Analgin per le mestruazioni: sarà d'aiuto o no?

Per molte donne, l'analgin con le mestruazioni è una vera salvezza, perché molto spesso il sanguinamento mestruale è accompagnato da dolore e insopportabile. Soprattutto se le mestruazioni sono arrivate nel momento sbagliato, ma c'è stato un ritardo. Analgin per il dolore addominale aiuterà a sbarazzarsi rapidamente del disagio, eliminare il dolore alla trazione, i crampi.

Il dolore durante le mestruazioni può verificarsi a causa delle caratteristiche individuali della struttura dell'utero. Ad esempio, il disagio durante il sanguinamento mestruale può essere provato dalle donne con la sua curva a causa del ristagno di sangue nell'organo. Ma in alcuni casi, con patologie degli organi pelvici, dopo un parto e un aborto difficili, anche i dolori mestruali iniziano a disturbare. Pertanto, dovresti assolutamente sottoporti a un esame completo. Dopo aver eliminato la causa, il dolore non darà più fastidio.

Analgin aiuta con le mestruazioni??

Analgin è un anestetico, disponibile sotto forma di compresse, soluzioni per iniezione, supposte rettali. Il principio attivo è il metansolfonato di sodio. Sotto la sua azione, la sindrome del dolore di diversa eziologia viene interrotta, l'effetto dei farmaci antipiretici viene migliorato.

Con le mestruazioni, non aiuta tutte le donne, sebbene il medicinale sia considerato uno dei migliori antidolorifici. Ciò accade perché il rappresentante del sesso più debole prende pillole troppo spesso, sullo sfondo del quale si sviluppa la "dipendenza da analgin". Ma a giudicare dalle recensioni delle donne, nella maggior parte dei casi il farmaco è davvero efficace, dopo pochi minuti elimina il dolore. Ciò è dovuto alla capacità del principale ingrediente attivo di essere rapidamente assorbito nel flusso sanguigno e di influenzare le sostanze responsabili della sindrome del dolore.

Il farmaco stesso non è curativo. Le compresse eliminano solo i sintomi spiacevoli - dolore durante le mestruazioni - e agiscono come un debole agente antipiretico. Analgin nasconde semplicemente il dolore. Non cura una malattia se il dolore è un segno di patologia.

Posso bere analgin con le mestruazioni?

Analgin aiuterà con le mestruazioni? In effetti, sì, per il dolore addominale durante il sanguinamento mestruale, funziona dopo 20-25 minuti. Ecco perché molte donne preferiscono bere questo medicinale durante il ciclo. Inoltre, il costo del farmaco è conveniente, lui stesso non causa quasi mai effetti collaterali, se le regole di ammissione non vengono violate.

Puoi usare analgin durante le mestruazioni, non puoi sopportare il dolore. Ma è meglio bere pillole insieme a farmaci che eliminano lo spasmo, ad esempio con No-shpa, perché il dolore durante le mestruazioni è per lo più spasmodico.

Indicazioni per l'uso di compresse durante le mestruazioni:

  • dolore pulsante e doloroso nell'addome inferiore;
  • crampi;
  • forti mal di testa, dolori articolari.

Come l'analgin influisce sulle mestruazioni

L'azione del farmaco si basa sul sollievo dal dolore. I crampi che si verificano prima delle mestruazioni e durante il sanguinamento mestruale sono intense contrazioni dei muscoli uterini. Sorgono sotto l'azione di composti simili agli ormoni: le prostaglandine. Quando i muscoli si contraggono, l'utero spinge fuori la mucosa di cui non ha bisogno. Le prostaglandine influenzano anche il lavoro del tratto digestivo. Ecco perché molte donne sperimentano attacchi di nausea e diarrea. A volte a questi spasmi si aggiunge il mal di schiena. Analgin riduce la produzione di prostaglandine, alleviando così il dolore. La durata delle mestruazioni, così come il volume di scarico, il farmaco non influisce in alcun modo.

Quando astenersi

Come ogni farmaco, anche l'analgin ha molte controindicazioni che non possono essere ignorate. Per il dolore durante le mestruazioni, non puoi assumere più di 2 compresse al giorno per 3 giorni. L'azione del farmaco dura 8-9 ore. In caso di violazione del dosaggio e della durata del ricovero, si sviluppa la cosiddetta "dipendenza da analgin". Pertanto, è meglio alternare il farmaco con altri antidolorifici..

Se il dolore è forte, e questo è il mezzo del sanguinamento mestruale, non è più consigliabile bere analgin, perché ha la proprietà di fluidificare il sangue. Questo è irto di sanguinamento aumentato. Pertanto, con periodi pesanti, dovresti astenersi dall'usare questo farmaco..

Con un uso prolungato, può svilupparsi anemia. L'uso regolare di analgin provoca anche un accumulo di sodio, che porta a ritenzione di liquidi nello spazio intercellulare e quindi a gonfiore.

  • intolleranza individuale al principale ingrediente attivo;
  • scarsa coagulazione del sangue;
  • patologia del sistema renale, epatico;
  • problemi respiratori.

  • Nise con le mestruazioni: aiuterà o no?
  • Dicinon con le mestruazioni
  • Duphaston con un ritardo nelle mestruazioni
  • Mestruazioni dopo la fuga
  • i sintomi spiacevoli non scompaiono dopo la fine del sanguinamento mestruale;
  • l'alta temperatura corporea dura più di 2 giorni;
  • ci sono feci liquide più di 5 volte al giorno;
  • un'eruzione cutanea è comparsa durante le mestruazioni;
  • le ultime 2-3 volte il sanguinamento mestruale è stato particolarmente grave.

Se una donna ha bevuto una pillola durante il ciclo e l'effetto analgesico non viene osservato dopo 20-25 minuti, in nessun caso la dose deve essere raddoppiata. Meglio prendere una pillola antispasmodica.

Inoltre, quando il dosaggio viene aumentato, il farmaco può causare effetti collaterali sotto forma di:

  • disfunzione dei reni e del sistema ematopoietico;
  • orticaria;
  • Edema di Quincke;
  • sindrome broncospastica;
  • shock anafilattico;
  • abbassando la pressione sanguigna.

Se l'effetto terapeutico appropriato non è arrivato, l'analgin può essere sostituito:

  1. Nessuna spia.
  2. Drotaverine.
  3. Papaverina.
  4. Meverin.
  5. Buscopan.
  6. Galidor.
  7. Nurofen.
  8. Ibuprofene.
  9. Paracetamolo.
  10. Citramon.
  11. Diclofenac.
  1. Spazmalgon.
  2. Ibuklin.
  3. Combispasm.
  4. Momento.
  5. Solpadein.

Gli analoghi del principio attivo che può sostituire l'analgin durante le mestruazioni sono:

  1. Baralgin.
  2. Pentalgin.
  3. Novalgin.
  4. Metamizole.

Un punto importante: non puoi assumere analgin insieme all'alcol e non solo durante le mestruazioni. Le bevande alcoliche sono una controindicazione assoluta, perché sotto l'influenza dell'analgin, l'alcol viene trattenuto nel sangue molto più a lungo. Ciò significa che i prodotti di decadimento dell'etanolo avveleneranno il corpo per molto tempo..

L'opinione dei medici

I medici notano che l'analgin è un forte antidolorifico. Durante le mestruazioni, può essere assunto se l'emorragia non è abbondante. Le compresse possono essere bevute per i primi 2-3 giorni. Se il dolore non si ferma durante questo periodo, è necessaria la consultazione con un ginecologo. I periodi dolorosi sono un segno di endometriosi, polipi nella cavità uterina, infiammazione delle appendici e delle ovaie, fibromi. Molti ginecologi consigliano ai loro pazienti di bere analgin insieme a No-shpa. Questa combinazione allevia perfettamente gli spasmi muscolari, elimina il dolore mestruale. Se una donna desidera ottenere un effetto più rapido, l'analgin può essere iniettato per via intramuscolare. Va notato che una reazione allergica locale è possibile nei siti di iniezione..

Analgin: efficacia, quando la ricezione è vietata, effetti collaterali, analoghi

Analgin è un farmaco molto antico del gruppo di farmaci antinfiammatori non steroidei, il cui principio attivo è il metamizolo di sodio.

Il meccanismo d'azione di questo farmaco è il blocco indiscriminato dell'enzima cicloossigenasi, il principale enzima coinvolto nella formazione delle prostaglandine.

Queste sostanze mediano e intensificano il processo infiammatorio, attraggono ulteriori cellule immunitarie nel sito dell'infiammazione e aumentano la temperatura corporea.

È altamente sconsigliato l'uso di analgin per il dolore addominale. Inoltre, dovrebbe essere completamente gettato fuori dall'armadietto dei medicinali di casa, poiché il metamizolo ha una serie di gravi fenomeni indesiderabili, molti dei quali rappresentano una minaccia immediata per la vita e la salute del paziente (nei paesi occidentali, l'analgin non è stato utilizzato per diversi decenni). È severamente vietato somministrare analgin ai bambini..

Indicazioni per l'uso

Secondo le istruzioni per l'uso, analgin è indicato per:

  • Mal di testa, mal di denti, dolore neurogenico e mestruale;
  • Coliche di varia origine;
  • Condizioni febbrili;
  • Processi infiammatori acuti;
  • Lesioni e in altre situazioni.

Analgin aiuterà con il dolore addominale? Sì, aiuterà, ma questo non significa che con il minimo disagio nella cavità addominale, devi berlo il prima possibile.

In primo luogo, il metamizolo lubrifica il quadro clinico e se c'è davvero una grave patologia degli organi interni, allora sarà molto più difficile per i medici fare una diagnosi corretta..

In secondo luogo, poiché l'analgin è un bloccante non selettivo della cicloossigenasi, ha un effetto estremamente negativo sul funzionamento del tratto gastrointestinale. La cicloossigenasi è coinvolta nella sintesi non solo di prostaglandine infiammatorie, ma anche di sostanze che proteggono la mucosa dello stomaco e dell'intestino dall'azione aggressiva dell'acido cloridrico.

Effetti collaterali e controindicazioni

L'assunzione di metamizolo per il dolore all'addome e in altre situazioni è spesso accompagnata da mal di testa, diminuzione della pressione sanguigna, palpitazioni e calo della temperatura corporea. Gli effetti collaterali più formidabili includono:

  • Agranulocitosi, o una diminuzione del livello di leucociti segmentati (neutrofili) nel sangue a valori critici, che porta a gravi infezioni;
  • Trombocitopenia e sanguinamento spontaneo, incluso sanguinamento negli organi interni;
  • Collasso o brusco calo della pressione sanguigna a 90/60 mm Hg. e sotto;
  • Danno ai reni;
  • Reazioni allergiche (da orticaria e broncospasmo a shock anafilattico e necrolisi epidermica tossica, che richiedono ricovero d'urgenza in terapia intensiva).

A questo proposito, è vietato assumere analgin a persone soggette a sanguinamento (inclusa la comparsa spontanea di lividi sulla pelle), affette da malattie del fegato e dei reni, disturbi gastrointestinali e asma bronchiale.

Nei bambini, l'assunzione di metamizolo sodico è associata ad un alto rischio di sindrome di Ray - insufficienza epatica acuta con danno cerebrale organico.

È vietato assumere analgin durante la gravidanza e l'allattamento..

Gli analoghi di Analgin

Per trattare le cause del dolore addominale, l'analgin dovrebbe essere sostituito con antispastici miotropici: drotaverina, papaverina, mebeverina e altri.

Se la sindrome del dolore è causata da osteocondrosi, ernia intervertebrale, nevralgia o fuoco di Sant'Antonio, è consentito utilizzare altri farmaci antinfiammatori non steroidei con un pronunciato effetto analgesico (ad esempio, nimesulide e ketorol).

Pillole per il dolore addominale per adulti e bambini

Quali pillole aiutano gli adulti con mal di stomaco

È importante capire che non è consigliabile che i dolori addominali li tolgano con i farmaci prima della diagnosi. Ma nei casi in cui la causa è facilmente determinabile, dovresti sapere quali farmaci possono alleviare la condizione..

Per crampi e coliche

I crampi e le coliche sono un sintomo di molte malattie. Per ridurre il dolore, si consiglia di assumere antispastici. Questi farmaci alleviano rapidamente gli spasmi della muscolatura liscia degli organi interni. Questo può migliorare significativamente la condizione, ma va ricordato che questi farmaci rimangono efficaci per un breve periodo. Il farmaco più efficace è No-shpa. Il principio attivo in essa contenuto è la drotaverina, in grado di rilassare per breve tempo i muscoli del tratto gastrointestinale, delle vie biliari e del sistema genito-urinario. Il prodotto deve essere preso rigorosamente in conformità con le istruzioni. Non puoi usare i tablet per molto tempo. Se il dolore non può essere ridotto, si consiglia di chiamare un'ambulanza. Le iniezioni intramuscolari sono consentite solo come indicato da un medico.

Per alleviare spasmi e coliche, si consiglia di assumere i seguenti farmaci:

  • Spazmalgon, che ha anche proprietà antinfiammatorie.
  • Metoclopramide, che può normalizzare la motilità intestinale e bloccare recettori specifici nel cervello.
  • Ranitidina, che è indicata per i crampi causati da malattie dell'apparato digerente, come gastrite o ulcere gastriche.
  • Omez, in grado di eliminare gli spasmi dolorosi che si sono manifestati sullo sfondo di una maggiore acidità dello stomaco durante lo sviluppo della gastrite.

Con gonfiore e aumento della produzione di gas

Molto spesso la causa del dolore addominale è la flatulenza, l'aumento della produzione di gas.

Per il dolore addominale per questo motivo, puoi prendere fondi appartenenti a diversi gruppi.

Enterosorbenti in grado di assorbire i gas in eccesso. Il più famoso è il carbone attivo. Viene utilizzato in ragione di 1 compressa per 10 kg di peso corporeo un'ora prima dei pasti o un po 'di tempo dopo i pasti. Smecta ha un effetto più pronunciato. È prodotto sotto forma di una polvere che viene utilizzata per preparare una soluzione. Un rimedio efficace è il Lactofiltrum, che può essere utilizzato anche con ostruzione intestinale. Nel più breve tempo possibile, questo farmaco rimuove non solo il gonfiore, ma allevia anche la disbiosi. Di solito si prendono 2 compresse 3 volte al giorno un'ora prima dei pasti.

Farmaci carminativi, che sono caratterizzati dal fatto che le piccole bolle d'aria nell'intestino collassano, accelerando così la loro escrezione dal corpo. La droga più famosa in questo gruppo è Espumisan. Le capsule possono essere assunte a lungo se non vi è ipersensibilità al principio attivo e non viene diagnosticata l'ostruzione intestinale.

Procinetici che possono migliorare la motilità intestinale. A causa del miglioramento della peristalsi, i gas in eccesso vengono escreti dal corpo più velocemente, il che elimina il verificarsi di disagio. La droga più famosa è Motilium. Inoltre, le compresse possono alleviare la nausea che spesso accompagna la produzione di gas..

Probiotici e prebiotici, in grado di ripristinare la normale microflora intestinale, eliminando la causa del disagio. In questo caso, i probiotici contengono ceppi di batteri benefici e i prebiotici sono costituiti da componenti in grado di supportare la riproduzione dei batteri normali nell'intestino. Il farmaco più efficace è Linex, che aiuta a far fronte a una varietà di disturbi digestivi. Spesso viene prescritto anche il lattofiltrum, in cui un assorbente è un componente aggiuntivo..

Preparati enzimatici, che vengono utilizzati in caso di produzione insufficiente di enzimi digestivi, che altera il processo di digestione e quindi aumenta il rischio di aumento della formazione di gas. Il Mezim forte più comunemente prescritto, il suo analogo è Pancreatin o Festal. Le compresse migliorano il funzionamento del pancreas e migliorano la digestione. Il dosaggio viene selezionato individualmente.

Con diarrea (da diarrea)

La diarrea può verificarsi per una serie di motivi. E per questo motivo, vari farmaci possono essere usati per trattarlo. Se la diarrea si verifica sullo sfondo di un'infezione batterica intestinale, gli antibiotici (ad esempio Levomicetina) sono necessariamente prescritti per il trattamento. Le compresse hanno un pronunciato effetto antimicrobico. Il medicinale può combattere con successo la maggior parte degli organismi patogeni nell'intestino. Tuttavia, la maggior parte di loro non sviluppa resistenza ai farmaci..

È possibile ridurre le manifestazioni di diarrea con farmaci che rallentano la peristalsi intestinale. La loperamide è molto efficace. Dopo aver preso il rimedio, il sollievo arriva rapidamente. Una caratteristica caratteristica del farmaco è che ferma la diarrea, indipendentemente dalla causa che è stata causata. L'imodium ha un effetto simile.

Per normalizzare le feci, è necessario ripristinare la microflora intestinale naturale, disturbata da varie malattie del tratto gastrointestinale. Per questo vengono utilizzati i probiotici, che contengono batteri benefici. I più famosi sono Linex, Bifidumbacterin, Bifikol, Hilak forte. Se la diarrea si verifica sullo sfondo di un'intossicazione alimentare, gli enterosorbenti sono farmaci obbligatori per il trattamento.

Per la stitichezza

I lassativi aiutano ad alleviare il dolore addominale con costipazione. Le più efficaci sono le pillole a base di erbe. Ma dovrebbe essere chiaro che la stitichezza frequente richiede un esame obbligatorio per fare una diagnosi accurata..

Le pillole per il dolore addominale più comunemente usate per la stitichezza sono:

  • Senade. I principi attivi di questo preparato sono irritanti per i muscoli dell'intestino crasso. Questo fornisce un effetto lassativo. Le compresse non devono essere prese per molto tempo e il farmaco è anche controindicato per l'ostruzione intestinale, la colite ulcerosa e varie malattie infiammatorie degli organi interni.
  • Bisacodile, che può essere usato come sollievo di emergenza per la stitichezza. Con un uso prolungato, ci sono rischi di complicazioni indesiderate. Questo farmaco viene spesso utilizzato per pulire l'intestino prima dell'intervento chirurgico..
  • Phytolax. Il farmaco è prodotto sulla base di ingredienti esclusivamente a base di erbe. Ha un lieve effetto lassativo ed è in grado di normalizzare i processi digestivi. È consentito assumere pillole per due settimane.
  • Poslabin. È un lassativo molto blando e viene spesso utilizzato prima di varie procedure diagnostiche. Anche i bambini possono usare questo medicinale sicuro..

Nei processi infiammatori

In caso di processi infiammatori che sono accompagnati da un forte dolore, è consentito assumere farmaci antinfiammatori non steroidei. Tali compresse hanno un pronunciato effetto analgesico, ma allo stesso tempo possono avere un effetto negativo sulla mucosa del tubo digerente. Di solito i medici consigliano di usarli una volta per eliminare il dolore addominale intenso causato da processi infiammatori. Il farmaco più ricercato è l'ibuprofene.

Inoltre, gli analgesici aiutano rapidamente a rimuovere la sindrome del dolore, indipendentemente dalla sua eziologia. Una caratteristica dei farmaci è che iniziano ad agire molto rapidamente. Dopo un quarto d'ora, il sollievo è già stato osservato. I più comunemente usati sono Analgin, Baralgin e Tempalgin.

Con esacerbazioni croniche

Se c'è un'esacerbazione di malattie dell'intestino, delle vie biliari o dei reni, spesso si verifica un forte dolore.

Le seguenti pillole aiutano con il dolore addominale associato a un'esacerbazione di tali malattie:

  • Spazgan. È un agente combinato che include un analgesico e un antispasmodico.
  • No-shpa, la cui azione è volta ad alleviare gli spasmi della muscolatura liscia causati dall'esacerbazione di varie patologie.
  • Ksefokam. Questo farmaco ha inoltre proprietà antinfiammatorie ed effetto antisettico..

Per il mal di stomaco, che è accompagnato da bruciore di stomaco, aiutano i farmaci che riducono l'acidità dello stomaco. Questi sono Rennie, Gastal, Ranitidine, Rutacid e Omeprazole. Anche il farmaco combinato Bellastezin è considerato efficace. Allevia gli spasmi dell'intestino e dei dotti biliari e rimuove anche il bruciore di stomaco nella gastrite, che si sviluppa sullo sfondo di una maggiore acidità del succo gastrico.

In caso di avvelenamento

Per l'intossicazione alimentare, i farmaci per il dolore addominale possono essere presi solo come indicato da un medico. L'autotrattamento può essere molto dannoso. Per tutti i tipi di intossicazione alimentare, vengono sempre prescritti assorbenti che possono alleviare la sindrome da intossicazione e ridurre le manifestazioni di diarrea. In questo contesto, la sindrome del dolore è significativamente ridotta. Smecta è un assorbente efficace. Inoltre ha un effetto avvolgente. Inoltre, spesso in caso di avvelenamento, viene prescritto Polyphepan, che è realizzato sulla base del legno ed è in grado di eliminare irritanti chimici e tossine di varia origine..

Gli enzimi che migliorano i processi digestivi sono anche considerati pillole per il mal di stomaco in caso di avvelenamento. Si prendono durante i pasti. I farmaci efficaci sono Mezim Forte e Festal. Se la colica intestinale si verifica sullo sfondo dell'avvelenamento, puoi alleviare gli spasmi con l'aiuto di antispastici. Il No-shpa più comunemente prescritto.

Se l'avvelenamento è di natura batterica ed è innescato da qualsiasi infezione intestinale, non si può fare a meno degli antibiotici. In breve tempo, è in grado di alleviare i sintomi dell'avvelenamento e aiutare con il dolore addominale Ciprofloxacina, che appartiene al gruppo dei fluorochinoloni. Viene spesso prescritta anche la levomicetina, che è in grado di combattere vari tipi di infezioni batteriche nell'intestino..

Molto spesso, le sensazioni dolorose dell'avvelenamento sono causate dal vomito. In questo caso, gli antiemetici aiuteranno per il dolore addominale. Domrid è considerato un farmaco molto efficace. Le compresse vengono prese 3-4 volte al giorno, ma va tenuto presente che hanno alcune controindicazioni.

Per ferite e contusioni

Con lesioni e contusioni dell'addome, di regola, si verifica un dolore acuto. Di conseguenza, è impossibile fare a meno dell'uso di farmaci anestetici, ma il loro uso deve essere concordato con il medico..

Oggi l'antidolorifico più popolare è l'ibuprofene. Ci sono molti dei suoi analoghi. L'effetto analgesico si osserva quasi immediatamente, con notevole sollievo entro un quarto d'ora. Ma va ricordato che il farmaco non può essere assunto per molto tempo, poiché influisce negativamente sugli organi dell'apparato digerente..

Ketanov è un forte analgesico. È in grado di alleviare il dolore che si verifica nell'addome per una serie di motivi, inclusi i lividi addominali. Ma va ricordato che in caso di sovradosaggio possono verificarsi conseguenze pericolose. Se i dolori con lividi e lesioni dell'addome sono moderatamente espressi, il rimedio più innocuo per la loro eliminazione è il paracetamolo. Ma la sua caratteristica è un'azione breve - non più di 4 ore.

Dolore irragionevole (quando non esiste una diagnosi definitiva)

Quando si verifica un dolore addominale irragionevole, l'uso di eventuali pillole per il dolore deve essere abbandonato fino a quando non viene stabilita la causa della sindrome del dolore. Ma a volte il dolore è così grave che diventa necessario assumere farmaci antidolorifici.

Queste possono essere le seguenti pillole:

  • No-shpa, che è un agente antispasmodico miotropico. Il farmaco è in grado di alleviare i crampi addominali e abbassare la pressione sanguigna.
  • Spazmalgon. Questa è una preparazione combinata, che contiene componenti antispasmodici antinfiammatori. Grazie a lui, puoi ridurre rapidamente la sindrome del dolore di varie eziologie..
  • Metoclopramide. È un farmaco ad azione centrale in grado di ripristinare la peristalsi intestinale bloccando specifici recettori nel cervello. Grazie a lui, puoi eliminare rapidamente nausea e vomito..
  • Ranitidina. Il farmaco è in grado di alleviare il dolore causato dall'aumentata acidità del contenuto gastrico. La medicina affronta efficacemente il vomito..
  • Omez, che appartiene al gruppo degli antiacidi, è in grado di ridurre rapidamente l'acidità nello stomaco. Il farmaco è efficace se il dolore è causato da pancreatite e da varie malattie dell'apparato digerente.
  • Cerucal. Lo strumento è in grado di stabilizzare rapidamente la motilità intestinale, eliminare il vomito e sopprimere l'eccessiva formazione di gas.

Cosa aiuterà con il dolore durante le mestruazioni

Per il dolore addominale durante le mestruazioni, puoi usare varie pillole. Ma allo stesso tempo, il principio principale per la scelta dei farmaci anestetici dovrebbe essere il meccanismo d'azione e non il loro costo o popolarità. È molto importante studiare prima le controindicazioni di un particolare farmaco..

Gli antispastici sono ampiamente usati per alleviare il dolore durante le mestruazioni. Il loro effetto è che sono in grado di rilassare la muscolatura liscia e alleviare gli spasmi. Come risultato dell'assunzione della pillola, il tono delle pareti dell'utero e dei tessuti circostanti diminuisce e i vasi si dilatano. Di conseguenza, la sindrome del dolore viene rimossa.

I più utilizzati per le mestruazioni sono i seguenti farmaci:

  • No-shpa. Il principio attivo del farmaco è la drotaverina, che è molto efficace nel rilassare i tessuti muscolari lisci. In caso di dolore persistente, si consiglia di iniziare a prendere il farmaco un paio di giorni prima dell'inizio delle mestruazioni. Il dosaggio dipende dall'intensità del dolore.
  • Spazmalgon, che è in grado di fornire un effetto terapeutico complesso. Ciò è dovuto al fatto che contiene un analgesico. Il medicinale funziona bene per il dolore da grave a moderato. Si consiglia di prendere una pillola quando il dolore sta appena iniziando a comparire.

Gli analgesici sono stati un rimedio popolare per il dolore addominale mestruale per molti anni. Hanno un forte effetto terapeutico in breve tempo. Con il loro aiuto, puoi alleviare il dolore di varia intensità. Oggi i medici hanno iniziato a parlare del fatto che Analgin e i farmaci che lo contengono hanno un gran numero di effetti collaterali, quindi dovrebbero essere trattati con cautela..

Recentemente, la popolarità dei farmaci antinfiammatori non steroidei, che hanno un effetto simile agli analgesici, è aumentata. Ma, oltre a questo, tali pillole sono in grado di alleviare le reazioni infiammatorie del corpo e regolare la temperatura corporea. Questo è molto importante quando il dolore addominale durante le mestruazioni è provocato da varie malattie ginecologiche infiammatorie. I farmaci più comunemente usati da questo gruppo sono ibuprofene, ketorolac, diclofenac.

Pillole per bambini

È consentito utilizzare compresse per il dolore addominale per il trattamento di bambini solo in età prescolare più avanzata. Per i neonati, di regola, vengono posizionate supposte rettali per alleviare il dolore se necessario, che agiscono rapidamente ed efficacemente, ma leggermente più a lungo rispetto ad altre forme di farmaci. I bambini dai sei mesi di età possono somministrare sciroppi o sospensioni. Di solito sono aromatizzati per renderli più facili da prendere..

In ogni caso, l'idoneità dell'uso di compresse per alleviare il dolore è determinata dal medico. Non ci sono molti farmaci approvati che possono essere utilizzati per alleviare il dolore nei bambini.

Il più popolare tra loro:

  • Ibuprofene. È considerato un farmaco antinfiammatorio molto efficace. Può essere utilizzato per dolori di vario tipo. Una caratteristica del farmaco è che mantiene a lungo il suo effetto analgesico..
  • Paracetamolo. Questo farmaco può essere utilizzato sia in forma pura che come parte di prodotti combinati. Le compresse sono ampiamente utilizzate per alleviare le sindromi dolorose causate da varie patologie. Va ricordato che non è consigliabile assumere il rimedio per molto tempo, poiché può influire negativamente sulle funzioni del fegato del bambino..
  • Nimesulide. Questo farmaco ha un pronunciato effetto analgesico, che dura 12 ore. Puoi usare il medicinale solo come indicato da un medico a piccole dosi..

Quale pillola bere per una donna incinta

Se il dolore addominale si verifica durante la gravidanza, è urgente consultare un medico. Questo sintomo può essere la prova dello sviluppo di varie patologie. In particolare, sullo sfondo di un forte dolore, si verifica molto spesso un aborto spontaneo involontario. Puoi salvare il bambino solo durante il ricovero e gli eventi speciali.

Nei casi in cui il dolore addominale non è associato alla minaccia di interruzione della gravidanza, i farmaci antidolorifici devono essere presi con grande cura, poiché possono danneggiare il feto in via di sviluppo e portare allo sviluppo di anomalie congenite nel nascituro. È particolarmente pericoloso bere qualsiasi farmaco nel primo trimestre, poiché durante questo periodo si sviluppano tutti i sistemi e gli organi più importanti del bambino.

Il farmaco antidolorifico più sicuro durante la gravidanza è il paracetamolo. Ma allo stesso tempo, può essere utilizzato una sola volta, in un caso specifico, come prescritto da un medico.

Un altro rimedio efficace che può alleviare rapidamente il dolore e mantenere un effetto analgesico a lungo termine è l'ibuprofene. Durante la gravidanza, i suoi analoghi possono essere utilizzati per il dolore addominale: Nurofen o Ibufen. Va ricordato che questo medicinale può essere utilizzato solo nel primo o nel secondo trimestre. Nel terzo trimestre, non è mai prescritto, poiché il rimedio può ridurre la quantità di liquido amniotico, che influenzerà negativamente lo sviluppo del feto..

Nel primo e nel secondo trimestre di gravidanza, Diclofenac può essere prescritto per alleviare il dolore addominale. Questo farmaco è potente.

Nel terzo trimestre, le pillole sono vietate a causa del fatto che possono interrompere il flusso sanguigno nel sistema madre-placenta-feto e, in futuro, provocare prematuramente un'attività lavorativa debole. I dolori spasmodici causati dal tono dell'utero possono essere alleviati da No-spa o Papaverine. Questi fondi possono essere utilizzati in qualsiasi fase della gravidanza, se c'è il permesso di un medico.

Cosa fare: lo stomaco fa male e gli antidolorifici non aiutano

Per alleviare il dolore addominale, è necessario identificare la causa. Se ciò non può essere fatto, non ha senso assumere antidolorifici. Possono solo nuocere.

Quando si identificano le sensazioni di dolore, considerare quanto segue:

Se c'è un forte dolore al centro dell'addome, molto probabilmente indica che molto gas si è accumulato nell'intestino. Per alleviare il dolore, si consiglia di bere farmaci carminativi. La droga più famosa è Espumisan. Dopo averlo preso, tutte le bolle d'aria "collassano" ei gas lasceranno rapidamente l'intestino, il che rimuoverà la sindrome del dolore. In questo caso è improbabile che altri analgesici siano d'aiuto..

Se c'è un dolore di compressione allo stomaco e c'è un bisogno di vomitare, così come un mal di testa, allora questo indica avvelenamento da cibo o alcol. Se ci fossero dei prerequisiti per questo, non ci sono dubbi. In tale stato, non si dovrebbe aspettare un rapido sollievo, poiché le tossine entrano nel flusso sanguigno e vengono trasportate in tutto il corpo, possono essere rimosse solo dopo un certo tempo. In una tale situazione, gli antidolorifici non saranno efficaci. È meglio essere pazienti e bere un litro d'acqua a cui aggiungere 1 cucchiaio di sale e quindi provocare il vomito. Dopodiché, prendi un assorbente, può essere attivato o carbone bianco.

Se il dolore è grave e localizzato nell'ipocondrio destro, sullo sfondo di questo c'è un sapore amaro in bocca o vomito di bile, allora questo indica un malfunzionamento nella cistifellea. Nella maggior parte dei casi, tali segni si osservano dopo aver mangiato troppo cibi grassi o cibi acidi. In questo caso, dovresti bere un preparato enzimatico, ad esempio Mezim o Festal, e poi prendere un antispasmodico. Può essere No-shpa o Papaverine. Se questi sintomi compaiono spesso, dovresti assolutamente contattare un gastroenterologo..

Ci sono casi atipici che sono accompagnati da dolore addominale. Ad esempio, il dolore alla cintura nell'addome superiore che si irradia nella parte bassa della schiena, accompagnato da diarrea e vomito o bocca secca, può indicare lo sviluppo di pancreatite. In questo caso, gli analgesici non dovrebbero essere presi. Prenderli può peggiorare significativamente le condizioni del paziente..

Nelle donne, un forte dolore nella parte inferiore dell'addome, accompagnato da debolezza e vertigini, e talvolta perdita di coscienza, può essere un segno di una gravidanza extrauterina o indicare una cisti ovarica rotta. La sindrome del dolore non è alleviata dagli antidolorifici, quindi non si può fare nulla fino all'arrivo dell'ambulanza.

ANALGINA

Sostanza attiva

Composizione e forma di rilascio del farmaco

◊ Compresse di colore bianco o bianco con una sfumatura leggermente giallastra, forma cilindrica piatta, con uno smusso e un segno.

1 scheda.
metamizolo sodico500 mg

Eccipienti: saccarosio - 10 mg, fecola di patate - 34 mg, talco - 1 mg, calcio stearato - 5 mg.

10 pezzi. - imballaggio delle celle di contorno (1) - pacchi di cartone.
10 pezzi. - pacchi di celle di contorno (2) - pacchi di cartone.
10 pezzi. - pacchi di celle di contorno (3) - pacchi di cartone.
10 pezzi. - pacchi di celle di contorno (4) - pacchi di cartone.
10 pezzi. - pacchi di celle di contorno (5) - pacchi di cartone.
10 pezzi. - imballaggi cellulari sagomati (100) - scatole di cartone (per ospedali).
10 pezzi. - confezionamento di celle di contorno (200) - scatole di cartone (per ospedali).
10 pezzi. - confezionamento di celle di contorno (300) - scatole di cartone (per ospedali).
10 pezzi. - confezionamento celle di contorno (400) - scatole di cartone (per ospedali).
10 pezzi. - confezionamento celle di contorno (600) - scatole di cartone (per ospedali).
10 pezzi. - confezionamento celle di contorno (800) - scatole di cartone (per ospedali).

effetto farmacologico

Antipiretico analgesico. Derivato dal pirazolone. Ha effetti analgesici, antipiretici e antinfiammatori, il cui meccanismo è associato all'inibizione della sintesi delle prostaglandine.

Farmacocinetica

Dopo somministrazione orale, il metamizolo sodico viene rapidamente idrolizzato nel succo gastrico per formare un metabolita attivo della 4-metilammino-antipirina, che, dopo l'assorbimento, viene metabolizzato in 4-formil-ammino-antipirina e altri metaboliti.

Dopo la somministrazione endovenosa, il metamizolo sodico diventa rapidamente non disponibile per la determinazione.

I metaboliti del metamizolo sodico non si legano alle proteine ​​plasmatiche. La maggior parte della dose viene escreta nelle urine sotto forma di metaboliti. I metaboliti vengono escreti nel latte materno.

  • Fai una domanda a un gastroenterologo
  • Acquista medicinali

Indicazioni

Controindicazioni

Ipersensibilità al metamizolo sodico e altri derivati ​​pirazolonici, nonché alle pirazolidine, ad esempio fenilbutazone (compresi i pazienti che hanno subito agranulocitosi a causa dell'uso di questi farmaci); asma bronchiale analgesico o intolleranza agli analgesici (come orticaria-angioedema), ad es. pazienti con broncospasmo o altre forme di reazioni anafilattoidi (ad esempio orticaria, rinite, angioedema) in risposta all'uso di salicilati, paracetamolo o FANS come diclofenac, ibuprofene, indometacina o naprossene; violazione dell'ematopoiesi del midollo osseo (ad esempio, dopo terapia citostatica) o malattie degli organi ematopoietici; carenza ereditaria di glucosio-6-fosfato deidrogenasi (emolisi); porfiria epatica intermittente acuta (rischio di sviluppare attacchi di porfiria); gravidanza (per uso parenterale - I e III trimestre), periodo di allattamento; età dei bambini - diverse categorie di età a seconda della forma di dosaggio e della via di somministrazione; per uso parenterale - insufficienza renale o epatica affilata.

Con cautela: ipotensione arteriosa (pressione sanguigna sistolica inferiore a 100 mm Hg. Art.), BCC diminuito, instabilità emodinamica (infarto miocardico, traumi multipli, shock incipiente), insufficienza cardiaca incipiente, febbre alta (aumento del rischio di una forte diminuzione della pressione sanguigna). Malattie in cui una significativa diminuzione della pressione sanguigna può essere di maggiore pericolo (pazienti con grave malattia coronarica e stenosi delle arterie cerebrali). Abuso cronico di alcol. Con un aumentato rischio di sviluppare gravi reazioni anafilattiche / anafilattoidi in pazienti con asma bronchiale, specialmente in combinazione con concomitante rinosinusite poliposa, orticaria cronica e altri tipi di atopia (malattie allergiche, nello sviluppo delle quali una predisposizione ereditaria alla sensibilizzazione gioca un ruolo significativo: pollinosi, rinite allergica, ecc.) ecc.), intolleranza all'alcol (reazione anche a piccole quantità di alcune bevande alcoliche con sintomi quali prurito, lacrimazione e grave rossore del viso). Per uso parenterale - II trimestre di gravidanza. Per somministrazione orale - gravi violazioni della funzionalità epatica e renale (si consiglia di utilizzare basse dosi in relazione alla possibilità di rallentare l'escrezione del metamizolo di sodio); dolore di eziologia poco chiara, specialmente nell'addome (prima dell'uso, è necessario consultare un medico).

Dosaggio

Somministrato per via orale, intramuscolare e endovenosa lentamente. La dose, il metodo e lo schema di utilizzo, la durata dell'uso sono determinati individualmente, a seconda delle indicazioni, della situazione clinica, della forma di dosaggio e dell'età del paziente.

Se assunta per via orale, una singola dose per adulti e adolescenti di età superiore ai 15 anni è di 250-500 mg. La dose singola massima è 1000 mg. Frequenza di ammissione - 2-3 volte / giorno. La dose massima giornaliera è di 2000 mg.

Quando somministrata per via intramuscolare o endovenosa, una singola dose per adulti e adolescenti di età superiore a 15 anni è di 500-1000 mg. La dose singola massima è 1000 mg. La dose massima giornaliera è di 2000 mg, la frequenza di somministrazione è 2-3 volte / die.

Per i bambini di età compresa tra 3 e 12 mesi (peso corporeo 5-9 kg), il metamizolo sodico viene somministrato solo per via intramuscolare alla dose di 50-100 mg per 10 kg di peso corporeo; tasso di frequenza - 2-3 volte / giorno.

Durata d'uso - 1-5 giorni se prescritto come anestetico e 1-3 giorni come agente antipiretico.

Effetti collaterali

Dal lato del sistema cardiovascolare: raramente - ipotensione arteriosa isolata. Dopo l'assunzione di metamizolo sodico, è possibile una diminuzione granulare isolata della pressione sanguigna (possibilmente determinata farmacologicamente e non accompagnata da altre manifestazioni di reazioni anafilattiche / anafilattoidi); in rari casi, la diminuzione della pressione sanguigna può essere molto pronunciata; con la febbre, è possibile anche una forte diminuzione dose-dipendente della pressione sanguigna senza altri segni di una reazione di ipersensibilità; frequenza sconosciuta - Sindrome di Kounis (sindrome coronarica allergica, manifestata da segni clinici e di laboratorio di angina pectoris causata da mediatori dell'infiammazione).

Dal sistema immunitario: raramente - reazioni anafilattiche / anafilattoidi; molto raramente - asma bronchiale analgesico; frequenza sconosciuta - shock anafilattico. Le reazioni anafilattiche o anafilattoidi in casi molto rari possono essere gravi e pericolose per la vita. Possono verificarsi anche se il paziente ha precedentemente assunto metamizolo sodico molte volte senza complicazioni. Tali reazioni possono svilupparsi immediatamente o diverse ore dopo l'assunzione di metamizolo sodico, di solito entro 1 ora. Nei casi più lievi, si manifestano come sintomi della pelle e delle mucose (prurito, bruciore, arrossamento, orticaria, edema) o sotto forma di mancanza di respiro o disturbi dal tratto gastrointestinale. Nei casi più gravi, queste reazioni si trasformano in orticaria generalizzata, angioedema grave (soprattutto a livello della laringe), broncospasmo grave, disturbi del ritmo cardiaco, brusca diminuzione della pressione sanguigna (che a volte è preceduta da un aumento della pressione sanguigna) e con lo sviluppo di shock circolatorio. Nelle persone con sindrome da asma bronchiale analgesico con intolleranza ai farmaci analgesici, queste reazioni si manifestano solitamente come attacchi di asma bronchiale.

Da parte della pelle e dei tessuti sottocutanei: raramente - dermatite da farmaci fissata; raramente - eruzione cutanea; frequenza sconosciuta - sindrome di Stevens-Johnson, necrolisi epidermica tossica (sindrome di Lyell).

Da parte del sistema ematopoietico e linfatico: raramente - leucopenia; molto raramente - agranulocitosi, inclusi casi fatali e trombocitopenia; frequenza sconosciuta - anemia aplastica, pancitopenia, inclusi casi fatali. Queste reazioni sono di natura immunologica. Possono verificarsi anche se il paziente ha assunto metamizolo sodico molte volte senza complicazioni. I sintomi tipici dell'agranulocitosi sono lesioni delle mucose (cavità orale e faringe, regione anorettale e genitali), mal di gola e febbre. Tuttavia, con l'uso di antibiotici, questi fenomeni possono essere lievi. A volte, ma non sempre, c'è un leggero ingrossamento dei linfonodi o della milza. La VES aumenta in modo significativo, il contenuto di granulociti è drasticamente ridotto o non vengono rilevati. Di norma, i parametri di emoglobina, eritrociti e piastrine rimangono normali, ma sono possibili deviazioni. I sintomi tipici della trombocitopenia sono una maggiore tendenza al sanguinamento e petecchie sulla pelle e sulle mucose. Se si verifica un inatteso deterioramento delle condizioni generali, la febbre non si attenua, oppure compaiono nuove o dolorose ulcerazioni sulle mucose, soprattutto in bocca, naso o gola, la tattica del trattamento prevede l'annullamento immediato del metamizolo sodico, senza attendere i risultati degli esami di laboratorio. Con lo sviluppo della pancitopenia, il metamizolo sodico deve essere cancellato e deve essere monitorato un esame emocromocitometrico completo fino a quando i suoi indicatori non tornano alla normalità.

Dal sistema urinario: molto raramente - in pazienti con funzionalità renale compromessa, è possibile un deterioramento acuto della funzione renale (insufficienza renale acuta), in alcuni casi con oliguria, anuria o proteinuria.

Reazioni generali: raramente - l'urina può diventare rossa a causa della presenza di un metabolita nelle urine - acido rubazonico; molto raro - flebite.

Reazioni locali: con iniezione intramuscolare - si infiltra nel sito di iniezione.

Interazioni farmacologiche

Il metamizolo sodico può causare una diminuzione della concentrazione di ciclosporina nel plasma, pertanto, con il loro uso simultaneo, la concentrazione di ciclosporina deve essere monitorata.

Con l'uso simultaneo di metamizolo sodico con clorpromazina, può svilupparsi una grave ipotermia.

L'uso simultaneo di metamizolo sodico e metotrexato o altri agenti mielotossici può aumentare l'ematotossicità di questi ultimi, specialmente nei pazienti anziani.

Con l'uso simultaneo, l'attività di anticoagulanti indiretti, farmaci ipoglicemizzanti orali, GCS, indometacina aumenta a causa del loro spostamento dalla connessione con le proteine ​​del sangue sotto l'influenza del metamizolo di sodio.

Gli antidepressivi triciclici, i contraccettivi orali, l'allopurinolo interrompono il metabolismo del metamizolo sodico nel fegato e ne aumentano la tossicità.

I barbiturici, il fenilbutazone e altri induttori degli enzimi microsomiali epatici indeboliscono l'effetto del metamizolo sodico.

Sedativi e tranquillanti aumentano l'effetto analgesico del metamizolo sodico.

Con l'uso simultaneo di metamizolo sodico, il timazolo aumenta il rischio di sviluppare leucopenia.

La codeina, i bloccanti del recettore H2 dell'istamina e il propranololo aumentano gli effetti del metamizolo sodico.

Se usato contemporaneamente all'acido acetilsalicilico (ASA), il metamizolo sodico può ridurre l'effetto dell'ASA su
aggregazione piastrinica. Pertanto, questa combinazione deve essere usata con cautela quando si trattano pazienti che assumono ASA come agente antipiastrinico..

Con l'uso simultaneo di metamizolo sodico è possibile ridurre la concentrazione di bupropione nel sangue.

È noto che i derivati ​​del pirazolone possono interagire con anticoagulanti indiretti, captopril, litio e triamterene e influenzare anche l'efficacia dei farmaci antipertensivi e dei diuretici.

A causa dell'aumentato rischio di sviluppare reazioni anafilattiche / anafilattoidi durante il trattamento con metamizolo sodico, i mezzi di contrasto per i raggi X, i sostituti del sangue colloidale e la penicillina non devono essere usati.

I farmaci mielotossici aumentano la manifestazione di ematotossicità del metamizolo sodico

istruzioni speciali

Quando si trattano pazienti che assumono agenti citostatici, nonché bambini di età inferiore a 5 anni, il trattamento con metamizolo sodico deve essere effettuato solo sotto la supervisione di un medico.

Quando si sceglie un metodo di utilizzo del metamizolo sodico, si deve tenere presente che la somministrazione parenterale è associata a un rischio più elevato di reazioni anafilattiche / anafilattoidi.

Un aumento del rischio di sviluppare reazioni di ipersensibilità al metamizolo sodico può essere dovuto alle seguenti condizioni: asma bronchiale analgesico, specialmente con concomitante rinosinusite poliposa; orticaria cronica; intolleranza all'alcol (ipersensibilità all'alcol), sullo sfondo della quale, anche quando assumono una piccola quantità di determinate bevande alcoliche, i pazienti avvertono starnuti, lacrimazione e grave rossore al viso, l'intolleranza all'alcol può indicare una sindrome da asma da aspirina non identificata in precedenza.

Prima di usare il metamizolo sodico, è necessario intervistare attentamente il paziente. Se viene identificato il rischio di sviluppare reazioni anafilattiche, il ricovero è possibile solo dopo un'attenta valutazione del rapporto tra il beneficio atteso e il possibile rischio dell'uso di metamizolo sodico. Nel caso di utilizzo di metamizolo sodico in tali pazienti, è necessario un rigoroso monitoraggio medico delle loro condizioni, è necessario disporre di fondi per fornire loro assistenza di emergenza in caso di reazioni anafilattiche / anafilattoidi. Lo shock anafilattico può verificarsi in pazienti predisposti, pertanto il metamizolo sodico deve essere prescritto con cautela nei pazienti con asma o atopia. I pazienti che sviluppano reazioni anafilattoidi in risposta all'uso di metamizolo sodico sono anche a rischio di svilupparle in risposta all'uso di altri analgesici / FANS non narcotici. I pazienti che sviluppano reazioni anafilattiche o altre reazioni immuno-mediate (ad esempio, agranulocitosi) in risposta all'uso di metamizolo sodico sono anche a rischio di svilupparle con l'uso di altri pirazoloni e pirazolidine.

Con l'uso del metamizolo sodico sono state descritte reazioni cutanee pericolose per la vita, come la sindrome di Stevens-Johnson (SJS) e la necrolisi epidermica tossica (TEN). Quando compaiono i sintomi di SJS e TEN, incl. eruzione cutanea progressiva, spesso con vesciche o lesioni della mucosa, il trattamento con metamizolo sodico deve essere interrotto immediatamente e successivamente non effettuato in questa categoria di pazienti. I pazienti devono essere consapevoli dei sintomi di queste malattie. Devono essere attentamente monitorati per le reazioni cutanee, specialmente durante le prime settimane di trattamento..

Con un uso prolungato (più di 7 giorni), è necessario controllare l'immagine del sangue periferico. Sullo sfondo dell'assunzione di metamizolo sodico, può svilupparsi agranulocitosi. Si verifica molto raramente, dura almeno una settimana, non dipende dalla dose, può essere grave, pericolosa per la vita e, in alcuni casi, fatale. A questo proposito, se vengono rilevati sintomi come un aumento immotivato della temperatura, brividi, mal di gola, difficoltà a deglutire, stomatite, lesioni erosive e ulcerative del cavo orale, vaginiti o proctiti, è necessaria immediatamente una diminuzione del numero di neutrofili nel sangue periferico inferiore a 1500 / mm 3 consultare un medico e interrompere il metamizolo sodico.

In caso di sviluppo di pancitopenia, il trattamento deve essere interrotto immediatamente, è necessario monitorare gli indicatori di un esame del sangue dettagliato fino a quando non si normalizzano.

Tutti i pazienti devono essere consapevoli che i cambiamenti patologici nel sangue possono essere accompagnati dalla comparsa di sintomi come malessere generale, infezioni, febbre persistente, ematoma, sanguinamento, pallore durante l'assunzione di metamizolo sodico, che richiede cure mediche immediate.

Il metamizolo sodico può causare reazioni ipotensive isolate. Queste reazioni possono essere dose-dipendenti. Il rischio di tali reazioni aumenta anche con pregressa ipotensione arteriosa, diminuzione del BCC o disidratazione, emodinamica instabile o disturbi circolatori acuti (ad esempio, in pazienti con infarto miocardico o lesione), in pazienti con febbre. A questo proposito, tali pazienti dovrebbero essere diagnosticati in dettaglio e attentamente monitorati. Al fine di ridurre il rischio di reazioni ipotensive, possono essere necessarie misure preventive (stabilizzazione emodinamica).

Nei pazienti in cui una diminuzione della pressione sanguigna deve essere evitata a tutti i costi (ad esempio, con grave malattia coronarica o stenosi significativa delle arterie cerebrali), il metamizolo sodico può essere utilizzato con un attento monitoraggio dei parametri emodinamici.

È inaccettabile utilizzare il metamizolo sodico per alleviare il dolore addominale acuto fino a quando la causa non viene chiarita.

Nei pazienti con funzionalità renale o epatica compromessa, si raccomanda di evitare l'assunzione di metamizolo sodico a dosi elevate a causa di una diminuzione della velocità della sua escrezione. Considera il contenuto di sodio del prodotto per le persone che seguono una dieta a bassa nutrizione.

La somministrazione EV deve essere eseguita molto lentamente (non più di 1 ml / min), in modo che ai primi segni di reazioni anafilattiche / anafilattoidi, la somministrazione possa essere interrotta, così come per ridurre al minimo il verificarsi di reazioni ipotensive individuali.

Influenza sulla capacità di guidare veicoli e meccanismi

Dato il profilo delle reazioni indesiderabili del metamizolo sodico, è necessario prestare attenzione durante la guida di veicoli, meccanismi e quando si eseguono lavori che richiedono maggiore concentrazione dell'attenzione e velocità delle reazioni psicomotorie.

Gravidanza e allattamento

Controindicato per la somministrazione orale durante la gravidanza. Controindicato per uso parenterale nel I e ​​III trimestre di gravidanza. Utilizzare per via parenterale con cautela nel II trimestre di gravidanza.

Controindicato per l'uso durante l'allattamento (allattamento al seno).

Uso nell'infanzia

Controindicato per la somministrazione orale nei bambini e negli adolescenti di età inferiore ai 15 anni.

Controindicato per l'uso parenterale nei bambini di età inferiore a 3 mesi o di peso inferiore a 5 kg.

Controindicato per l'uso EV nei bambini di età compresa tra 3 e 12 mesi.

Si consiglia di utilizzare preparati topici durante il trattamento del mughetto. Tuttavia, cosa fare se le mestruazioni sono iniziate durante il periodo di trattamento, perché è impossibile annullarle?