabilità morale ed emotiva.

Algomenorrea secondaria e sua classificazione

Un tipo secondario di algomenorrea sono le mestruazioni dolorose, che si verificano nelle donne sopra i trent'anni. In termini percentuali, la specie secondaria è meno comune di quella primaria. L'algomenorrea secondaria procede, di solito in forma moderata o grave. Tale algomenorrea ha vari sintomi, che possono essere suddivisi in 4 gruppi:

  1. Sintomi psico-emotivi. L'algomenorrea è accompagnata da uno stato irritabile, depressione, anoressia e bulimia, nonché possibili alterazioni olfattive e gustative.
  2. Sintomi vegetativi. Una visione secondaria di tale algomenorrea può essere accompagnata da nausea e gonfiore, oltre a possibili singhiozzi.
  3. Sintomi vegetativo-vascolari. Questo tipo implica la comparsa di mal di testa, svenimenti, vertigini, edema delle estremità.
  4. Sintomi endocrini: vomito, dolore articolare caratteristico, prurito, debolezza generale.

La gravità dei sintomi dell'algomenorrea secondaria, prima di tutto, dipende dall'età della paziente, nonché dalla sua salute fisica generale. È noto che dopo aver superato i 40 anni, molte donne sono inclini a frequenti depressioni, gli stati d'animo emotivi sono instabili. Ci sono casi in cui l'algomenorrea secondaria si verifica con dolore durante il rapporto.

Cause di algomenorrea primaria

Le cause del tipo primario di algomenorrea possono essere completamente diverse. Tra i più comuni ci sono:

  • displasia del tessuto connettivo (in altre parole, sottosviluppo del tessuto al momento della nascita di un bambino) - si osserva nel 55-60% delle donne con algomenorrea. La displasia può anche essere accompagnata da cambiamenti nei vasi sanguigni (arti) e nella curvatura scheletrica. La causa della displasia è una mancanza di magnesio nel corpo del paziente;
  • sconfitta degli organi genitali femminili con la tubercolosi (tubercolosi genitale) - i primi sintomi di algomenorrea compaiono dal momento della prima mestruazione. Di solito si osserva un'esacerbazione in autunno e in primavera. Il dolore con una tale mestruazione non ha una posizione specifica. Il malessere è un altro sintomo che accompagna il tipo primario di algomenorrea;
  • vari disturbi neurologici del sistema nervoso: instabilità emotiva e morale, stress costante, diminuzione della soglia del dolore della sensibilità e aggravamento della percezione del dolore;
  • ipoplasia dell'utero, pieghe e pieghe delle pareti dell'utero, disturbi dello sviluppo dell'utero nello stato intrauterino.

In tutti i casi sopra indicati, il tipo primario di algomenorrea è accompagnato da un difficile deflusso di sangue durante le mestruazioni, che avviene in parallelo con un aumento delle contrazioni uterine.

Cause di algomenorrea secondaria

Di solito, l'insorgenza di algomenorrea secondaria è causata da varie malattie degli organi pelvici. Le principali malattie che causano un tipo secondario di algomenorrea sono malattie infiammatorie (tumore dell'utero o delle ovaie), polipi, vene pelviche dilatate, comparsa di aderenze nella regione pelvica, neurite pelvica, restringimento e altri difetti della cervice dovuti a interventi meccanici (aborto, generalmente).

Sempre più spesso, le ragioni che influenzano l'insorgenza di algomenorrea secondaria sono il superlavoro mentale e fisico di una donna, che può verificarsi in parallelo con la patologia degli ormoni sessuali. Di solito, una donna con algomenorrea secondaria può avere una storia di lesioni alla nascita o un possibile aborto..

Prima di iniziare il trattamento, i medici inviano la paziente per l'esame, dove viene sottoposta a ecografia degli organi genitali, isteroscopia, nonché studi radiografici e strumentali degli organi pelvici femminili.

Sintomi di algomenorrea

Il dolore all'addome è il sintomo principale dell'algomenorrea. Il dolore può essere di diversa natura: punti, spasmi, dolori, crampi con ulteriore diffusione della sindrome dolorosa agli organi vicini (vescica o retto). La manifestazione di algomenorrea può anche essere espressa da nausea, disturbi gastrointestinali, irritabilità, debolezza, insonnia, ansia e talvolta sonnolenza.

A seconda di quanto sia forte il dolore, ci sono tre gradi di algomenorrea: lieve, moderata e grave.

Un lieve grado di algomenorrea è solitamente caratterizzato da un lieve malessere, in cui il dolore è moderato. Allo stesso tempo, le mestruazioni procedono con calma e non portano a una violazione dell'attività e delle prestazioni della donna. Ma anche avendo determinato in se stessi un lieve grado di algomenorrea, non si deve trascurare il trattamento, poiché in futuro il grado iniziale può svilupparsi in uno stato caratterizzato da dolore significativo.

Un grado moderato di algomenorrea può essere accompagnato da forte dolore addominale, debolezza e mal di testa. Questo grado di algomenorrea è accompagnato da frequenti viaggi in bagno. Inoltre, il paziente può provare non solo dolore, ma anche depressione, uno stato di depressione e solo un cattivo umore. L'intolleranza alla luce intensa, ai suoni forti e agli odori può anche essere un sintomo di un grado moderato di algomenorrea..

Tale algomenorrea richiede un intervento medico immediato per prevenire la progressione della malattia e il passaggio al grado successivo, più grave..

Un grado grave di algomenorrea è solitamente espresso da dolore all'addome, debolezza. La donna spesso soffre di mal di testa e nausea. Ci sono casi in cui un grado grave di algomenorrea può essere accompagnato da temperatura corporea elevata, tachicardia e svenimento. Il dolore al cuore è un altro sintomo di grave algomenorrea. Questo grado porta a una completa diminuzione delle prestazioni. La donna smette di essere attiva. La ragione di questa dolorosa condizione è la patologia congenita degli organi genitali femminili..

Periodi dolorosi, le cui ragioni possono essere molto diverse, principalmente associate a una violazione della sintesi ormonale, che porta ad una maggiore concentrazione di sostanze prostaglandiniche nel corpo della donna. L'utero (o meglio il tessuto uterino) è soggetto a contrazioni attive che provocano queste sostanze. Tali contrazioni liberano l'endometrio dalla cavità uterina. Con questo processo di rigetto, le terminazioni nervose dell'utero sono irritate, il che causa un forte dolore all'addome.

A seconda della manifestazione di alcuni motivi che costituiscono la base delle mestruazioni dolorose, è consuetudine distinguere i tipi primari e secondari di algomenorrea.

Trattamento dell'algomenorrea primaria

Non appena sospetti di avere un tipo primario di algomenorrea, dovresti consultare uno specialista. Di solito, il paziente viene sottoposto a un'ecografia degli organi genitali interni e ad un esame ginecologico per determinare lo stato ormonale. Spesso viene prescritto un esame degli organi digestivo e urinario in parallelo. A seconda dell'una o dell'altra causa di algomenorrea, il trattamento della malattia sarà supervisionato non solo da un ginecologo, ma anche da un neurologo, psicoterapeuta e persino un phthisiatrician.

Di solito, il trattamento del tipo primario di algomenorrea viene effettuato in modo non farmacologico. Per cominciare, i medici raccomandano a una donna di fare sport e di sbarazzarsi delle cattive abitudini. Sono questi aspetti che sono molto efficaci nel superare un disturbo come l'algomenorrea. Inoltre, i medici consigliano di imparare l'autocontrollo e l'autocontrollo sulle proprie emozioni. Una donna non dovrebbe essere ipotermica. L'algomenorrea, il cui trattamento va oltre il consumo di farmaci, può essere eliminata nel tempo grazie alla corretta posizione del corpo durante il periodo della sindrome del dolore: è necessario sdraiarsi sul fianco destro, avvicinando le ginocchia al petto.

Se parliamo del metodo di trattamento fisioterapico, l'elettroforesi e la riflessoterapia saranno molto efficaci. Nel caso in cui una donna non si senta sollevata dai metodi non farmacologici di trattamento dell'algomenorrea, i farmaci prescritti dal medico curante entrano in gioco. Di solito, per alleviare il dolore, al paziente vengono prescritti no-shpa, spazgan e altri antispastici. Per eliminare i sintomi neuropsichici, vengono prescritti vari sedativi, ad esempio valeriana, trioxazina e altri.

È noto che il tipo primario di algomenorrea procederà molto più facilmente se una donna assume contraccettivi o altri farmaci ormonali nella vita di tutti i giorni..

Trattamento dell'algomenorrea secondaria

Il trattamento dell'algomenorrea secondaria comporta l'eliminazione dei principali sintomi e agenti causali della malattia. Durante il trattamento, i medici consigliano di rimuovere tutti i tipi di contraccettivi intrauterini. Di solito, il trattamento si svolge in più fasi, ma tutto dipende dal grado di abbandono della malattia. Quindi, ad esempio, per alcuni pazienti sarà sufficiente sottoporsi a procedure di fisioterapia e miglioramento della salute in un sanatorio, mentre per altri sarà obbligatorio l'intervento chirurgico..

Va anche detto che il tipo secondario di algomenorrea durante il periodo di trattamento prevede la terapia sintomatica al fine di ridurre il dolore durante le mestruazioni, oltre che indebolire i sintomi associati all'umore mentale ed emotivo della donna..

Se riscontri i primi sintomi di algomenorrea primaria o secondaria, devi consultare immediatamente un medico per iniziare un trattamento tempestivo.

Prevenzione dell'algomenorrea

Al fine di prevenire l'insorgenza e lo sviluppo di algomenorrea, è molto importante seguire semplici regole di igiene, per aderire a una corretta alimentazione. Altrettanto importante è lo sport, che allena gli organi genitali interni femminili..

Come misura preventiva, i medici raccomandano di seguire una dieta sana ed equilibrata. La dieta di una donna dovrebbe contenere quante più fibre possibile, così come la carne bianca (pollo, coniglio, tacchino). Dovresti ridurre il consumo di cibi malsani ed eliminare del tutto i cibi dolci..

L'alcol è dannoso non solo per il fegato e i polmoni, ma danneggia gravemente anche la salute degli organi genitali femminili, quindi il suo consumo dovrebbe essere ridotto al minimo. È noto che sono le bevande alcoliche che possono aumentare il livello di estrogeni nel corpo di una donna, oltre a ridurre le riserve di vitamine del gruppo B e vari sali minerali benefici..

Oltre alle bevande alcoliche, le donne dovrebbero anche astenersi da bevande con un contenuto significativo di caffeina (tè nero e verde, caffè, Coca-Cola, bevande energetiche). Oltre all'effetto negativo sugli organi genitali interni, tali bevande creano ulteriore stress nelle ghiandole mammarie. Pertanto, l'opzione migliore per le donne sarebbero succhi di frutta freschi, cocktail analcolici e acqua minerale..

E come accennato in precedenza, l'attività fisica è importante per la prevenzione dell'algomenorrea. Non importa cosa fai esattamente: jogging, ginnastica, aerobica, fitness, l'importante è fare esercizio con una regolarità invidiabile.

Uno stile di vita sano con una corretta alimentazione e un regolare esercizio fisico aiuterà a prevenire l'algomenorrea primaria. Se trovi sintomi di algomenorrea secondaria, dovresti consultare immediatamente un medico.

Cos'è l'algomenorrea

L'algomenorrea è una sensazione dolorosa che si manifesta durante i giorni critici. La maggior parte delle ragazze sa cos'è e quale grave disagio dà questa manifestazione. La presenza di dolore doloroso ha un effetto negativo sul benessere della ragazza e può anche limitare la sua attività. In questo caso, la malattia è caratterizzata da un disturbo del ciclo mestruale..

Cos'è

L'algomenorrea è abbastanza comune durante le mestruazioni negli adolescenti, poiché il loro ciclo mestruale non si è ancora stabilizzato. La sensazione dolorosa compare un paio di giorni prima dell'inizio delle mestruazioni e continua ad essere presente durante i primi tre giorni critici. I periodi dolorosi non dovrebbero in alcun modo essere ignorati, poiché hanno un effetto negativo non solo sulla salute fisica, ma anche sullo stato psico-emotivo della ragazza.

I ginecologi ritengono che la formazione di algomenorrea sia una sorta di segnale che indica che i processi patologici si stanno sviluppando nel corpo. Pertanto, quando appare un dolore doloroso pronunciato nell'addome inferiore, è necessario contattare immediatamente un ginecologo.

Sintomi

Il sintomo principale è considerato una sensazione dolorosa nell'addome. Di norma, i primi giorni delle mestruazioni passano con dolore lancinante, doloroso e crampi che possono diffondersi agli organi vicini. La manifestazione dei sintomi non finisce qui: molto spesso una ragazza lamenta attacchi di nausea, indigestione, disturbi del sonno e debolezza generale. Questi segni sono generali e possono essere integrati da altri sintomi a seconda del grado della malattia..

Nella pratica medica, si nota l'esistenza di tre fasi principali dell'algomenoria:

  1. Con un grado lieve, il dolore che accompagna le mestruazioni è moderato e dura per un breve periodo. Di norma, questa manifestazione non impedisce alla ragazza di lavorare e condurre il suo solito stile di vita. Nonostante ciò, è possibile che un grado lieve inizierà a progredire..
  2. Il grado moderato implica un forte dolore, che è completato da mal di testa, brividi e frequenti viaggi in bagno. Una manifestazione di algomenorrea in questa fase è uno stato depressivo, che influisce negativamente sul lavoro e sui rapporti familiari..
  3. Un grave grado di algomenorrea si manifesta sotto forma di acute sensazioni dolorose non solo nell'addome inferiore, ma anche nella regione pelvica, palpitazioni cardiache, voglia di vomitare e forti capogiri. Inoltre, questa fase è caratterizzata dall'identificazione di una malattia congenita associata al sistema riproduttivo femminile..

Cause e trattamento

Le cause dell'algomenorrea dipendono direttamente dal tipo di malattia. Ma indipendentemente dal tipo di algomenorrea, la ragazza deve seguire le seguenti regole:

  • si consiglia di imparare a calmarsi, poiché lo stato di panico aggraverà solo i sintomi;
  • seguire le raccomandazioni del medico curante e non iniziare l'automedicazione.

Ogni tipo di malattia richiede l'attuazione di determinate misure terapeutiche.

Algomenorrea primaria

Viene diagnosticato se il dolore si manifesta durante la prima mestruazione o entro tre anni dopo. L'algomenorrea primaria è dovuta ai seguenti motivi:

  1. Sviluppo insufficiente dei tessuti connettivi o deformazione scheletrica. La manifestazione di questi fattori è innescata da una carenza di magnesio..
  2. Sviluppo della tubercolosi genitale: con questa malattia, il dolore si diffonde a tutti gli organi ed è completato dal malessere.
  3. La formazione di un disturbo neurologico si verifica a causa di situazioni stressanti costanti e sovraccarico nervoso. Di conseguenza, la ragazza diventa emotivamente vulnerabile, il che contribuisce all'aggravamento del dolore..
  4. Sviluppo anormale dell'utero, dovuto alla flessione delle sue pareti.

In caso di sintomi sospetti, consultare il medico. Prima di tutto, i genitali vengono esaminati e quindi il paziente viene inviato per un esame ecografico. Abbastanza spesso, la terapia medica avviene sotto la supervisione non solo di un ginecologo, ma anche di altri specialisti..

L'algomenorrea primaria non prevede terapia farmacologica. Il medico redige un piano di raccomandazione per la donna, in cui prescrive lo stile di vita necessario. Prima di tutto, una ragazza dovrebbe rinunciare alle dipendenze e iniziare a fare sport, oltre a monitorare la sua salute ed evitare l'ipotermia. È altrettanto importante monitorare il tuo stato emotivo e controllare le tue emozioni, poiché i disturbi nervosi complicano solo la terapia del trattamento..

Il trattamento può essere completato eseguendo procedure fisioterapiche, vale a dire l'elettroforesi. Se non ci sono cambiamenti positivi nello stato di salute, il medico prescrive farmaci che riducono le manifestazioni dolorose: No-shpu, Spazgan. Non è vietato l'uso di sedativi.

Algomenorrea secondaria

Viene diagnosticato in pazienti di età superiore ai 30 anni. I seguenti fattori precedono l'algomenorrea secondaria:

  1. La presenza di malattie infiammatorie nel sistema riproduttivo.
  2. Tumore canceroso, localizzato nell'utero o nelle appendici.
  3. Formazione di polipi sull'endometrio.
  4. Sviluppo dell'endometriosi.
  5. Presenza di contraccettivi intrauterini.

Spesso, l'algomenorrea secondaria può verificarsi sotto l'influenza di uno sforzo fisico eccessivo, un grave lavoro eccessivo e la vulnerabilità ai propri ormoni sessuali. Molto spesso, la malattia si manifesta nelle donne che hanno avuto un aborto o sono state ferite durante il parto.

Il trattamento dell'algomenorrea ha lo scopo di eliminare la causa del suo verificarsi. Se una spirale installata è un fattore provocante, viene urgentemente rimossa dall'utero. Endometriosi, sviluppo di aderenze, sviluppo di tumori vengono eliminati chirurgicamente.

Se la causa della malattia è l'infiammazione, la donna segue procedure di fisioterapia o si sottopone a terapia sanitaria. L'algomenorrea secondaria prevede la terapia sintomatica, che ha lo scopo di ridurre il dolore e fornire un effetto sedativo sullo stato psicoemotivo.

Diagnostica

Un lieve dolore durante le mestruazioni è considerato normale. Di norma, le donne si rivolgono a un medico quando il dolore è acuto, pronunciato. L'algomenorrea viene rilevata utilizzando la seguente diagnostica:

  • esame ecografico degli organi pelvici;
  • eseguire isteroscopia e laparoscopia;
  • prelievo di un campione endometriale;
  • isterosalpingografia.

Dopo il rilevamento della patologia, il medico prescrive la terapia terapeutica.

Prevenzione

Le misure preventive mirano a prevenire la malattia primaria. La prevenzione dell'algomenorrea include le seguenti regole:

  1. Igiene intima di alta qualità: le donne dovrebbero monitorare attentamente l'igiene dei genitali, specialmente durante il periodo mestruale. Per evitare problemi, è necessario utilizzare prodotti naturali che non contengano componenti chimici.
  2. Una dieta equilibrata significa mangiare molti cibi contenenti fibre: tacchino, pollo e vari cereali. Gli alimenti nocivi, che includono prodotti dolci, semilavorati, caffè, carni affumicate, cibi grassi e piccanti, devono essere esclusi dalla dieta.
  3. Il rifiuto delle cattive abitudini è un avvertimento non solo di algomenorrea, ma anche di altre gravi malattie. Le bevande alcoliche contribuiscono all'eliminazione di componenti utili e vitamine dal corpo, che diventa il risultato di una diminuzione dell'immunità.
  4. Una moderata attività fisica deve essere presente nella vita di ogni ragazza. I più benefici per la salute delle donne sono camminare, fare jogging, nuoto, lezioni di fitness e yoga. È importante che le sessioni siano regolari e piacevoli. Affinché il corpo non soffra di superlavoro, la ragazza deve osservare rigorosamente il regime quotidiano.

Pertanto, è possibile ridurre la probabilità di sviluppare algomenorrea se una donna aderisce a uno stile di vita attivo..

Algomenorrea: sintomi e trattamento

L'algomenorrea (mestruazioni dolorose) è un disturbo della funzione mestruale, che è espresso da un doloroso decorso di sanguinamento mensile, accompagnato da crampi o dolori doloranti nell'addome inferiore. La sindrome dolorosa può essere così pronunciata da limitare l'attività e peggiorare il benessere di una donna.

Il dolore moderato e lieve durante le mestruazioni è avvertito da circa il 70% dei pazienti di età compresa tra 14 e 45 anni. Circa il 15% delle donne lamenta un dolore intenso.

Di norma, l'algomenorrea è una manifestazione delle patologie esistenti degli organi riproduttivi (endometriosi, patologie infiammatorie, anomalie nello sviluppo dei genitali). I periodi dolorosi sono spesso accompagnati da un ciclo irregolare. In tal caso, parlano dello sviluppo dell'algodismenorrea..

Quando si verificano manifestazioni di algomenorrea, si deve tenere presente che anche uno stadio lieve della patologia indica disfunzioni organiche e funzionali, il cui successo del trattamento dipenderà dal rilevamento tempestivo della patologia.

Sintomi di algomenorrea

Il sintomo principale e principale della malattia è il dolore nell'addome inferiore. Le sensazioni dolorose si verificano poco prima dell'inizio del sanguinamento mestruale e durano 2-3 giorni (in alcuni casi, la sindrome del dolore continua durante tutte le mestruazioni). I dolori sono lancinanti, doloranti o crampi. Possono irradiarsi alla vescica, al retto, al perineo e alla parte bassa della schiena. Oltre alla sindrome dolorosa, l'algomenorrea può essere accompagnata da disturbi intestinali, nausea, vomito, disturbi del sonno, aumento dell'irritabilità, malessere generale e svenimento..

A seconda dell'intensità e della gravità delle sensazioni dolorose, l'algomenorrea ha tre gradi:

  • Lieve - caratterizzato da dolore e debolezza moderati. La capacità lavorativa della donna non è compromessa..
  • Grado moderato - accompagnato da dolore più pronunciato, nausea, mal di testa, brividi, condizioni depressive, minzione frequente e una significativa diminuzione della capacità lavorativa.
  • Grado severo - espresso da un forte dolore all'addome e alla parte bassa della schiena, forti mal di testa e malessere generale. Sono possibili febbre, vomito, diarrea, tachicardia, dolore al cuore e svenimento. Con una forma grave di algomenorrea, le prestazioni sono assenti.

Il meccanismo di sviluppo dell'algomenorrea è dovuto ad un aumento della concentrazione di prostaglandine nel sangue, che provoca la stimolazione delle contrazioni uterine. A causa dell'irritazione dei centri nervosi della cavità addominale, il dolore si intensifica e diventa più pronunciato.

Tipi e cause di algomenorrea

Date le ragioni che hanno provocato la comparsa di periodi dolorosi, distinguere tra le forme primarie e secondarie di patologia.

Algomenorrea primaria

La forma primaria di algomenorrea si manifesta con la prima mestruazione o entro 2-3 anni dalla loro insorgenza. Di solito diagnosticato in pazienti e donne emotivamente labili - astenici. La principale manifestazione della patologia è la sindrome del dolore. L'algomenorrea primaria ha due fasi: compensata (la durata e la gravità delle sensazioni dolorose non cambiano) e scompensata (accompagnata da dolore progressivo).

I seguenti fattori possono portare all'insorgenza di algomenorrea primaria:

  • Sottosviluppo dei tessuti connettivi (osservato nel 65% dei casi). Inoltre, la displasia del tessuto connettivo si manifesta con la curvatura dello scheletro osseo (piedi piatti, scoliosi), cambiamenti nei vasi, miopia. La causa principale della displasia è la carenza di magnesio, confermata da un esame del sangue biochimico.
  • Tubercolosi genitale. Con la tubercolosi genitale, l'algomenorrea compare durante la prima mestruazione. Le esacerbazioni della patologia si verificano in primavera e in autunno. Il dolore durante il sanguinamento mestruale non è chiaramente localizzato.
  • Malattie del sistema nervoso, disfunzioni neurologiche. L'instabilità emotiva e lo stress provocano una diminuzione della soglia della sensibilità al dolore e un'esacerbazione della percezione, che porta alla comparsa di algomenorrea.
  • Flessione del corpo uterino, ipoplasia, malformazioni dell'utero. In tali situazioni, l'algomenorrea primaria è dovuta ad un aumento delle contrazioni uterine e ad una ridotta fuoriuscita di sangue.

Algomenorrea secondaria

La forma secondaria della malattia è più spesso diagnosticata nei pazienti di età superiore ai 30 anni. Di solito è accompagnato da un grado da moderato a grave, sintomi patologici concomitanti, prestazioni ridotte e menorragia (sanguinamento mestruale abbondante).

L'algomenorrea secondaria è classificata in diversi gruppi:

  • Algomenorrea secondaria con manifestazioni di VSD, accompagnata da tachicardia, forti mal di testa, dolore al cuore, vertigini e svenimenti;
  • Algomenorrea secondaria, che si manifesta con disfunzioni psicoemotive (irritabilità eccessiva, perversione del gusto, percezione alterata degli odori, anoressia, depressione, bulimia);
  • Mestruazioni dolorose con disturbi del sistema endocrino, che sono accompagnati da debolezza, dolori articolari, prurito della pelle;
  • Algomenorrea secondaria con disturbi del sistema nervoso autonomo (gonfiore, attacchi di vomito, nausea).

Più spesso, l'algomenorrea secondaria si verifica sullo sfondo di disturbi patologici e malattie degli organi pelvici:

  • Processi di adesione della piccola pelvi;
  • Neoplasie tumorali delle ovaie, dell'utero;
  • Poliposi;
  • Neurite pelvica;
  • Endometriosi;
  • Cicatrici del collo uterino;
  • Processi infiammatori e infettivi degli organi pelvici.

Inoltre, lo sviluppo di una forma secondaria di algomenorrea può essere facilitato dall'interruzione artificiale della gravidanza, dall'installazione di un contraccettivo intrauterino, da traumi ai genitali dopo un parto grave e da interventi chirurgici sugli organi riproduttivi..

Caratteristiche del trattamento dell'algomenorrea primaria

Prima di prescrivere un ciclo di terapia, il medico deve fare una diagnosi accurata. Per determinare lo stato ormonale, vengono eseguiti un esame ginecologico e un'ecografia degli organi genitali interni. Se necessario, viene prescritto un esame del tratto urinario e degli organi digestivi. Data la causa che ha causato l'inizio delle mestruazioni dolorose, la terapia dell'algomenorrea può essere eseguita sotto la supervisione di un ginecologo, neurologo, phthisiatrician e psicoterapeuta.

Nella maggior parte dei casi, la terapia della forma primaria di patologia viene eseguita con metodi di esposizione non farmacologici:

  • Controllo delle emozioni, gestione dello stress;
  • Attività sportive;
  • Rifiuto dal fumo, consumo di alcol;
  • Esclusione del contatto sessuale durante le mestruazioni;
  • Usare una piastra elettrica per alleviare i crampi.

Spesso le manifestazioni di algomenorrea primaria scompaiono da sole dopo il primo travaglio.

Se l'uso di metodi non farmacologici non ha dato i risultati desiderati, vengono prescritte la terapia farmacologica e le procedure di fisioterapia. I metodi più efficaci di fisioterapia sono l'elettroforesi della novocaina e l'agopuntura..

I farmaci includono sedativi, antispastici, analgesici e contraccettivi orali ormonali.

Specificità del trattamento dell'algomenorrea secondaria

La tattica e il regime di trattamento per la forma secondaria di algomenorrea sono prescritti dal medico dopo un esame preliminare (ecografia, curettage diagnostico, radiografia, esame endoscopico).

Il trattamento dell'algomenorrea ha lo scopo di combattere la patologia che ha portato alla comparsa di mestruazioni dolorose. Se l'algomenorrea secondaria è causata dall'installazione di un contraccettivo intrauterino, è indicata la sua rimozione. Per le neoplasie tumorali, le aderenze nella piccola pelvi e l'endometriosi, vengono eseguiti vari interventi chirurgici.

Se la patologia è provocata da un processo infiammatorio, viene prima determinata la causa e l'agente eziologico dell'infiammazione, seguita dalla nomina di fisioterapia e sanatorio - terapia resort. Inoltre, come parte del trattamento dell'algomenorrea secondaria, viene mostrato un trattamento sintomatico volto a ridurre il dolore durante le mestruazioni (assunzione di analgesici, antispastici) e ad indebolire le manifestazioni psicoemotive (usando sedativi).

Prevenzione dell'algomenorrea

Per prevenire il verificarsi di mestruazioni dolorose, è necessario attenersi alle regole di igiene intima, una dieta equilibrata e sana e uno stile di vita attivo..

La corretta alimentazione per la prevenzione dell'algomenorrea dovrebbe prevedere più alimenti ricchi di fibre e carni bianche (tacchino, coniglio, pollo). Si raccomanda di escludere o limitare il consumo di cibi malsani, dolci e alcolici (le bevande alcoliche riducono le riserve di sali minerali, vitamine e aumentano i livelli di estrogeni). Dovresti anche astenervi da bevande che contengono una quantità significativa di caffeina (energia, coca - cola, caffè, tè verde, nero). Saranno utili cocktail analcolici, succhi appena spremuti, acqua minerale.

Una moderata attività fisica è essenziale per la prevenzione delle mestruazioni dolorose. Puoi fare fitness, aerobica, ginnastica, jogging e altri sport. La cosa principale è osservare la regolarità dell'attività fisica. Ciò aiuterà ad allenare i muscoli dei genitali ed evitare la congestione nella piccola pelvi..

Se ci sono segni di una forma primaria o secondaria di patologia, dovresti consultare un medico. Dopo aver condotto un esame completo, il medico determinerà il grado della condizione patologica e svilupperà una tattica efficace di intervento terapeutico..

Attenzione! Questo articolo è pubblicato solo a scopo informativo e in nessun caso è materiale scientifico o consiglio medico e non può sostituire un consulto di persona con un medico professionista. Consultare medici qualificati per diagnosi, diagnosi e prescrizione di trattamenti!

Algodismenorrea - sintomi e trattamento

Che cos'è l'algodismenorrea? Analizzeremo le cause di occorrenza, diagnosi e metodi di trattamento nell'articolo della dott.ssa Evgeniya Sergeevna Alikhanova, un'ostetrica con 8 anni di esperienza.

Definizione di malattia. Cause della malattia

Algodismenorrea (dismenorrea) - dolore nella zona pelvica durante le mestruazioni.

Normalmente, durante le mestruazioni, una donna non dovrebbe provare forti dolori. Il sanguinamento mestruale può essere accompagnato da un dolore sordo e / o fastidio lieve e facilmente tollerabile, una sensazione di "pesantezza" nell'addome inferiore. Se la sindrome del dolore è pronunciata, provoca una diminuzione delle prestazioni e richiede la nomina di antidolorifici, la condizione è patologica e si chiama algodismenorrea o dismenorrea.

La dismenorrea occupa un posto di primo piano tra le malattie ginecologiche delle donne in età riproduttiva. L'incidenza di questa patologia varia dal 43 al 90% a seconda dell'età [1] [2]. I suoi tassi di prevalenza sono spesso sottostimati, il che è associato alla percezione del dolore durante le mestruazioni da parte delle donne come variante della norma..

Attualmente, la dismenorrea è divisa in primaria e secondaria, a seconda della causa della sua comparsa. Le cause dell'algodismenorrea primaria includono:

  • iperprostaglandinemia (rilascio di sostanze simili agli ormoni - prostaglandine, che sono coinvolte nelle contrazioni uterine);
  • iperestrogenemia (aumento dei livelli di estrogeni);
  • insufficienza della fase luteale (il periodo del ciclo mestruale dall'ovulazione al sanguinamento mestruale);
  • fattori neuropsicogenici;
  • labilità del sistema nervoso con una diminuzione della soglia di sensibilità;
  • carenza di magnesio;
  • sindrome da displasia del tessuto connettivo sistemico (un'anomalia nello sviluppo del tessuto connettivo, che è caratterizzata da difetti nella sua sostanza di base e nelle fibre di collagene).

Importanti fattori di rischio per lo sviluppo della dismenorrea primaria sono:

  • prima età di inizio delle mestruazioni (prima degli 11 anni);
  • lunga durata del ciclo mestruale (più di 45 giorni nelle adolescenti e più di 38 giorni nelle donne in età riproduttiva);
  • eredità;
  • fumare.

La dismenorrea primaria si sviluppa spesso 1,5-2 anni dopo il primo sanguinamento mestruale, che coincide con il momento di instaurazione dei cicli ovulatori.

L'algodismo secondario può essere considerato un sintomo che si verifica in presenza di tali condizioni patologiche:

  • endometriosi (proliferazione della mucosa interna dell'utero oltre questa membrana);
  • malformazioni degli organi genitali: utero a due corna oa sella, setto intrauterino, sdoppiamento dell'apparato riproduttivo, ecc.;
  • malattie infiammatorie degli organi pelvici;
  • processo adesivo nella piccola pelvi;
  • tumori degli organi genitali (ad esempio, mioma uterino sottomucoso);
  • contraccezione intrauterina;
  • vene varicose della piccola pelvi;
  • Sindrome di Allen-Masters (una malattia causata dalla rottura dei legamenti uterini, accompagnata da congestione venosa e vene varicose).

La dismenorrea secondaria è più comune nelle donne sopra i 30 anni.

I fattori mentali associati alla sensibilità al dolore giocano un ruolo significativo nello sviluppo della dismenorrea [3]. L'intensità e la natura della sensazione di dolore dipendono da una serie di fattori: il tipo di attività nervosa autonoma, l'umore psicologico, il background emotivo, l'ambiente.

I fattori di rischio includono anche: sottopeso, mancanza di un'alimentazione adeguata, duro lavoro fisico, sport professionistico, ipotermia, malattie infettive, lesioni, stress cronico, interventi chirurgici sui genitali. Esiste una predisposizione ereditaria allo sviluppo della dismenorrea.

Sintomi di algodismenorrea

Di norma, il dolore è di natura crampi, può essere doloroso e / o scoppiare, diffondersi alla superficie interna della coscia, del retto e della schiena.

Il dolore compare immediatamente all'inizio delle mestruazioni (meno spesso due giorni prima della sua comparsa) e dura non più di due giorni o si interrompe nelle ore successive. Tuttavia, la natura del dolore pelvico nella dismenorrea, la sua intensità e durata possono variare. Nel tempo è possibile aumentare il dolore, aumentarne la durata, diminuire o mancare di risposta a farmaci di diversi gruppi farmacologici, già assunti sistematicamente.

Oltre a sensazioni dolorose con algodismo enorrea, possono comparire altri sintomi: debolezza generale, nausea, vomito, mal di testa, vertigini, mancanza di appetito, bocca secca, gonfiore, sensazione di gambe "cotonose", svenimenti e altri disturbi emotivi e vegetativi. La dismenorrea disturba il sonno e l'accumulo di stanchezza può aumentare l'effetto negativo del dolore sull'attività vitale durante il giorno.Pertanto, la dismenorrea è definita come un complesso di sintomi, che include, oltre al dolore nella regione pelvica, una vasta gamma di disturbi neurovegetativi, metabolici endocrini e psicoemotivi nel corpo durante le mestruazioni.

In base al tipo di disturbi dello stato neurovegetativo nella dismenorrea, si distinguono due opzioni.

Il primo è la predominanza del tono vegetativo simpatico. Con questa opzione, le mestruazioni dolorose sono accompagnate da forte mal di testa tipo emicrania, nausea, febbre con brividi o tremori interni, sensazione di calore, sudorazione e comparsa di macchie rosse sul collo sotto forma di una collana vascolare. Possono verificarsi dolore nella regione del cuore e aumento della frequenza cardiaca, debolezza generale, vertigini, coliche intestinali o costipazione e minzione frequente. A volte c'è pallore della pelle e acrocianosi (colore bluastro della pelle), pupille dilatate, spesso disturbi del sonno, fino a insonnia, sbalzi d'umore (tensione interna e ansia, incertezza, paure ossessive, depressione).

La seconda opzione è la predominanza del tono autonomo parasimpatico: oltre al dolore pelvico, si verifica il vomito, la salivazione aumenta, il polso diventa meno frequente, la pelle diventa pallida e compaiono attacchi di soffocamento. Sono possibili convulsioni e svenimenti, soprattutto nelle stanze soffocanti. Spesso c'è un notevole aumento del peso corporeo alla vigilia delle mestruazioni, gonfiore del viso e delle estremità, comparsa di prurito, gonfiore e diarrea, sonnolenza, costrizione delle pupille, diminuzione della temperatura corporea e ipotensione (diminuzione della pressione sanguigna).

La dismenorrea è spesso associata a malattie di altri organi e sistemi, ad esempio:

  • distonia neurocircolatoria (una malattia che si manifesta con disturbi cardiovascolari, respiratori, scarsa tolleranza allo stress e allo sforzo fisico);
  • prolasso della valvola mitrale (cedimento di una o entrambe le cuspidi della valvola mitrale del cuore);
  • discinesia delle vie biliari (ridotta motilità della cistifellea);
  • miopia;
  • scoliosi;
  • piedi piatti [4].

Patogenesi dell'algodismenorrea

Il meccanismo del dolore nella dismenorrea è associato all'irritazione delle terminazioni nervose dovuta a ischemia locale (diminuzione dell'afflusso di sangue) sotto l'influenza di una pronunciata attività contrattile dell'utero e del vasospasmo [5].

Le cause dell'algodismenorrea primaria non sono ben comprese, ci sono diverse teorie sul suo sviluppo. La teoria generalmente accettata è la connessione della dismenorrea con le prostaglandine, che sono formate dai fosfolipidi delle membrane delle cellule morte dell'endometrio mestruale. Le prostaglandine sono un gruppo di sostanze lipidiche fisiologicamente attive che promuovono la contrazione uterina e aumentano il dolore, oltre ad aumentare il sanguinamento mestruale a causa della distruzione delle piastrine e della vasodilatazione. Una maggiore concentrazione di prostaglandine nel sangue e, di conseguenza, l'accumulo di sali di potassio e calcio negli organi e nei tessuti può causare ischemia, che porta alla comparsa di sintomi quali cefalea, vomito, diarrea, sudorazione, tachicardia, ecc. [6]

Secondo la teoria ormonale, la dismenorrea è spiegata dall'effetto eccessivo degli estrogeni con progesterone insufficiente [7]. Gli estrogeni sono ormoni sessuali femminili prodotti nelle ovaie. Sono in grado di stimolare la sintesi e / o il rilascio di prostaglandine e vasopressina (un ormone che regola l'equilibrio dei liquidi nell'organismo).

Uno dei possibili meccanismi per lo sviluppo di algodismenorrea è anche una violazione nel sistema di perossidazione lipidica e protezione antiossidante.

La sindrome dolorosa ricorrente mensile, tenendo conto della gravità del dolore e dei disturbi vegetativo-emotivi che l'accompagnano, consente di definire la dismenorrea come stress doloroso emotivo. Pertanto, oggi l'algodismenorrea è considerata una sindrome disadattiva, che si basa su un circolo vizioso: i fattori di stress interrompono la funzione di varie parti del sistema nervoso e portano a disturbi della regolazione autonomica; di conseguenza, il contenuto di sostanze biologicamente attive nel corpo cambia, il che, da un lato, aumenta le contrazioni uterine e, dall'altro, irrita i recettori del dolore. Inoltre, le sensazioni dolorose agiscono anche come fattori di stress e aggravano i disturbi funzionali..

La dismenorrea secondaria ha gli stessi meccanismi fisiopatologici della primaria, tuttavia l'inizio del processo patologico è associato a una causa organica.

Classificazione e fasi di sviluppo dell'algodismenorrea

Secondo la classificazione moderna, secondo il fattore eziologico, esistono tre forme di dismenorrea:

  • primario - caratterizzato dall'assenza di cambiamenti organici e anatomici patologici nei genitali;
  • secondario - è necessariamente associato a patologie organiche e / o cambiamenti anatomici negli organi dell'apparato riproduttivo;
  • non specificato [8].

Esiste anche una classificazione della dismenorrea in base alla gravità. La gravità è determinata secondo i criteri sviluppati nel 1996 dagli scienziati greci E. Deligeoroglu e D.I. Arvantinos [6] [9].

Il primo grado di gravità della dismenorrea è caratterizzato da mestruazioni con dolore moderato senza sintomi sistemici, mentre le prestazioni non sono compromesse e l'uso di analgesici è raramente richiesto.

Il secondo grado: mestruazioni con forte dolore, accompagnate da sintomi metabolici endocrini e neurovegetativi individuali, prestazioni ridotte e necessità di assumere analgesici.

Il terzo grado: forte dolore durante le mestruazioni, un complesso di sintomi metabolico-endocrini e neurovegetativi con disabilità, mentre si nota l'inefficacia dell'assunzione di alcuni analgesici.

Tabella 1. Criteri per la gravità della dismenorrea

GravitàPrestazioni del pazienteSintomi sistemiciL'efficacia degli analgesici
0 gradi - mestruazioni indoloriNon ridottoAssenteNon sono richiesti analgesici
I grado - lieve dolore durante le mestruazioniRidotto raramenteAssenteGli analgesici sono richiesti raramente
II grado - mestruazioni con forte doloreModeratamente ridottoSingleL'assunzione di analgesici è necessaria e ha un buon effetto
III grado - forte dolore durante le mestruazioni, si osservano sintomi vegetativi (mal di testa, affaticamento, nausea, diarrea, ecc.)Bruscamente ridottoSi verificano frequentementeGli analgesici non sono molto efficaci

La dismenorrea compensata e scompensata si distinguono in base al grado di compensazione. In assenza di progressione dei sintomi della malattia nel tempo, la dismenorrea è considerata compensata. Con un aggravamento dei sintomi e / o un aumento della gravità - scompensato.

Complicazioni di algodismenorrea

Dolore pelvico ricorrente intenso, sintomi sistemici gravi compromettono in modo significativo la qualità della vita e portano a una disabilità permanente. Sullo sfondo dell'esaurimento del sistema nervoso, si sviluppa la sindrome astenica, aumento della fatica, funzioni cognitive compromesse e la memoria si deteriora. Possibile disadattamento sociale, formazione di stati nevrotici, disturbi psicopatici e depressione.

La dismenorrea secondaria può progredire in dolore pelvico cronico, cioè non è più periodico, ma permanente. Il dolore si manifesta durante il rapporto (dispareunia), che comporta una diminuzione della libido, fino al rifiuto dei rapporti sessuali, che aumenta lo stato di depressione.

Nel tempo, i pazienti con dismenorrea primaria a lungo termine sviluppano spesso processi iperplastici degli organi del sistema riproduttivo (associati alla proliferazione di elementi strutturali del tessuto): iperplasia endometriale, mioma uterino, endometriosi genitale.

In assenza di diagnosi e trattamento della malattia sottostante nella dismenorrea secondaria, possono svilupparsi complicazioni come anemia da carenza di ferro cronica, infertilità e neoplasie maligne degli organi pelvici. La malattia più insidiosa manifestata dalla dismenorrea secondaria è l'endometriosi, è caratterizzata dalla proliferazione dell'endometrio oltre il rivestimento interno dell'utero. L'endometriosi è una malattia benigna, ma la mancanza di terapia ha conseguenze estremamente negative e spesso richiede un trattamento chirurgico.

L'esacerbazione delle malattie infiammatorie croniche degli organi pelvici può essere complicata dall'ascesso tubo-ovarico (una malattia infiammatoria infettiva purulenta acuta, in cui l'ovaio e le tube di Falloppio si sciolgono con la formazione di una cavità piena di contenuto purulento) e pelvioperitonite (infiammazione del peritoneo pelvico), che è un'indicazione di emergenza trattamento chirurgico fino alla rimozione dell'utero e delle appendici.

Il processo di adesione nella piccola pelvi e nella cavità addominale, oltre all'elevata frequenza di infertilità, è pericoloso per lo sviluppo di ostruzioni intestinali adesive [1] [4] [7] [8].

Diagnosi di algodismenorrea

La diagnosi della malattia si basa su sintomi clinici (reclami del paziente), dati anamnestici (storia della malattia e vita) e metodi di ricerca strumentali e di laboratorio.

Per oggettivare il dolore, in vista della valutazione soggettiva della percezione, viene utilizzata la scala VAS (Visual Analogue Scale, VAS - scala analogica visiva). VAS è un metodo sensibile per quantificare il dolore, rappresentando una gradazione del dolore da 0 (nessun dolore) a 10 (dolore insopportabile) punti e per valutare la versatilità del dolore, tenendo conto non solo della sua intensità [10].

Per valutare la componente sensoriale ed emotiva dell'algodismenorrea, viene utilizzato il questionario McGill sul dolore. Durante l'esame di un paziente, si presta attenzione alla gravità della crescita dei capelli, alla presenza di acne, smagliature (smagliature della pelle), segni di displasia del tessuto connettivo. È obbligatorio uno studio delle ghiandole mammarie, controllando la secrezione del capezzolo.

Nelle ragazze adolescenti è richiesta una valutazione dello sviluppo sessuale di Tanner. Determina l'indice di massa corporea, la circonferenza della vita. È obbligatorio un esame vaginale-addominale.

In alcuni casi, viene eseguito uno studio bimanuale retto-addominale, ad esempio, se vi è il sospetto di endometriosi retro-cervicale - la proliferazione di focolai ectopici dell'endometrio nello spazio rettovaginale, che è accompagnata da forti dolori durante le mestruazioni (se non trattata, può trasformarsi in dolore pelvico cronico).

I metodi di ricerca di laboratorio includono:

  • esame microscopico di uno striscio dalla vagina e dal canale cervicale;
  • esame citologico di uno striscio da eso ed endocervice (striscio su cellule atipiche dalla superficie esterna della cervice e del canale cervicale);
  • un esame del sangue per gli ormoni (estradiolo e progesterone 3-5 giorni prima delle mestruazioni previste);
  • studio del siero del sangue per il contenuto di oligoelementi: calcio (Ca), ferro (Fe), magnesio (Mg);
  • determinazione del contenuto di CA-125 nel sangue (una proteina marker tumorale, utilizzata anche nella diagnosi dell'endometriosi).

Se si sospetta una dismenorrea secondaria associata a malattie infiammatorie degli organi riproduttivi, vengono esaminati per infezioni a trasmissione sessuale (papillomavirus, gonococco, Trichomonas, clamidia, micoplasma, citomegalovirus, virus dell'herpes simplex di tipo 1 e 2), sono necessari anche un esame emocromocitometrico completo e la determinazione del livello Proteina C reattiva nel plasma sanguigno.

Dai metodi di ricerca strumentale, può essere raccomandato l'esame ecografico degli organi pelvici e delle ghiandole mammarie. Se indicato, viene eseguito anche uno studio di risonanza magnetica degli organi pelvici (per confermare la presenza di cisti ovariche endometrioidi, per escludere malformazioni dell'apparato riproduttivo). In alcuni casi, può essere raccomandata la laparoscopia terapeutica e diagnostica, ad esempio, con grave dolore pelvico generalizzato, presenza di masse nella regione ovarica. Possono essere consigliate le consultazioni di medici specialisti: terapista (pediatra), neurologo, psicoterapeuta, fisioterapista, chirurgo.

Per la diagnosi differenziale della dismenorrea primaria e secondaria, viene utilizzato un test diagnostico con farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS). Se, durante l'assunzione di FANS durante le mestruazioni dolorose, si verifica una rapida diminuzione della gravità del dolore e dei sintomi associati nelle prime tre ore, la causa del dolore è molto probabilmente l'algomenorrea primaria. La persistenza o l'intensificazione del dolore nel secondo o terzo giorno delle mestruazioni con un successivo indebolimento della loro intensità entro il quinto giorno del test indica dismenorrea secondaria. In questo caso, è necessario escludere una malattia come l'endometriosi..

I fattori che rendono possibile sospettare l'endometriosi in presenza di dismenorrea includono anche:

  • aumento della prontezza allergica del corpo e ipersensibilità a farmaci, prodotti alimentari, cosmetici (asma, diatesi, neurodermite);
  • alto indice infettivo;
  • i sintomi disurici (minzione frequente e dolorosa), che coincidono con le mestruazioni, sono ciclici;
  • predisposizione genetica (nelle ragazze le cui madri soffrivano di endometriosi, il rischio del suo rilevamento è aumentato di 2,2 volte).

L'assenza di un effetto analgesico durante un test diagnostico con FANS può essere osservata con malformazioni degli organi genitali e tratti psicopatici della personalità.

Riduzione della sindrome del dolore da due a tre giorni e dal quarto giorno la ripresa del dolore può indicare la presenza di malattie infiammatorie degli organi pelvici. La dismenorrea secondaria può essere sospettata nei pazienti che non rispondono ai FANS e alla terapia contraccettiva orale combinata.

Trattamento dell'algodismenorrea

Gli approcci al trattamento della dismenorrea primaria e secondaria sono fondamentalmente diversi..

Nel trattamento dell'algodismenorrea primaria, i farmaci di prima linea sono farmaci antinfiammatori non steroidei, gestageni (derivati ​​del progesterone sintetizzato) e contraccettivi orali combinati (COC) [11] [12] [13]. L'uso di base dei FANS per il trattamento della dismenorrea primaria si basa sul loro meccanismo d'azione, che è la capacità di sopprimere l'enzima, la cicloossigenasi, che è coinvolto nella sintesi delle prostaglandine dall'acido arachidonico. L'uso di farmaci antiprostaglandinici porta ad una diminuzione della sindrome del dolore in quasi l'80% delle donne con dismenorrea [7] [14] [15] [16]. I principali farmaci e regimi per l'utilizzo dei FANS per la terapia iniziale della dismenorrea primaria:

  • indometacina: all'interno di 25 mg 3 volte al giorno per 5-7 giorni;
  • diclofenac ("Voltaren"): all'interno, 50 mg 1-3 volte al giorno per 5-7 giorni;
  • diclofenac: all'interno di 75 mg 1-2 volte al giorno o per via rettale 50 mg 2 volte al giorno per 5-7 giorni;
  • celecoxib ("Celebrex"): all'interno di 200 mg 2-3 volte al giorno per 5-7 giorni;
  • nimesulide: all'interno, 100 mg 2 volte al giorno per 5-7 giorni;
  • acido acetilsalicilico: per bocca 500 mg una volta al giorno per 5 giorni;
  • ketoprofene: per via orale 100 mg o per via intramuscolare 5% - 2,0 ml una volta al giorno per 3-5 giorni;
  • meloxicam: per bocca 15 mg una volta al giorno per 5-7 giorni.

Nel trattamento dei FANS, l'osservazione da parte di un ostetrico-ginecologo deve essere effettuata entro tre cicli mestruali con una valutazione obbligatoria dell'efficacia dopo ogni mestruazione con aggiustamento del dosaggio se l'effetto è insufficiente. In caso di risposta positiva alla terapia con FANS, un esame programmato dopo sei mesi. In assenza di effetto, il passaggio alla terapia ormonale viene effettuato con monitoraggio dell'efficacia del trattamento ogni tre mesi durante l'anno.

I gestageni - analoghi sintetici del progesterone dell'ormone sessuale femminile, che viene prodotto nelle ovaie durante la seconda fase del ciclo mestruale - sono usati per forme lievi di dismenorrea primaria, specialmente nelle ragazze adolescenti o nelle giovani donne che pianificano una gravidanza. Prescrivere gestageni nella seconda fase del ciclo mestruale da 16 a 25 giorni.

Per i pazienti in età riproduttiva che necessitano di contraccezione, possono essere raccomandati contraccettivi orali combinati con dienogest o drospirenone. I contraccettivi orali combinati vengono prescritti fino alla pianificazione della gravidanza e se la paziente non ha piani riproduttivi, per un periodo indefinitamente lungo, fino all'inizio della menopausa con possibile passaggio alla terapia ormonale menopausale. In alcuni casi, un dispositivo ormonale intrauterino può essere un'opzione per la terapia. Dopo l'interruzione della terapia ormonale, l'effetto può essere sufficientemente lungo o persistere per qualche tempo con la successiva ricomparsa dei sintomi di dismenorrea.

Oltre alla terapia di base, vengono utilizzati agenti ausiliari: vitamina E, vitamina D, preparati di magnesio, agopuntura, fisioterapia e fitoterapia, massaggi, yoga, psicoterapia [17] [18].

Secondo rigide indicazioni, è possibile utilizzare inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina, farmaci nootropici e sedativi, tranquillanti, agenti che migliorano la circolazione periferica. Per l'iperprolattinemia vengono prescritti farmaci dopaminergici.

La terapia per la dismenorrea secondaria dipende dalla malattia sottostante. Ad esempio, nella diagnosi di endometriosi vengono utilizzati gestageni e agonisti dell'ormone di rilascio delle gonadotropine. Nei processi infiammatori negli organi pelvici vengono prescritti antibiotici, tenendo conto della sensibilità della microflora. Le malformazioni genitali richiedono spesso un trattamento chirurgico.

Previsione. Prevenzione

Molto spesso, la prognosi per l'algodismenorrea è favorevole e dipende dalla sua variante e gravità.

La diagnosi tempestiva della causa della dismenorrea e adeguate tattiche di trattamento consentono nella maggior parte dei casi di salvare completamente una donna dal dolore mestruale o di ridurlo in modo significativo. Nell'80,5% dei pazienti con dismenorrea primaria che assumono FANS, la condizione torna alla normalità entro tre o quattro mesi. L'efficacia della terapia ormonale, secondo la letteratura, raggiunge il 90% [18].

Considerando che tutte le opzioni conosciute per la terapia della dismenorrea sono patogenetiche (cioè sono rivolte solo a determinati anelli nella catena di sviluppo della malattia), una ricaduta della dismenorrea è possibile e richiede un trattamento complesso individuale e l'osservazione a lungo termine da parte di un ginecologo.

Si raccomanda ai pazienti con fattori di rischio per la dismenorrea (ereditarietà, primo sanguinamento mestruale precoce):

  • osservazione regolare da parte di un ginecologo per bambini e adolescenti;
  • esami preventivi annuali regolari a partire dai 14 anni;
  • rispetto del regime di lavoro e riposo;
  • eliminazione dello stress fisico e mentale eccessivo;
  • smettere di fumare;
  • alimentazione razionale, compresa una quantità sufficiente di proteine, vitamine, acidi grassi polinsaturi;
  • correzione del peso corporeo.

La prevenzione della dismenorrea secondaria serve a prevenire lo sviluppo, il rilevamento tempestivo e il trattamento della patologia strutturale degli organi del sistema riproduttivo. Le misure preventive includono anche la pianificazione della gravidanza e l'uso di metodi contraccettivi efficaci, la limitazione del numero di partner sessuali e la riduzione al minimo del rischio di contrarre infezioni a trasmissione sessuale. In caso di gravidanza non pianificata, si raccomandano metodi delicati di interruzione della gravidanza, come i farmaci. Il curettage deve essere eseguito solo per ragioni mediche rigorose, poiché gli interventi intrauterini sono direttamente associati allo sviluppo di sinechie (aderenze) della cavità uterina, restringimento patologico del canale cervicale e infiammazione cronica. Si consiglia di rimuovere polipi e miomi nelle prime fasi, quando l'area interessata è minima.

Sottoporsi a esami medici di routine, cercare assistenza medica precoce, diagnosi tempestiva della malattia e aderenza alle raccomandazioni mediche consentono di evitare complicazioni e migliorare la qualità della vita dei pazienti con dismenorrea.

Lo scarico mensile di sangue dalla vagina di una donna è assolutamente fisiologico. Durante le mestruazioni, il corpo si sbarazza delle vecchie particelle dell'endometrio, lo strato interno dell'utero, che lo prepara per una possibile gravidanza.