Cos'è l'amenorrea e quanto può essere pericolosa

Per alcuni, l'assenza delle mestruazioni sembra essere un evento gioioso, in quanto parla della nascita imminente di un bambino. Altre donne, invece, si arrabbiano per questo. Ma poche persone pensano che una prolungata assenza di mestruazioni possa segnalare una grave malattia del sistema riproduttivo. È difficile chiamare un disturbo indipendente da amenorrea (assenza prolungata di mestruazioni), piuttosto è un sintomo di varie patologie. Quali sono queste malattie, come possono essere curate e prevenute?

Che cosa sono le mestruazioni?

Per rispondere alle domande poste sopra, dovresti capire la natura del tuo periodo, scoprire quali cambiamenti stanno avvenendo nel corpo durante "questi giorni":

  1. Dal momento della nascita, i follicoli iniziano a maturare nelle ovaie..
  2. Si trovano nelle ovaie, ognuna contiene un uovo.
  3. Durante la pubertà (con l'inizio delle mestruazioni, che di solito si verifica all'età di 11-13 anni), i follicoli si rompono, l'uovo viene rilasciato nelle tube di Falloppio. Questa si chiama ovulazione..
  4. A rigor di termini, il corpo è pronto per concepire. Se la fecondazione non si verifica, l'uovo viene rimosso dal corpo durante le mestruazioni..

Anche se non c'è gravidanza, l'assenza di mestruazioni non sempre indica patologia. A volte il corpo "prende una pausa", ma l'anovulazione è più comune, cioè le mestruazioni senza il rilascio di un uovo dalle ovaie. Il concepimento di un bambino in una situazione del genere è impossibile, ma un fallimento occasionale, di regola, non significa la presenza di una malattia. L'assenza prolungata delle mestruazioni in quanto tale (sei mesi o più) indica problemi di salute, è necessaria una visita da un medico. Se ignori l'esame e il trattamento, puoi "finire il gioco" per l'infertilità e, a volte, saltare lo sviluppo di una malattia grave, come il cancro.

Secondo ICD 10, il codice della malattia è 91.0. La patologia è classificata come conseguenza dei cambiamenti nel corpo, che portano all'assenza di mestruazioni per lungo tempo.

Forme di amenorrea

A seconda delle cause della malattia, dell'età della paziente, nonché delle sue caratteristiche fisiologiche, l'amenorrea è tradizionalmente suddivisa in:

  • L'amenorrea primaria è considerata come se il periodo non si fosse verificato in una ragazza di età inferiore ai 16 anni. Di regola, questo non agisce come un segno di patologia, piuttosto parla di pubertà ritardata. D'altra parte, i disturbi ormonali non sono esclusi, quindi non farà male consultare un medico. Ciò è particolarmente vero se ci sono problemi con il sistema endocrino, il paziente conduce uno stile di vita sbagliato, così come nei casi in cui la giovane donna è costantemente sottoposta a uno stress grave, ad esempio legato allo studio.
  • L'amenorrea secondaria viene posta se il paziente ha già 16 anni o ha avuto almeno un periodo con perdite vaginali caratteristiche. In alcuni casi, l'assenza di mestruazioni nella forma secondaria della malattia indica la presenza di patologia. Tuttavia, non bisogna farsi prendere dal panico, forse stiamo parlando di amenorrea fisiologica, che non può essere curata, non rappresenta un pericolo e alla fine passa senza interferenze esterne. Maggiori informazioni su questo argomento nella sezione successiva..

In questo caso, l'amenorrea dovrebbe essere divisa in falso e vero:

  1. La falsa amenorrea non è associata a processi patologici nel corpo. Le ovaie, il sistema ormonale e l'immunità funzionano normalmente, ma non si verificano perdite di sangue. Nelle vergini, questo può essere causato da imene troppo denso, in pazienti di tutte le categorie questa forma di amenorrea è associata a un'ostruzione meccanica nella vagina, una forma atipica della cervice, nonché un grave sovraccarico emotivo.
  2. La vera amenorrea è una conseguenza della patologia. Può essere sia fisiologico (gravidanza, amenorrea della lattazione, menopausa), sia patologico, cioè causato da una malattia.

Si noti che l'amenorrea fisiologica vera non richiede trattamento e non rappresenta una minaccia per la vita e la salute del paziente.

Cause di amenorrea

L'amenorrea primaria discussa sopra è rara. Di solito ciò è dovuto alla lenta maturazione, ma se la causa del fenomeno risiede nella patologia, la diagnosi e il trattamento saranno quasi gli stessi del caso della forma secondaria. Quindi, si verifica l'amenorrea:

  • Gravidanza. Questo è il motivo più comune e più sicuro per perdere il ciclo. Il problema è che una donna non sempre conosce il nuovo stato del suo corpo, quindi non farà male passare attraverso la diagnostica più semplice. Stiamo parlando di test di gravidanza in farmacia. Se i test mostrano un risultato negativo (non c'è gravidanza), ma sono presenti altri sintomi, ad esempio, nausea, vomito, debolezza, frequenti sbalzi d'umore, quindi vai a un'ecografia, non c'è errore.
  • Cambiamenti ormonali nel corpo. E di nuovo torniamo al parto: il normale ciclo mestruale può essere ripristinato entro un anno dalla nascita del bambino, anche se molto spesso la situazione tornerà alla normalità dopo 5-6 mesi. Se non ci sono stati gravidanza e parto, può verificarsi la menopausa (menopausa). Di solito le donne acquisiscono familiarità con questa condizione all'età di 50 anni o anche più tardi, ma in alcuni casi la menopausa si verifica in pazienti di 40 anni. Inoltre, l'amenorrea può svilupparsi da un uso improprio di contraccettivi orali e farmaci ormonali..
  • Anoressia. Purtroppo, le donne di solito si portano in uno stato di estrema stanchezza (dieta, rifiuto di mangiare per perdere peso). In questa situazione, il lavoro di quasi tutti i sistemi del corpo viene interrotto, gli ormoni e il metabolismo "volano". Di conseguenza, i periodi si fermano..
  • Malattie del sistema endocrino. Senza un normale metabolismo, le mestruazioni sono difficilmente possibili. Se la tiroide soffre di qualche malattia e la donna non lotta in alcun modo con la patologia, puoi dimenticare il ciclo. Fortunatamente, dopo la fine del corso terapeutico, il ciclo mestruale viene ripristinato..
  • Malattie veneree. Diversi virus "colpiscono" diversi elementi del sistema riproduttivo, in modo che la causa comune dell'amenorrea causata da tali infezioni non possa essere nominata. Dopo il trattamento, il lavoro del sistema riproduttivo viene completamente ripristinato, a meno che il paziente non si sia trascinato sul problema prima dell'inizio di tristi complicazioni.
  • Malattie oncologiche. Il cancro, ovviamente, non è sempre una condanna, ma infligge un colpo colossale al corpo. Anche se il tumore non ha colpito i genitali, il metabolismo soffre ancora, quindi i problemi con le mestruazioni sono comuni, specialmente nelle fasi successive della malattia. Inoltre, misure terapeutiche come la chirurgia, la chemioterapia e le radiazioni possono causare amenorrea..
  • Fatica. Causano amenorrea psicogena, causano disturbi complessi nel corpo e anche il sistema riproduttivo è sotto attacco. Tale amenorrea non è pericolosa, non appena una donna affronta la tensione nervosa, il ciclo mestruale tornerà alla normalità. La misura più radicale per combattere questo fenomeno è consultare uno psicologo.
  • Cattive abitudini. Le libagioni periodiche non causano amenorrea, ma è garantito che la dipendenza (tabacco, alcol, droghe) interrompe il ciclo mestruale. Se una donna si ferma in tempo, il problema viene risolto da solo, ma nei casi più gravi (alcol o droghe vengono assunti regolarmente per anni), i periodi si interrompono per sempre (non in tutti i casi, ma abbastanza spesso).
  • Interruzione della produzione di ormoni sessuali da parte dei settori responsabili del cervello (amenorrea ipogonadotropica). Una forma piuttosto spiacevole della malattia. Il complesso di ragioni per il suo verificarsi è ampio:
  1. fatica;
  2. violazione della dieta;
  3. intossicazione;
  4. infezione.

Ma questa è tutta una sciocchezza rispetto a una causa pericolosa e, sfortunatamente, comune: un tumore ipofisario..

Si noti che se la causa dell'amenorrea in una ragazza sotto i 16 anni non è una malattia grave, ma cambiamenti ormonali o sviluppo sessuale ritardato, non si dovrebbe combattere il problema, il paziente deve essere semplicemente monitorato dai medici e condurre uno stile di vita sano.

A volte, quando si verifica una gravidanza, le mestruazioni persistono per altri 1-2 cicli. Non fa paura, non devi trattare nulla. Se i tuoi periodi continuano nel terzo mese, devi consultare un medico..

Diagnostica

I compiti diagnostici per l'amenorrea sono identificare le ragioni dell'assenza di mestruazioni per lungo tempo. L'esame inizia con la raccolta dell'anamnesi. Il medico scopre le caratteristiche della vita intima del paziente, precedenti malattie dell'area genitale e del sistema endocrino. Già in questa fase è possibile trarre le prime conclusioni, dopodiché il ginecologo (è lui che inizia l'esame) si riferisce ad altri specialisti. A seconda dei risultati diagnostici primari, possono essere:

  1. endocrinologo;
  2. venereologo;
  3. oncologo;
  4. neuropatologo;
  5. psicoterapeuta.

In ogni caso, il medico dovrebbe escludere la gravidanza nella fase iniziale della diagnosi. Ciò è particolarmente vero per i pazienti che non hanno raggiunto i 16 anni: se una ragazza del genere si rivela "in posizione", il controllo sulle sue condizioni dovrebbe essere speciale. Di norma, il medico prescrive un'analisi per hCG (gonadotropina corionica umana, che viene prodotta solo nelle donne in gravidanza). Questo è seguito da un rinvio per un'ecografia (non sempre, ma spesso).

Ulteriori misure diagnostiche sono prescritte in base ai sospetti di varie patologie:

  1. analisi del sangue generale;
  2. analisi del sangue per gli ormoni;
  3. Ultrasuoni di vari organi, il più delle volte la ghiandola tiroidea;
  4. esame in poltrona ginecologica;
  5. analisi di perdite vaginali, urine e feci;
  6. biopsia (se si sospetta il cancro);
  7. analisi della microflora patogena, principalmente infezioni a trasmissione sessuale, come sifilide, clamidia, gonorrea (i metodi principali sono PCR e biopsia).

La gonorrea che si sviluppa durante la gravidanza è particolarmente pericolosa. In questo articolo, puoi scoprire i sintomi di questo disturbo, i metodi di trattamento e se c'è la possibilità di dare alla luce un bambino sano.?

La tomografia è prescritta raramente. Di norma, si ricorre a questa misura in caso di sospetto di oncologia. Dopo la fine di tutte le attività, il medico effettua una diagnosi accurata e prescrive il trattamento.

Trattamento e prevenzione

La cosa principale nel trattamento dell'amenorrea secondaria è eliminare la causa principale, cioè la malattia sottostante. L'esatta strategia terapeutica è prescritta dal medico, ma non puoi fare a meno del mantenimento del sistema ormonale. Per questo, sono prescritti i seguenti farmaci:

  • Proginova (costa circa 500 rubli);
  • Serofen (il prezzo oscilla intorno ai 600 rubli);
  • Utrozhestan (non solo normalizza i livelli ormonali, ma promuove anche il ripristino della funzionalità ovarica, costa circa 450 rubli);
  • Dyufaston (costa in media 550 rubli, puoi trovarlo più economico);
  • Parlodel (il prezzo non supera i 400 rubli).

Questi farmaci mirano a normalizzare la produzione di estrogeni e prolattina (i principali ormoni femminili). È impossibile determinare in modo indipendente il corso del trattamento, poiché i farmaci non costituiscono la base della terapia e un dosaggio errato porterà solo danni.

Il trattamento alternativo dell'amenorrea è consentito solo con diagnosi non pericolose. Ad esempio, se la causa della malattia risiede in una diminuzione del livello di difesa immunitaria (senza conseguenze speciali), è possibile assumere preparati a base di erbe in farmacia. Una dieta speciale per l'amenorrea è consentita solo quando il medico lo informa. Di solito si tratta di un'infezione a trasmissione sessuale, disturbo metabolico o cancro. La dieta per l'amenorrea è solitamente la seguente:

  1. sono esclusi i cibi grassi;
  2. la quantità di prodotti salati e affumicati è ridotta;
  3. alimenti vegetali ricchi di vitamine (verdura e frutta) vengono aggiunti alla dieta;
  4. l'alcol è escluso;
  5. bevande gassate dolci sono indesiderabili.

Inoltre, è necessario limitare il consumo di cibo che può causare una forte reazione allergica..

La prevenzione dell'amenorrea è ampia, poiché ci sono molte ragioni per questo. La regola principale è prendersi cura della propria salute:

  1. non avere rapporti sessuali non protetti;
  2. trattare le malattie infettive in tempo;
  3. prendere vitamine e mangiare più cibi vegetali;
  4. osservare la routine quotidiana;
  5. rifiutare le cattive abitudini;
  6. evitare situazioni stressanti.

Al primo segno di amenorrea, devi immediatamente sottoporti a un esame. Il trattamento precedente viene avviato (se è, ovviamente, necessario), meno conseguenze negative saranno per il corpo. Prenditi cura di te e dei tuoi cari!

Puoi anche guardare un video in cui il medico ti dirà cos'è l'amenorrea e quali malattie possono comparire se hai un ritardo nel ciclo.

Amenorrea: sintomi, diagnosi e trattamento

Il sito fornisce informazioni di base solo a scopo informativo. La diagnosi e il trattamento delle malattie devono essere effettuati sotto la supervisione di uno specialista. Tutti i farmaci hanno controindicazioni. È necessaria una consulenza specialistica!

Sintomi di amenorrea

L'amenorrea può essere accompagnata da una varietà di sintomi clinici. Il suo quadro clinico dipende non tanto dal grado o dal tipo di amenorrea, ma dalla malattia sottostante, di cui è sintomo.

I sintomi dell'amenorrea sono:

  • mancanza di mestruazioni;
  • irsutismo;
  • dolore addominale inferiore;
  • galattorrea;
  • acne;
  • obesità;
  • disturbo metabolico;
  • infertilità;
  • diminuzione della densità ossea o osteoporosi.

Mancanza di mestruazioni

Irsutismo con amenorrea

Dolore addominale inferiore con amenorrea

Galattorrea con amenorrea

La galattorrea è il flusso spontaneo di latte dalle ghiandole mammarie. Normalmente, la galattorrea compare nelle madri che allattano, ma può anche essere un sintomo di alcune condizioni patologiche. La galattorrea con amenorrea compare quando è accompagnata da una maggiore concentrazione dell'ormone prolattina. In realtà, questa è la causa dell'amenorrea, perché la prolattina interrompe la trasformazione ciclica dell'endometrio e riduce la secrezione degli ormoni sessuali femminili.
La quantità di latte escreto può variare: da poche gocce a un'escrezione abbondante e costante. Nella maggior parte dei pazienti, la galattorrea non compare nelle prime fasi della malattia o è intermittente (intermittente).

Le opzioni per il corso di galattorrea con amenorrea sono:

  • scarico periodico di gocce di latte;
  • scarico di gocce di latte quando viene premuto;
  • scarico a getto di latte quando pressato;
  • rilascio spontaneo di latte sotto forma di gocce o flusso;
  • flusso di latte persistente.
Anche la galattorrea può essere osservata in molte malattie di vari organi e sistemi. Queste patologie possono influenzare direttamente la secrezione ipofisaria degli ormoni o mantenere una maggiore concentrazione dell'ormone nel sangue. Molto spesso, la galattorrea è una manifestazione di ipotiroidismo (carenza di ormoni tiroidei), ovaie policistiche, insufficienza della corteccia surrenale o insufficienza renale cronica. L'assunzione di alcuni farmaci può stimolare il rilascio di prolattina con l'ulteriore sviluppo della galattorrea. L'interruzione dell'uso di questi farmaci o la riduzione del loro dosaggio riduce significativamente il livello di prolattina nel sangue.

I farmaci che possono causare galattorrea sono:

  • antiemetici - metoclopramide, domperidone;
  • antipsicotici - aloperidolo, clorpromazina, risperidone;
  • farmaci contraccettivi ormonali;
  • bloccanti dei canali del calcio - verapamil, diltiazem.

Acne con amenorrea

Obesità con amenorrea

L'aumento di peso e altri disturbi metabolici sono registrati nel 30% dei casi con ovaie policistiche e in oltre il 50% dei casi con amenorrea surrenale. Il tipo di obesità dipende dalla causa alla base della malattia..

I tipi di obesità con amenorrea sono:

  • obesità cerebrale;
  • obesità ipofisaria.
Obesità cerebrale
Nell'obesità di tipo cerebrale, la distribuzione del grasso sottocutaneo non è uniforme. C'è un deposito di grasso sull'addome sotto forma di un "grembiule", sulle cosce sotto forma di calzoni. Inoltre, il tessuto adiposo aumenta nell'area del cingolo scapolare e del torace.

Obesità ipofisaria
Con l'obesità di tipo ipofisario, l'aumento del peso corporeo si verifica in modo uniforme.

L'obesità è accompagnata da altri disturbi metabolici sotto forma di ipersecrezione dell'ormone cortisolo. Questo, a sua volta, porta ad ipertensione e iperglicemia. La pelle dei pazienti è secca, pallida, con acne rossa sul viso, sull'addome e sulle cosce ci sono strisce rosso vivo. All'inizio della malattia c'è l'iperestrogenismo (aumento della concentrazione di estrogeni), che viene successivamente sostituito dall'ipofunzione delle ovaie e dall'amenorrea. L'ipofunzione ovarica è anche accompagnata da ipofunzione tiroidea e alterazioni ipoplastiche nei genitali. Glicemia alta (iperglicemia) nelle persone con sintomi come sete e minzione frequente.

Disturbi metabolici

Infertilità con amenorrea

I processi che vengono interrotti nell'ovaio policistico sono:

  • la crescita e la maturazione dei follicoli;
  • scoppio del follicolo dominante;
  • il rilascio dell'uovo dal follicolo;
  • migrazione dell'uovo dall'ovaio nella tuba di Falloppio;
  • fecondazione di un uovo con uno sperma.
Tutti questi processi sono essenziali per il processo di fertilizzazione. Se uno di questi non si verifica come previsto, la fusione dell'uovo e dello sperma (processo di fecondazione) non si verifica. Tuttavia, con l'ovaio policistico, tutti i processi di cui sopra vengono interrotti, il che diventa un ostacolo al concepimento desiderato. La completa disorganizzazione della struttura ovarica con la sostituzione dei follicoli con le cisti rende impossibile il processo di maturazione dell'uovo. L'infertilità è anche una complicanza della sindrome ovarica resistente e della sindrome da ipofunzione ovarica..

Nelle malattie della tiroide, l'infertilità è registrata nell'8-10% dei casi. Ci sono diverse ragioni per questo. Quindi, con l'iperfunzione della ghiandola tiroidea (tireotossicosi) a causa di una maggiore concentrazione di ormoni tiroidei, il picco ovulatorio degli ormoni viene soppresso. Di conseguenza, l'ovulazione non si verifica, che è la ragione dell'infertilità. La diminuzione della funzione tiroidea porta anche alla sterilità. In questo caso, a causa di una diminuzione generale degli ormoni gonadotropici, la produzione di ormoni sessuali femminili diminuisce. Ciò porta a cambiamenti atrofici nell'endometrio (lo strato interno dell'utero), resistenza ovarica agli ormoni. Pertanto, sia l'aumento che la diminuzione della funzione tiroidea sono caratterizzati da una ridotta funzione riproduttiva. Anche l'infertilità e le irregolarità mestruali sono caratteristiche della tiroidite..

Infertilità e irregolarità mestruali in varie malattie della tiroide

(ridotta funzionalità tiroidea)

Ipertiroidismo o tireotossicosi

L'infertilità è molto comune.

L'aborto è più comune.

Principalmente amenorrea.

Oligomenorrea, opsomenorrea, amenorrea.

Interruzione del ciclo mestruale.

Interruzione del ciclo mestruale.


Molto spesso, l'infertilità può essere una conseguenza dell'amenorrea uterina. Il motivo in questo caso è l'impossibilità di impiantare un ovulo già fecondato nell'endometrio. Con l'amenorrea uterina, si osserva una disfunzione endometriale, l'assenza della sua trasformazione ciclica o il cambiamento sclerotico. Ad esempio, con la sindrome di Asherman, ci sono numerose aderenze nella cavità uterina che impediscono l'introduzione dell'uovo nello strato mucoso dell'endometrio. A volte, i cambiamenti strutturali nell'utero possono essere assenti. Ma allo stesso tempo, c'è un'incongruenza dei recettori per l'azione degli ormoni sessuali. Di conseguenza, l'endometrio anatomicamente e strutturalmente sano diventa immune all'azione degli ormoni sessuali. Ciò porta all'assenza di trasformazione ciclica, che causa amenorrea e infertilità della genesi uterina. Va notato che sia l'amenorrea che l'infertilità in questo caso sono primarie.

Osteoporosi con amenorrea

L'osteoporosi è una patologia accompagnata da una diminuzione della densità minerale ossea. L'osteoporosi può essere una conseguenza sia dell'amenorrea fisiologica (cioè durante la menopausa) che patologica. Durante la menopausa, quando l'assenza delle mestruazioni non è una patologia, la lisciviazione dei sali di calcio dal tessuto osseo si verifica in una donna su due. Tale osteoporosi è anche chiamata postmenopausa; rappresenta l'85% di tutti i casi di osteoporosi primaria. La ragione della diminuzione della densità minerale ossea è la "chiusura" della funzione delle ovaie e, di conseguenza, una diminuzione della produzione di estrogeni. È noto che gli estrogeni hanno un effetto anabolico sul tessuto osseo. Ciò significa che stimolano i processi di "formazione ossea". Durante la loro assenza, i processi catabolici (processi di distruzione) nel tessuto osseo iniziano a prevalere sui processi anabolici (processi di sintesi). Il tasso di sviluppo dell'osteoporosi determina la gravità del quadro clinico della menopausa. I casi gravi sono caratterizzati da una perdita dal 3 al 10 percento della massa ossea entro il primo anno. Inoltre, ogni 5 donne presenta fratture delle vertebre o del collo del femore e ogni 6 presenta fratture del radio. Quindi, entro 2 o 3 anni, la perdita ossea aumenta al 15%.

L'osteoporosi nell'amenorrea patologica è della stessa natura. Il meccanismo principale è l'ipoestrogenismo e la conseguente distruzione del tessuto osseo. Si osserva una diminuzione della secrezione di estrogeni nelle ovaie policistiche, nell'ipofunzione ovarica e in altre patologie.

Diagnosi di amenorrea

La diagnosi di amenorrea si basa principalmente sui reclami del paziente, sui dati oggettivi e sui test di laboratorio. La principale lamentela del paziente è l'assenza di mestruazioni per più di 6 mesi. Inoltre, una donna può presentare altri reclami che completano il quadro clinico dell'amenorrea..

Altre lamentele da parte di un paziente con amenorrea sono:

  • scarico involontario di latte dalle ghiandole mammarie (galattorrea);
  • violazione della forma riproduttiva (infertilità);
  • aumento di peso o, al contrario, perdita di peso;
  • osteoporosi;
  • acne;
  • abbondante crescita dei capelli;
  • pressione sanguigna alta o bassa;
  • aumento dell'esaurimento, debolezza (con ipofunzione della ghiandola tiroidea);
  • pianto, aumento dell'irritabilità (con iperfunzione della ghiandola tiroidea).

Esame di un paziente con amenorrea

Una visita medica rivela spesso un'ipotesi sulle cause dell'amenorrea, poiché ogni tipo di amenorrea ha le sue manifestazioni cliniche. Fondamentalmente, queste manifestazioni influenzano il tipo di corpo, la distribuzione del tessuto adiposo, i segni di virilizzazione.

La comparsa di donne con vari tipi di amenorrea

Tipo di amenorrea

Tratti specifici

Amenorrea di tipo ipotalamo-ipofisario

Amenorrea ovarica

Amenorrea surrenale

Amenorrea uterina

  • distribuzione specifica del grasso sottocutaneo - sull'addome, sul cingolo scapolare, sul viso;
  • colore viola del viso;
  • iperpigmentazione delle pieghe della pelle, gomiti;
  • pelle secca;
  • ipoplasia (riduzione) delle ghiandole mammarie.
  • la distribuzione del grasso sottocutaneo è uniforme;
  • sottosviluppo delle caratteristiche sessuali primarie e secondarie nell'amenorrea primaria;
  • acne con ovaio policistico.
  • anche l'obesità non è comune;
  • capelli maschili eccessivi;
  • acne;
  • tipo di corpo maschile;
  • riduzione delle ghiandole mammarie.
  • i cambiamenti del corpo non sono caratteristici, non si osservano nemmeno l'obesità oi disturbi metabolici;
  • sono presenti alcune anomalie congenite dell'utero e del tratto genitale, che vengono rilevate durante un esame pelvico.

Amenorrea nell'ICD10

Secondo la classificazione internazionale delle malattie della decima revisione (ICD-10), si distinguono diverse varianti di amenorrea, ognuna delle quali ha il proprio codice.

I tipi di amenorrea secondo ICD-10 includono:

  • amenorrea primaria - codice N91.0;
  • amenorrea secondaria - codice N91.1;
  • amenorrea di genesi non specificata - codice N91.2.
Un passo fondamentale nella diagnosi dell'amenorrea è la ricerca di laboratorio. Consistono nel misurare il livello degli ormoni della tiroide, della ghiandola pituitaria, delle ghiandole surrenali, nonché il livello degli ormoni sessuali femminili e maschili.

Diagnosi di laboratorio di amenorrea

Tipo di amenorrea

Parametri diagnostici di laboratorio

Amenorrea di origine ipofisaria

Amenorrea di tipo ipotalamo-ipofisario

Amenorrea ovarica

Amenorrea surrenale

Amenorrea con ipofunzione della tiroide

Amenorrea uterina

  • una diminuzione della concentrazione dell'ormone follicolo-stimolante (FGS) e dell'ormone luteinizzante (LH);
  • una diminuzione della concentrazione di estrogeni;
  • un aumento della concentrazione di androgeni (in particolare, testosterone).
  • aumento della concentrazione di prolattina;
  • un aumento del livello di androgeni surrenali - diidrotestosterone e cortisolo;
  • diminuzione della concentrazione dell'ormone follicolo-stimolante e luteinizzante.
  • violazione del rapporto tra ormone follicolo-stimolante e luteinizzante - un aumento dell'ormone LH e una diminuzione dell'FGS;
  • iperandrogenismo;
  • iperinsulinemia.
  • iperandrogenismo con aumento sia del DHEA (deidroepiandrosterone) che del DHEA-S (deidroepiandrosterone solfato);
  • aumento della concentrazione di ormone adrenocorticotropo (ACTH).
  • aumento della secrezione di ormone stimolante la tiroide (TSH);
  • diminuzione degli ormoni tiroidei (T3, T4);
  • un aumento del rapporto tra LH e FSH;
  • ipoestrogenismo.
  • ormoni entro limiti normali.

Ultrasuoni per l'amenorrea

Test con ormoni per l'amenorrea

Anche i test ormonali sono un collegamento importante nella diagnosi di amenorrea. Aiutano a identificare la causa dell'amenorrea e il suo livello di danno.

Test del desametasone
Il test consiste nella somministrazione di una certa dose di desametasone, che porta ad una diminuzione del DHEA (deidroepiandrosterone) e del DHEA-S (deidroepiandrosterone solfato). Una diminuzione degli androgeni nel sangue, che inibiscono il rilascio dell'ormone adrenocorticotropo, indica la natura surrenale dell'amenorrea.
Con la sindrome dell'ovaio policistico, vengono eseguiti test funzionali con estrogeni e liberine. Quindi, con l'introduzione di estrogeni nel sangue, si nota una diminuzione dell'ormone follicolo-stimolante. Allo stesso tempo, con l'introduzione delle liberine, aumenta la concentrazione di questo ormone, come la concentrazione dell'ormone luteinizzante. Questi test dimostrano la conservazione della connessione ipotalamo-ipofisaria inversa, il che suggerisce che la lesione è localizzata a livello ovarico. Inoltre, per lo studio più approfondito della natura delle ovaie policistiche, viene eseguita la somministrazione ciclica di estrogeni e gestageni. Durante la prima fase, 1 millilitro di una soluzione allo 0,1 percento di folliculina o estradiolo benzoato viene iniettato per 14 giorni. Durante la seconda fase vengono somministrati 10 milligrammi di progesterone. Questa somministrazione graduale di ormoni imita le fasi del ciclo mestruale. 5 giorni dopo aver completato questo test, la donna sviluppa una reazione mestruale.

Test del progesterone
Il test del progesterone viene utilizzato per la diagnosi differenziale dell'amenorrea uterina. Il progesterone viene iniettato per via intramuscolare alla dose di 10 milligrammi al giorno per una settimana. Da 2 a 3 giorni dopo l'ultima iniezione, la donna sviluppa una reazione mestruale. Questo parla a favore di una carenza di progesterone nel corpo di una donna e del normale funzionamento dell'utero. Se la reazione non si sviluppa, allora questo parla a favore dell'amenorrea uterina. In questo caso, nonostante il livello sufficiente di progesterone, l'endometrio dell'utero ne rimane immune. Inoltre, questo test viene utilizzato per la diagnosi differenziale dell'iperandrogenismo ovarico e surrenale. Per fare ciò, prima del campione, viene determinata la concentrazione nelle urine di 17-chetosteroidi (17-KS). Successivamente, viene eseguito un test del progesterone per una settimana. Se dopo il test il livello di 17-KS scende del 50 percento o più, questo indica la natura ovarica della malattia.

Dosaggio Regulon
Questo tipo di test viene utilizzato per determinare lo stato funzionale del sistema ipotalamo-ipofisario. Il farmaco deve essere assunto 21 giorni al mese per 3 mesi. Se, dopo il completamento del test, sono iniziate le mestruazioni, ciò indica un buon funzionamento del sistema ipotalamo-ipofisario..

Test della gonadotropina corionica
Viene anche eseguito per determinare lo stato funzionale delle ovaie. La gonadotropina corale viene somministrata per via intramuscolare alla dose di 1500 unità (unità di azione), da 12 a 14 giorni del ciclo (5 giorni). Se l'amenorrea dura a lungo, la gonadotropina viene somministrata indipendentemente dal ciclo. Con ovaie funzionalmente complete, il test è accompagnato da un aumento dei livelli di progesterone e della temperatura basale. Con le ovaie primarie colpite, il campione non è accompagnato da alcun cambiamento.

Test del clomifene
Il test è consigliato anche per l'amenorrea, accompagnata dall'assenza di ovulazione. Il citrato di clomifene viene prescritto per bocca 2 compresse al giorno (100 milligrammi), dai 5 ai 10 giorni del ciclo. Un test positivo è considerato quando è accompagnato da un aumento della concentrazione di estradiolo, un aumento della temperatura basale, un aumento delle gonadotropine nel plasma sanguigno. Un test positivo con clomifene indica la conservazione della connessione ipotalamo-ipofisaria. Se non si osservano modifiche, ciò indica un campione negativo..

Processo Parlodel
Questo tipo di test viene utilizzato nella diagnosi differenziale dell'iperprolattinemia funzionale e dell'iperprolattinemia causata da un tumore ipofisario. Per questo, il livello di prolattina viene misurato a stomaco vuoto. Successivamente, il paziente assume 2 compresse di parlodel (5 milligrammi) per via orale e dopo 2 ore viene nuovamente misurato il livello di prolattina. Se dopo questo la concentrazione di prolattina diminuisce della metà o più, allora questo parla a favore dell'iperprolattinemia causata da farmaci o altri motivi inorganici. Tuttavia, i tumori ipofisari non sono accompagnati da fluttuazioni dei livelli di prolattina e, dopo il test, la concentrazione di questo ormone rimane invariata..

Endoscopia per amenorrea

Nella diagnosi dell'amenorrea, vengono utilizzati anche vari metodi endoscopici per aiutare a determinare i cambiamenti strutturali negli organi genitali interni..

I metodi endoscopici utilizzati nella diagnosi dell'amenorrea sono:

  • colposcopia;
  • isteroscopia;
  • Laparoscopia.
Colposcopia
Questo è un metodo diagnostico utilizzato per esaminare la parte vaginale dell'utero utilizzando uno strumento ottico (colposcopio). Distinguere tra colposcopia semplice ed estesa. Una semplice colposcopia esamina la parte vaginale dell'utero, il canale cervicale, la vagina e i genitali esterni. Allo stesso tempo, viene prestata attenzione allo stato della mucosa: il suo rilievo, il colore, il modello vascolare. Successivamente, passano alla colposcopia estesa utilizzando agenti farmacologici. La colposcopia estesa utilizzando una soluzione di acido acetico al 3% aiuta a identificare le aree della mucosa patologicamente alterate. Se usi la soluzione di Lugol, le cellule sane della mucosa acquisiscono un colore scuro e quelle danneggiate si illuminano. Questo metodo di colposcopia estesa è chiamato test di Schiller. Il metodo è facile da usare e, soprattutto, molto informativo. I punti chiari della membrana mucosa danneggiata risaltano brillantemente su uno sfondo scuro.

Isteroscopia
L'isteroscopia è il gold standard nella diagnosi di varie patologie degli organi genitali interni. Si basa sull'uso di dispositivi in ​​fibra ottica con un sistema di lenti ad aria. Varie soluzioni vengono fornite attraverso questi dispositivi, che conducono bene la luce e allungano la cavità uterina. Tutto ciò crea le condizioni ottimali per visualizzare l'ambiente interno dell'utero. Viene spesso utilizzata una soluzione isotonica di cloruro di sodio o una soluzione di destrosio al 10%. Hanno meno probabilità di altri farmaci di dare varie complicazioni (allergia, sindrome da distress). Allo stesso tempo, quando si esegue l'isteroscopia, vengono scattate fotografie o video.

Laparoscopia
La laparoscopia è anche un metodo versatile per diagnosticare varie cause di amenorrea. Prevede l'esame degli organi pelvici, ovvero l'utero e le sue appendici mediante strumenti ottici. Questi dispositivi vengono inseriti nella cavità addominale attraverso piccole incisioni nell'addome. Quindi, attraverso il sistema di lenti, il medico che esegue la laparoscopia visualizza lo stato esterno dell'utero, delle tube di Falloppio e delle ovaie. Quindi, con le ovaie policistiche, le ovaie sono ingrandite di 2-3 volte e sono ricoperte da un denso guscio color perla.

Principi di trattamento per l'amenorrea

Femoston, duphaston e altri farmaci nel trattamento dell'amenorrea

La scelta dei farmaci per l'amenorrea dipende dalla sua tipologia e dalla presenza di altre patologie. Con l'iperprolattinemia vengono utilizzati farmaci che stimolano i recettori della dopamina. A tale scopo viene utilizzata la bromocriptina, la cui dose viene selezionata in più fasi. Inizialmente viene prescritta mezza compressa al giorno, durante i pasti. Quindi, ogni due giorni, la dose viene raddoppiata, portando a 4 compresse al giorno. L'aumento della dose viene effettuato sotto stretto controllo del livello di prolattina nel sangue. Quando il ciclo mestruale viene ripristinato, la dose di bromocriptina viene ridotta a una compressa al giorno. A questa dose, il trattamento continua per altri 6-8 mesi. L'efficacia di questo metodo è dell'80-90 percento. Per ripristinare la connessione tra la ghiandola pituitaria e le ovaie (o per formare questa connessione, se parliamo di amenorrea primaria), si raccomandano farmaci ormonali, che vengono prescritti in cicli ciclici. Molto spesso, i farmaci vengono prescritti per un periodo da 2 a 3 mesi, seguito da una pausa di tre mesi.

Se la seconda fase del ciclo mestruale è insufficiente, viene prescritto anche il clomifene, che stimola l'ovulazione. Il trattamento è efficace per l'infertilità, che è accompagnata da una mancanza di ovulazione. Gli analoghi della bromocriptina sono norprolac, dostinex. Sono prescritti 1 milligrammo al giorno per 3 o 4 mesi.
Il clomifene è anche efficace nella sindrome dell'ovaio policistico. Gli vengono prescritti 100 milligrammi al giorno, dai giorni 5 a 10. In questo caso, l'ovulazione viene ripristinata nel 40-70% dei casi e la gravidanza in donne precedentemente infertili si verifica nel 20-30% dei casi. Gli analoghi del clomifene sono pergonali, humegon. Il ripristino del ciclo mestruale nelle donne con amenorrea ovarica viene effettuato utilizzando contraccettivi ormonali orali combinati.

I contraccettivi orali combinati (COC) utilizzati nel trattamento dell'amenorrea sono:

  • Diana;
  • androkur;
  • femoston;
  • Janine;
  • yarina.
Femoston è una preparazione combinata contenente estradiolo e didrogesterone. È prescritto sotto forma di compressa al giorno per 28 giorni. Nei primi 14 giorni del ciclo, viene prescritta 1 compressa rosa (contrassegnata nella confezione con il numero "1") all'interno, indipendentemente dal pasto. Nei restanti 14 giorni (da 15 a 28 giorni), viene prescritta una compressa gialla (in una confezione con il numero "2"), anche all'interno e indipendentemente dall'assunzione di cibo. Molto spesso, femoston è combinato con l'appuntamento del mattino o dell'estrogel.

Utrozhestan viene prescritto 200 milligrammi da 15 a 25 giorni, per 2 o 3 mesi consecutivi. Molto spesso, l'assunzione di Femoston è accompagnata da effetti collaterali come dolore addominale, nausea, vomito, mal di testa.

Duphaston è un farmaco contenente gestageni, quindi è prescritto per l'amenorrea durante la menopausa. Si consiglia di assumere 10 milligrammi di dyufastone due volte al giorno, dagli 11 ai 25 giorni del ciclo mestruale. La durata minima del trattamento è di 6 mesi.

Trattamento alternativo per l'amenorrea (assenza di mestruazioni)

L'amenorrea si divide in due gruppi principali: forma primaria e secondaria.

L'amenorrea primaria è una condizione rara. È determinato dall'assenza di mestruazioni dopo il raggiungimento dei 14 anni, accompagnata dall'assenza di caratteristiche sessuali secondarie o dall'assenza di mestruazioni nelle ragazze di 16 anni, con lo sviluppo di caratteristiche sessuali secondarie: ingrossamento del seno, comparsa di peli nella regione pubica (regione del triangolo), sotto le ascelle o sopra piedi.

Nell'amenorrea primaria, il trattamento a base di erbe non porta alle mestruazioni, poiché ci sono disturbi molto gravi nel sistema endocrino.

L'amenorrea secondaria è definita come l'assenza di mestruazioni per tre periodi mestruali consecutivi. Questa è la forma più comune.

Ci sono una serie di ragioni che possono scatenare l'amenorrea:

  • Mancanza di oligoelementi, macronutrienti, vitamine, aminoacidi essenziali (insostituibili), acidi grassi essenziali;
  • Disturbi della tolleranza al glucosio (iperinsulinemia, diabete, condizioni pre-diabetiche);
  • Obesità o una piccola quantità di grasso corporeo;
  • Sindrome policistica;
  • Fatica;
  • Tumori della ghiandola pituitaria;
  • Disturbi nella normale funzione della ghiandola tiroidea;
  • Premenopausa e Menopausa.

La nutrizione come mezzo per normalizzare il ciclo mestruale

Minerali molto importanti per il normale funzionamento delle ovaie sono:

  • Ferro;
  • Vitamina "C" (questa vitamina contribuisce al normale assorbimento del ferro, quindi è molto importante consumare quegli alimenti che sono ricchi di ferro, oltre alla vitamina "C");
  • Vitamine del gruppo B;
  • Acidi grassi insaturi (il più importante a questo proposito è l'omega-3);
  • Colesterolo (è richiesto come precursore per la sintesi degli ormoni sessuali).

È necessario limitare l'uso di cibi senza grassi.

Per ottenere la quantità richiesta di colesterolo, è necessario utilizzare fonti sane: uova, olio di mucca, prodotti a base di latte intero. Ma non abusare di questi prodotti..

Lo zinco è uno dei minerali più importanti responsabili del mantenimento di livelli normali di estrogeni, progesterone e testosterone. Il corpo femminile ha bisogno di una certa quantità di zinco per produrre uova mature, pronte per la fecondazione..

Le fonti più ricche di zinco sono ostriche, semi di zucca e semi di sesamo. Altre fonti di zinco sono cereali, germe di grano, carne, aragosta, cozze, frutta, verdura, cioccolato fondente, spinaci, funghi, noci.

Stress e amenorrea

Quando una persona è sotto stress, il cortisolo e l'adrenalina vengono sintetizzati nel suo corpo. Inoltre influenzano la normale secrezione degli ormoni sessuali, portano a malfunzionamenti della tiroide e delle ghiandole surrenali. E se gestisci lo stress, puoi migliorare significativamente la funzione di queste ghiandole..

L'obesità e il sottopeso portano all'anovulazione

L'obesità è caratterizzata da troppe cellule adipose (adipociti) che producono troppi estrogeni. E l'iperestrogenemia è una delle principali cause delle irregolarità mestruali. Le donne sottopeso hanno troppo poche cellule adipose che non possono fornire la quantità necessaria di estrogeni necessaria per la piena maturazione dell'uovo.

Angelica cinese con amenorrea

Conosciuto anche come "Angelica sinensis" o "Dong Quai". Più comunemente usato per trattare i sintomi di accompagnamento della menopausa.

Angelica cinese - ha una serie di effetti positivi sul corpo: riduce lo stress emotivo, migliora la funzione delle gonadi, che porta alla normalizzazione della concentrazione di estrogeni e progesterone, ha un effetto antispasmodico e può ridurre l'ipertensione. Contemporaneamente a questi effetti, migliora la funzione dei muscoli uterini migliorando il flusso di ossigeno. Un altro effetto benefico è il controllo della sindrome anemica. Tutto questo grazie al ferro contenuto nella "Chinese Angelica".

Radice "Black Cohosh" per l'amenorrea

Questa erba è anche conosciuta come "Cimicifuga Racemosa" o "Actaea Racemosa". Secondo alcuni erboristi, può causare sanguinamento mestruale. Questa proprietà è dovuta ai fitoestrogeni contenuti, che regolano naturalmente il ciclo mestruale nelle donne..

Altri autori sostengono che questa erba può portare a una più rapida rigenerazione del rivestimento dell'utero, a causa del suo contenuto di tannini, che sono noti per il loro effetto astringente. Utilizzato anche per periodi dolorosi. Ha la capacità di ridurre gli effetti indesiderati della menopausa (sudorazioni notturne, vampate di calore).

Polsino

È anche chiamato "Rosyatnik", "Poplaris" e in latino "Alchemilla vulgaris". Sapevano di quest'erba nei tempi antichi. Achillea bianca, ortica canina e polsino erano i principali farmaci per il trattamento dell'amenorrea. Si ritiene che il bracciale stimoli l'ovulazione e regoli la produzione di ormoni del corpo luteo. Alchemilla vulgaris è più comunemente usata come tintura.

Ortica del cane

Questa erba ha altri nomi: motherwort, erba del cuore. In latino, "Leonurus Cardiaca L", che significa "coda di leone". Questa erba stimola il tono dell'utero, che crea un ambiente favorevole per le mestruazioni..

Altri effetti benefici del consumo di ortica del cane includono l'abbassamento della pressione sanguigna, la riduzione del gonfiore e la riduzione dei sintomi associati ai periodi premestruali. Questi effetti benefici sono associati agli alcaloidi (colina, stachidrina, leonurina) e ai flavonoidi (quercetina, rutina).

Fucsia

In latino questa erba si chiama "Fuchsia Hybrida". Molto spesso questa pianta viene utilizzata come decorazione nelle case. A causa del suo ricco contenuto di ormoni vegetali - gibberelline, è spesso usato come rimedio a base di erbe alternativo per problemi mestruali e infertilità. Le sue parti aeree sono più spesso utilizzate. Questa pianta è facile da coltivare in campagna oa casa in vaso..

Radice di Shatavari per l'amenorrea

Shatavari è conosciuto con il nome latino "Asparagus racemosus". La radice di Shatavari ha la capacità di regolare i livelli di estrogeni, determinando un normale ciclo mestruale normalizzando la fase follicolare. È anche famoso per le sue proprietà adattogene e un aumento delle difese dell'organismo. Consigliato anche per l'infertilità indotta da stress.

Peonia bianca

In latino "Paeonia Officinalis". Questa erba è molto spesso usata per l'amenorrea. Migliora il flusso sanguigno agli organi riproduttivi, migliora il loro trofismo. Inoltre, ha effetti antispastici e analgesici, quindi è spesso usato per cicli mestruali dolorosi (dismenorrea), così come per il dolore addominale durante la sindrome premestruale..

Achillea bianca

Un'erba molto famosa che cresce in tutte le regioni della Russia. È più comunemente usato per trattare problemi renali. Oltre al suo effetto diuretico, questa erba ha anche un effetto tonificante sui muscoli uterini. Tutto ciò crea condizioni favorevoli per la rottura dei vasi dello strato funzionale dell'endometrio (la parte più superficiale della mucosa dell'utero, che cade durante le mestruazioni) e provoca sanguinamento mestruale.

Tribulus strisciante con amenorrea

La composizione chimica di questa erba è varia. Contiene: saponine spirostaniche, sapogenina diosgenina, beta-sitosterolo e campesterolo, iogenina e clorogenina, astragalina, tribulozide, alcaloidi. Questa erba è consigliata per stimolare l'ovulazione. Esistono studi che affermano di essere efficaci al 67% nell'indurre l'ovulazione.

Tribulus deve essere assunto dal 5 ° al 14 ° giorno del ciclo mestruale, alla dose di 300-400 milligrammi al giorno. L'effetto si verifica dopo 3 mesi di assunzione dell'erba, ma può verificarsi già nel primo mese. La maggior parte delle fonti consiglia di assumere 600 milligrammi al giorno, mentre si consiglia di prenderlo dopo i pasti perché irrita il rivestimento dello stomaco. La maggior parte delle fonti cita una dose maggiore di 600 mg al giorno, ma si consiglia di prenderla dopo i pasti poiché è irritante per il rivestimento dello stomaco..

Se vuoi prendere "ancore striscianti" sotto forma di un decotto, puoi usare seguente ricetta: 5 cucchiai di erbe o 3 bustine di tè vengono versati con 1 litro di acqua calda, messi sul fuoco (30 minuti). Quindi la miscela viene filtrata e aggiunta a 1 litro di acqua. Dopo 24 ore di infusione in frigorifero, il brodo viene preso come segue: il primo giorno 3 volte 3 cucchiai, il secondo giorno 3 volte 4 cucchiai. Dal terzo giorno, il brodo viene assunto 5 cucchiai, 3 volte al giorno dopo i pasti.

La combinazione di erbe più famosa, che innesca il ciclo mestruale, è composto dalle seguenti 5 erbe: liquirizia, salvia, trifoglio rosso, luppolo, verbena. Queste erbe contengono fitoestrogeni che stimolano l'ovulazione e stimolano la maturazione dell'uovo.

L'ovulazione regolare è una delle condizioni più importanti per normalizzare il ciclo mestruale. E le erbe vengono introdotte nella prima fase di stimolazione dei follicoli del ciclo mestruale, dal 1 ° al 14 ° giorno. Queste erbe non devono essere utilizzate per il cancro al seno, i fibromi o altre condizioni che comportano livelli elevati di estrogeni nel sangue..

Come curare l'amenorrea

Tempo di lettura: min.

  1. Come curare l'amenorrea
  2. Sondaggio
  3. Integratori per l'amenorrea
  4. Ovariamin
  5. Divigel
  6. Ovarium compositum
  7. Progesterone

Se a una donna viene diagnosticata l'amenorrea, la prima domanda che le interessa è come trattare l'amenorrea e cosa succederà se l'amenorrea non viene trattata? Cercheremo di rispondere a tutte queste domande..

Allora, qual è il pericolo di amenorrea? Molte donne che si trovano ad affrontare l'assenza di mestruazioni durante la gravidanza, l'allattamento, la menopausa e prima dell'inizio del menarca nell'adolescenza capiscono che si tratta di processi fisiologici naturali che non richiedono cure e non danneggiano la salute. Ma se le mestruazioni si interrompono in un altro periodo della vita, con l'esclusione dei motivi di cui sopra, allora devi capire che l'amenorrea è un sintomo di una delle malattie del corpo della donna, che deve essere identificata e trattata. L'amenorrea stessa comporta non solo l'assenza di gravidanza, cioè infertilità, ma è pericolosa per lo sviluppo di cancro, malattie cardiache e diabete mellito. L'amenorrea può verificarsi a 40 anni di età a seguito di deplezione o rimozione ovarica.

Cosa fare se l'amenorrea è primaria, cioè non ci sono state affatto mestruazioni in una ragazza o una donna quando raggiunge i 4 anni senza segni di sviluppo sessuale, o al raggiungimento di 16 anni con segni di sviluppo sessuale. Prima di tutto, il motivo principale della sua assenza dovrebbe essere identificato mediante diagnosi basate su test di laboratorio, cariotipo e una serie di esami strumentali aggiuntivi. In alcuni casi, lo sviluppo dell'amenorrea primaria è associato alla patologia dello sviluppo degli organi genitali e richiede solo un trattamento chirurgico. Quasi sempre con lei, la terapia ormonale sostitutiva viene utilizzata in combinazione con metodi di trattamento fisioterapici. Le mestruazioni dopo l'amenorrea di natura primaria e la sua causa ormonale si verificano dopo la nomina del trattamento appropriato.

E se lo sviluppo sessuale è lento, allora è necessario effettuare un'alimentazione aggiuntiva, equilibrata e ipercalorica, fortificata e arricchita con proteine ​​e grassi. È necessario escludere dalle attività professionali sportive della vita della ragazza e l'impatto di situazioni stressanti e sovraccarico mentale.

Cosa fare con l'amenorrea secondaria? Qui la risposta è ambigua, poiché le ragioni del suo sviluppo sono piuttosto diverse. Cercheremo di smontarli separatamente. Quindi, se l'amenorrea si è sviluppata sullo sfondo dell'anoressia, allora in questo caso è dimostrato che elimina la fame e la malnutrizione gravi attraverso una dieta equilibrata e ipercalorica, per normalizzare l'attività fisica. È possibile assumere contraccettivi orali combinati a basso dosaggio per regolare i processi ciclici nelle ovaie e nell'utero. Se l'amenorrea è comparsa sullo sfondo della malattia dell'ovaio policistico, l'unico metodo di trattamento è la chirurgia, se possibile, quindi per via laparoscopica, al fine di ridurre il trauma e lo sviluppo della malattia adesiva in futuro. Lo scopo dell'operazione è rimuovere le formazioni patologiche delle ovaie, fenestrarle con un ulteriore trattamento ormonale per ripristinare la funzione riproduttiva della donna..

Se la causa dell'amenorrea secondaria è l'iperprolattinemia, è indicata la somministrazione di farmaci inclusi nel gruppo degli agonisti della dopamina e il blocco della produzione di prolattina da parte delle cellule della ghiandola pituitaria anteriore.

Cosa fare, l'amenorrea è pericolosa? Sì, a seconda della causa, solo un medico sceglie il trattamento, ma molte amenorrea possono essere curate senza l'uso di ormoni. Poiché nella maggior parte dei casi lo sviluppo dell'amenorrea secondaria è associato a processi infiammatori, nutrizione e stress sul corpo, spesso è necessario solo un trattamento antinfiammatorio per ripristinarli o eliminare l'effetto di fattori avversi sul corpo. Questi includono, prima di tutto, l'uso di varie diete che portano a un calo di peso drammatico, fino a cachessia, obesità, esposizione a situazioni stressanti, mal di testa con amenorrea, emozioni negative. In questo caso, l'eliminazione di tutti questi fattori, il trattamento con rimedi popolari e classi psicoterapeutiche ripristinerà il ciclo entro un paio di cicli. Non bisogna dimenticare che solo un medico dovrebbe selezionare una dieta e un regime di esercizio fisico; l'automedicazione non è raccomandata a causa del verificarsi di complicazioni e processi irreversibili negli organi riproduttivi. E, naturalmente, l'atteggiamento di una donna nel ripristinare il peso corporeo dovrebbe essere positivo, perché è il suo umore emotivo la chiave per il successo del trattamento e il ripristino delle mestruazioni..

Cosa bere con l'amenorrea sarà consigliato solo da un medico dopo un esame completo. Molto spesso vengono utilizzati infusi e decotti di erbe (polsino, prezzemolo, valeriana, motherwort, celidonia e altri) o raccolte di erbe (camomilla e timo, borsa da pastore con poligono di uccello, radice di liquirizia e ortica), che dovrebbero essere bevute su consiglio di un medico con la selezione di una dose e durata del trattamento. Questi metodi nella maggior parte dei casi portano alla comparsa delle mestruazioni, ma non sono in grado di curare e ripristinare il ciclo, quindi la terapia ormonale e la fisioterapia vengono spesso utilizzate insieme a rimedi popolari.

L'eleuterococco è ampiamente utilizzato tra i fitopreparati per l'amenorrea. Molto spesso viene utilizzato tra gli adolescenti come preparazione a base di erbe per rafforzare il sistema immunitario, poiché l'amenorrea adolescenziale è spesso associata agli effetti sul corpo dell'adolescente di vari fattori psicogeni: stress, stress mentale e fisico. Si riferisce a complessi vitaminico-minerali e adattogeni di natura naturale e aumenta la resistenza del corpo a qualsiasi fattore ambientale avverso esterno.

Esame per l'amenorrea

L'esame per l'amenorrea dovrebbe iniziare con l'esclusione della gravidanza in una donna in età riproduttiva. Per questo, a tutte le donne che hanno consultato un medico con assenza di mestruazioni per più di un ciclo viene mostrato un esame del sangue per B - hCG. Nell'amenorrea primaria, deve essere effettuato un esame per escludere anomalie congenite del sistema riproduttivo, uno studio di laboratorio del background ormonale ed escludere anomalie cromosomiche.

Amenorrea secondaria - il suo esame è finalizzato, prima di tutto, ad escludere la gravidanza e determinare il livello di danno, valutare l'anamnesi (prima mestruazione, funzione mestruale e riproduttiva, presenza di interventi chirurgici, virilizzazione, segni di galattorrea, peso corporeo, uso di farmaci), l'ecografia può escludere difetti dello sviluppo. Uno studio ormonale del sangue di una donna può determinare il livello di danno e stabilire il tipo di amenorrea. Per questo, vengono esaminati i seguenti ormoni: FSH, LH, testosterone, prolattina ed estriolo. A volte è necessario controllare la funzione di altre ghiandole endocrine - la tiroide e le ghiandole surrenali, che possono anche causare amenorrea del periodo riproduttivo.

Integratori per l'amenorrea

Gli integratori alimentari sono additivi biologicamente attivi che vengono spesso utilizzati in ginecologia per correggere la sintesi e lo scambio di steroidi sessuali. Il metodo principale nel trattamento è il trattamento ormonale per l'amenorrea, ma ha effetti collaterali e controindicazioni e molto spesso le donne lo rifiutano. Pertanto, se questa è la fase iniziale della malattia, è possibile prescrivere preparati a base di erbe, che fanno parte degli integratori alimentari. Per questo è indicato l'assunzione di preparati ormonali erboristici o precursori ormonali, tra i quali occupano un posto di primo piano l'alpinista multiflorale, l'igname, il cohosh nero, l'alga, il trifoglio, l'ortica e l'erba medica.

Gli integratori alimentari per l'amenorrea hanno un buon effetto terapeutico e sono riconosciuti nel nostro paese: Eve Ker, Time Factor, Melilotin. Sono usati in combinazione con medicinali omeopatici e acido folico per rafforzare il sistema immunitario. Se nel corpo è determinata una mancanza di minerali, anche gli integratori alimentari in combinazione con altri metodi di trattamento hanno un effetto positivo..

Amenorrea - L'integratore alimentare ha un effetto correttivo sul funzionamento delle gonadi, protegge dallo sviluppo dell'osteoporosi - uno stato ipoestrogenico, regola i livelli di colesterolo nel sangue e aiuta a prevenire la deposizione di placche aterosclerotiche e normalizza la pressione sanguigna.

Ovariamin

Recentemente, l'ovariamina della droga ha guadagnato ampia popolarità per l'amenorrea, le cui recensioni sono quasi sempre positive. È classificato come un farmaco con un effetto estrogenico e un effetto positivo sulle ovaie nel periodo riproduttivo. La sua azione si basa su una diminuzione delle gonadotropine, in quanto portano all'interruzione del ciclo e contribuiscono alla normalizzazione del loro stato funzionale durante l'infiammazione.

Il farmaco ovariamina - recensioni, amenorrea e altri disturbi ormonali vengono corretti assumendolo 1-3 compresse 3 volte al giorno dopo i pasti per 2 settimane, ma a volte il corso del trattamento è diverso, poiché solo il medico può scegliere la giusta dose e regime di trattamento. È utilizzato al meglio nella prima metà del ciclo. Poiché il farmaco è costituito da proteine ​​e proteine ​​dei tessuti del bestiame, appartiene a preparati omeopatici che non contengono ormoni, ma ciò non consente alle donne di usarlo da sole in caso di violazioni. Il farmaco stesso non solo ripristina la funzione delle ovaie, ma aiuta a ridurre l'attività della ghiandola pituitaria, che porta a una diminuzione dell'FSH e ad un aumento degli estrogeni, e il risultato sarà la crescita dei follicoli e l'aspetto dell'ovulazione, necessaria per l'inizio della gravidanza.

Come restituire le mestruazioni con l'amenorrea: divigel con l'amenorrea

Divigel - è uno dei farmaci estrogenici, simile all'estradiolo naturale, prodotto nel corpo femminile dalle ovaie dal menarca alla menopausa.

Divigel per l'amenorrea è utilizzato sia nella forma primaria che in quella secondaria. Se una ragazza ha un'amenorrea primaria che richiede una terapia sostitutiva con estrogeni, in caso di pubertà insufficiente deve essere utilizzata una soluzione oleosa allo 0,1%, 1-2 mg al giorno per un anno o fino a quando le dimensioni dell'utero non diventano normali con l'ulteriore uso di progesteroni.

Divigel - l'amenorrea della forma secondaria implica il suo uso alla dose di 1 mg ogni giorno per 2 settimane con ulteriore terapia con farmaci progesterone per 6-8 giorni. A volte i cicli di trattamento vengono ripetuti se l'effetto desiderato non viene raggiunto.

Se una donna ha disturbi endocrini della funzione ovarica, nonché uno sviluppo sessuale ritardato nelle ragazze adolescenti, gli estrogeni sono ampiamente utilizzati. Tra questi, il più comune e ben tollerato è il Divigel, che viene prodotto non solo sotto forma di compresse, ma anche sotto forma di gel transdermico, spray nasale, soluzione oleosa..

Ovarium Compositum per amenorrea

Ovarium Compositum con amenorrea ha un effetto positivo non solo grazie ai suoi componenti, che sono realizzati e collegati rigorosamente secondo un metodo specifico. Questa preparazione omeopatica, per la sua unicità e capacità, non ha solo un effetto ormonale sul corpo di una donna, ma ha anche un effetto riparatore e normalizzante nel metabolismo. Comprende l'acquilegia ordinaria, che viene utilizzata per l'amenorrea con il raggiungimento di risultati positivi nel ripristino dei processi ciclici.

Tra le donne in menopausa è molto diffuso il climonorm del farmaco ormonale, che include levonorgestrel ed estradiolo in dosi cicliche caratteristiche di un normale ciclo mestruale. Pertanto, con la sua corretta applicazione, viene simulato il processo di assunzione di ormoni in modalità ciclica, che consente di ripristinare non solo il ciclo mestruale, ma anche i processi ciclici. Come prendere il climonorm con l'amenorrea è interessante per tutte le donne, poiché il suo uso scorretto porta a una serie di complicazioni e allo sviluppo di reazioni collaterali. La confezione contiene 21 compresse, ciascuna numerata, dovresti iniziare con l'amenorrea in qualsiasi giorno e per 21 giorni rigorosamente alla stessa ora, quindi dovresti prenderti una settimana di pausa. All'inizio di prenderlo, è necessario escludere la presenza di gravidanza e se una delle pillole viene persa, ciò richiede la sua adozione anticipata.

Progesterone per l'amenorrea

Il progesterone per l'amenorrea viene utilizzato con una funzione insufficiente delle ovaie, che non lo producono nella quantità richiesta per normalizzare e stabilizzare il ciclo mestruale. Questo porta allo sviluppo dell'amenorrea..

In quasi tutti i casi, indipendentemente dalla forma di amenorrea, una donna ha bisogno di una terapia ormonale sostitutiva.

Il progesterone nell'amenorrea secondaria è indicato quando la 2a fase del ciclo è insufficiente, portando ad amenorrea sullo sfondo dell'iperestrogenismo. A tale scopo, gli analoghi sintetici del progesterone vengono utilizzati convenzionalmente nell'undicesima fase del ciclo o COC con un ciclo di 21 giorni. Esistono varie forme del loro rilascio: si tratta di compresse, forme ritardate, gel per uso esterno, supposte o compresse vaginali, nonché forme iniettabili. Duphaston in compresse è diventato molto diffuso, che viene utilizzato dal giorno 14 al giorno 25 per sei mesi e quando si verifica una gravidanza, non si deve interrompere l'assunzione, ma è necessario utilizzarlo per almeno 5 settimane sotto la supervisione di un medico.

Molto spesso, l'amenorrea si verifica con una produzione insufficiente di progesterone, quindi non si verificano le mestruazioni, poiché non si verificano processi ciclici e proliferativi negli organi riproduttivi. Dopo un esame completo e l'esclusione delle condizioni che richiedono un trattamento chirurgico, vengono utilizzate iniezioni di progesterone per indurre le mestruazioni. Prima di tutto, viene mostrato il trattamento con estrogeni, con l'uso del quale si verifica la proliferazione dell'endometrio, seguito dall'introduzione di progesterone per via intramuscolare a 5 mg ogni giorno o 10 mg a giorni alterni 6-8 volte.