Vulvite nelle donne: come si manifesta e come trattarla?

La vulvite nelle donne è giustamente considerata la malattia più comune tra la popolazione femminile, in cui è presente una lesione infiammatoria degli organi genitali esterni e del vestibolo della vagina.

I genitali esterni sono considerati le labbra, il clitoride e l'imene. Quando questi organi si infiammano, portano molto disagio e disagio alla vita di una donna..

  1. Fattori di sviluppo
  2. Cause di occorrenza
  3. Sintomi
  4. Vulvite acuta
  5. Vulvite cronica
  6. Forme e tipi di malattia
  7. Le conseguenze della vulvite nelle donne
  8. Diagnosi di vulvite nelle donne
  9. Trattamento della vulvite nelle donne
  10. Trattamento della vulvite primaria e secondaria nelle donne
  11. Trattamento della vulvite con rimedi popolari
  12. Prevenzione della vulvite nelle donne
  13. Recensioni sul trattamento della vulvite

Fattori di sviluppo

Non ci sono solo ragioni per lo sviluppo di questo processo patologico, ma anche fattori provocatori della vulvite..

Questi includono:

  • Indossare biancheria intima scomoda e aderente in tessuto sintetico.
  • Aumento del peso corporeo. Porta ad un aumento della sudorazione e delle eruzioni cutanee nelle zone intime..
  • Mancato rispetto delle regole di pulizia personale del corpo e igiene intima.
  • Essere in condizioni sfavorevoli con elevata umidità.
  • Nella vecchiaia, può svilupparsi sullo sfondo di una carenza ormonale di estrogeni.
  • Durante l'inizio della gravidanza, l'aumento dei livelli ormonali di solito provoca questa malattia.

Cause di occorrenza

Ci sono molte ragioni nell'eziologia dello sviluppo di questa malattia, la loro presenza non indica che una donna si ammalerà di questa particolare patologia. Ma con l'indebolimento del corpo e in combinazione con fattori di rischio, portano allo sviluppo di questa patologia.

È consuetudine evidenziare i seguenti motivi:

  • Inosservanza delle norme igieniche:
    • Non usare articoli per l'igiene personale, specialmente durante le mestruazioni.
    • Indossare biancheria intima stretta.
    • Assorbenti e tamponi vaginali di scarsa qualità.
  • Impatto meccanico. Violenti contatti sessuali, in cui gli organi genitali esterni ricevono microtraumi.
  • Una caratteristica individuale del corpo, una tendenza alla sudorazione eccessiva.
  • Scarico mucoso abbondante, con conseguente irritazione della vulva.
  • Prescrivere la terapia antibiotica a causa dei suoi effetti collaterali.
  • Malattie che sono accompagnate da un lungo decorso:
    • Diabete.
    • Obesità alimentare.
    • Leucemia del sangue.
    • Condizioni causate da carenza di vitamine.
  • Conseguenze delle radiazioni.
  • Risultato di allergia.
  • Le conseguenze delle fistole delle vie urinarie e del retto, che si trovano nel perineo.
  • Invasioni elmintiche.

Sintomi

Il quadro clinico di questa malattia è molto vario. Ma spesso le donne non prestano attenzione ai sintomi che indicano la presenza di vulvite e credono che questo sia lo sviluppo di una sorta di processo del freddo.

Vulvite acuta

Nella forma acuta si notano i seguenti sintomi:

  • Sensazioni dolorose che ti fanno sentire a disagio mentre svuoti la vescica o fai sesso.
  • Appare lo scarico dalla vagina. La loro natura dipende dall'agente patogeno, sono sierosi o purulenti - sierosi.
  • La sensazione di prurito non lascia la donna per tutto il giorno e si intensifica di notte.
  • Gonfiore e arrossamento dei genitali esterni, che a volte sono accompagnati dalla comparsa di ulcere e piccole vesciche.
  • A volte può esserci una forte ipertermia e un aumento dei linfonodi regionali.
  • Sintomi di disuria.
  • A causa della costante sensazione di disagio, dolore, prurito, graffi, si verificano disturbi del sonno. Il paziente può apparire eccitabile, emotivamente instabile..

Vulvite cronica

Nella forma cronica di questo processo patologico, la sintomatologia non è brillante e spesso la donna non va alla clinica prenatale. Le visite mediche annuali aiutano a riconoscere la malattia e stabilire una diagnosi accurata.

La vulvite cronica è accompagnata dai seguenti sintomi:

  • Una leggera sensazione di bruciore e prurito nella zona genitale.
  • Disuria.
  • Lo scarico è scarso.
  • Leggero rossore delle grandi labbra.

Forme e tipi di malattia

Questa patologia è caratterizzata dalla presenza di tre forme di vulvite:

  1. Acuto. La caratteristica principale, la presenza di un quadro clinico vivido, dura non più di un mese. Dopo di che le manifestazioni cliniche si placano.
  2. Subacuto. Ha un processo ciclico, esacerbazione, è sostituito da un periodo di decadimento. A causa del fatto che i sintomi clinici scompaiono da soli, il paziente non cerca aiuto. Dura 3 mesi.
  3. Cronico. Forma pigra di vulvite.

Per eziologia, la vulvite può essere:

  • Infettivo È causato da un'infezione microbica. Può essere chiamato:
    • Microflora condizionatamente patogena (Escherichia coli, Staphylococcus aureus, Streptococcus aureus).
    • Infezioni specifiche (gonorrea, micoplasmosi, clamidia, tricomoniasi, ureaplasmosi).
    • Vaginite da Candida causata da funghi Candida.
  • Non infettivo. Si verifica a seguito di lesioni, sviluppo di allergie (vaginite allergica), ustioni.

Anche la vulvite può essere:

  1. Primaria, quando la malattia si manifesta con l'arrivo di un'infezione microbica dall'esterno.
  2. Secondario, trascurato, è una conseguenza di un'infezione che è già nel corpo.

Questo processo patologico è classificato in base al tipo di malattia nelle diverse età:

  1. L'esordio della vulvite nei primi anni di vita (fino a 1 anno).
  2. Età dei bambini (fino a 8 anni).
  3. Vulvite adolescenziale (prima dell'inizio della prima mestruazione).
  4. Vulvite della pubertà, dopo l'inizio delle mestruazioni.

Le conseguenze della vulvite nelle donne

La vulvite nelle donne, in qualunque forma si sviluppi, non è fatale.

Ma se non viene riconosciuto in tempo e non viene presa la terapia adeguata, possono sorgere varie complicazioni:

  • A causa del fatto che è accompagnato da un forte prurito, appaiono graffi. Si infettano nel tempo e portano allo sviluppo di erosioni e lesioni ulcerative dei genitali..
  • La malattia diventa cronica, a causa della quale è molto più difficile da curare.
  • L'infezione si diffonde in modo ascendente e colpisce la vescica e altri organi (si sviluppa cistite o cervicite).
  • Promuove lo sviluppo del processo adesivo, il cui luogo di localizzazione sono le labbra (specialmente durante l'infanzia).
  • Un'altra conseguenza pericolosa per le ragazze è l'infiammazione dell'imene. Diventa denso e la sua apertura può essere completamente invasa. Quando compare il primo periodo, questo può portare all'accumulo di sangue nella vagina..
  • Ciò può anche causare una serie di inconvenienti ai primi contatti sessuali..
  • Nelle forme croniche di un processo infettivo prolungato, può portare allo sviluppo di infertilità.
  • Lo sviluppo di questa patologia è molto pericoloso durante il corso della gravidanza. Poiché provoca una violazione dell'elasticità dei tessuti e durante l'inizio del travaglio, con la comparsa di tentativi, si possono osservare conseguenze indesiderabili, che portano alla rottura del muscolo perineale.
  • Inoltre, quando il feto passa attraverso il canale del parto, gli occhi vengono infettati nel neonato, che si sviluppa sotto forma di blefarocongiuntivite..
  • Se la malattia è causata da batteri opportunisti, il bambino può sviluppare la disbiosi.
  • Come risultato di questa malattia nel periodo postpartum, aumenta il rischio di sviluppare endometrite..

Diagnosi di vulvite nelle donne

Per identificare questa malattia, la prima cosa da fare è consultare un ginecologo.

Dopo un'accurata raccolta dell'anamnesi e l'ascolto dei reclami della paziente, il medico procede all'esame vaginale.

Di solito, la diagnosi è semplice. All'esame, c'è gonfiore delle grandi labbra e delle piccole labbra, il loro rossore.

Puoi anche vedere la scarica caratteristica e i cambiamenti nello strato epiteliale..

Alla palpazione, c'è dolore e ingrossamento dei linfonodi regionali..

Successivamente, il materiale viene prelevato per l'istologia e per l'inoculazione batterica. Quando si eseguono queste analisi, si conosce il tipo di agente patogeno e la sua sensibilità ai farmaci antibatterici.

Come possono essere applicati metodi di ricerca aggiuntivi:

  • Colposcopia.
  • Biopsia.
  • Ultrasuoni.
  • Analisi delle feci per la presenza di invasioni elmintiche.
  • Analisi con metodo PCR, per la presenza di malattie a trasmissione sessuale.
  • Consultazione di specialisti correlati (dermatologo, venereologo, terapista, pediatra).

Trattamento della vulvite nelle donne

Per sbarazzarsi completamente di questa malattia, è necessario eseguire un trattamento complesso, con una combinazione di diversi farmaci farmacologici..

Una donna dovrebbe contattare una clinica prenatale a un ginecologo o una clinica venereologica per un venereologo:

  1. Con lo sviluppo della vulvite acuta, si raccomanda di osservare il riposo a letto ed escludere completamente il contatto sessuale.
  2. Viene prescritta una terapia antibatterica, basata sulla coltura batterica condotta in precedenza. Vengono prescritti principalmente antibiotici ad ampio spettro.
  3. Per eliminare il prurito, puoi usare un unguento all'idrocortisone o altri unguenti anestetici (Levosin). Inoltre, questi sintomi sono ben eliminati quando si utilizza la fisioterapia (elettroforesi, radiazioni ultraviolette).
  4. Se c'è una causa di allergia nell'eziologia della vulvite, vengono prescritti antistaminici (Tavegil, Suprastin, Loratadin).
  5. Una buona aggiunta nel trattamento di questa patologia sarà la prescrizione di farmaci che aumentano il funzionamento del sistema immunitario.A tale scopo vengono prescritti complessi multivitaminici:
    1. Complivit.
    2. Undevit.
    3. Centrum.
  6. La dieta gioca un ruolo importante. Il cibo non deve contenere cibi salati, dolci, piccanti o piccanti.
  7. Per tutta la malattia, le lozioni sono preparate con furacilina, soluzione di miramistina o eucalipto.
  8. Piccoli bagni sedentari con una soluzione di permanganato di potassio o un decotto di erbe medicinali (calendula, spago, camomilla) possono essere utilizzati quotidianamente.
  9. Al mattino e alla sera, i genitali devono essere trattati con una soluzione debole di acido borico o permanganato di potassio.
  10. È consentito il lavaggio con l'uso di soluzioni antisettiche e l'impostazione di supposte vaginali durante la notte.
  11. Dopo qualsiasi procedura balneologica, i genitali devono essere asciugati con tovaglioli morbidi e cosparsi di streptocide.
  12. La vulvite in una donna è molto curabile con l'uso delicato dei raggi X. Questo tipo di trattamento è stato utilizzato relativamente di recente. Per eseguirlo, è necessario eliminare tutte le secrezioni patologiche lavando i genitali o usando un bagno geniale. Successivamente si verifica una singola dose di radiazioni che provoca la disgregazione dell'infiltrato ed elimina la sindrome del dolore e la presenza di prurito.Una seconda seduta viene eseguita dopo 3 settimane. Questo tipo di terapia è molto buono da usare se la vulvite è accompagnata da lesioni ulcerative ed erosioni..

È più difficile trattare la vulvite nelle donne in gravidanza, quindi tutte le misure preventive devono essere seguite durante questo periodo. È molto difficile eseguire la terapia sullo sfondo di tutti i trimestri, poiché l'uso e l'uso di antibatterici e molti farmaci antisettici e antiallergici in questo momento sono altamente indesiderabili. Un tale tandem può influire negativamente sulla salute del nascituro..

Per il trattamento di donne con una forma subacuta di vulvite, si osservano un buon effetto e dinamiche positive quando si usa l'agopuntura. Inoltre, durante questo periodo vengono utilizzate la fisioterapia e la fangoterapia..

Oltre a limitare la vita sessuale, per l'intero periodo di trattamento, si sconsiglia di visitare:

  • Bagni.
  • Saune.
  • Palestre.
  • Piscina.

Trattamento della vulvite primaria e secondaria nelle donne

Con lo sviluppo della vulvite secondaria, ci sono alcune caratteristiche nel trattamento di questa malattia.

Per ottenere una guarigione completa da questa malattia è possibile solo se il processo patologico che è alla base di questa malattia viene eliminato.

Se, ad esempio, le malattie sessualmente trasmissibili sono la causa, la vulvite è il loro sintomo. Scomparirà solo se l'infezione sottostante sarà guarita.

La vulvite primaria può comparire più spesso durante l'infanzia e l'adolescenza sullo sfondo di altre malattie o lesioni meccaniche. Per il suo trattamento vengono utilizzati metodi, come nel trattamento della vulvite acuta..

Trattamento della vulvite con rimedi popolari

Nel trattamento di questa patologia, negli ultimi anni, ricorrono spesso all'uso di ricette per la medicina popolare. Il loro uso non dà un effetto garantito sulla cura della vulvite. Ma con il giusto uso, le erbe medicinali aiutano a riprendersi rapidamente da questo disturbo..

Quando si usano erbe medicinali e frutti di piante medicinali, è necessario consultare un medico per coordinare il loro uso con farmaci antibatterici e antimicotici. Questa è una necessità, perché molte erbe medicinali, se usate in modo errato, possono avere l'effetto opposto e aggravare il decorso della malattia..

Le erbe medicinali possono essere utilizzate:

  • Sotto forma di infusi e decotti all'interno.
  • Localmente come un bagno.
  • Per lozioni e impacchi.
  • Come malte per servizi igienico-sanitari.

Ricette:

  1. Per aumentare l'immunità a casa, puoi preparare un decotto a base di una radiola rosa e un ariete medicinale. Per preparare questo brodo, devi prendere una parte di questi ingredienti, mescolarli e metterli in un thermos. Versate sopra un bicchiere di acqua bollente e lasciate fermentare. Il contenuto viene suddiviso in tre dosi e consumato dopo colazione, pranzo e cena. Viene utilizzato durante la terapia farmacologica..
  2. Come rimedio aggiuntivo per il trattamento farmacologico, puoi usare l'erba di farfara, trifoglio dolce e verde invernale, mescolarli in parti uguali, versare mezzo litro di acqua bollente, insistere. E bevono 70 ml 3 volte al giorno.
  3. Durante il periodo della vulvite, le donne sperimentano un notevole disagio a causa di un forte prurito alle labbra e al perineo. Per ridurre questa spiacevole sensazione, è necessario assumere in proporzioni uguali camomilla, ortica, erba di uccello montanaro. Gli ingredienti vengono accuratamente miscelati, riempiti con acqua bollente in un volume di 300 ml e infusi in un thermos per diverse ore. Il medicinale è pronto per l'uso, utilizzato per 2 settimane.
  4. Per ridurre l'effetto del prurito genitale, puoi usare semicupi con l'aggiunta di permanganato di potassio. Per fare questo, devi usare una piccola bacinella, gettarci dentro un paio di cristalli di permanganato di potassio (l'acqua dovrebbe avere un colore rosa pallido). Puoi fare un bagno simile per 30 minuti, tutti i giorni, la sera, per tutta la settimana.
  5. Si osserva un effetto molto buono quando si usano i fiori di calendula. Per questo, vengono presi 20 grammi di calendule, messi in un litro di acqua bollente. Freddo, filtra, usa per le pulizie. La procedura può essere ripetuta due volte al giorno, per tutta la durata del trattamento farmacologico..
  6. Nel caso in cui la vulvite si manifesti con lesioni ulcerative dei genitali, puoi usare tamponi di salvia. Prima di ciò, mescolare 20 grammi di erba con un bicchiere d'acqua e cuocere a vapore per 15 minuti a bagnomaria. Dopo aver filtrato e raffreddato, i tamponi di garza di cotone possono essere inumiditi e inseriti in profondità nella vagina. Si consiglia di eseguire la procedura di notte a giorni alterni.
  7. Inoltre, per la preparazione dei tamponi, puoi usare miele liquido (se non c'è allergia), olio di olivello spinoso.
  8. Per eliminare i sintomi dell'infiammazione, puoi usare un decotto di ortica. Per la sua preparazione, usa acqua bollente nella quantità di 200 ml, vengono gettati un paio di cucchiai di foglie di ortica ben macinate e cotte a bagnomaria per 10 o 15 minuti. Filtrare e raffreddare. Puoi prenderne un cucchiaio prima di ogni pasto..
  9. I sintomi del prurito scompaiono dopo aver usato un decotto di bucce di cipolla. Per fare questo, è necessario utilizzare 2 cipolle medie, vengono sbucciate dalla buccia, che viene lavata sotto l'acqua corrente e quindi bollite per 15 minuti in 500 millilitri di acqua. La soluzione risultante viene utilizzata per lavare i genitali esterni.

Prevenzione della vulvite nelle donne

Le misure preventive non sono di natura complessa, dovrebbero essere applicate a partire dall'infanzia. Poiché la vulvite nel primo periodo della vita può portare all'impossibilità di concepire un bambino.

Per prevenire lo sviluppo di questo processo, ogni donna ha bisogno di:

  1. Come igiene intima, utilizzare gel che mantengano un normale livello di equilibrio acido-base, è molto importante che siano ipoallergenici, abbiano effetti antinfiammatori e contengano ingredienti vegetali.
  2. I farmaci antibatterici devono essere usati solo come indicato da un medico, durante l'assunzione di prebiotici, che aiutano a normalizzare la microflora intestinale.
  3. Assicurati che la biancheria intima sia comoda, non limiti i movimenti e sia realizzata in tessuto di cotone, che non conterrebbe fibre sintetiche.
  4. In caso di sviluppo di malattie, prevenire il loro passaggio a una forma cronica.
  5. Se sei in sovrappeso, assicurati di fare sport o ginnastica medica.
  6. Se possibile, rinunciare a cattive abitudini, alcol e fumo di tabacco.
  7. Assicurati di monitorare lo stato del livello di immunità. In autunno e in primavera, prendi un multivitaminico ricco di vitamine B e C..
  8. Prevenire l'ipotermia del corpo, durante un'epidemia di influenza, osservare misure preventive per non essere infettati da questa malattia.
  9. Evita i partner sessuali occasionali, usa il preservativo come protezione contro le malattie sessualmente trasmissibili.
  10. Attenersi alle norme di base di una dieta equilibrata. Non mangiare cibi ricchi di carboidrati e grassi. Preferisci cibi ricchi di fibre grossolane, micro e macronutrienti, vitamine.
  11. In presenza di diabete mellito, è imperativo soddisfare tutte le condizioni per normalizzare la glicemia.
  12. Se compaiono sintomi che causano ansia in una donna (presenza di secrezione, prurito e bruciore ai genitali, iperemia e gonfiore), è urgente consultare un ginecologo.
  13. Senza aspettare una visita medica, visita una clinica prenatale due volte all'anno.

La vulvite in una donna non è fatale. Ma è in grado di offrire molto disagio nella vita quotidiana e sessuale. Con il suo sviluppo, è necessario consultare urgentemente un ginecologo che farà una diagnosi accurata e stabilirà la causa del suo verificarsi.

È impossibile trattare la vulvite da soli, a casa, poiché l'automedicazione porterà a un trattamento incompleto di questa patologia e allo sviluppo di effetti collaterali indesiderati. Ciò è particolarmente spaventoso quando la malattia si verifica nella prima infanzia..

Solo l'osservanza di un'adeguata cura del corpo e dell'igiene intima personale eviterà lo sviluppo di questa patologia..

Vulvite nelle donne. Sintomi e trattamento Candele, unguenti, rimedi popolari, antibiotici

L'irritazione nella zona genitale sotto forma di prurito e bruciore nelle donne nella maggior parte dei casi indica vulvite. Questa è un'infiammazione abbastanza comune degli organi genitali esterni, manifestata da arrossamento della vulva, prurito e bruciore. I sintomi di questa malattia causano grave disagio al gentil sesso. Il trattamento tempestivo e corretto lo elimina completamente.

Le ragioni per lo sviluppo della vulvite nelle donne

La vulvite in una donna, i cui sintomi e trattamento sono in gran parte determinati dalla causa dell'evento, può svilupparsi a causa di molti fattori. La chiave è l'indebolimento generale dell'immunità del corpo.

Cause di vulvite:

  • la presenza nel corpo di una malattia infettiva trasmessa sessualmente (clamidia, micoplasmosi, gonorrea e altri);
  • la presenza di batteri opportunisti;
  • danno meccanico agli organi genitali esterni (graffi, graffi);
  • disbiosi intestinale;
  • elmintiasi;
  • insufficiente aderenza all'igiene intima personale;
  • dermatite da pannolino causata, tra le altre cose, dall'indossare indumenti intimi sintetici;
  • uso a lungo termine di antibiotici, che influenzano negativamente l'ambiente del pH della vagina;
  • allergia agli assorbenti, prodotti per la cura della zona intima;
  • la presenza di fistole del retto e delle vie urinarie;
  • la presenza di un acaro della scabbia o di un pidocchio pubico;
  • cistite;
  • disturbi ormonali e metabolici, incluso il diabete mellito.

La corretta determinazione della causa della vulvite è la chiave per il suo trattamento efficace.

Classificazione della patologia

La vulvite è classificata secondo diversi criteri..

Il decorso clinico si distingue:

  • Vulvite acuta. Durata: fino a 1 mese.
  • Vulvite subacuta. L'esacerbazione si alterna a fasi di remissione e dura fino a 3 mesi.
  • Vulvite cronica. Di solito si verifica durante la menopausa. È notato nelle donne e nelle ragazze che sono in sovrappeso e hanno il diabete.

A causa dello sviluppo della vulvite, sono classificati:

  • Primario. Di solito compare durante l'infanzia e l'adolescenza. Il motivo è una lesione della mucosa.
  • Secondario. Si manifesta nel gentil sesso in età riproduttiva. Concomitante con malattie infettive, endocrine e altre.

Secondo l'eziologia della malattia, la vulvite si distingue:

  • Contagioso. La causa di questa malattia sono determinati microrganismi patogeni. A seconda di loro, la vulvite infettiva è classificata in specifica, non specifica e candidosa. La vulvite specifica si verifica sotto l'influenza di infezioni trasmesse durante il rapporto. Questi sono gonorrea, micoplasmosi, ureaplasmosi, clamidia, tricomoniasi. Nella forma aspecifica della malattia, i batteri sono la fonte. Questo è stafilococco, E. coli, streptococco. La vulvite da Candida è causata da funghi della famiglia Candida.
  • Non infettivo. È meccanico e allergico..

Per la natura della patologia degli organi genitali esterni, ci sono:

  • Vulvite atrofica. Caratterizzato da assottigliamento della mucosa vulvare.
  • Vulvite ulcerosa. Ci sono ulcere sui genitali esterni. Insito nella forma cronica.
  • Vulvite appiccicosa. Di solito si sviluppa nei bambini. Il segno principale è la fusione delle labbra l'una con l'altra..

Primi segni e sintomi

La vulvite nelle donne, i cui sintomi e trattamento sono interconnessi, provoca un enorme disagio. Le manifestazioni di questa malattia dipendono dal decorso clinico..

Tipo di vulviteI principali sintomi
AcutoSegni: forte prurito e bruciore nel perineo, arrossamento significativo della vulva, gonfiore delle labbra. C'è dolore durante i rapporti sessuali, la deambulazione e la minzione. Possibilmente minuscole vescicole di placca sulla vulva, così come ulcere e placche.
CronicoI segni sono male espressi. Può essere preoccupato per un leggero prurito, un leggero rossore della vulva. Spesso le donne non attribuiscono molta importanza a questi sintomi..
AtroficoLa principale manifestazione della malattia è l'assottigliamento della mucosa del clitoride, delle labbra, della vulva. Probabilmente pelle screpolata, secchezza.

Diagnostica

Alle prime manifestazioni di vulvite (prurito o bruciore nell'area genitale), dovresti andare dal medico. Il trattamento ritardato porta a gravi conseguenze.

Per diagnosticare l'eziologia della malattia, vengono eseguite le seguenti manipolazioni:

  1. Intervista al paziente e raccolta dell'anamnesi. Viene rivelata la presenza di malattie ginecologiche che possono provocare la comparsa di vulvite.
  2. Esame visivo degli organi genitali esterni. Viene rivelata la presenza di bolle, ulcere, placca. Si nota il grado di arrossamento, gonfiore delle labbra. Vengono valutate le condizioni della pelle, il colore, l'odore e la densità delle perdite vaginali.
  3. Ricerca di laboratorio:
  • Tampone vaginale per la determinazione di colture batteriche. Usando questo metodo, viene determinato l'agente patogeno e la sua sensibilità agli agenti antibiotici..
  • Analisi delle feci. Necessario per determinare la presenza di worm.
  • Analisi generale delle urine. Permette di identificare la presenza di cistite.
  • Reazione a catena della polimerasi (PCR). Vengono rilevate infezioni a trasmissione sessuale.
  • Uno striscio per citologia. Permette di rilevare la presenza di cellule maligne.
  • Colposcopia.

Trattamento della vulvite primaria e secondaria

Il trattamento della vulvite nelle donne è prescritto da un medico in base al tipo di malattia.

Nel caso della vulvite primaria, il trattamento è finalizzato all'eliminazione dei sintomi:

  1. L'enfasi principale è sul rafforzamento del sistema immunitario. Vengono prescritti farmaci immunostimolanti, multivitaminici.
  2. Per eliminare i processi infiammatori, vengono utilizzati farmaci antinfiammatori e bagni topici. Si utilizzano bagni con l'aggiunta di clorexidina, miramistina, permanganato di potassio, tisana di camomilla, calendula.
  3. Quando si diagnostica la vulvite acuta, si raccomanda il riposo a letto e il rifiuto temporaneo dell'attività sessuale.
  4. Per attenuare le sensazioni di prurito, vengono prescritti sedativi (Persen, Novo-Passit).

Con la vulvite secondaria, la terapia si concentra sull'eliminazione della causa della malattia:

  1. Quando vengono rilevati i vermi, vengono prescritti farmaci antielmintici.
  2. Quando vengono rilevati organismi opportunistici, viene prescritta una terapia antibatterica con l'uso di farmaci e unguenti.
  3. Dopo la conferma di malattie a trasmissione sessuale, vengono prescritti farmaci antivirali.
  4. Quando si rileva la vulvite candidosi, gli agenti antifungini sono efficaci.

Quando si cura la vulvite secondaria, oltre ad eliminare la causa della malattia, è necessario eliminare i sintomi. Per fare ciò, applica tutte le raccomandazioni di cui sopra per la vulvite primaria..

Metodi di trattamento a seconda della causa della malattia

La vulvite nelle donne, i cui sintomi e trattamento sono direttamente correlati alla causa della sua insorgenza, la cosiddetta vulvite secondaria, non è difficile da curare.

Per fare questo, devi sbarazzarti del disturbo di accompagnamento..

  1. Con Trichomonas. L'obiettivo principale del trattamento è sbarazzarsi di Trichomonas. Vengono prescritti farmaci antibatterici Metronidazolo, Metrogyl, Terzhinan. Anche il trichopol è efficace. È prescritto per altre infezioni del tratto genitale (micoplasmosi, ureaplasmosi, clamidia). Oltre alle compresse, vengono utilizzate anche supposte vaginali (Terzhinan, Geksikon, Macmirror, Neo-Penotran).
  2. Con candidosi. La vulvite da candida si risolve con l'uso di farmaci antifungini. Questi includono nistatina, fluconazolo, amfotericina. Con una natura lieve della malattia, le supposte di Pimafucin, gli unguenti Nizoral, Kanizon, Clotrimazole sono efficaci. Prima di applicare gli unguenti, è necessario trattare la vulva con una soluzione di soda al 4%.

La vulvite nelle donne è un sintomo di una malattia. Il trattamento è selezionato in base all'agente patogeno.

  • Per le allergie. Quando si diagnostica la vulvite allergica, vengono prescritti farmaci antiallergici. È necessario identificare l'allergene e astenersi dall'utilizzarlo. Dovresti usare prodotti ipoallergenici per la cura della zona intima.
  • Con vulvite aspecifica. La vulvite aspecifica è causata da organismi opportunisti. Per il suo trattamento vengono utilizzati farmaci antibatterici e unguenti (tetraciclina). Amoxiclav (Augmentin) è efficace per questa vulvite. Se gli agenti causali sono gonococchi, vengono utilizzati antibiotici del gruppo delle cefalosporine secondo la nomina di un venereologo.
  • Con vulvite atrofica. Questo tipo di vulvite si manifesta principalmente nella fase della menopausa. È causato da uno spostamento ormonale in tutto il corpo. Pertanto, nel suo trattamento vengono utilizzati farmaci ormonali..
  • Unguenti per la vulvite

    La terapia con unguento è parte integrante del trattamento della vulvite. È particolarmente efficace nella fase iniziale. Il vantaggio degli unguenti è la velocità della loro azione dovuta al contatto diretto con le aree infiammate. Devono essere applicati rigorosamente secondo le istruzioni sulla pelle pretrattata con un antisettico.

    Vengono utilizzati i seguenti unguenti:

    1. Antibatterico:

    • Unguento alla sintomicina. La durata del corso è di 7-10 giorni. Possiede proprietà antinfiammatorie, antibatteriche, anestetiche.
    • Triderm. Ha effetti collaterali. A questo proposito, è controindicato per le donne in gravidanza nel primo trimestre, così come per le persone con intolleranza individuale ai componenti del farmaco.
    • Unguento alla tetraciclina. È applicato 1 - 2 volte al giorno per una settimana. Controindicato nelle donne in gravidanza.
    • Levosin. Efficace per la vulvite con suppurazione. È usato rigorosamente come indicato dal ginecologo.
    • Unguento all'eritromicina. Un efficace agente antibatterico che sopprime i batteri resistenti ad altri antibiotici. La durata del corso è determinata dal medico.

    2. Fungicida (antimicotico):

    • Pimafucin. Lubrificare la pelle 4 volte al giorno fino alla scomparsa dei sintomi e per altri 4 giorni dopo. Adatto a donne in gravidanza e in allattamento. Non ha effetti collaterali. Il principale ingrediente attivo è la natamicina. È efficace contro i funghi della famiglia Candida.
    • Unguento alla nistatina. La durata del corso è di 7-10 giorni, con vulvite cronica - fino a 1 mese.
    • Clotrimazolo. Il trattamento dura fino a 2 settimane.
    • Candido. Applicare sulla pelle 2 o 3 volte al giorno per 2 settimane. Ha effetti collaterali, quindi è controindicato nelle donne in gravidanza.

    3. Ormonale:

    • Ovestin. È prescritto per la vulvite atrofica. Avendo nella sua composizione l'ormone femminile estriolo, aiuta a sbarazzarsi della secchezza della mucosa degli organi genitali esterni, causata dalla mancanza di estrogeni.
    • Unguento all'idrocortisone. La durata del corso è di 1 - 2 settimane secondo le raccomandazioni del medico. È antinfiammatorio.

    4. Guarigione:

    • Actovegin. L'unguento si basa sul sangue del bestiame. Ha proprietà rigeneranti.
    • VaginormS. Possiede proprietà immunomodulatorie e protettive. Bilancia la microflora e il livello di pH. È prescritto per la vulvite cronica per la prevenzione.
    • Radevit. Agente antinfiammatorio e protettivo.

    Candele

    Le supposte sono un buon rimedio per la vulvite secondaria. Sono inseriti nella vagina, quindi c'è un effetto diretto sulla mucosa degli organi genitali interni. Le supposte, come gli unguenti, sono selezionate in base all'eziologia della malattia.

    Possono essere:

    • antibatterico (Trichopolum);
    • ormonale;
    • antifungini (Pimafucin, Fluconazole);
    • protettivo (per la guarigione dell'epitelio - supposte di olivello spinoso e ittiolo, Bifidumbacterin, Bifilak sono usati per ripristinare la microflora).

    Le supposte possono essere utilizzate solo rigorosamente come indicato da un medico. Se si verificano prurito e irritazione della mucosa, è necessario interrompere il trattamento.

    Le supposte sono controindicate durante le mestruazioni, le donne in gravidanza, le donne che allattano e le persone con intolleranza individuale.

    Farmaci antibiotici

    Gli antibiotici sono prescritti solo per la vulvite causata da organismi opportunisti. Non sono efficaci per le malattie che vengono trasmesse attraverso i rapporti, con la candidosi. I farmaci antibiotici vengono selezionati in base agli agenti patogeni, che sono determinati dall'analisi di laboratorio di uno striscio vaginale per la microflora:

    • In presenza di gonococchi vengono prescritti antibiotici del gruppo delle cefalosporine.
    • In presenza di Trichomonas si utilizzano Metronidazolo, Tinidazolo, Ornidazolo.
    • Con micoplasma, ureaplasma, clamidia, vengono prescritti farmaci antibiotici di una vasta gamma di azioni.
    • Con la vulvite mista, Terzhinan è eccellente..

    Trattamento della vulvite con rimedi popolari

    La vulvite nelle donne, i cui sintomi e trattamento farmacologico sono descritti sopra, può essere alleviata con rimedi popolari. Nel caso della vulvite primaria, attraverso ricette popolari, puoi sbarazzarti completamente di questa malattia. Sono anche efficaci per la prevenzione e nella fase iniziale..

    Vengono utilizzati vari trattamenti:

    • ingestione di vari infusi di erbe;
    • lavaggi;
    • bagni;
    • uso di tamponi.

    Il vantaggio del trattamento con rimedi popolari è che il rischio di complicanze è ridotto rispetto alla terapia farmacologica..

    Quando si eseguono procedure mediche, è necessario prestare attenzione ad alcune delle sfumature:

    1. L'asciugatura e l'inserimento dei tamponi nella vagina vengono eseguiti il ​​più attentamente possibile per evitare lesioni alla mucosa.
    2. Dopo i bagni, è obbligatoria l'asciugatura completa della vulva.

    Bevanda

    Il fattore più potente nel verificarsi della vulvite è una diminuzione dell'immunità di una donna..

    Per rafforzarlo vengono utilizzate varie tisane e decotti:

    1. Tè alla camomilla. Ha proprietà immunomodulatorie e antinfiammatorie. Per la sua preparazione 1 cucchiaino. i fiori secchi devono essere preparati in un bicchiere di acqua bollente. Assumere 3 volte al giorno, 50 ml.
    2. Brodo di acacia bianco. 1 cucchiaio la pianta essiccata deve essere bollita per 5 minuti. a fuoco basso in 0,5 litri d'acqua. La dose massima giornaliera è di 3 bicchieri.
    3. Decotto di madre e matrigna, trifoglio dolce, wintergreen. 1 cucchiaio il composto essiccato va versato con un bicchiere di acqua bollente, tenuto a fuoco basso per 15 minuti, insistito per un paio d'ore. Prendi 3 volte al giorno per 1 cucchiaio. dopo aver mangiato per 14 giorni.

    Prodotti da bagno, irrigazione, irrigazione

    Bagni e lavande leniscono perfettamente la pelle e la mucosa genitale nelle donne.

    Inoltre, hanno proprietà antisettiche, antibatteriche, antinfiammatorie:

    1. Permanganato di Potassio. L'agente antinfiammatorio più comune per i bagni. A tale scopo, il permanganato di potassio viene sciolto in acqua in una quantità tale da formare un liquido rosa chiaro. Frequenza del bagno - 2 volte al giorno per mezz'ora.
    2. Decotto di corteccia di quercia. Per 2 litri di acqua, devi prendere 30 g di corteccia di quercia tritata, far bollire per 10 minuti. Fai un bagno 3 volte al giorno per 5 minuti.
    3. Decotto di camomilla. Possiede proprietà lenitive, antinfiammatorie. 3 cucchiai. l. i fiori dovrebbero essere preparati in 1 litro di acqua bollente e insistiti per diverse ore.
    4. Per l'irrigazione, usa un decotto di una miscela di erbe: 1 cucchiaino. fiori di camomilla, 3 cucchiaini. ortica, 1 cucchiaino. corteccia di quercia tritata, 2 cucchiai. highlander uccello. Questa miscela deve essere versata in 1 litro di acqua bollente, insistere e filtrare. Quando si prepara una soluzione per l'irrigazione per 1 litro d'acqua, prendere 2 cucchiai. questo brodo. La procedura deve essere eseguita 2 volte al giorno..

    Tamponi curativi

    I tamponi sono usati per il trattamento:

    1. Dal succo di pera. È necessario macinare l'erba fresca e spremerne il succo. Inumidisci un tampone e inseriscilo nella vagina. La procedura viene eseguita 7 volte a giorni alterni.
    2. Da un decotto di salvia e assenzio. 20 g di miscela secca vanno versati con un bicchiere di acqua bollente e tenuti a bagnomaria per diversi minuti. Quindi raffreddare e scolare. Un tampone imbevuto di questo brodo dovrebbe essere inserito nella vagina di notte per una settimana.
    3. L'olio di olivello spinoso è un rimedio efficace. Ha proprietà antibatteriche, rigeneranti e toniche.
    4. Un tampone immerso nel miele liquido aiuta bene con la vulvite. È immerso nella vagina per l'intera giornata. Durata del corso - 2 settimane.

    Erbe per uso interno

    Aiuto dalla malattia:

    1. Collezione di Rhodiola rosea e borragine. Questa raccolta funge da agente fortificante, migliora l'immunità. Per preparare la medicina dovrebbe essere in 1 cucchiaio. Preparare acqua bollente 1 cucchiaino. miscela di queste erbe, prese in proporzioni uguali, e lasciare per un paio d'ore. Assumere 3 volte al giorno. La dose giornaliera è di 1 bicchiere. Durata dell'ammissione - 1 mese.
    2. Per aumentare le proprietà protettive del corpo e ai fini della fortificazione, puoi prendere 1 cucchiaino. succo di ortica appena spremuto 3 volte al giorno.
    3. La collezione di camomilla, poligono di uccello, ortica ha una qualità calmante e antinfiammatoria. 20 g della raccolta devono essere versati con 200 ml di acqua bollita. Chiudi il contenitore con un coperchio ermetico e avvolgilo con un asciugamano. Insistere in questo modo per diverse ore. È necessario prendere l'infusione 2 settimane 3 volte al giorno, 60 ml.
    4. Erba di San Giovanni. In 1 st. l'acqua bollente deve essere prodotta 1 cucchiaio. fiori secchi. Prendi 3 cucchiai. 3 volte al giorno. Questo medicinale ha eccellenti proprietà antibiotiche e antinfiammatorie..

    Previsione

    Con un trattamento adeguato e tempestivo, la vulvite passa senza complicazioni e conseguenze.

    Ma se una donna non consulta immediatamente un medico, ma inizia l'automedicazione, sono possibili gravi conseguenze:

    1. Formazione di cisti e ascessi.
    2. Ulcere vulvari croniche.
    3. Fusione delle labbra.
    4. Deformazione della vulva.
    5. La comparsa di cicatrici sulla mucosa.
    6. Il processo infiammatorio può arrivare agli organi genitali interni e causare:
    • endometrite;
    • vaginite;
    • infertilità;
    • cervicite e altre malattie.

    7 Dal punto di vista psicologico, una donna può essere influenzata negativamente dalla mancanza di vita sessuale.

    La vulvite nelle donne può essere una conseguenza di una certa malattia o può verificarsi da sola a causa di lesioni alla mucosa degli organi genitali esterni. Secondo i sintomi, è possibile ipotizzare la causa della malattia, ma per una determinazione accurata, un esame completo dovrebbe essere effettuato da un medico. In nessun caso dovresti impegnarti nell'autotrattamento..

    I farmaci scelti in modo errato possono solo danneggiare il corpo. Nella fase iniziale dello sviluppo della malattia, oltre che a scopo di prevenzione, puoi usare rimedi popolari. Allevia perfettamente l'irritazione e il prurito della vulva e non causano complicazioni. Ma non dovresti rimandare la visita dal dottore.

    Design dell'articolo: Mila Fridan

    Segni di vulvite atrofica e come trattarla

    La malattia degli organi genitali esterni, che è caratterizzata dalla presenza di infiammazione della vulva, è chiamata vulvite atrofica. Le donne sono maggiormente a rischio di sviluppare la malattia durante e dopo la menopausa, quando il tasso di estrogeni del corpo diminuisce e la mucosa dei genitali diventa più sottile e non si inumidisce. Questo è uno dei motivi del suo danno e infezione..

    In questo articolo imparerai:

    Vulvite atrofica

    La vulvite atrofica è una malattia in cui si verifica l'infiammazione della vulva, combinata con l'assottigliamento della mucosa degli organi genitali a causa di una carenza di estrogeni nel sangue.

    Molto spesso, la malattia viene diagnosticata nelle donne durante la menopausa naturale o artificiale. Di norma, le donne incontrano questa patologia 5-7 anni dopo l'inizio della menopausa. Tuttavia, la vulvite atrofica può anche svilupparsi a causa dell'obesità e della ridotta tolleranza al glucosio. Con questa malattia, la mucosa degli organi genitali diventa più sottile, a causa della quale è facilmente ferita e infetta.

    Negli ultimi decenni, il numero di reclami che indicano vulvite è aumentato. Ciò è dovuto all'aumento del numero di persone anziane e di pazienti che sono state sottoposte a rimozione ovarica. La vulvite atrofica è più comune nelle regioni in cui la terapia ormonale sostitutiva non viene praticamente utilizzata.

    La mucosa genitale è un bersaglio per l'ormone estrogeno. Con una diminuzione della sua concentrazione nel sangue, la mucosa diventa gradualmente più sottile. Come risultato di tutti questi processi, il numero di cellule contenenti glicogeno diminuisce. Il glicogeno è il principale nutriente per i lattobacilli. A causa dell'acido secreto dai lattobacilli nel corso della loro attività vitale, il Ph della vagina rimane normale (ambiente debolmente acido). A causa di una diminuzione della quantità di glicogeno, il numero di lattobacilli sulla mucosa genitale diminuisce e il Ph della vagina aumenta (diventa alcalino). Ciò porta alla riproduzione attiva di microrganismi opportunistici e, di conseguenza, all'infiammazione.

    La mucosa genitale è un bersaglio per l'ormone estrogeno. Con una diminuzione della sua concentrazione nel sangue, la mucosa diventa gradualmente più sottile.

    Le ragioni per lo sviluppo della malattia

    Una diminuzione del livello di estrogeni nel sangue porta all'infiammazione atrofica della mucosa genitale. Fondamentalmente, questo fenomeno può essere riscontrato durante la menopausa e per qualche periodo dopo di essa. Le ovaie perdono la capacità di svolgere pienamente la loro funzione. Inizia l'atrofia della mucosa, che aumenta il rischio di lesioni. Questa non è l'unica ragione che porta allo sviluppo della malattia. La vulvite si forma nei seguenti casi:

    • trascuratezza delle regole di igiene personale;
    • uso a lungo termine di antibiotici;
    • stress frequente;
    • attività fisica eccessiva;
    • sesso non protetto;
    • disturbi nel lavoro del sistema endocrino;
    • predisposizione alle allergie;
    • diminuzione dell'immunità;
    • diminuzione della secrezione delle ghiandole vaginali.

    Esistono due tipi di vulvite: primaria, quando gli agenti patogeni penetrano a causa di un trauma o mancanza di pulizia nell'area genitale e secondaria, se altri organi sono la fonte dell'infezione. Il tipo principale di malattia si sviluppa più spesso durante il periodo postmenopausale. Nelle donne di mezza età, la mucosa vulvare è più resistente agli agenti patogeni.

    Sintomi

    I sintomi dipendono dalla forma della vulvite. La forma può essere acuta e cronica. Nella vulvite atrofica acuta, c'è una forte sensazione di bruciore e prurito, specialmente all'ingresso della vagina. Durante la minzione, si avverte dolore bruciante e tagliente, la sindrome del dolore aumenta anche durante i rapporti sessuali, l'attività fisica.

    Spesso c'è una combinazione di vulvite atrofica con mughetto e vaginite, quindi c'è una fioritura bianca sulle mucose della vagina, oltre a un'abbondante scarica bianca con una consistenza cagliata. La vaginite batterica si manifesta in una secrezione grigiastra e verdastra con un luminoso odore di ammoniaca.

    Metodi per rilevare la malattia

    Con la vulvite, la diagnosi inizia con l'intervista al paziente. La diagnosi può essere presunta sulla base dei segni clinici descritti. Segue un esame obbligatorio sulla sedia ginecologica. Il medico nota i genitali esterni arrossati e gonfi, presta attenzione alle condizioni della pelle del perineo, alle perdite vaginali, al loro colore, consistenza e odore.

    Un'ulteriore diagnosi di vulvite è finalizzata all'identificazione della sua causa e delle possibili malattie concomitanti. A tal fine, uno striscio vaginale viene prelevato dalle donne e inviato al laboratorio per la coltura batterica e la determinazione della sensibilità dei microrganismi agli antibiotici. L'analisi delle urine è necessaria anche per escludere danni ai reni. Se la natura della scarica indica un'infezione a trasmissione sessuale, è necessario donare il sangue per la ricerca mediante PCR (reazione a catena della polimerasi) per identificare il suo patogeno.

    nelle donne viene prelevato uno striscio vaginale e inviato al laboratorio per la coltura batterica e la determinazione della sensibilità dei microrganismi agli antibiotici.

    Se è presente vulvite aspecifica, è necessario esaminare l'utero, le ovaie e le tube di Falloppio. Per questo, è prescritta un'ecografia degli organi pelvici. Per contenuti più informativi, si consiglia di eseguire l'utilizzo di un sensore transvaginale. Se si sospetta un cancro o lesioni benigne, deve essere eseguita la PET (tomografia a emissione di positroni) o la TC.

    Inoltre, a seconda della gravità dei sintomi della vulvite, il medico conclude che c'è un decorso acuto o cronico di infiammazione. Questo è di grande importanza per determinare la tattica di un ulteriore trattamento. Se la paziente è sessualmente attiva, viene eseguita un'analisi aggiuntiva per hCG (gonadotropina corionica umana) per confermare o escludere una possibile gravidanza. Il fatto è che gli antibiotici sono spesso necessari per trattare la vulvite e molti di loro sono tossici per il feto..

    Trattamento della vulvite atrofica

    Per il successo del trattamento della malattia, è necessaria una terapia complessa, che combina misure di azione generale e locale..

    • Correzione ormonale. Al paziente vengono prescritti farmaci che compensano la funzione di decomposizione delle ovaie. Il tipo di farmaco e la durata del corso sono selezionati individualmente.
    • Correzione immunitaria. Per aumentare l'immunità, vengono utilizzati immunomodulatori, agenti fortificanti, vitamine.
    • Rimozione dell'infiammazione e ripristino dei tessuti vulvari. Il trattamento locale comprende supposte vaginali, bagni, tamponi medicati, selezione di prodotti per l'igiene.
    • Alcune correzioni dello stile di vita sono importanti: una corretta alimentazione, buon riposo e sonno, passeggiate, un'adeguata attività fisica aiuteranno il corpo a resistere alle ricadute della malattia.
    • Dei farmaci ormonali locali, vengono spesso usati supposte e unguenti, tra cui l'estradiolo. Questi farmaci vengono applicati sulla zona interessata o inseriti nella vagina ogni giorno per 2 settimane.

    Inoltre, i medici prescrivono farmaci ormonali ai pazienti sotto forma di compresse. Dovrebbero essere presi senza interruzione per 5 anni. Hanno un effetto sistemico e, oltre a trattare la vulvite atrofica, alleviano i sintomi spiacevoli della menopausa, come vampate di calore e sbalzi d'umore, arrestano la caduta dei capelli, hanno un effetto positivo sulla condizione della pelle.

    Per un po ', mentre viene effettuato il trattamento, una donna dovrebbe escludere i rapporti sessuali e aderire a una dieta speciale, che implica il rifiuto di alcol, grassi, dolci, piccanti e, al contrario, l'inclusione di una grande quantità di verdure, frutta, proteine ​​e prodotti a base di acido lattico nella dieta.

    Dopo il corso del trattamento, il medico esamina la donna per la maturità del suo epitelio. Inoltre, viene determinato il Ph delle sue perdite vaginali..

    Tempo di lettura: min.

      Falso amenorrea Cause Trattamento
    Tra tutte le varietà di amenorrea, la falsa amenorrea è particolarmente popolare. Falsa amenorrea: che cos'è e come è causata, proveremo a capire.