Ciclo anovulatorio

Ciclo anovulatorio - un ciclo mestruale monofasico, accompagnato dall'assenza di un periodo di sviluppo del corpo luteo e di una fase ovulatoria mantenendo il ritmo e la regolarità del sanguinamento mestruale.

Esistono due sottospecie del ciclo monofasico: fisiologico (naturale) e patologico. Il ciclo mestruale anovulatorio fisiologico può verificarsi durante la formazione della funzione mestruale (per 1,5 - 2 anni dopo il menarca (prima mestruazione), durante l'allattamento (allattamento) e prima della menopausa - con l'estinzione della funzione riproduttiva. Cicli di anovulazione che sono permanenti (sistematici ), causano infertilità e sono considerate una condizione patologica che necessita di un trattamento appropriato.

Cosa succede durante il ciclo anovulatorio

Il ciclo mestruale è caratterizzato da cambiamenti regolari nel rapporto tra ormoni e caratteristiche istologiche dei tessuti endometrioidi che rendono possibile il processo di fecondazione. Il normale ciclo delle mestruazioni consiste in due fasi, ciascuna delle quali è accompagnata dalla produzione di ormoni sessuali, a cui reagiscono l'endometrio uterino e le ovaie.

La fase decisiva di ogni ciclo è la fase ovulatoria. Questo periodo dura circa un giorno, durante il quale un uovo maturo lascia il follicolo e si muove lungo le tube di Falloppio. È impossibile sentire questo processo. Per monitorare la fase ovulatoria, si consiglia a una donna di utilizzare metodi domestici (calendario, temperatura) o professionali (esami del sangue ormonali, diagnostica ecografica).

Sotto l'influenza di determinati fattori, il processo di formazione e rilascio di un uovo può essere interrotto. Nella scienza ginecologica, esiste una cosa come "anovulazione". Questo è il periodo durante il quale l'uovo non lascia il follicolo. Allo stesso tempo, le mestruazioni passano come al solito, senza peggiorare il benessere generale del paziente. La mancanza di ovulazione porta a problemi con il concepimento. In alcuni casi, l'anovulazione causa disfunzione mestruale e forti emorragie uterine..

Cause del ciclo anovulatorio

Data la sottospecie del ciclo di anovulazione, gli esperti identificano vari fattori e cause che possono innescare lo sviluppo della patologia.

La comparsa di un ciclo monofasico fisiologico è più spesso dovuta a cause naturali. Per un certo periodo di tempo (pubertà, allattamento, menopausa), tale condizione è considerata normale e non richiede particolari effetti chirurgici o terapeutici. 1-2 volte l'anno, l'ovulazione è assente in quasi tutti i pazienti sani.

L'assenza patologica di ovulazione si forma a causa del funzionamento instabile della ghiandola pituitaria, della ghiandola tiroidea, dell'ipotalamo, delle ovaie, della corteccia surrenale. Gli organi elencati sono responsabili della sintesi di alcuni ormoni, necessari per il pieno funzionamento e la regolazione degli organi riproduttivi..

I seguenti fattori possono portare a uno squilibrio e alla produzione di ormoni sessuali:

  • Violazione dei processi metabolici;
  • Attività fisica eccessiva (pianificazione impropria del riposo e del lavoro, pratica di sport di potenza, ecc.);
  • Stress frequente, stress emotivo;
  • Patologie infettive posticipate;
  • Cambiamento climatico;
  • Lesioni traumatiche accompagnate da sindrome da dolore grave;
  • Patologie infiammatorie delle appendici, cavità uterina;
  • Predisposizione ereditaria;
  • Anomalie congenite nella struttura dei genitali;
  • Tarda pubertà;
  • Intossicazione cronica;
  • Sovrappeso, sottopeso;
  • Alti livelli di prolattina.

Sintomi e segni del ciclo anovulatorio

Il ciclo monofase è una condizione patologica caratterizzata dall'assenza di evidenti sintomi di progressione. La regolarità, la durata e la profusione del sanguinamento mestruale mensile rimangono relativamente invariate, spesso con lievi deviazioni nella fine o nei primi periodi. Allo stesso tempo, i pazienti non provano disagio e non lamentano un deterioramento del benessere generale..

Come identificare il ciclo anovulatorio? La mancanza di ovulazione è accompagnata da due sintomi principali: problemi di concepimento e disfunzione mestruale. Le deviazioni dal ciclo normale possono essere accompagnate da periodi più pesanti e più lunghi. Anche la quantità di dimissioni e il numero di giorni possono diminuire. Se c'è un ritardo nelle mestruazioni durante il ciclo anovulatorio, questo potrebbe essere un segno di interruzione ormonale. In caso di ricorso prematuro a uno specialista, le mestruazioni possono essere assenti per 3-4 mesi.

Molte donne scambiano l'assenza delle mestruazioni per violazioni causate dall'influenza sfavorevole di vari fattori (stress, malattie passate, surriscaldamento, ipotermia, ecc.). Tali presupposti costringono i pazienti a rimandare la visita a un medico, il che porta ad un aggravamento e alla progressione del processo patologico..

Le donne che stanno pianificando una gravidanza e stanno monitorando l'inizio dell'ovulazione possono sospettare la sua assenza dai seguenti segni:

  • Leucorrea vaginale bianca a metà del ciclo;
  • Dolore sordo nella regione lombare;
  • Sensazione di fame costante;
  • Aumento del desiderio sessuale;
  • Sensazione di disagio nelle appendici.

Se trovi due o più sintomi, dovresti consultare uno specialista.

Diagnostica del ciclo monofasico

La diagnosi «il ciclo anovulatorio» è fatta da un dottore sulla base di dati da un'anamnesi ginecologica, reclami di pazienti, risultati di apparato e prove di laboratorio. Inoltre, la diagnosi di patologia include i seguenti esami clinici:

  • Determinazione e valutazione della temperatura rettale (basale) durante il ciclo. Con il ciclo anovulatorio, il grafico della temperatura basale rimane invariato e non aumenta nella seconda metà del ciclo.
  • Follicolometria. Misurare il diametro dei follicoli in maturazione nelle appendici.
  • Ultrasuoni: esame degli organi pelvici. Il ciclo mestruale anovulatorio sugli ultrasuoni è caratterizzato dall'assenza di follicoli dominanti.
  • Determinazione del livello di progesterone, estradiolo e altri ormoni nel sangue in entrambe le fasi del ciclo. Il progesterone durante il ciclo anovulatorio non aumenta nella prima metà del ciclo.
  • Raschiamento dell'utero seguito da esame di un campione di tessuto al microscopio.
  • Microscopia di striscio vaginale, uretrale.
  • PCR - analisi per rilevare infezioni genitali.
  • Determinazione del livello di prolattina, ormoni maschili e ormoni tiroidei.

In alcune situazioni, per la diagnosi del ciclo anovulatorio monofase, è indicata la consultazione e l'esame da parte di un ginecologo - endocrinologo.

Trattamento del ciclo anovulatorio

Il ginecologo si occupa della terapia dei cicli mestruali monofase. Il ciclo monofasico, provocato da cause naturali, non necessita di intervento medico. La mancanza di ovulazione nelle donne in premenopausa, durante la pubertà e l'allattamento è normale..

La tattica e il regime di trattamento per il ciclo anovulatorio patologico sono determinati dal medico in base ai risultati di un esame completo, tenendo conto della causa dell'anovulazione, dell'età e dello stile di vita del paziente, nonché della durata del decorso e del tipo di disfunzione ormonale.

Con l'infertilità anovulatoria, le misure terapeutiche possono includere le seguenti azioni mediche:

  • Fermare il sanguinamento mestruale (se è diventato il motivo per andare dal medico). La tecnica più efficace è il curettage della cavità uterina.
  • Nomina di terapia ormonale sostitutiva finalizzata alla correzione dell'equilibrio ormonale e al ripristino della funzione mestruale. Il trattamento con farmaci ormonali include l'uso di farmaci estrogeni-gestageni, antiestrogeni e gonadotropi.
  • L'uso di farmaci che stimolano l'ovulazione. Consiste nell'iniezione di agenti ormonali.
  • Terapia antibatterica e antivirale.
  • Trattamento rinforzante generale (assunzione di complessi vitaminici).

Se l'insufficienza ormonale è provocata da cause esogene oggettive (patologie infiammatorie degli organi riproduttivi, traumi psicologici, sforzo fisico eccessivo, movimento), quindi per ripristinare l'ovulazione, è sufficiente neutralizzare i fattori provocatori.

Per il graduale ripristino del ciclo mestruale, viene inizialmente eseguito il raschiamento endometriale, dopodiché viene prescritta la terapia con ormone gonadotropico. La durata del trattamento è di 3-6 mesi. Da 7 a 10 giorni prima della data prevista delle mestruazioni, è indicata la somministrazione giornaliera di progesterone. Con un'eccessiva proliferazione dei tessuti endometrioidi, vengono utilizzati progestinici sintetici.

Con una funzione ovarica insufficiente, il trattamento di un ciclo mestruale monofasico include l'assunzione di farmaci estrogenici a basso dosaggio. Hanno un effetto benefico sull'attività delle appendici e sulla crescita dei follicoli. Nelle patologie infiammatorie croniche della cavità uterina, viene eseguita l'elettroforesi (stimolazione elettrica) della cervice. La terapia per l'assenza di ovulazione prevede, oltre ai farmaci ormonali, l'assunzione di complessi vitaminici, massaggio ginecologico, fisioterapia, fisioterapia, fangoterapia, ecc..

Previsione e prevenzione di un ciclo monofase

Con un trattamento tempestivo e tattiche ben scelte di azione terapeutica, la gravidanza dopo il ciclo anovulatorio si verifica nel 45% dei casi. Se non è possibile concepire naturalmente, si raccomanda alla donna di utilizzare tecnologie di riproduzione assistita. La più comune è la tecnica di fecondazione in vitro. In assenza di ovuli sani maturi, un ovulo donatore viene utilizzato per il concepimento artificiale.

La mancata identificazione e trattamento tempestivo dei cicli di anovulazione può portare ad anemia, sanguinamento mestruale disfunzionale, infertilità e disfunzione ovarica.

Il rispetto delle seguenti raccomandazioni aiuterà ad evitare lo sviluppo delle complicanze elencate e la comparsa di cicli anovulatori:

  • Una dieta equilibrata, nutriente e sana con l'inclusione di alimenti che contengono una quantità sufficiente di minerali e vitamine;
  • Terapia tempestiva e competente delle patologie infiammatorie e infettive del sistema genito-urinario;
  • Eliminazione dell'eccessivo stress psico-emotivo e fisico;
  • Mantenere uno stile di vita attivo (rinunciare alle dipendenze, attività fisica moderata);
  • Esame regolare da parte di un ginecologo (una volta ogni sei mesi).

Con la comparsa sistematica di cicli monofase, disfunzione mestruale e problemi di concepimento, dovresti consultare un medico. Dopo aver condotto una serie di studi, il medico determinerà la causa della condizione patologica e svilupperà un trattamento efficace che aiuterà a ripristinare il ciclo mestruale e l'ovulazione..

Attenzione! Questo articolo è pubblicato solo a scopo informativo e in nessun caso è materiale scientifico o consiglio medico e non può sostituire un consulto di persona con un medico professionista. Consultare medici qualificati per diagnosi, diagnosi e trattamento.!

Cause, sintomi e diagnosi di anovulazione

Articoli di esperti medici

  • Codice ICD-10
  • Cause
  • Fattori di rischio
  • Patogenesi
  • Sintomi
  • Complicazioni e conseguenze
  • Diagnostica
  • Diagnosi differenziale
  • Trattamento
  • Chi contattare?
  • Prevenzione
  • Previsione

Non appena il corpo della ragazza è pronto per la maternità, inizia il suo periodo. Circa a metà del ciclo mestruale, un uovo matura e lascia l'ovaio ogni mese, pronto per la fecondazione. Questo processo è chiamato ovulazione e richiede solo un quarto d'ora. È il giorno successivo al rilascio dell'uovo che è possibile la sua fecondazione e la nascita di una nuova vita. La disfunzione dell'ovaio, che è ridotta a una violazione della maturazione del follicolo e dell'uovo in esso o al suo rilascio al momento giusto, è chiamata anovulazione. Idealmente, una donna in età fertile dovrebbe essere pronta a concepire, trasportare e dare alla luce un bambino dal momento della pubertà fino al periodo della menopausa. Tuttavia, in realtà, tutto è leggermente diverso..

Codice ICD-10

Ragioni per la mancanza di ovulazione

Nelle donne praticamente sane, i cicli anovulatori possono essere osservati più volte all'anno, quando l'uovo non viene rilasciato. Sono causati da disturbi ormonali, poiché gli ormoni controllano il processo di ovulazione. Le ragioni dell'anovulazione con un background ormonale normale (inizialmente) sono inerenti alle sue fluttuazioni temporanee, a volte molto significative, causate da disfunzioni del sistema ipotalamo-ipofisi-ovaio associate a sovraccarico nervoso e fisico; disturbi alimentari (anoressia, bulimia, diete rigide); prendere farmaci; le conseguenze di patologie croniche acute e ricorrenti; un brusco cambiamento nel clima; ristrutturazione del sistema del parto e suo passaggio a una nuova fase. Questi periodi includono: puberale (sviluppo della fertilità); postpartum (periodo di allattamento al seno); premenopausa (perdita di fertilità). La mancanza di ovulazione causata da motivi temporanei è fisiologica e non richiede cure.

L'anovulazione causata dall'assunzione di contraccettivi orali richiede una discussione separata. La loro azione si basa sull'interruzione dei processi naturali che collegano l'ipotalamo, la ghiandola pituitaria e le ovaie. La maggior parte delle donne torna alla fertilità senza problemi quando smette di prendere la pillola, ma non tutte. È molto individuale.

L'anovulazione patologica (cronica) è la regolare assenza di ovulazione. La sua causa principale è lo squilibrio ormonale causato dalla disfunzione delle ovaie. La disfunzione ovulatoria è più comunemente osservata nelle donne con malattia dell'ovaio policistico. Distrofia ovarica prematura, eccesso o carenza di estrogeni, follitropina e luteotropina, una violazione del loro rapporto può influenzare il meccanismo di sviluppo dell'ovulazione. La sclerocistosi ovarica, che è considerata una complicanza del policistico o della distrofia, consiste nella formazione di più piccole cisti immature con una membrana densa.

Ma l'anovulazione dovuta alla mancanza di progesterone solleva interrogativi. Dopotutto, si può parlare di carenza di progesterone solo nella seconda fase del ciclo, quando l'ovulazione è già avvenuta. Se non c'è ovulazione, i livelli bassi di progesterone sono normali. La produzione insufficiente di progesterone viene solitamente considerata nel contesto dei disturbi mestruali e del processo di maturazione delle cellule germinali a causa della disfunzione delle ovaie. La carenza di progesterone isolata praticamente non si verifica, quindi la terapia con progesterone è criticata e non è riconosciuta da tutti i medici, almeno dalla massa.

Fattori di rischio

Fattori di rischio per disfunzione ovulatoria - patologie congenite degli organi riproduttivi e loro sviluppo; iperplasia surrenale; eccesso di prolattina o androgeni; ha sofferto di processi infiammatori acuti e cronici degli organi pelvici (in particolare endometrite ed endometriosi); infezioni trasmesse sessualmente; disfunzione della ghiandola tiroidea; obesità cronica o distrofia; cattive abitudini; anche l'influenza dei processi autoimmuni non è esclusa.

Patogenesi

I collegamenti patogenetici della violazione del processo di ovulazione sono i motivi sopra indicati che sconvolgono l'equilibrio ormonale, determinando una violazione della prima fase del ciclo ovulatorio in qualsiasi fase: maturazione o rilascio dell'uovo dal follicolo dominante.

La sindrome dell'ovaio policistico gioca un ruolo importante nella patogenesi dell'anovulazione. In questo caso, i meccanismi ovulatori ipotalamo-ipofisari e ovarico sono disturbati. Nella patogenesi della sclerocistosi, come sue complicazioni, viene considerata anche la sovrapproduzione di folliotropina, che contribuisce al lavoro anormale delle ovaie e alla formazione di cisti ricoperte da una membrana densa invece di follicoli, che rende impossibile l'ovulazione. Viene presa in considerazione anche la carenza di luteotropina.

Un'altra ipotesi in primo luogo fa emergere l'iperattività della corteccia surrenale, la ridotta secrezione di steroidi e la carenza di estrogeni, che sconvolge il processo di maturazione follicolare, porta allo sviluppo di sindrome androgenitale, anovulazione e amenorrea.

Per il periodo di formazione della fertilità, l'anovulazione è caratteristica, a causa di un livello insufficiente di luteotropina, la sua produzione cresce e raggiunge i suoi valori massimi di 15-16 anni. Il processo inverso: una diminuzione della sintesi degli ormoni necessari per l'ovulazione si verifica quando la capacità di riprodursi (menopausa).

Nei disturbi ipotalamo-ipofisari con un eccesso di prolattina, l'anovulazione è una conseguenza dell'effetto inibitorio di molte volte la quantità normale direttamente sulle ovaie, sulla funzione ipofisaria della produzione di luteotropina (non raggiunge il picco richiesto per l'ovulazione), ipotalamico - la sintesi dell'ormone di rilascio delle gonadotropine.

Neoplasie della localizzazione ipotalamica e altri neuroprocessi nell'ipotalamo, fame, una forte diminuzione del peso corporeo possono provocare una diminuzione e persino interrompere completamente la produzione di ormoni che rilasciano gonadotropine e con normali livelli di prolattina.

La conseguenza dell'intervento chirurgico per un adenoma ipofisario, così come la radioterapia, può essere l'assenza di ovulazione a causa di una forte diminuzione del livello degli ormoni gonadotropici. L'eccessiva secrezione di androgeni contribuisce a questo..

L'anovulazione può essere accompagnata dall'assenza di mestruazioni o sanguinamento uterino, tuttavia, molto più spesso le donne sperimentano un ciclo mensile monofase (anovulatorio), che termina con il sanguinamento mestruale. Il fallimento colpisce la fase ovulatoria e la secrezione e lo sviluppo del corpo luteo non si verificano affatto. Quasi l'intero ciclo monofase è la proliferazione delle cellule endometriali, seguita dalla loro necrosi e rigetto. Nel processo del suo corso nelle ovaie, le fasi di sviluppo e regressione del follicolo sono completamente diverse per natura e durata..

Per l'anovulazione, l'iperestrogenismo è più caratteristico durante l'intero ciclo, senza passare all'esposizione al progesterone nella seconda fase del ciclo normale. Sebbene a volte il livello di estrogeni sia ridotto, il che influisce sulla natura dei cambiamenti nell'endometrio - da ipo a iperplastico, accompagnato dalla crescita di polipi ghiandolari.

Il sanguinamento alla fine del ciclo anovulatorio è spiegato dalla regressione dei follicoli immaturi, che di solito è accompagnata da una diminuzione dei livelli di estrogeni. Lo strato funzionale dell'endometrio subisce cambiamenti distruttivi: compaiono aumenti della permeabilità vascolare, versamenti, ematomi e morte dei tessuti. Lo strato superficiale dell'endometrio viene rigettato, provocando sanguinamento. Se ciò non accade, si verifica sanguinamento di natura diapedica a causa della migrazione degli eritrociti attraverso le membrane vascolari..

Ogni terzo caso di infertilità femminile, secondo le statistiche, è causato da una mancanza di ovulazione. A sua volta, la principale causa di questa disfunzione, i ginecologi chiamano malattia dell'ovaio policistico, che viene diagnosticata non più di ogni decimo del gentil sesso in età fertile. Allo stesso tempo, i segni esterni della malattia policistica vengono rilevati dall'esame ecografico delle ovaie delle donne in età fertile due volte più spesso. Ma il quadro clinico corrispondente alla sindrome dell'ovaio policistico non si trova in tutti.

La sclerocistosi ovarica viene diagnosticata nel 3-5% delle patologie ginecologiche, un terzo dei casi è accompagnato da infertilità persistente.

Sintomi di mancanza di ovulazione

Fondamentalmente, le donne apprendono l'assenza di ovulazione quando il loro desiderio di diventare madre non viene realizzato. Dopo diversi tentativi infruttuosi di rimanere incinta, la maggior parte delle donne va dal medico per scoprire cosa c'è che non va in loro. Pertanto, il sintomo principale dell'anovulazione è l'incapacità di rimanere incinta. A volte, con l'anovulazione, si osserva amenorrea (dopo forti esperienze, sport estenuanti regolari, diete rigorose e digiuno). Tuttavia, la maggior parte delle donne mantiene il ciclo durante l'anovulazione, o meglio il sanguinamento, che una donna assume per le mestruazioni, poiché la differenza non si fa sentire né nella frequenza, né in termini quantitativi (perdita di sangue) o qualitativi (benessere della donna durante questo periodo). L'anovulazione con mestruazioni regolari non è affatto rara, ma piuttosto anche la norma.

Il sanguinamento uterino non è sempre regolare, tuttavia, le donne lo interpretano come un cambiamento nella durata del ciclo e di solito non si precipitano dal medico.

L'iperestrogenismo è caratterizzato da sanguinamento abbondante e prolungato. Il loro risultato può essere lo sviluppo di anemia (anemia), accompagnato dai suoi sintomi: debolezza, affaticamento, vertigini, mancanza di respiro, pallore della pelle, capelli e unghie secchi e fragili.

Per la carenza di estrogeni (ipoestrogenismo), sono caratteristiche le scarse dimissioni mensili e la loro breve durata. Può verificarsi amenorrea, che può indicare una malattia sclerocistica. All'ecografia, in questo caso, si osservano ovaie ingrossate o rimpicciolite, necessariamente ricoperte da formazioni grumose con i contorni delle cisti. Crescita dei capelli di tipo maschile, sottosviluppo dell'utero e delle ghiandole mammarie, sovrappeso. Non sono richiesti tutti i sintomi. Possono verificarsi sintomi di malessere generale: disturbi del sonno, libido, mal di testa, debolezza, letargia, affaticamento.

I primi segni di anovulazione non sono molto evidenti, il più evidente è che l'assenza di mestruazioni non viene spesso osservata. Tuttavia, dovrebbero essere avvertiti sintomi come irregolarità, un cambiamento nella quantità di secrezione (oligomenorrea); l'assenza dei soliti segni delle mestruazioni in avvicinamento (sindrome pre-mestruale) o la loro notevole diminuzione; nessun aumento della temperatura corporea basale nella seconda fase prevista del ciclo.

Sintomi allarmanti possono includere irsutismo (crescita eccessiva di capelli dipendenti dagli androgeni), cambiamenti significativi del peso corporeo in un breve periodo di tempo, scarica leggera dai capezzoli (iperprolattinemia), sbalzi d'umore improvvisi.

A volte devi essere molto attento a te stesso e al tuo corpo per notare un problema con il ciclo ovulatorio mensile e cercare aiuto medico in tempo, e non in una fase avanzata..

Esistono i seguenti tipi di assenza di ovulazione, a seconda della causa che l'ha provocata: anovulazione fisiologica e patologica. Il primo include periodi di ristrutturazione della fertilità: l'adolescenza, il postpartum e il periodo della sua estinzione.

I cicli anovulatori possono verificarsi in qualsiasi donna durante periodi di stress molto elevato, per motivi nutrizionali, malattie acute ed esacerbazioni di quelle croniche. Spesso semplicemente non vengono notati, a volte, se le cause che li hanno causati sono significative e prolungate, una donna può interrompere le mestruazioni o modificarne la frequenza e l'intensità. Quando il fattore di stress per il corpo viene eliminato, le condizioni della donna vengono solitamente normalizzate.

Con l'anovulazione patologica, l'assenza della seconda fase del ciclo mestruale si verifica regolarmente. L'anovulazione cronica è necessariamente accompagnata da infertilità persistente e spesso si trova proprio durante i tentativi di realizzare la sua funzione materna. I sintomi gravi per la forma cronica di mancanza di ovulazione non sono tipici, il sanguinamento mensile è generalmente regolare. Si può sospettare questa patologia in se stessi, fondamentalmente, misurando la temperatura basale. L'anovulazione patologica è soggetta a trattamento obbligatorio se una donna prevede di avere figli.

Ciclo anovulatorio: l'anovulazione è la principale causa di infertilità

Con tentativi falliti di rimanere incinta, le donne iniziano a prestare maggiore attenzione al ciclo mestruale. Calcolano i giorni "volanti" e monitorano attentamente la durata delle mestruazioni, dimenticandosi di controllare la qualità dell'ovulazione. Ma la presenza di giorni critici non è ancora un indicatore dell'ovulazione del corpo. Il ciclo anovulatorio (anovulazione) è una delle cause più comuni di infertilità femminile.

Che cos'è l'ovulazione e in che modo è correlata alla gravidanza

Il corpo di una donna sana e sessualmente matura è completamente adattato al concepimento, alla gravidanza e al parto. Il fatto che tutto sia in ordine con il sistema riproduttivo può essere giudicato dalla stabilità dei processi mensili: ovulazione e mestruazione.

"data-medium-file =" https://i0.wp.com/medcentr-diana-spb.ru/wp-content/uploads/2017/10/anavolyatornyiy-tsikl.jpg?fit=450%2C298&ssl=1? v = 1572898613 "data-large-file =" https://i0.wp.com/medcentr-diana-spb.ru/wp-content/uploads/2017/10/anavolyatornyiy-tsikl.jpg?fit=831%2C550&ssl = 1? V = 1572898613 "src =" https://i0.wp.com/medcentr-diana-spb.ru/wp-content/uploads/2017/10/anavolyatornyiy-tsikl.jpg?resize=891%2C590 " alt = "Anavolyator cycle" width = "891" height = "590" srcset = "https://i0.wp.com/medcentr-diana-spb.ru/wp-content/uploads/2017/10/anavolyatornyiy-tsikl.jpg? w = 891 & ssl = 1 891w, https://i0.wp.com/medcentr-diana-spb.ru/wp-content/uploads/2017/10/anavolyatornyiy-tsikl.jpg?w=450&ssl=1 450w, https://i0.wp.com/medcentr-diana-spb.ru/wp-content/uploads/2017/10/anavolyatornyiy-tsikl.jpg?w=768&ssl=1 768w, https: //i0.wp. com / medcentr-diana-spb.ru / wp-content / uploads / 2017/10 / anavolyatornyiy-tsikl.jpg? w = 831 & ssl = 1 831w "izes = "(larghezza massima: 891px) 100vw, 891px" data-recalc -dims = "1" />

L'ovulazione è la maturazione e il rilascio di un uovo maturo dall'ovaio nelle tube di Falloppio per la fecondazione. Le mestruazioni sono il sanguinamento che rimuove lo strato mucoso (endometrio) dall'utero, che forma ogni nuovo ciclo, e un uovo non fecondato. Se si è verificata la fecondazione, l'uovo si attacca alle pareti dell'utero e le mestruazioni non iniziano..

Dopo il parto, il ciclo riprende, quindi ogni mese di anno in anno. Ma a volte, per qualche motivo, l'uovo non si forma o non matura. Una condizione patologica in cui non c'è rilascio di un uovo pronto per la fecondazione è chiamata anovulazione.

Il ciclo anovulatorio è un periodo di sanguinamento mestruale in una fase, in cui non c'è ovulazione e formazione di un corpo luteo. La regolarità dell'inizio delle mestruazioni può essere mantenuta..

Esistono due tipi di ciclo anovulatorio:

  • fisiologico - normale;
  • patologico: richiede un trattamento.

L'anovulazione può verificarsi di tanto in tanto, fino a più volte all'anno, e questo è considerato normale. Con l'età, tali fallimenti si verificano sempre più spesso, sfociando senza intoppi nella menopausa. Ma succede che anche una giovane donna non ovuli affatto: questo è un buon motivo per diagnosticare e curare l'infertilità.

Cos'è il ciclo anovulatorio?

Come suggerisce il nome, il ciclo anovulatorio è il periodo in cui una donna perde l'ovulazione. Per coloro che non pianificano per i bambini, sono protetti o non attribuiscono importanza a questo, l'anovulazione spesso si verifica in modo impercettibile. Ciò è dovuto alla particolarità del sanguinamento mestruale: le mestruazioni possono avvenire come al solito.

Nel normale ciclo mestruale, la produzione dell'ormone progesterone, che regola l'emorragia nei giorni critici, è stimolata dal rilascio dell'uovo. È questo ormone che aiuta il corpo di una donna a mantenere periodi regolari. Durante il ciclo anovulatorio, livelli di progesterone insufficienti possono causare sanguinamento uterino di diversa natura, che viene scambiato per le mestruazioni..

Cause di anovulazione

Un ciclo mestruale senza ovulazione è più comune in due diversi gruppi di età:

  • Ragazze che sono appena entrate nel periodo della crescita. Gli adolescenti di solito sperimentano cicli anovulatori un anno dopo il loro primo periodo (menarca).
  • Donne prossime alla menopausa (dai 40 ai 50 anni). Cambiamenti ormonali significativi si verificano nei loro corpi..

In entrambi i casi, la mancanza di ovulazione provoca improvvisi cambiamenti nei livelli ormonali..

Nelle donne in età fertile attiva, anovulazione cronica. Cause:

  • disturbi ormonali (endocrini), disfunzione ovarica;
  • malattie infiammatorie del sistema riproduttivo, IST;
  • peso corporeo troppo alto (obesità) o troppo basso (anoressia);
  • attività fisica estrema;
  • pubertà tardiva, menopausa precoce;
  • alti livelli dell'ormone prolattina;
  • forte stress
  • cambiamento climatico.

Sono possibili altri motivi, ad esempio sottosviluppo delle ovaie, problemi genetici, ecc..

Segni indiretti di anovulazione, indicanti disturbi ormonali:

  • la crescita dei peli del viso e del corpo in luoghi insoliti;
  • acne;
  • sanguinamento o "imbrattamento" al di fuori del ciclo;
  • problemi con il concepimento.

Segni che l'ovulazione non si è verificata

Il segno principale dell'anovulazione è l'assenza di mestruazioni. Il resto dei sintomi sono meno evidenti, ma possono essere abbastanza calcolati, sapendo come procede il normale processo.

Segni di ovulazione normale, rilevati tra 7-14 giorni dopo l'ultimo periodo:

  • Cambiamenti nella natura e nella quantità di perdite vaginali durante l'intero ciclo - da liquido trasparente a viscoso, colore lattiginoso.
  • Dolore, tensione delle ghiandole mammarie.
  • Sensazioni di trazione nella regione ovarica, nell'addome inferiore.
  • Salti di temperatura basale.
  • Aumento della libido.

Maggiori informazioni sui metodi per determinare l'ovulazione nel nostro articolo "Cos'è l'ovulazione".

Temperatura basale durante il ciclo anovulatorio

Uno dei segni di anovulazione che può essere rilevato a casa è una violazione del grafico della temperatura corporea basale..

Nelle donne sane, il ciclo attraversa tutte le fasi, in cui l'ovulazione è accompagnata da un leggero aumento della temperatura - fino a 37 gradi. La temperatura basale viene misurata per via rettale. Se l'ovulazione non si verifica, la temperatura viene mantenuta normale per l'intero periodo..

Come diagnosticare correttamente l'anovulazione?

Quando una donna non ha il ciclo per molto tempo o il ciclo è molto instabile - ha lunghi intervalli - l'anovulazione può essere diagnosticata molto rapidamente. È sufficiente sottoporsi a un piccolo esame. Il ginecologo prescriverà:

Se l'analisi per il progesterone non ha dato un risultato chiaro e l'ecografia non ha mostrato patologie ovariche, vengono effettuati ulteriori studi:

  • uno striscio per un gruppo di infezioni;
  • ecografia complessa della piccola pelvi;
  • Ecografia ovarica;
  • Ultrasuoni del corpo luteo;
  • Ultrasuoni della tiroide, poiché produce anche ormoni che possono influire sulla funzione riproduttiva;
  • complesso di analisi per gli ormoni: vengono esaminati gli ormoni sessuali, gli ormoni tiroidei e gli ormoni ipofisari.

Trattamento di anovulazione

Il trattamento consiste nell'eliminare la causa della mancata ovulazione. È importante capire che l'autotrattamento di questa patologia è completamente escluso. Il consiglio principale: segui tutte le prescrizioni del tuo medico.

Il ginecologo può prescrivere:

  • Farmaci ormonali. Esistono farmaci che stimolano il processo ovulatorio. Agiscono sulla maturazione dei follicoli, aumentano il livello di estrogeni e migliorano la capacità dell'uovo di lasciare l'ovaio. Tali farmaci vengono prescritti solo dopo aver superato tutti i test, poiché dosaggi errati portano a una condizione ancora peggiore: l'iperstimolazione ovarica. È anche importante sapere che con la stimolazione ormonale dell'ovulazione, più uova possono maturare contemporaneamente, il che porterà a gravidanze multiple..
  • Antibiotici, farmaci antivirali. Se vengono rilevate infezioni, devono essere trattate. Anche con il ripristino del ciclo e l'ovulazione, il processo infiammatorio nel sistema riproduttivo prima o poi porterà alla sterilità. Le malattie sessualmente trasmissibili sono associate a problemi come l'ostruzione dei tubi, l'idrosalpinge - infiammazione purulenta dell'ovaio, in cui si scioglie semplicemente.
  • Chirurgia. Se i cicli anovulatori sono associati a patologie d'organo, viene eseguita un'operazione.
  • Cambiamenti nello stile di vita. Se i disturbi del ciclo sono legati a influenze esterne, come dieta o stile di vita, il trattamento includerà la regolazione delle abitudini alimentari e l'esercizio rilassante. Potresti anche dover affrontare l'eccesso di peso o, al contrario, ottenerlo.

A volte, la felicità della maternità è molto difficile per una donna, quindi cerca di non iniziare malattie e contatta un ginecologo in modo tempestivo.

Se trovi un errore, seleziona una parte di testo e premi Ctrl + Invio

3 approcci al trattamento del ciclo anovulatorio nelle donne

Negli ultimi 10 anni, c'è stato un costante aumento del numero di donne con disturbi riproduttivi. Nonostante il ritmo attivo dello sviluppo della scienza medica, oggi sempre più coppie sposate si trovano ad affrontare il problema dell'infertilità. Ci sono molte ragioni per l'infertilità maschile e femminile e tutte meritano attenzione. Una delle principali cause di infertilità femminile è la violazione del ciclo mestruale, ovvero il ciclo anovulatorio.

Ciclo anovulatorio: un problema della ginecologia moderna

Il ciclo anovulatorio è un grave problema per la pratica di ostetriche, ginecologi e specialisti della riproduzione. Per capire, il ciclo anovulatorio: che cos'è e perché i medici di tutti i paesi sono preoccupati, considera qual è la norma.

Il ciclo mestruale è un cambiamento che si verifica regolarmente nel corpo di una donna, finalizzato alla possibilità di concepimento. La manifestazione esterna dei cambiamenti ciclici è il sanguinamento dal tratto genitale - le mestruazioni. Normalmente, il ciclo mestruale di ogni donna si compone di due fasi: follicolare e luteale. La fase follicolare (altrimenti follicolare) inizia il giorno 1 del ciclo, che corrisponde all'inizio delle mestruazioni. Sotto l'influenza dell'FSH (ormone follicolo-stimolante), si verifica la crescita e la maturazione del follicolo, uno speciale componente strutturale contenente l'uovo. Con un ciclo di 28 giorni, la durata di questa fase è solitamente di 13-14 giorni..

La fase follicolare termina con l'ovulazione. In questo momento, il follicolo si rompe e l'uovo maturo viene rilasciato nella tuba di Falloppio. In questa fase viene determinata la più alta concentrazione di ormone luteinizzante, la cui secrezione aumenta a partire dal 7 ° giorno. Per un breve periodo di ovulazione, che dura 36-48 ore, sono possibili la fecondazione e l'ulteriore sviluppo della gravidanza. Dopo l'ovulazione, inizia la fase successiva: luteale.

Con il passaggio a una nuova fase, il rapporto degli ormoni cambia. Il livello di LH e FSH diminuisce, la concentrazione di estrogeni aumenta. Sotto l'influenza degli estrogeni, l'endometrio - la membrana mucosa che riveste la cavità uterina - inizia a crescere, preparando un posto per un uovo fecondato. Insieme a questo, il follicolo rotto viene trasformato in un corpo luteo attivo dal punto di vista ormonale, che produce l'ormone progesterone. Se la gravidanza non si verifica, il corpo luteo subisce uno sviluppo inverso, il livello di estrogeni e progesterone diminuisce e si verifica il rigetto endometriale - mestruazioni.

In una situazione in cui, per un motivo o per l'altro, i cicli anovulatori prevalgono sui cicli ovulatori, si parla di anovulazione cronica. Senza una soluzione a questo problema, le possibilità di rimanere incinta sono ridotte a zero, il che fa sì che le donne cerchino l'aiuto di specialisti..

Cause del ciclo anovulatorio

Disturbi ormonali

I disturbi endocrini sono le principali cause di anovulazione. Sono coinvolti nella regolazione del normale ciclo mestruale: la corteccia cerebrale; strutture speciali del cervello - l'ipotalamo e la ghiandola pituitaria, in cui vengono prodotti gli ormoni (inclusi LH e FSH); ovaie che producono estrogeni, androgeni e progesterone; così come l'utero. La rottura di uno qualsiasi dei collegamenti porta a una violazione del ciclo mestruale.

Le strutture che formano gli ormoni della ghiandola pituitaria e dell'ipotalamo lavorano in connessione diretta tra loro. La produzione di FSH, responsabile della formazione e della maturazione del follicolo, avviene nella ghiandola pituitaria ed è regolata dall'ipotalamo. Qualsiasi squilibrio negli ormoni impedisce la formazione o la crescita dei follicoli, il che rende impossibile la maturazione e la fecondazione dell'uovo. La disfunzione del sistema ipotalamo-ipofisario si verifica a seguito di traumi, processi tumorali, malattia di Itsenko-Cushing, con sindrome della sella turca vuota, prolattinoma.

Patologia tiroidea

Oltre al ciclo mestruale, il lavoro del sistema ipotalamo-ipofisario è strettamente associato al lavoro della ghiandola tiroidea. La sintesi degli ormoni tiroidei da parte della tiroide è controllata anche dalla ghiandola pituitaria e dall'ipotalamo. Malattie come l'ipotiroidismo e l'ipertiroidismo possono interrompere il delicato equilibrio degli ormoni luteinizzanti e follicolo-stimolanti, nonché degli estrogeni e del progesterone, causando così irregolarità mestruali, inclusa l'anovulazione.

Mancanza di vitamina D.

Come sapete, la vitamina D può entrare nel corpo dall'esterno con il cibo o formarsi nella pelle sotto l'influenza della luce solare. In entrambi i casi, subisce una serie di modifiche, formando vari metaboliti. Uno di questi metaboliti, D3, è coinvolto nella formazione dei follicoli: la follicologenesi.

I recettori della vitamina D si trovano in tutti gli organi e tessuti del sistema riproduttivo (ovaie, endometrio, miometrio). La concentrazione fisiologica della vitamina D e dei suoi metaboliti favorisce un'adeguata produzione ovarica di estrogeni e progesterone, nonché la stabilità del ciclo mestruale.

Malattie acquisite

Poiché l'ovulazione si verifica nelle ovaie, qualsiasi danno a questo organo può portare all'anovulazione, anche con un normale background ormonale. I fattori che contribuiscono a una diminuzione della fertilità includono malattie infiammatorie croniche (annessite), malattia policistica, crescita del tumore.

Patogenesi della condizione

Durante il ciclo anovulatorio si verificano periodi di crescita del follicolo di diverso tempo e caratteristiche. Tuttavia, non si verifica la rottura tempestiva del follicolo e il successivo rilascio di un uovo maturo e il follicolo non rotto può persistere a lungo prima di subire la degenerazione (sviluppo inverso).

Il follicolo stesso produce ormoni estrogeni, che causa iperestrogenismo, una saturazione eccessiva del sangue con estrogeni. In questo caso, si osserverà una diminuzione della componente gestagena, poiché la formazione del corpo luteo, responsabile della produzione di progesterone, è impossibile senza la rottura del follicolo. Le fluttuazioni del livello ormonale caratteristiche di un normale ciclo mestruale non si verificano. La loro concentrazione nel sangue diventa monotona e il ciclo stesso in questo caso è chiamato monofasico. In questo caso, l'emorragia in via di sviluppo viene solitamente chiamata non mestruazione, ma reazione mestruale.

Quali manifestazioni indicano ciclo anovulatorio?

Non è sempre possibile sospettare in modo indipendente un ciclo anovulatorio. A volte le donne apprendono l'anovulazione cronica solo contattando un medico con un problema di infertilità. Tuttavia, ci sono diversi segni che indicano un malfunzionamento del sistema riproduttivo..

Prima di tutto, si richiama l'attenzione sul cambiamento nella natura del sanguinamento mestruale. Nel caso dell'iperestrogenismo, le reazioni mestruali saranno caratterizzate da un aumento della durata della perdita di sangue, nonché dal volume di sangue perso. In alcuni casi, il ciclo anovulatorio si verifica sullo sfondo dell'ipoestrogenismo, una ridotta concentrazione di estrogeni. Questa condizione è caratterizzata da un sanguinamento mestruale scarso, ma una breve pausa tra di loro..

In altri casi, associati alla patologia degli organi produttori di ormoni, come nella malattia di Itsenko-Cushing, prolattinoma, ipotiroidismo, sindrome ipotalamica, c'è un aumento non nutritivo del peso corporeo, deposizione di grasso nell'addome, aumento della crescita dei capelli, comparsa di strie sulla pelle - viola brillante smagliature.

Come confermare che non c'è ovulazione?

Esistono diversi modi per determinare il ciclo anovulatorio. Il metodo più semplice per determinare l'ovulazione è misurare la temperatura nel retto, o altrimenti - la temperatura basale. Nella prima fase del ciclo, questa temperatura è di 37 gradi. Durante l'ovulazione, che è accompagnata da un picco nella concentrazione di LH, la temperatura sale a 37,4 - 37,7 gradi, quindi diminuisce al livello precedente. L'assenza di fluttuazioni nella temperatura misurata indica un ciclo monofasico.

Un altro metodo diagnostico disponibile a casa è il sistema di test di ovulazione. Simile a un test di gravidanza, un test di ovulazione è costituito da diverse strisce di carta su cui viene applicato un reagente speciale. Immergendo una tale striscia nell'urina, è possibile determinare se si è verificato un aumento del livello dell'ormone luteinizzante, che a sua volta fa presagire l'inizio imminente dell'ovulazione.

Dei metodi diagnostici strumentali che aiutano a determinare l'anovulazione, il più informativo e accessibile è l'ecografia. Secondo lo studio è possibile risalire all'assenza di un follicolo dominante.

La determinazione di laboratorio del livello di LH, FSH, estrogeni aiuta a scoprire se si verifica l'ovulazione, se ci sono disturbi ormonali nel corpo della donna e anche a sospettare qualche tipo di patologia endocrina.

Il criterio decisivo è l'esame istologico dell'endometrio ottenuto a seguito del curettage diagnostico. Tuttavia, questo metodo di ricerca non viene utilizzato per diagnosticare solo l'anovulazione. Il raschiamento della cavità uterina è prescritto per indicazioni rigorose (sanguinamento, iperplasia o polipi endometriali), ma il risultato dell'istologia rivela l'assenza di ovulazione nell'endometrio alterato.

Approcci terapeutici

Se sospetti i sintomi del ciclo anovulatorio, dovresti assolutamente consultare un medico. Solo un ostetrico-ginecologo può capire le ragioni, scegliere il trattamento appropriato per il ciclo anovulatorio e dare raccomandazioni. Le tattiche di trattamento dipenderanno dalle cause del disturbo mestruale..

  1. La terapia ormonale si basa sulle anomalie identificate nei livelli ormonali. La differenza fondamentale nella scelta dei farmaci e degli schemi per il loro utilizzo dipenderà dal grado di saturazione degli estrogeni. Con una mancanza di estrogeni, verranno mostrati farmaci contenenti basse dosi di questo ormone. Con l'iperestrogenismo, è consigliabile utilizzare i progestinici. Se la ragione sta nell'aumentata produzione di prolattina, l'obiettivo del trattamento in una situazione del genere sarà sopprimere la produzione di questo ormone. È importante ricordare che è possibile iniziare o interrompere l'assunzione di farmaci solo su prescrizione medica..
  2. La terapia vitaminica è di grande aiuto nel trattamento di un ciclo mestruale disturbato. Oltre alla vitamina D, che è coinvolta nella formazione dei follicoli, rivestono grande importanza le vitamine del gruppo B. Sono elementi ausiliari nella formazione degli ormoni sessuali. A volte è sufficiente eliminare la carenza di vitamine per ripristinare la fertilità..
  3. La fitoterapia e la medicina tradizionale non sono i principali metodi di trattamento dell'anovulazione, ma possono essere utilizzate come componente ausiliario. Decotti e infusi di borace utero, salvia, adone sono molto popolari. In generale, i decotti alle erbe hanno un effetto tonificante e tonificante, aumentando le forze di adattamento del corpo, aiutando a combattere lo stress. Tuttavia, prima di iniziare la fitoterapia, dovresti consultare un medico..

L'anovulazione fisiologica non è una condizione dolorosa e non richiede alcun trattamento.

Previsione delle condizioni

Nella maggior parte dei casi, le cause dell'anovulazione sono acquisite e suscettibili di correzione. La medicina moderna ha un arsenale abbastanza ampio di mezzi per trattare questa patologia, e quindi l'anovulazione non è motivo di disperazione. Un corso di trattamento adeguatamente sviluppato consente di eliminare i disturbi ormonali e ottenere una gravidanza indipendente.

È possibile la prevenzione?

Non esiste una prevenzione specifica dell'anovulazione cronica. Tuttavia, dovresti prestare attenzione alla tua salute. Il trattamento tempestivo e la prevenzione delle malattie infiammatorie, l'alimentazione equilibrata, il regime di lavoro e di riposo, possono ridurre i rischi di formazione del ciclo anovulatorio.

Conclusione

L'anovulazione cronica, come una delle principali cause di infertilità femminile, è un problema serio che non può essere risolto da solo. Se sospetti che qualcosa non vada, dovresti assolutamente fissare un appuntamento con un medico. Il medico ti aiuterà a capire la varietà di cause che possono causare patologie, oltre a scegliere il trattamento corretto. Solo in caso di stretta collaborazione con un ostetrico-ginecologo si possono ottenere risultati positivi e la diagnosi di anovulazione non sarà una condanna.

Abbiamo lavorato duramente per assicurarci che tu possa leggere questo articolo e saremo lieti di ricevere il tuo feedback sotto forma di valutazione. L'autore sarà lieto di vedere che sei stato interessato a questo materiale. Grazie!

Molte donne conoscono la durata del loro ciclo mestruale e possono dire quando i loro periodi dovrebbero iniziare pochi giorni prima che compaiano i primi segni del loro approccio.