Domande

Il dispositivo intrauterino (IUD) è un metodo contraccettivo affidabile popolare tra le donne di tutto il mondo. Tuttavia, l'uso di un tale dispositivo può essere associato a complicazioni. Se il basso addome fa male dopo aver installato la spirale, non puoi posticipare una seconda visita dal ginecologo.

Cause di dolore nell'addome inferiore dopo l'installazione della spirale

Il dispositivo intrauterino impedisce all'ovulo fecondato di attaccarsi al rivestimento dell'utero. Di conseguenza, la gravidanza non può svilupparsi completamente. Anche le spirali contenenti ormoni sono popolari. Non solo interferiscono meccanicamente con il normale concepimento, ma influenzano anche lo sfondo ormonale di una donna. Riduce la probabilità di complicazioni dopo l'introduzione di un corpo estraneo nell'utero.

L'agente ormonale Mirena è ampiamente utilizzato, ma si possono osservare effetti collaterali dall'uso di tali dispositivi. Se l'addome inferiore fa male dopo l'installazione della spirale Mirena, è possibile che si sviluppi un'infiammazione dei genitali.

Immediatamente dopo l'installazione del dispositivo contraccettivo, un lieve disagio nella parte inferiore dell'addome e piccole macchie sono considerati normali. Se si verificano forti emorragie o forti dolori alla trazione per più di due giorni, vale la pena contattare nuovamente il ginecologo.

La durata del dolore addominale dopo l'installazione delle bobine non dovrebbe essere lunga. Dopo l'introduzione, il corpo estraneo "mette radici". Ciò significa che il rivestimento dell'utero si adatta al nuovo materiale.

Di regola, i sintomi spiacevoli scompaiono completamente entro una settimana. Tuttavia, l'intero processo di adattamento può richiedere fino a tre mesi. I dolori del disegno compaiono spesso nei primi giorni delle mestruazioni..

Sintomi allarmanti

Lo IUD non è un dispositivo per tutti. Questo metodo di contraccezione può essere utilizzato solo da donne che hanno partorito. Le controindicazioni includono:

  • formazioni maligne nell'utero;
  • sottosviluppo degli organi del sistema riproduttivo;
  • la presenza di fibromi o polipi nell'utero.

È categoricamente impossibile installare una spirale per le malattie degli organi pelvici, la presenza di infezioni genitali. Prima dell'introduzione di un corpo estraneo nell'utero, il medico esegue un esame visivo, prescrive una serie di test.

Anche se lo studio è stato condotto e non sono state identificate controindicazioni all'installazione della spirale, potrebbero svilupparsi effetti collaterali. Il corpo femminile non sempre percepisce bene un corpo estraneo. Di conseguenza, si sviluppa un processo infiammatorio della mucosa uterina: endometrite. La malattia nel periodo acuto si manifesterà con i seguenti sintomi:

  • tirando il dolore nell'osso pubico;
  • aumento della temperatura corporea;
  • mal di testa;
  • vertigini;
  • nausea;
  • perdite vaginali maleodoranti (sanguinolente o pus).

Con lo sviluppo di tali segni, dovresti cercare immediatamente un aiuto medico. Il rifiuto della terapia porterà alla diffusione dell'infiammazione ad altri organi. Ci sarà una seria minaccia per la vita di una donna.

Il sanguinamento uterino (metrorragia) è un'altra complicanza che può svilupparsi immediatamente dopo l'installazione della bobina. Chiedere aiuto immediatamente se l'assorbente si riempie completamente entro un'ora. La metrorragia porta spesso a gravi perdite di sangue.

Modi per eliminare il dolore

Se lo stomaco fa leggermente male dopo aver installato la spirale Mirena o un altro dispositivo simile, puoi rimuovere i sintomi spiacevoli con l'aiuto di medicinali. I farmaci antinfiammatori non steroidei sono ampiamente utilizzati. Un ginecologo consiglierà una medicina adatta. I farmaci ibuprofene, Nurofen e Panadol alleviano bene il dolore. I farmaci sono raccomandati in casi estremi quando il dolore ti impedisce di far fronte ai doveri quotidiani.

Il calore aiuterà a rimuovere i dolori tiranti nell'addome inferiore. Tutto quello che devi fare è sdraiarti per riposare e posizionare una piastra elettrica sull'osso pubico. Puoi sostituire il termoforo con un sacchetto pieno di sale caldo. Riposare nella postura corretta aiuterà anche ad alleviare la condizione nei primi giorni dopo l'installazione della spirale. Devi sdraiarti su una palla e tirare le gambe piegate al petto. La posa dell'embrione aiuta a rilassare i muscoli dell'addome inferiore. Di conseguenza, le sensazioni di dolore sono meno pronunciate..

Non è consigliabile massaggiare l'addome in caso di dolore. Va ricordato che c'è un corpo estraneo all'interno dell'utero. Un intenso stress meccanico può danneggiare l'endometrio.

Se un lieve disagio si trasforma in grave malessere, non è possibile posticipare la visita dal medico. È possibile che la spirale sia stata installata o selezionata in modo errato. Uno specialista può sempre consigliare un altro metodo contraccettivo efficace.

Complicazioni ed effetti collaterali dopo l'installazione dello IUD

Il dispositivo intrauterino (IUD), nonostante l'abbondanza di vari altri contraccettivi, rimane un contraccettivo affidabile, il che è confermato dalle sue numerose fan femminili che vivono in diverse parti del mondo. Molte donne temono che possano verificarsi complicazioni ed effetti collaterali dopo l'inserimento dello IUD. Parliamo di loro in modo più dettagliato..

Cosa dà l'installazione di uno IUD

La varietà di IUD consente la scelta individuale.

Gli IUD sono fatti di vari materiali, hanno forme diverse, ma l'essenza della loro applicazione è la stessa: prevenire gravidanze indesiderate.

Il principio di azione si basa sulla prevenzione del consolidamento di un ovulo fecondato, inoltre ci sono una serie di dispositivi intrauterini che contengono un farmaco ormonale che può cambiare lo sfondo ormonale di una donna.

Sotto l'azione dell'ormone, lo spessore e la capacità funzionale dell'endometrio diminuiscono, aumenta la viscosità del muco cervicale, che è una barriera protettiva contro lo sperma.

In alcuni casi, dopo aver rimosso la bobina dall'utero, la funzione fertile viene ripristinata piuttosto rapidamente, quindi questo metodo di contraccezione non perde la sua popolarità e rimane il più sicuro per mantenere la salute riproduttiva di una donna.

Il dispositivo intrauterino viene installato per un periodo da 3 a 5 anni, quindi è necessario fare una pausa per evitare conseguenze irreversibili. La durata del servizio dello IUD dipende dal materiale di consumo da cui è realizzato, dal fornitore e da molti altri punti. Le mestruazioni immediatamente dopo la rimozione dello IUD con un componente ormonale devono essere ripristinate entro 12 mesi.

Naturalmente, una donna è preoccupata per la domanda: "Quanto sono efficaci i dispositivi intrauterini?"
L'efficacia del meccanismo d'azione dello IUD è vicina al 100% e va notato che questo è un indicatore abbastanza alto, perché l'uso del preservativo con il metodo contraccettivo dà un'efficienza dell'88% e quando si assumono contraccettivi orali il 97%.

Per le donne nullipare, a causa della probabilità di sviluppare infertilità secondaria, è meglio scegliere un metodo contraccettivo diverso.

Tipi di dispositivi intrauterini

Per determinare la scelta di quale dispositivo intrauterino è migliore, il gentil sesso dovrebbe conoscere tutte le caratteristiche ei parametri di questo contraccettivo, valutare gli svantaggi e i vantaggi.

Le spirali più frequentemente installate sono Nova T, Juno Bio, Multiload e Mirena.

Nova T. Il nome stesso sottolinea la sua forma, che ricorda la lettera T. Ciò è dovuto alle caratteristiche anatomiche della struttura dell'utero. Forze navali realizzate in plastica moderna e intrecciate con rame.

Il rame ha un effetto dannoso sullo sperma.

Gli svantaggi di un contraccettivo includono:

• la possibilità di manifestazione di reazioni di ipersensibilità individuali,
• il rischio di sviluppare patologie infiammatorie dal sistema genito-urinario,
• la probabilità di sanguinamento, secrezione sanguinolenta dopo l'introduzione dello IUD.

Le spirali Juno Bio sono disponibili in diverse forme. Juno Bio T è realizzato in moderna plastica medica e un filo speciale che controlla il posizionamento della spirale nella cavità uterina e consente di rimuoverlo senza troppe difficoltà.

Juno Bio Super è inoltre trattato con propoli e una composizione antibatterica, che previene lo sviluppo di patologie infettive.

La spirale Juno Bio con argento, grazie alle note proprietà battericide dell'argento, può rimanere nella cavità uterina per molto tempo, fino a 7 anni. IUD sotto forma di un anello con un'asta, che contiene argento e rame, la durata di un contraccettivo intrauterino va da 3,5 a 7 anni. L'asta consente, se necessario, di rimuovere lo IUD dall'utero.

Gli IUD Multiload e Multiload sono spirali di forma ovale con sporgenze morbide che aiutano la fissazione nella cavità uterina, eliminando virtualmente il rischio di prolasso. Vita utile 5 anni.

Mirena è una spirale a forma di T, facilmente rimovibile grazie all'anello appositamente studiato per questo scopo. Inoltre, ha un contenitore con una sostanza ormonale - levonorgestrel, che viene rilasciato nella cavità uterina in parti uguali. L'elevato effetto contraccettivo della bobina è spiegato dalla combinazione di un preparato ormonale e dall'azione meccanica della bobina stessa. Gli svantaggi di Mirena includono il suo alto costo e sviluppo in circa il 22% dei casi di amenorrea (assenza di mestruazioni).

Quindi non è possibile rispondere alla domanda su quale spirale sia migliore, in ogni caso si decide individualmente, valutando tutte le caratteristiche di una donna, dopo aver consultato un medico.

Effetti collaterali e probabili complicazioni dallo IUD

Ogni femmina dovrebbe essere consapevole dei possibili effetti negativi e degli effetti collaterali dello IUD..

Effetti collaterali dello IUD dopo l'installazione

• Ciclo mestruale irregolare.

• Aumento delle perdite vaginali, possibilmente con un odore sgradevole.

• La comparsa di sanguinamento intermestruale. Dopo l'inserimento dello IUD, potrebbe esserci una scarica simile alle mestruazioni.

• Sensazioni dolorose nell'addome inferiore.

• Aumento del rischio di sviluppare una gravidanza extrauterina.

• Il rischio di sviluppare infertilità, poiché dopo aver scelto il metodo di contraccezione IUD, in alcuni casi, è difficile rimanere incinta.

La gravidanza dopo la rimozione dello IUD si verifica, di regola, entro un anno, ma alcune donne rimangono incinte in 1-2 cicli mensili immediatamente dopo la rimozione della spirale, nel 30% delle donne la gravidanza si verifica dopo 3 mesi.

I medici di solito raccomandano di attendere 3-4 mesi affinché l'endometrio si riprenda, altrimenti l'esito di una gravidanza "precoce" dopo la rimozione della spirale può essere un aborto spontaneo

Il sesso dopo l'introduzione o la rimozione dello IUD è possibile dopo 10 giorni, se non ci sono conseguenze infiammatorie.

Con una bassa qualifica di un ginecologo e uno IUD selezionato in modo improprio, è possibile lo sviluppo di complicanze infettive degli organi pelvici, perforazione (una ferita attraverso la parete uterina), prolasso spontaneo dello IUD.

Cosa cercare prima dell'installazione

Nonostante il fatto che lo IUD sia un modo affidabile per proteggere da gravidanze indesiderate, la spirale non influisce sulla possibilità di contrarre un'infezione a trasmissione sessuale.

Ciò significa che in caso di rapporti sessuali occasionali è necessario utilizzare il preservativo per evitare malattie a trasmissione sessuale, poiché da solo lo IUD non rende il sesso sicuro.
Eventuali manipolazioni indipendenti con la spirale sono inammissibili.

Dopo il parto, è meglio installare lo IUD dopo la ripresa del normale ciclo mestruale, 2-5 giorni dopo la comparsa del sanguinamento.

La procedura per inserire un dispositivo intrauterino stesso è praticamente indolore, dopo l'inserimento dello IUD, sono consentiti lievi dolori di trazione nell'addome inferiore e moderata secrezione sanguinolenta dalla vagina.

Dopo l'introduzione di un dispositivo intrauterino per prevenire lo sviluppo di patologie infettive, è necessario effettuare un trattamento antinfiammatorio. L'assunzione di un farmaco antibatterico ad ampio spettro, ad esempio, dal gruppo levofloxacina, è giustificata in un breve corso..

Piccoli dolori tiranti nell'addome inferiore dopo l'introduzione dello IUD (come durante le mestruazioni) interromperanno il farmaco antinfiammatorio non steroideo - supposte Diklovit. Corso di ricezione - 5 giorni per via transrettale.

L'installazione di uno IUD è un intervento nella natura di una donna, il che significa che la disbiosi vaginale può unirsi, quindi un farmaco antifungino viene aggiunto alla terapia preventiva, ad esempio 150 mg di Flucostat una volta.

Qual è il motivo per contattare un ginecologo

Una donna deve essere attenta alla sua salute e, ai primi segni avversi, consultare un medico.

Cosa dovrebbe essere allarmante:

• Aumento della reazione termica, dolore al basso ventre.

• Spotting sanguinante dopo l'inserimento di IUD.

• Perdite vaginali diverse dal solito.

• Ritardo nell'inizio delle mestruazioni di oltre 2-3 settimane.

Inoltre, è necessario controllare la lunghezza dei fili nella vagina, dovrebbero sempre essere approssimativamente allo stesso livello, se noti il ​​contrario - questo potrebbe significare che il contraccettivo è migrato in profondità nella cavità uterina, che è un buon motivo per l'esame da un ginecologo.

Se, dopo aver installato lo IUD, lo stomaco fa male o c'è un sanguinamento abbondante, nausea, dolore diffuso nell'area pelvica, è necessaria la consultazione di un medico.

Controindicazioni alla scelta di uno IUD come contraccettivo

Il dispositivo intrauterino non è adatto a te, se presenti, condizioni patologiche come:

• Storia di anomalie dello sviluppo dell'utero, congenite o acquisite, come un utero bicornuto.

• Patologia tumorale dell'endometrio.

• Sospetta gravidanza.

• Malattie infiammatorie croniche degli organi genitali femminili.

• Diabete mellito nella fase di scompenso.

• Sanguinamento uterino di origine inspiegabile.

Le donne che hanno scelto un dispositivo intrauterino come contraccettivo hanno un rischio maggiore di sviluppare malattie infiammatorie pelviche e altre patologie. Pertanto, 2 volte l'anno, è imperativo visitare un ginecologo e prendere l'urina, esami del sangue, uno striscio per citologia, sottoporsi a un'ecografia dell'utero con appendici.

Spirale intrauterina. Effetti collaterali

I dispositivi intrauterini sono efficaci nel prevenire gravidanze indesiderate, ma, come altri metodi di contraccezione, hanno una serie di possibili effetti collaterali e complicazioni. Effetti collaterali Gli effetti collaterali sono solitamente associati al tipo di IUD utilizzato. Non si verificano spesso e sono più pronunciati nei primi tre mesi, dopodiché, nella maggior parte dei casi, scompaiono completamente. Parliamo di più del dispositivo intrauterino contenente rame. Gli effetti collaterali sono: • Mestruazioni abbondanti e prolungate; •...

Primo appuntamento con un ginecologo2000
Rinomina del ginecologo1800
Appuntamento primario con un ginecologo (Ph.D.)3000
Appuntamento ripetuto con un ginecologo (Ph.D.)2500
Appuntamento primario con un ginecologo (MD)3500
Appuntamento di follow-up con un ginecologo (MD)3000
Ascesso della ghiandola di Bartolini (autopsia)13500
Applicazione di medicinali all'area degli organi esterni (1 seduta)750
Biopsia della cervice (escluso il costo dell'istologia)3500
Biopsia cervicale avanzata7000
Biopsia endometriale (PIPELLE) (escluso costo istologico)6500
Bougier del canale cervicale con anestesia4000
Irradiazione laser del sangue endovenoso (ILBI) 1 sessione1500
Assunzione di aspirato dalla cavità uterina6500
Presa di aspirato dal canale cervicale4500
Prendendo uno striscio dalla vagina, dal canale cervicale e dall'uretra per il grado di purezza, flora500
Esame vaginale450
Puntura di cisti da ritenzione con coagulazione (fuoco singolo)3500
Massaggio ginecologico (10 sedute)10000
Massaggio ginecologico (una seduta)1500
Isterosalpingografia12000
Isteroscopia15000
Curettage diagnostico della cavità uterina8500
Curettage diagnostico del canale cervicale8500
Rimozione del polipo endometriale32000
Campionamento con tampone500
CTG (CARDIOTOCOGRAFIA)2500
Cisti della ghiandola di Bartolini (dissezione e drenaggio con anestesia)13500
Cisti della ghiandola di Bartolini (escissione con anestesia)25000
Colpoperineorrafia30.000
Conizzazione della cervice25000
Laser vaginale1500
Trattamento laser dell'erosione cervicale in 1 cm5000
Trattamento della patologia della cervice con l'apparato "Surgitron" 1 ° grado di complessità (colposcopia + "Instalagel" + sanificazione)9600
Trattamento della patologia della cervice con l'apparato "Surgitron" 2 ° grado di complicanze (colposcopia + "Instalagel" + igiene)12000
Trattamento della patologia della cervice con l'apparato "Surgitron" di 3 ° grado di complessità (colposcopia + "Instalagel" + sanificazione)18000
Trattamento della patologia della cervice con l'apparato "Surgitron" di 4 ° grado di difficoltà (colposcopia + "Instalagel" + sanificazione)21600
Trattamento della patologia della cervice con il farmaco "Solkovagin" senza il costo del farmaco3000
Terapia laser magnetica a contatto (1 seduta)1400
Contact magnetoterapia laser (10 sedute)11000
Interruzione medica della gravidanza con il farmaco "Mifegin" France12000
Interruzione medica di gravidanza con il farmaco "Mifepristone (Miropriston)" Russia10500
Interruzione medica di gravidanza con il farmaco "Mifepristone (Miropriston)" Cina8500
Mini aborto (aspirazione sotto vuoto)15000
Trattamento del perineo con un farmaco500
Trattamento vaginale con farmaci (igiene vaginale)1000
Anestesia paracervicale2000
Tracheloplastica36000
Posizionamento di Goldlily IUD (ecografia, striscio di flora, con il costo della spirale)12000
Posizionamento del dispositivo intrauterino (IUD)8000
Impostazione del sistema di produzione di ormoni "MIRENA" (ultrasuoni + striscio sulla flora + "Instilagel" + ultrasuoni dopo le mestruazioni successive)20.000
Posizionamento o rimozione dell'anello vaginale1000
Posizionamento di un tampone nella vagina (1 sessione)1000
Colposcopia semplice3000
RFE con isteroscopia (curettage diagnostico separato, isteroscopia, complesso ospedaliero, gruppo sanguigno, striscio di flora vaginale, terapia antibatterica 2 farmaci, permanenza in reparto per 1 giorno, anestesia endovenosa)40.000
Curettage diagnostico separato (WFD) dell'utero20.000
Colposcopia estesa3500
Rimozione laser delle verruche genitali per 1 cm di area1000
Rimozione di neoplasie vaginali con un laser (multiplo)12000
Rimozione del polipo del canale cervicale utilizzando l'apparato "Surgitron" (senza il costo dell'istologia)6000
Rimozione dello IUD senza complicazioni (Sanation + "Instilagel" + Raccomandazioni)3000
Rimozione di IUD complicata (più di 7 anni)11000
Rimozione di un corpo estraneo dalla vagina3000
Rimozione delle verruche genitali con il metodo di risonanza molecolare "Surgitron" in un processo generalizzato17000
Rimozione di condilomi genitali con metodo di risonanza molecolare "Surgitron" - 1a categoria7500
Rimozione delle verruche genitali con il metodo di risonanza molecolare "Surgitron" - 2a categoria10500
Rimozione di condilomi genitali con metodo di risonanza molecolare "Surgitron" - 3a categoria14500
Rimozione del polipo cervicale6000
Suturare l'imene20.000
Escissione diagnostica complicata25000
Aborto chirurgico (fino a 12 settimane)15000
Test di Schiller950
Test rapido per b-hCG300
Deflorazione8000
Chirurgia plastica della parte posteriore della vagina25000
Chirurgia plastica delle piccole labbra20.000
Chirurgia plastica della parete vaginale anteriore25000
Imenoplastica combinata con correzione della parete vaginale anteriore32500
  • "Dottore di Mosca"
  • INN: 7713266359
  • Checkpoint: 771301001
  • OKPO: 53778165
  • OGRN: 1027700136760
  • LIC: LO-77-01-012765
  • "Chertanovo I"
  • INN: 7726023297
  • Cambio: 772601001
  • OKPO: 0603290
  • OGRN: 1027739180490
  • LIC: LO-77-01-004101
  • "Protek"
  • INN: 7726076940
  • Cambio: 772601001
  • OKPO: 16342412
  • OGRN: 1027739749036
  • LIC: LO-77-01-014453

I dispositivi intrauterini sono efficaci nel prevenire gravidanze indesiderate, ma come altri metodi di contraccezione, hanno una serie di possibili effetti collaterali e complicazioni..

Effetti collaterali

La manifestazione degli effetti collaterali, di regola, è associata al tipo di dispositivo intrauterino utilizzato. Non si verificano spesso e sono più pronunciati nei primi tre mesi, dopodiché, nella maggior parte dei casi, scompaiono completamente. Parliamo di più del dispositivo intrauterino contenente rame. Gli effetti collaterali sono i seguenti:

• Mestruazioni abbondanti e prolungate;
• Dolore al basso ventre.

Quando si utilizzano bobine contenenti rame nei primi mesi, sono possibili mestruazioni abbondanti e prolungate, di solito non richiedono cure mediche speciali e vanno via da sole, tuttavia, è assolutamente necessario consultare un medico, poiché questi sintomi possono indicare complicazioni (gravidanza ectopica, perforazione uterina, gravidanza interrotta, ecc.). ). Il dolore nell'addome inferiore, simile alle contrazioni, si verifica spesso nelle donne che non hanno partorito (non sono rimaste incinte) prima dell'installazione della spirale. In caso di forte dolore, consultare un medico per escludere la presenza di complicazioni (infezioni, perforazione uterina, ecc.). Quindi, se hai installato un dispositivo intrauterino, gli effetti collaterali possono essere i seguenti:

• Mancanza di mestruazioni;
• Scarico sanguinante, non associato alle mestruazioni;
• Sensazioni grossolane e dolorose del seno;
• Acne;
• Mal di testa;
• Nausea e vomito;
• Mal di schiena;
• Diminuzione del desiderio sessuale;
• Irritabilità, depressione.

La mancanza di mestruazioni (amenorrea) è spesso una reazione naturale del corpo alla terapia ormonale che non influisce sulla funzione riproduttiva o sulla salute generale. Dopo aver rimosso la spirale ormonale, il ciclo mestruale viene completamente ripristinato. Tuttavia, quando compare l'amenorrea, è comunque necessario consultare un medico per escludere una possibile gravidanza (inclusa quella ectopica). Normalmente sono possibili irregolarità nel ciclo e comparsa di piccole scariche sanguinolente dopo l'installazione della spirale, che scompaiono dopo poche settimane e non necessitano di trattamento. Se si osserva una secrezione di spotting indipendentemente dalle mestruazioni per un lungo periodo, è necessario consultare un medico per escludere la patologia.

Acne, gonfiore al seno, mal di testa, nausea, dolore toracico e stato emotivo disturbato possono derivare da una scarsa tolleranza ai farmaci ormonali. Se questi possibili sintomi persistono entro tre mesi, si consiglia di rimuovere la bobina e utilizzare altri metodi contraccettivi.

Complicazioni

Le complicanze sono rare e si verificano per i seguenti motivi:

• Utilizzo della spirale da parte di donne a rischio (vanno considerate le relative controindicazioni);
• Mancato rispetto delle raccomandazioni d'uso;
• Installazione della spirale da parte di un medico inesperto;
• Povera spirale.

È consuetudine qualificare tutte le complicazioni nel momento in cui compaiono:

• È apparso durante l'installazione della spirale (perforazione dell'utero, rottura della cervice, reazione vasovagale);

• Associato alla presenza di una spirale (nausea, vomito, dolore al basso ventre, minzione dolorosa frequente, secrezione purulenta, possibilmente rigetto e perdita della spirale);

• Associato all'estrazione della bobina (gravidanza ectopica, infertilità, dolore cronico nella pelvi).

Le complicazioni più comuni sono:

• infezioni;
• sanguinamento;
• dolore intenso;
• Rifiuto della spirale.

Puoi ottenere consigli, eseguire una diagnosi accurata, installare qualitativamente un dispositivo intrauterino o utilizzare un altro tipo di servizi medici visitando il nostro centro medico a Mosca.

Lo stomaco fa male dopo aver installato la spirale

Il dispositivo intrauterino (IUD) è un metodo contraccettivo affidabile popolare tra le donne di tutto il mondo. Tuttavia, l'uso di un tale dispositivo può essere associato a complicazioni. Se il basso addome fa male dopo aver installato la spirale, non puoi posticipare una seconda visita dal ginecologo.

Cause di dolore nell'addome inferiore dopo l'installazione della spirale

Il dispositivo intrauterino impedisce all'ovulo fecondato di attaccarsi al rivestimento dell'utero. Di conseguenza, la gravidanza non può svilupparsi completamente. Anche le spirali contenenti ormoni sono popolari. Non solo interferiscono meccanicamente con il normale concepimento, ma influenzano anche lo sfondo ormonale di una donna. Riduce la probabilità di complicazioni dopo l'introduzione di un corpo estraneo nell'utero.

L'agente ormonale Mirena è ampiamente utilizzato, ma si possono osservare effetti collaterali dall'uso di tali dispositivi. Se l'addome inferiore fa male dopo l'installazione della spirale Mirena, è possibile che si sviluppi un'infiammazione dei genitali.

Immediatamente dopo l'installazione del dispositivo contraccettivo, un lieve disagio nella parte inferiore dell'addome e piccole macchie sono considerati normali. Se si verificano forti emorragie o forti dolori alla trazione per più di due giorni, vale la pena contattare nuovamente il ginecologo.

La durata del dolore addominale dopo l'installazione delle bobine non dovrebbe essere lunga. Dopo l'introduzione, il corpo estraneo "mette radici". Ciò significa che il rivestimento dell'utero si adatta al nuovo materiale.

Di regola, i sintomi spiacevoli scompaiono completamente entro una settimana. Tuttavia, l'intero processo di adattamento può richiedere fino a tre mesi. I dolori del disegno compaiono spesso nei primi giorni delle mestruazioni..

Sintomi allarmanti

Lo IUD non è un dispositivo per tutti. Questo metodo di contraccezione può essere utilizzato solo da donne che hanno partorito. Le controindicazioni includono:

  • formazioni maligne nell'utero;
  • sottosviluppo degli organi del sistema riproduttivo;
  • la presenza di fibromi o polipi nell'utero.

È categoricamente impossibile installare una spirale per le malattie degli organi pelvici, la presenza di infezioni genitali. Prima dell'introduzione di un corpo estraneo nell'utero, il medico esegue un esame visivo, prescrive una serie di test.

Anche se lo studio è stato condotto e non sono state identificate controindicazioni all'installazione della spirale, potrebbero svilupparsi effetti collaterali. Il corpo femminile non sempre percepisce bene un corpo estraneo. Di conseguenza, si sviluppa un processo infiammatorio della mucosa uterina: endometrite. La malattia nel periodo acuto si manifesterà con i seguenti sintomi:

  • tirando il dolore nell'osso pubico;
  • aumento della temperatura corporea;
  • mal di testa;
  • vertigini;
  • nausea;
  • perdite vaginali maleodoranti (sanguinolente o pus).

Con lo sviluppo di tali segni, dovresti cercare immediatamente un aiuto medico. Il rifiuto della terapia porterà alla diffusione dell'infiammazione ad altri organi. Ci sarà una seria minaccia per la vita di una donna.

Il sanguinamento uterino (metrorragia) è un'altra complicanza che può svilupparsi immediatamente dopo l'installazione della bobina. Chiedere aiuto immediatamente se l'assorbente si riempie completamente entro un'ora. La metrorragia porta spesso a gravi perdite di sangue.

Modi per eliminare il dolore

Se lo stomaco fa leggermente male dopo aver installato la spirale Mirena o un altro dispositivo simile, puoi rimuovere i sintomi spiacevoli con l'aiuto di medicinali. I farmaci antinfiammatori non steroidei sono ampiamente utilizzati. Un ginecologo consiglierà una medicina adatta. I farmaci ibuprofene, Nurofen e Panadol alleviano bene il dolore. I farmaci sono raccomandati in casi estremi quando il dolore ti impedisce di far fronte ai doveri quotidiani.

Il calore aiuterà a rimuovere i dolori tiranti nell'addome inferiore. Tutto quello che devi fare è sdraiarti per riposare e posizionare una piastra elettrica sull'osso pubico. Puoi sostituire il termoforo con un sacchetto pieno di sale caldo. Riposare nella postura corretta aiuterà anche ad alleviare la condizione nei primi giorni dopo l'installazione della spirale. Devi sdraiarti su una palla e tirare le gambe piegate al petto. La posa dell'embrione aiuta a rilassare i muscoli dell'addome inferiore. Di conseguenza, le sensazioni di dolore sono meno pronunciate..

Non è consigliabile massaggiare l'addome in caso di dolore. Va ricordato che c'è un corpo estraneo all'interno dell'utero. Un intenso stress meccanico può danneggiare l'endometrio.

Se un lieve disagio si trasforma in grave malessere, non è possibile posticipare la visita dal medico. È possibile che la spirale sia stata installata o selezionata in modo errato. Uno specialista può sempre consigliare un altro metodo contraccettivo efficace.

Conseguenze negative dell'utilizzo di un dispositivo intrauterino.
A causa del miglioramento della qualità delle spirali, le violazioni davvero gravi si verificano abbastanza raramente. Tuttavia, ci sono alcuni rischi associati all'uso di una spirale, di cui è meglio essere consapevoli per cercare di evitare..
GRAVIDANZA
In un anno, l'1-2% delle donne rimane incinta, nonostante l'uso della spirale. Ciò è dovuto o allo scarso adattamento della bobina alla cavità uterina, o alla sua lontananza dal fondo dell'utero, o al fatto che è stato installato in modo errato o all'uso di farmaci antinfiammatori che ne riducono l'efficacia. Dovresti considerare questo se il tuo periodo è in ritardo..
GRAVIDANZA EXTRAUTERINA
Il rischio di una gravidanza extrauterina, fortunatamente, è minimo, ma è possibile, poiché la spirale non impedisce all'embrione di attaccarsi alla parete del tubo. In caso di ritardo delle mestruazioni, accompagnato da secrezione sanguinolenta e forte dolore, si sospetta proprio questo motivo..
FORATURA DELLA PARETE DELL'UTERO
Questo è un caso del tutto eccezionale che si verifica durante l'installazione della bobina. Ma la spirale può persino penetrare oltre l'utero, quindi sarà necessario un intervento chirurgico per rimuoverla.

Conseguenze del dispositivo intrauterino. Dispositivo intrauterino: vantaggi e svantaggi

La spirale intrauterina è un metodo contraccettivo molto comune tra le donne in Russia, paesi scandinavi e paesi asiatici. La sua popolarità è vinta dai seguenti vantaggi:

Sì, ci sono molti vantaggi. Ma per una valutazione oggettiva, è necessario considerare tutti gli argomenti a favore dell'uso dello IUD.

Gli svantaggi notevoli includono:

  • la presenza di controindicazioni;
  • abbondanti e prolungate "giornate critiche";
  • spotting spotting prima e dopo le mestruazioni;
  • mancanza di protezione contro le infezioni a trasmissione sessuale;
  • alta incidenza di infiammazione nell'utero e nelle appendici;
  • non protegge dalla gravidanza ectopica, ma anzi la provoca (ad eccezione degli IUD contenenti ormoni);
  • possibili complicazioni con l'introduzione: perforazione o perforazione della parete uterina;
  • l'espulsione non è esclusa (prolasso spontaneo dello IUD dalla cavità uterina);
  • la spirale non può essere installata e rimossa da soli.

Quindi, se stai pensando di installare un dispositivo intrauterino contraccettivo, i pro e i contro del suo utilizzo, elencati sopra, ti aiuteranno a decidere sulla scelta di un metodo contraccettivo..

Attenzione! Se hai fatto la tua scelta a favore di un dispositivo intrauterino, assicurati di consultare il tuo medico. Uno specialista valuterà tutti i rischi per la tua salute e selezionerà lo IUD più adatto a te.

Qual è il pericolo di un dispositivo intrauterino per la salute di una donna

Considera le situazioni in cui uno IUD è una controindicazione:

La donna non è sposata, ha più di due partner sessuali e rapporti sessuali promiscui. È pericoloso per lei usare una spirale?

Senza dubbio. Perché la spirale non protegge dalle malattie genitali. Inoltre, la sua presenza costante nella cavità uterina aumenta la frequenza delle infezioni degli organi pelvici..

Una donna nota una frequente esacerbazione di malattie croniche dell'utero e delle ovaie.

La spirale sicuramente non le viene mostrata: l'aggravamento del processo infiammatorio può essere così grave da richiedere un trattamento chirurgico.

Periodi lunghi, pesanti e dolorosi.

Lo IUD aggraverà la situazione, porterà ad un aumento della perdita di sangue e allo sviluppo di anemia da carenza di ferro.

Tumori benigni o maligni dell'utero.

Il danno della spirale è ovvio.

La spirale chiaramente non può essere utilizzata nelle seguenti condizioni:

È importante sapere! Il dispositivo intrauterino come metodo di contraccezione è ideale per partner sessuali regolari o coppie sposate che hanno un rischio minimo di contrarre infezioni a trasmissione sessuale..

L'installazione di uno IUD nelle ragazze nullipare solleva molte domande e le opinioni si dividono esattamente nell'opposto. Se non hai ancora provato la gioia della maternità e c'è il desiderio di usare la spirale, non puoi fare a meno di un esame approfondito della tua salute da parte di un ginecologo.

Se la spirale è in basso. Come dovrebbe stare la spirale?

Nell'annotazione alla spirale si dice che le antenne della spirale dovrebbero sporgere dalla cervice di 1-2 cm Il ginecologo, quando installa la spirale, deve tagliare le lunghe antenne a questa lunghezza. Con queste antenne, puoi determinare ogni mese se la spirale è a posto. Pertanto, è del tutto normale sentire le antenne della spirale. All'inizio le antenne sono attorcigliate, poi si srotolano e una donna può sentirle da sola.

È un'altra cosa se una donna non sente più le antenne. Ci possono essere diverse spiegazioni per questo. Primo, forse la donna semplicemente non sa dove cercare le antenne. In secondo luogo, le antenne si sono staccate, mentre la spirale continua a rimanere al suo posto. In terzo luogo, la spirale è caduta dall'utero. Nel caso in cui le antenne non si sentano, è necessario visitare il ginecologo e determinare il vero motivo di ciò.

Alla domanda se ci sono restrizioni nei rapporti sessuali con antenne sporgenti e quali sono queste restrizioni, si può rispondere a quanto segue: non ci sono restrizioni. Né una donna né un uomo dovrebbero provare alcun disagio dagli elementi a spirale durante il rapporto in nessuna circostanza. La spirale non cadrà durante il rapporto, a meno che, ovviamente, l'uomo non compia sforzi speciali.

Dopo un po ', le antenne di solito si ritraggono. A volte i ginecologi lasciano volutamente grandi antenne, in caso di emergenza. E le antenne vengono tagliate quando la spirale si trova nella parte inferiore dell'utero. Con una spirale retratta e con antenne piccole, la spirale è più difficile da raggiungere se necessario.

A volte ci sono momenti in cui la spirale si rifiuta. In questi casi la donna può anche sentire le antenne sporgenti della spirale emergente. Ciò accade solo due settimane dopo l'installazione: le antenne sono cadute, "sono cadute" e la spirale è stata rimossa.

Alcune donne riferiscono che a volte le antenne si staccano. I casi sono descritti quando si è staccata solo un'antenna, che è stata trovata dal marito due anni dopo l'installazione. La donna è andata da un ginecologo e il medico ha scoperto che la spirale era normale e ha deciso di lasciare la spirale. Rimase lì per altri cinque anni.

Quindi, è normale sentire la spirale. Se la spirale inizia a cadere, questo momento difficilmente può essere perso: la donna sentirà dolori crampi e quindi devi assolutamente andare dal dottore.

Un dispositivo intrauterino (IUD) è un piccolo dispositivo contraccettivo in plastica flessibile. Viene inserito nell'utero dove fornisce una contraccezione sicura, altamente efficace ea lungo termine.

Le più comuni tra le donne sono le bobine non ormonali “Multiload” e “Nova-T” (il cui principio di azione si basa sulla prevenzione dell'impianto di ovociti per effetto spermicida della bobina causata dalla reazione ossidativa del rame, che è avvolta attorno ai dispositivi), così come la bobina ormonale “Mirena” (principio attivo - l'ormone levonorgestrel, che sopprime l'ovulazione, ispessisce il muco nel canale cervicale e assottiglia lo strato endometriale nell'utero, rendendo così quasi impossibile la gravidanza).

L'azione delle bobine con avvolgimenti in rame va dai tre ai cinque anni e l'azione di Mirena è di almeno cinque anni. Tutti e tre i tipi di spirali sono a forma di T e sono lunghi circa 1,5 cm. È possibile rimuovere le spirali in qualsiasi momento su richiesta della donna.

Gli IUD sono una buona scelta per le donne che cercano un metodo contraccettivo altamente efficace, duraturo e allo stesso tempo facilmente reversibile. Inoltre, le spirali sono adatte per quelle donne che non vogliono (o che sono controindicate) utilizzare determinati metodi ormonali, come la pillola anticoncezionale o. Tieni presente che lo IUD non protegge dalle infezioni del tratto genitale (MST).

Il costo medio di uno IUD è compreso tra $ 20 e $ 500 più il costo di installazione. Certo, se opti per "Mirena", che costa circa $ 300, allora questa cifra potrebbe sembrare semplicemente enorme! Ma conta: l'azione della spirale dura circa 5 anni, cioè si scopre che spendi circa $ 60 all'anno in contraccezione, che è molto più economica delle pillole contraccettive..

Un dispositivo intrauterino vale 20 anni di conseguenze. Quanto tempo viene posizionato il dispositivo intrauterino? E se la spirale costa più del termine (6, 10, 20 anni)?

Di tutti i metodi di contraccezione, lo IUD è il più affidabile e popolare. L'uso di questa tecnica include il rigoroso rispetto delle regole di funzionamento, una delle quali è la durata di conservazione della bobina, la presenza di controindicazioni o restrizioni.

Per quanto tempo viene inserita la spirale, dipende dal produttore del prodotto e dai materiali utilizzati nella sua fabbricazione. La bobina ormonale costa 6 anni (più o meno un paio di anni, a seconda del produttore), la versione contenente rame è meno regolamentata - la bobina costa 10 anni senza necessità di sostituzione. Dato che il contraccettivo è in realtà un corpo estraneo, una donna dovrebbe monitorare attentamente per quanto tempo è posizionata la spirale e non superarla, poiché ciò può portare a gravi effetti collaterali.

Lo IUD viene inserito da un ginecologo circa 3-4 giorni dopo l'inizio delle mestruazioni, poiché è in questo momento che la cervice è leggermente aperta, il che rende la procedura più facile. In alcuni casi, il momento migliore sarà 5-9 giorni dopo la fine del ciclo. Il medico determinerà l'opzione migliore.

Durante i primi giorni dopo l'inserimento, è possibile una piccola quantità di macchie. Dopo 1-1,5 mesi, è necessario visitare nuovamente il ginecologo per l'esame. È necessario contattare immediatamente uno specialista nei seguenti casi:

  1. dolore insolito, in particolare dopo il rapporto sessuale;
  2. grave scarica sanguinolenta;
  3. dolore spasmodico nell'addome inferiore;
  4. mancanza di mestruazioni;
  5. l'incapacità di rilevare i fili del contraccettivo;
  6. sondare la parte difficile del contraccettivo;
  7. perdita di fondi;
  8. se viene utilizzata una spirale che è già scaduta;
  9. altri sintomi atipici.

Quando posso rimuovere il dispositivo intrauterino?

Questo rimedio naturale al 100% allevia il dolore durante le mestruazioni! Indovina cos'è? Sbarazzati di esso per sempre!

Indipendentemente dal tipo e dalla durata della spirale, deve essere rimossa in condizioni sterili da un ginecologo dopo un esame preliminare. Non vale la pena farlo da solo, poiché esiste il rischio di danni alla mucosa uterina e l'introduzione di infezioni nel corpo.

Se durante l'uso dello IUD non ci sono state complicazioni o infezioni, il processo di rimozione sarà rapido e completamente indolore. Se è impossibile trovare il filo del rimedio o sono sorte altre complicazioni, viene eseguita l'isteroscopia, che consente di ottenere un quadro più completo della posizione del contraccettivo intrauterino. Il processo di rimozione si compone di due fasi principali:

  • Esame e valutazione dello stato in cui si trova il dispositivo intrauterino, periodo di utilizzo del farmaco al momento, ecc..
  • Rimozione. Il momento migliore per rimuovere lo IUD è quando hai il ciclo. Questo viene fatto usando l'anestesia locale. Se stiamo parlando di isteroscopia, viene utilizzata l'anestesia. In alcuni casi, in particolare, se la vita operativa del dispositivo intrauterino viene significativamente superata, il prelievo del farmaco attraverso il canale cervicale è impossibile, pertanto il contraccettivo viene rimosso attraverso la cavità addominale.

Quanto a quando è possibile estrarre il dispositivo intrauterino, può essere fatto anche prima della data di scadenza:

  1. su richiesta personale della donna;
  2. con parziale rigetto del farmaco da parte dell'organismo;
  3. con uno spostamento dello IUD, che può essere determinato dalle antenne dei mezzi, che sono diventate più lunghe o più corte;
  4. in presenza di processi infiammatori acuti negli organi pelvici;
  5. sanguinamento molto pesante;
  6. tumori;
  7. l'inizio della menopausa;
  8. gravidanza;
  9. altre patologie.

Se la bobina costa più del termine, esiste la possibilità che l'agente sia strettamente attaccato alle pareti dell'utero o addirittura incarnito. Ecco perché le donne che usano questo tipo di contraccettivo dovrebbero essere regolarmente esaminate da un ginecologo, che aiuta a rilevare il problema nelle prime fasi. Ci sono casi con pazienti in cui la spirale costa 20 anni o più. La rimozione dell'agente in tali circostanze è piuttosto difficile e di solito viene eseguita in ambiente ospedaliero..

La rimozione dello IUD è una procedura di routine che può essere eseguita indipendentemente dall'età della bobina. In assenza di infezioni e complicazioni, il processo è facile e indolore. Se ci sono difficoltà con l'estrazione, un esame e la rimozione del contraccettivo vengono eseguiti in condizioni stazionarie. La causa delle complicazioni può essere sia le caratteristiche dell'organismo che il mancato rispetto delle condizioni operative. Per proteggerti, devi visitare regolarmente un ginecologo e tenere conto di quanto viene posizionato un particolare tipo di spirale.

Questo rimedio ha alleviato tutte le donne cinesi dal dolore mestruale! Aiuterà anche te! Incolla l'inguine e dimentica il dolore!

Segni di una spirale incarnita. Metodi e metodi per rimuovere lo IUD

Molto spesso, l'estrazione dello IUD viene eseguita su base ambulatoriale nel mezzo del ciclo mestruale. La procedura per la rimozione standard del dispositivo intrauterino non necessita di anestesia.

Lo IUD viene rimosso tirando con una pinza (uno speciale strumento chirurgico) o una pinzetta sulle antenne, che, normalmente, dovrebbero pendere dal canale cervicale.

Questo metodo per rimuovere il dispositivo intrauterino è il più semplice, sicuro ed economico.

Se i viticci dello IUD sono assenti, il contraccettivo intrauterino può essere rimosso strumentalmente durante l'isteroscopia o utilizzando un estrattore. La rimozione strumentale dello IUD viene eseguita in anestesia locale o endovenosa.

Dopo l'espansione meccanica del canale cervicale, un isteroscopio viene inserito nella cavità uterina. Se il dispositivo intrauterino si trova liberamente nella cavità uterina, viene afferrato con una pinza speciale e quindi estratto.

Nei casi più gravi, il metodo strumentale di rimozione dello IUD può essere accompagnato da danni alle pareti del canale, utero e sanguinamento.

Se il motivo della rimozione del contraccettivo intrauterino era la presenza di processi infiammatori, infettivi o tumorali della cavità uterina, dopo la rimozione dello IUD, gli strisci vengono prelevati da esso sotto forma di impronte per un ulteriore esame istologico.

Spesso, durante una visita ginecologica preliminare, il medico può identificare uno IUD che è cresciuto nelle pareti uterine.

In tal caso, la rimozione del contraccettivo intrauterino viene eseguita raschiando la cavità uterina, seguita dalla diagnosi istologica del biomateriale risultante.

Se una parte dello IUD si trova vicino a grandi vasi, l'uretere e la vescica, o è cresciuta nella cavità addominale, la spirale viene rimossa mediante un'operazione di laparotomia o laparoscopia.

In ogni caso, la rimozione dello IUD dovrebbe essere eseguita solo da un ginecologo qualificato. La rimozione del dispositivo intrauterino da soli a casa è controindicata.

Tali azioni possono causare danni meccanici alle mucose degli organi genitali e alla loro infezione..

Quando si rimuove lo IUD, il medico può stabilire le possibili conseguenze dell'uso della spirale e, se necessario, sviluppare un corso individuale di azione terapeutica.

Sentimenti dopo l'installazione della spirale. "Mirena". Istruzioni per l'uso, dosaggio

La spirale è inserita nella cavità uterina. La sua durata è di cinque anni. All'inizio dell'applicazione della bobina, il tasso di rilascio giornaliero di levonorgesgrel è di 20 μg. Nel tempo, questo indicatore diminuisce. Dopo cinque anni, è di 11 mcg al giorno. La velocità di rilascio giornaliera media approssimativa della sostanza ormonale è di 14 μg.

Il sistema terapeutico uterino può essere utilizzato nelle donne che hanno utilizzato la terapia ormonale sostitutiva nel loro trattamento. La cosa più importante è che i farmaci utilizzati nel trattamento contengano estrogeni e non progestinici. Se la spirale "Mirena" è installata correttamente, l'indice di Pearl è dello 0,1%.

Il prodotto Mirena è venduto in confezione sterile. Se il prodotto non aveva una confezione sterile al momento dell'acquisto, non dovrebbe essere utilizzato. Inoltre, non è necessario conservare le spirali estratte dalla cervice, poiché contengono ancora resti della sostanza ormonale.

La confezione sterile della spirale viene aperta solo prima dell'introduzione del prodotto nel corpo della donna. Solo un medico esperto con esperienza rilevante in questo settore dovrebbe installare Mirena. Prima di introdurre un sistema terapeutico, il medico deve familiarizzare la donna con controindicazioni e possibili fenomeni negativi. Esegui una visita ginecologica. Fai uno striscio ginecologico. Manda la signora a fare un esame del sangue. Il medico esamina le ghiandole mammarie prima di installare il prodotto Mirena. Gli effetti collaterali (l'istruzione avverte di tutte le conseguenze negative che spesso si verificano dopo l'introduzione della spirale) saranno ridotti al minimo se il paziente viene esaminato e il sistema terapeutico è installato correttamente.

Durante l'esame del paziente, è necessario escludere la gravidanza, nonché disturbi di natura infettiva e infiammatoria. Tutte le malattie rilevate prima dell'introduzione della spirale nel corpo della donna devono essere eliminate.

Prima di introdurre la spirale, vengono esaminati l'utero ei parametri della sua cavità. È considerato corretto trovare "Mirena" nella parte inferiore dell'organo uterino. In questo caso, è assicurato un effetto uniforme del principio attivo del prodotto sul mezzo uterino..

La prima volta che una donna dopo aver installato la spirale viene esaminata dopo 3 mesi, quindi - una volta all'anno. Se necessario, il paziente viene esaminato più spesso..

Se una donna è in età fertile, la spirale viene stabilita entro sette giorni dall'inizio dei giorni critici. Mirena può essere sostituito con un altro dispositivo intrauterino in qualsiasi momento opportuno. È consentito installare uno IUD immediatamente dopo un aborto, che è stato fatto nel primo trimestre.

Dopo il parto, la spirale può essere inserita sei mesi dopo l'involuzione dell'utero. Se l'involuzione arriva con un ritardo, è necessario attendere il suo completamento. Se lo IUD viene inserito con complicazioni, forte dolore o è accompagnato da sanguinamento, è necessario eseguire un esame ecografico il prima possibile per escludere la possibilità di perforazione.

Con la terapia sostitutiva con estrogeni, al fine di mantenere le funzioni dell'endometrio, le donne con diagnosi di amenorrea sono dotate di una spirale di Mirena in qualsiasi momento. Nei pazienti con mestruazioni prolungate, il sistema terapeutico viene somministrato negli ultimi giorni delle mestruazioni. La bobina non viene utilizzata per la contraccezione postcoitale.

Il sistema terapeutico "Mirena" viene rimosso con cautela tirando i fili con una pinza. Se i fili non sono stati trovati, viene utilizzato un gancio di trazione per estrarre la spirale. A volte è necessaria la dilatazione cervicale per rimuovere lo IUD.

Il sistema, se non ci sono effetti collaterali, viene rimosso dopo cinque anni. Se una donna vuole continuare a utilizzare questo metodo di contraccezione, viene introdotta una nuova spirale immediatamente dopo aver rimosso il sistema precedente.

Quali tipi di spirale esistono

Esistono due tipi principali di IUD:

  • medicinale;
  • non farmaco.

I primi contengono rame, argento, oro, progesterone e altri ormoni o farmaci. La loro presenza nella composizione aumenta l'efficacia della spirale e riduce l'effetto negativo sul corpo. Questi farmaci hanno forme diverse: spirali, anelli, ecc. I contraccettivi più comuni sono:

  1. Copper-T. È un dispositivo a forma di T, realizzato in polietilene con l'aggiunta di rame.
  2. Multiload. Ha una forma a T, è realizzato in polietilene con l'aggiunta di solfato di bario.
  3. Juno. Disponibile in diverse varianti: a forma di T, a forma di anello. Il materiale principale è la plastica, delle inclusioni aggiuntive c'è il rame o l'argento. La durata della contraccezione per le forme a forma di anello è di 4 anni, per quelle a forma di T - 7 anni.
  4. Mirena. Sistema contenente ormoni intrauterini. Il principio di azione si basa sul rilascio di gestageno nella cavità uterina. È un contraccettivo su prescrizione.
  5. Nova-T. La spirale è realizzata in plastica con aggiunta di solfato di bario, filo di rame e argento, avvolto sull'asse.
In farmacia puoi trovare una spirale del marchio Mirena

I tempi di installazione della bobina sono riportati nella tabella.

Tipo di IUDValidità
Copper-T6 anni
Multiload5 anni
Juno4-7 anni
Mirena5 anni
Nova -T5 anni

Questi ultimi appartengono alla prima generazione dello IUD. Sono realizzati in polietilene e non sono più utilizzati nella ginecologia moderna a causa di molteplici effetti collaterali. Questi includono il Lipps Loop.

Quali sono le indicazioni per l'installazione

La differenza tra le proprietà funzionali di vari tipi di IUD è insignificante. Hanno tutti la stessa efficacia, che a sua volta dipende dalla professionalità e dall'esperienza del medico. Prima dell'introduzione del dispositivo intrauterino, il ginecologo esamina la donna per le malattie infiammatorie dell'area genitale, riceve informazioni sulla frequenza del ciclo mestruale e conduce un'ecografia del bacino. Dopo l'anamnesi raccolta, viene eseguita la selezione e l'introduzione della spirale.

L'indicazione per l'uso di uno IUD è il desiderio di una donna di controllare la sua funzione riproduttiva..

Le spirali uterine contenenti ormoni, oltre all'effetto contraccettivo, hanno un effetto terapeutico nelle seguenti malattie:

  • iperplasia endometriale;
  • mestruazioni abbondanti;
  • endometriosi.
Con una scarica abbondante durante le mestruazioni, puoi mettere una spirale ormonale

Quali complicazioni possono esserci?

Quando si usano contraccettivi intrauterini, le complicanze sono estremamente rare. Nonostante tutte le conseguenze siano prevenibili, una donna dovrebbe sapere come si manifestano e, se necessario, consultare un medico:

  • Lo scarico sanguinante dopo l'installazione della spirale si osserva nel 15% delle donne. Possono comparire in modo intermittente durante il primo anno di utilizzo dei contraccettivi..
  • Espulsione dello IUD. Il rigetto si manifesta con dolore nella parte inferiore dell'addome, sanguinamento tra i periodi, secrezione dopo il rapporto, sensazione di spirale nella vagina.
  • Gravidanza con una spirale. Si verifica molto raramente, di solito la causa è un'espulsione non diagnosticata. In questo caso, lo IUD dovrebbe essere rimosso il prima possibile..
  • Perforazione dell'utero o della cervice. La frequenza delle complicanze dipende dalla forma del contraccettivo, dalle caratteristiche della struttura anatomica dell'utero, dalle qualifiche del medico. È caratterizzato da un forte dolore con l'introduzione della spirale, la scomparsa dei fili, il sanguinamento.
  • Processi infettivi degli organi pelvici. Le complicazioni si verificano nelle donne con più partner sessuali. I sintomi di un'infezione genitale sono secrezione maleodorante, temperatura corporea elevata, nausea.
A volte, quando si installa la bobina, è possibile contrarre un'infezione

Quali sono le sensazioni dopo la procedura?

Anche con lo strumento giusto, all'inizio dopo l'installazione, una donna può essere disturbata dal dolore nell'addome inferiore. Normalmente, sono di natura trascinante, durano non più di 10 giorni.

Spesso una donna nota che dopo l'installazione della spirale c'è sangue.

Lo scarico periodico brunastro è la reazione del corpo a un oggetto estraneo. Tale scarica è spesso osservata quando si usano bobine contenenti ormoni..

Quali sono le cause del sanguinamento dopo l'installazione o la rimozione della bobina

Se una donna è tormentata da un forte dolore e sanguina dopo l'installazione di uno IUD, lo sviluppo di complicanze dovrebbe essere escluso prima..

Possibili cause di sanguinamento immediatamente dopo la somministrazione:

  • rifiuto dello IUD;
  • taglia sbagliata;
  • processo infettivo;
  • lesione endometriale durante l'installazione.

Puoi scoprire i pro ei contro di un dispositivo intrauterino guardando questo video:

La principale causa di sanguinamento dopo la rimozione della bobina è il danneggiamento del rivestimento dell'utero. Quando il dispositivo viene rimosso, appare un microtrauma sull'endometrio, che può sanguinare. Di solito, i sintomi spiacevoli scompaiono dopo 7-10 giorni e non richiedono trattamento.

Può una violazione essere una variante della norma

La maggior parte delle donne ha sanguinamento dopo aver installato la spirale, questa non è sempre una patologia. Il contraccettivo viene somministrato dal 3 ° all'8 ° giorno del ciclo mestruale. Durante questo periodo, è ancora presente un piccolo flusso mestruale e, a causa dell'azione meccanica, può aumentare. Nel processo di attecchimento di un corpo estraneo, il sangue in un piccolo volume appare spesso tra i cicli mestruali.

In caso di forti emorragie, debolezza, dolore intenso, pallore della pelle, è urgente consultare un medico.

I polipi dell'utero sono escrescenze locali della mucosa di diverse dimensioni. Si trovano più spesso durante gli esami medici, poiché raramente causano sintomi spiacevoli, sebbene possano essere accompagnati da sintomi come irregolarità mestruali, dolore all'addome, secrezione, sanguinamento, ecc..