Follicolometria: determinazione dell'ovulazione mediante ultrasuoni

Il processo di follicologenesi nella ragazza inizia in utero alla 6a settimana di gravidanza di sua madre. Al momento della nascita, le sue ovaie contengono circa 1-2 milioni di follicoli primordiali. La maggior parte di loro muore e solo pochi sono coinvolti nell'ovulazione. Al momento della pubertà, ci sono già circa 300 mila follicoli. Di questa quantità, per l'intero periodo prima della menopausa, matureranno solo circa 500 uova. Per determinare se c'era l'ovulazione in un dato ciclo mestruale, un tale metodo ecografico come la follicolometria ci aiuterà.

  1. Qual è l'essenza della ricerca
  2. Chi deve fare
  3. Com'è
  4. Cosa può dire lo studio
  5. Quale giorno del ciclo mestruale eseguire
  6. Valutazione dei risultati
  7. Conclusione

Qual è l'essenza della ricerca

La follicolometria è l'osservazione mediante ecografia dei cambiamenti nelle ovaie durante uno o più cicli mestruali. Allo stesso tempo, viene registrato lo stato dell'endometrio. Questo metodo consente di valutare l'apporto ovarico e determinare la presenza di ovulazione. Con esso, puoi pianificare la data del concepimento, prendere una decisione sulla stimolazione e l'uso delle tecnologie di riproduzione assistita..

Esistono vari metodi per determinare l'ovulazione: si tratta di misurare la temperatura basale, utilizzare strisce reattive e ultrasuoni. L'ecografia in diversi giorni del ciclo con follicolometria è il modo più informativo per registrare l'ovulazione. È abbastanza popolare per la sua semplicità, sicurezza, disponibilità e precisione..

Chi deve fare

La follicolometria non è un test di screening o profilattico. Viene utilizzato per indicazioni, che sono:

  1. Infertilità. Assenza di gravidanza per 12 mesi o più con una vita sessuale regolare senza contraccezione.
  2. Irregolarità mestruali. Ciclo mestruale irregolare, intervalli tra periodi di 40 giorni o più, amenorrea, periodi scarsi e / o brevi (1-2 giorni), spotting intermestruale.
  3. La presenza di malattie in cui può non esserci ovulazione o altre irregolarità mestruali (sindrome dell'ovaio scleropolycystic, adenoma ipofisario, insufficienza della fase luteale del ciclo, ecc.).
  4. Chiarificazione della riserva ovarica prima della stimolazione dell'ovulazione, inseminazione dello sperma, fecondazione in vitro.
  5. Registrazione dell'ovulazione per pianificare la data del concepimento.
  6. Pianificare il sesso del futuro bambino.
  7. Determinazione della riserva ovarica per valutare la capacità di concepire in modo indipendente, di ricevere un uovo durante la stimolazione dell'ovulazione, prevedendo l'età della menopausa.

Com'è

La procedura follicolometrica non è diversa dall'esame ecografico standard degli organi pelvici. Per una migliore visualizzazione delle caratteristiche strutturali delle ovaie, si consiglia di eseguirlo in modo transvaginale. In questo caso, la donna giace sulla schiena con le gambe piegate alle ginocchia. Un sensore protetto da un preservativo è inserito nella sua vagina.

I cambiamenti nelle ovaie possono anche essere osservati usando l'ecografia transaddominale. Durante esso, la donna è in posizione supina. Il sensore si muoverà lungo la parete addominale anteriore. Un gel speciale viene utilizzato per migliorare la trasmissione delle onde ultrasoniche.

La follicolometria può essere difficile a causa delle anse intestinali gonfie d'aria. Gli ultrasuoni vengono assorbiti dal gas e le ovaie potrebbero non essere visualizzate bene e, se sono piccole, potrebbero non essere nemmeno trovate. Pertanto, 2-3 giorni prima della procedura, è necessario seguire una dieta ad eccezione degli alimenti che aumentano la produzione di gas nell'intestino (legumi, pane nero, focacce, verdure crude e frutta, ecc.) Quando si eseguono ultrasuoni con accesso transvaginale, la vescica deve essere svuotata. Il metodo transaddominale richiede alla donna di bere 1-1,5 litri di acqua 30-60 minuti prima della procedura per un moderato bisogno di urinare..

Cosa può dire lo studio

Il compito principale della follicolometria è stabilire la presenza o l'assenza di ovulazione in una data donna..

  • Questo studio determina il momento dell'ovulazione, che può aiutare nella scelta della data del concepimento..
  • Durante l'esame durante il ciclo, è possibile valutare il processo di follicologenesi.
  • Prestare attenzione alla presenza di un follicolo dominante, alla formazione di un corpo luteo dopo l'ovulazione.
  • Valuta la riserva ovarica.
  • Parallelamente alla registrazione dei cambiamenti nelle ovaie, lo stato dell'endometrio viene monitorato durante il ciclo.

Tutti i fattori di cui sopra devono essere presi in considerazione nei programmi di tecnologia di riproduzione assistita.

Quale giorno del ciclo mestruale eseguire

Rispondi alla domanda "Quando eseguire la follicolometria?" è impossibile senza sapere quali cambiamenti avvengono nelle ovaie durante il ciclo mestruale. Questo tipo di ricerca viene eseguita un numero specificato di volte nei periodi necessari, a seconda dei compiti e degli obiettivi..

Il momento determinante per la scelta del giorno dello studio è ciò che esattamente il medico vuole vedere in questa particolare donna. Pertanto, per determinare il periodo dell'esame, è necessario essere guidati dalle prescrizioni del medico e non dal proprio desiderio..

Normalmente, tra la pubertà e la menopausa, l'esame ecografico rivela follicoli con un diametro di 1-2 millimetri o più nell'ovaio. Sono dispersi sul tessuto ovarico sotto forma di formazioni anecoiche..

Ogni donna nasce con una certa scorta di follicoli primordiali, alcuni dei quali, sotto l'influenza di ormoni, si trasformano in un follicolo dominante e danno vita a una cellula uovo. Sono così piccoli che non possono essere visti agli ultrasuoni. Sotto l'influenza dell'ormone follicolo-stimolante, 5-12 follicoli crescono e maturano. Di questi, uno o due sopravvivono per ovulare. Questi follicoli sono chiamati preantrali e intermittenti, sono già chiaramente visibili agli ultrasuoni.

  1. Il primo studio può essere programmato per 2-3 giorni del ciclo mestruale per valutare la riserva ovarica. Nelle ovaie durante questo periodo, viene visualizzato un certo numero di follicoli con un diametro da 2 a 8 mm. Il loro numero da 10 a 26 indica una buona riserva ovarica e una prognosi favorevole quando si stimola l'ovulazione..
  2. Il secondo esame può essere programmato per 5-7 giorni dall'inizio delle mestruazioni. Nelle ovaie si trovano 2-3 follicoli di dimensioni comprese tra 5 e 10 mm.
  3. A partire dal 10 ° giorno del ciclo mestruale, viene eseguita un'ecografia per registrare la maturazione del follicolo dominante e stabilire l'avvenuta ovulazione. Il follicolo dominante dovrebbe già essere espresso in questa fase. La sua crescita durante questo periodo è attiva ed è di 2-4 mm al giorno. Il follicolo dominante raggiunge i 20-25 mm di diametro prima dell'ovulazione.
  4. Per confermare l'ovulazione completata, l'ecografia viene eseguita ogni due giorni. È evidenziato dalla formazione di una forma irregolare nel sito del follicolo dominante e una piccola quantità di liquido nello spazio posteriore.
  5. Il prossimo esame può essere effettuato nei giorni 21-23 del ciclo mestruale (con un ciclo di 28 giorni). Nell'ovaio, nel sito del follicolo dominante, viene determinato il corpo luteo. Le sue dimensioni sono 15-20 mm. Il corpo luteo produce progesterone, che aiuta a mantenere la gravidanza.

Valutazione dei risultati

Sulla base dei risultati ottenuti utilizzando la follicolometria, si può concludere che le ovaie funzionano. Questi dati aiuteranno il medico a capire se una donna può concepire un bambino da sola o se è necessario utilizzare tecnologie di riproduzione assistita, trovare la causa delle irregolarità mestruali e dell'infertilità..

Durante il normale funzionamento delle ovaie, l'ecografia mostra la formazione di un follicolo dominante, che successivamente scoppia, rilasciando un uovo, e al suo posto si forma un corpo luteo. Le anomalie ovariche sono:

  • Persistenza dei follicoli. Ciò accade quando, per qualche motivo, non è esploso e al suo posto non si è formato un corpo giallo. Questa condizione persiste fino al successivo ciclo mestruale..
  • Luteinizzazione del follicolo non ovulato. In questo caso, l'ecografia non registra l'ovulazione e il follicolo si trasforma in un corpo giallo.
  • Atresia follicolare. In questo caso, non scoppia e gradualmente si restringe e si dissolve, i segni di ovulazione e corpo luteo non si trovano sugli ultrasuoni.
  • Formazione di una cisti follicolare funzionale. Il follicolo, senza rottura nel mezzo del ciclo, continua a crescere attivamente e raggiunge dimensioni da 25 a 100 mm di diametro.
  • Cisti del corpo luteo. Si forma nel sito del follicolo ovulato invece del corpo luteo.

La domanda su quanti follicoli dovrebbero essere sugli ultrasuoni in una donna in età riproduttiva è estremamente importante. Questo numero indica la possibilità di auto-concepimento, determina il successo ei rischi di stimolare l'ovulazione, predice l'età della menopausa. Normalmente, nei 2-3 giorni del ciclo mestruale dovrebbero essere rilevati 10-26 follicoli. L'apparato follicolare non è espresso quando il loro numero è inferiore a 4. Questa situazione indica una probabilità molto bassa di gravidanza indipendente e l'assenza o il debole effetto di stimolare l'ovulazione.

Conclusione

Quando si analizzano i dati della follicolometria, è necessario tenere presente che parte dei cicli di una donna sono normalmente anovulatori. Pertanto, la ricerca viene spesso eseguita su più cicli. Secondo i risultati dello studio, in caso di deviazione dalla norma, al paziente può essere offerto un trattamento ormonale, la stimolazione dell'ovulazione o l'uso della fecondazione in vitro.

Causa della diminuzione dell'apporto follicolare ovarico

La conservazione follicolare ovarica è un fattore fondamentale per la salute riproduttiva di una donna. Per concepire un bambino, il corpo deve avere un certo equilibrio di ormoni sessuali e follicoli nelle ovaie. La sua violazione crea ostacoli per la fecondazione di un uovo maturo..

Più una ragazza diventa vecchia, meno è probabile che rimanga incinta. Questa è una dipendenza fisiologica naturale associata a un cambiamento dei parametri follicolari numerici.

Descrizione dell'apparato follicolare

La raccolta di vescicole piene di liquido che maturano regolarmente nelle cellule riproduttive femminili è l'apparato follicolare. Cambia durante il ciclo mensile. Sotto l'influenza di fattori dell'ambiente esterno e interno, si verificano trasformazioni che provocano uno squilibrio degli ormoni sessuali.

Il ciclo di una donna sana dal punto di vista riproduttivo è stabile, ovvero l'inizio dell'ovulazione può essere determinato con precisione. In questo periodo, i follicoli maturano nelle ovaie. Di questi, 1 si distingue, dominante. È da esso, nella tuba di Falloppio, che l'uovo uscirà per incontrarsi con lo sperma. Al posto del follicolo che scoppia, si forma un corpo luteo che, al momento del concepimento, fornisce al corpo il progesterone.

La più alta possibilità di rimanere incinta è durante l'ovulazione, poiché durante questo periodo del ciclo si creano le condizioni necessarie per il concepimento nel corpo della donna.

Il follicolo dominante è più grande del resto. Pertanto, se le sue pareti si rompono al momento del rilascio dell'uovo, la ragazza potrebbe affrontare una perdita di sangue insignificante. Sintomo: macchie rosse che escono dalla vagina.

Una tale educazione è facilmente visibile sugli ultrasuoni. Matura in appendice sinistra e destra. In ciascuno di essi, il follicolo dominante si forma raramente. Ma se ciò accade, la donna ha un'alta probabilità di concepire gemelli identici. Tutti gli altri follicoli nel corpo di una donna sono antrali. Il successo del concepimento dipende dai loro indicatori quantitativi, sia con il metodo naturale che con quello artificiale.

Limiti numerici delle formazioni antrali nelle cellule riproduttive femminili:

Numero di follicoliDiagnosi
Meno di 4Disfunzione riproduttiva, infertilità
5-6Bassa probabilità di concepimento
7-12Probabilità media di concepimento
13-30Un'alta probabilità di rimanere incinta è un indicatore della norma
Oltre i 30Appendici policistiche

L'esaurimento dell'apparato follicolare ovarico provoca una disfunzione riproduttiva. Una ragazza che deve affrontare un problema del genere non può rimanere incinta, tuttavia, grazie allo sviluppo della medicina moderna, il processo del normale corso dell'ovulazione può essere normalizzato. In questo caso, aumenteranno le possibilità di concepimento..

I fattori fondamentali che determinano la differenziazione dell'apparato follicolare sono la fase del ciclo e l'età. Con l'età, il numero di bolle prodotte per ciclo nelle appendici riempite di fluido diminuisce. Pertanto, più la donna è anziana, minori sono le possibilità di concepimento e di successo nella gravidanza..

Sintomi di patologia

Se le ovaie sono esaurite, la desquamazione, cioè il processo di separazione dell'endometrio dall'utero, avviene in modo irregolare. In questo caso, le mestruazioni si verificano con un lungo ritardo, inoltre, sono molto dolorose.

Devi essere cauto con un quadro clinico del genere:

  1. Disagio doloroso costante nell'addome inferiore. A volte, con uno scarso apporto follicolare, quest'area ha spasmi.
  2. Assenza prolungata di mestruazioni. La natura della secrezione cambia anche durante le mestruazioni. La dimissione può diventare eccessiva o, al contrario, non sufficiente.
  3. Una significativa diminuzione della capacità lavorativa, cattiva salute. La ragazza si sente depressa. Potrebbe avere problemi di sonno. I sintomi sono integrati da depressione e sbalzi d'umore.
  4. Segni di menopausa precoce, come febbre seguita da brividi, arrossamento del viso, aumento della sudorazione, emicrania, ecc..
  5. Forte mal di testa e vertigini.

La conseguenza dell'esaurimento dell'apparato follicolare è l'incapacità di concepire un bambino, anche con una regolare attività sessuale.

Un tale quadro clinico dovrebbe essere la ragione di una visita medica. La diagnosi precoce dell'esaurimento dell'appendice aumenterà le possibilità di ripresa della funzione riproduttiva.

Fattori che modificano i limiti numerici dei follicoli

Una forte diminuzione della riserva follicolare ovarica non si verifica spontaneamente. Qualsiasi squilibrio delle cellule sessuali nel corpo femminile è considerato una patologia. Una diminuzione della produzione di vescicole contenenti l'uovo può essere dovuta ai seguenti motivi:

  • violazione della ghiandola pituitaria, provocando la produzione di ormoni sessuali;
  • infiammazione degli organi addominali di un'eziologia infettiva, inclusa annessite. In questo caso, una diminuzione della riserva follicolare è una conseguenza della transizione della malattia in una forma cronica;
  • anomalie congenite nella struttura degli organi genitali;
  • diminuzione dell'immunità dovuta allo sviluppo di una malattia autoimmune, come il diabete mellito;
  • eredità. Secondo i genetisti, un cattivo apparato follicolare durante la pubertà si verifica se una donna ha una predisposizione alla menopausa precoce;
  • violazione del sistema endocrino. La tiroide, proprio come la ghiandola pituitaria e le appendici, è responsabile della produzione di ormoni sessuali nel corpo. Pertanto, qualsiasi violazione delle sue prestazioni provoca la creazione di ostacoli alla fecondazione dell'uovo;
  • complicanza postoperatoria. Ad esempio, molte donne a cui è stata rimossa una cisti hanno subito una resezione dell'epididimo.

Queste sono ragioni interne per la diminuzione della fornitura di follicoli nelle ovaie. Per quanto riguarda i fattori ambientali che provocano la comparsa di questa patologia, possiamo distinguere:

  1. Cattiva ecologia.
  2. Avvelenamento tossico.
  3. Abuso di cibi grassi.
  4. Stress psico-emotivo, stress.
  5. Uso di droga.
  6. Virus, infezioni.
  7. Abuso di alcool.

Non un solo specialista sarà in grado di dire esattamente perché l'apparato follicolare è scarso. A volte le ragazze assolutamente sane affrontano questo problema. Ma più spesso si verifica a causa di una combinazione negativa di diversi fattori provocatori..

Misure diagnostiche

Il metodo principale per determinare questa patologia è l'ecografia degli organi pelvici. Con il suo aiuto, non solo puoi stabilire il numero esatto di follicoli prodotti, ma anche determinarne le dimensioni.

Se il povero apparato follicolare è associato a patologie ovariche, questo verrà stabilito mediante ultrasuoni. Quasi tutte le anomalie nella struttura degli organi riproduttivi femminili possono essere curate chirurgicamente, ma prima devono essere chiaramente viste e analizzate.

Per determinare la quantità di ormoni sessuali prodotti, una donna deve donare il sangue. E per analizzare il funzionamento sessuale generale, viene eseguita una risonanza magnetica.

Se, dopo aver raccolto questi dati, i medici non hanno motivo di fare una diagnosi accurata, al paziente viene prescritta la laparoscopia diagnostica. Si tratta di perforare due volte il basso addome. In ogni puntura viene inserito uno strumento speciale, uno dei quali dotato di microcamera.

L'analisi di laboratorio dell'apparato follicolare include la determinazione del livello:

  1. Inhibina B. Si tratta di glicoproteine ​​prodotte dalle cellule della teca delle appendici femminili. Sono necessari per supportare il processo di gametogenesi. Durante la gravidanza, le inibine B vengono sintetizzate dalla placenta.
  2. AMH nella periferia del sangue. È un ormone anti-Mülleriano coinvolto nello sviluppo del feto maschio. Con una produzione insufficiente, il bambino sviluppa organi genitali femminili, compresa la vagina..
  3. Estradiolo. Uno dei più importanti ormoni sessuali femminili. L'analisi deve essere eseguita il 2 ° giorno del ciclo mensile.
  4. FSH. Il livello degli ormoni follicolo-stimolanti dipende direttamente dalla produzione di estradiolo da parte dell'organismo. L'apparato di questi composti chimici è un indicatore del volume delle cellule attive della granulosa, cioè degli ovociti di alta qualità.

Inoltre, è necessario contare i follicoli antrali (PAF). Questa è una semplice misura diagnostica, che consiste nel condurre un esame ecografico degli organi pelvici. Nella fase del funzionamento riproduttivo, il numero di formazioni sferiche antrali nelle donne con ovulazione regolare varia da 10 a 20.

Di tutti i metodi elencati, PAF è considerato il modo più accessibile e affidabile per calcolare.

Possibilità di concepimento dopo il trattamento di scarso apporto follicolare

L'opinione che sia impossibile rimanere incinta con una tale diagnosi è sbagliata. Ma affinché tale possibilità sia, è necessario sottoporsi a un ciclo di trattamento completo in grado di ripristinare la funzione riproduttiva. Come risultato della terapia, stabilizzazione del background ormonale e sollievo dei sintomi patologici, una donna che soffre di un disturbo sarà in grado di concepire e dare alla luce un bambino.

Se è difficile differenziare la patologia, alla ragazza viene prescritta una terapia ormonale. E per migliorare le prestazioni delle appendici, i ginecologi consigliano di sottoporsi a un corso di fisioterapia e fitoterapia.

Il trattamento dell'esaurimento della riserva follicolare con rimedi popolari si riduce a stimolare le difese immunitarie. L'assunzione di vitamina E (derivata sinteticamente o nei prodotti - pesce, semi, noci, tuorlo d'uovo) aiuta bene. Anche gli alimenti ricchi di lecitina (fagioli, cavolfiori, lenticchie) aiutano a ripristinare la fertilità. Sono efficaci infusi e decotti (more con viburno), succo di barbabietola con miele.

Con l'aiuto di tali misure, sarà possibile ripristinare la ciclicità, normalizzare l'ovulazione e aumentare le possibilità di fecondazione dell'uovo..

Se non c'è possibilità di rimanere incinta anche dopo aver preso misure mediche, i ginecologi raccomandano di fare FIV (fecondazione in vitro).

Per aumentare le possibilità di concepimento, una donna con uno scarso apporto follicolare dovrebbe affidarsi a professionisti. Ma a casa può prendere provvedimenti per migliorare il suo benessere. Si tratta di una corretta alimentazione, attività fisica moderata e riposo adeguato..

Si prega di commentare l'ecografia, l'apparato follicolare è esaurito

(Il post è andato da qualche parte, ne ha formato uno nuovo) Ragazze, oggi è il 5 ° giorno di ritardo, i test sono negativi, sono andata all'ecografia per scoprire cosa fosse successo. L'apparato follicolare è esaurito? Che cos'è? Ero così eccitato che non ho chiesto nulla. Il ginecologo non ha detto nulla al riguardo. L'ho letto su Internet - kabzdets. Dimmi ragazze esperte, è tutto, la fine, niente ovulazione? Sono così scocciato. La diagnosi può essere confermata??

Un anno dopo il digiuno, ha dato alla luce una figlia, la diagnosi non è stata confermata))

L'apparato follicolare è preservato. Quanti follicoli dovrebbero esserci in un'ovaia? Indicazioni per l'ecografia delle ovaie

Per il corretto sviluppo dell'uovo, che influisce direttamente sulla salute del futuro feto e sul decorso della gravidanza in generale, la natura ha creato un meccanismo unico per la sua protezione. Pochi sanno che un tale compito viene eseguito dai follicoli situati nelle ovaie nelle donne..

Un follicolo in ginecologia è una membrana costituita da un gruppo di cellule formate dall'organismo per proteggere e sviluppare completamente l'uovo.

In una donna sana, un gran numero di follicoli maturano nelle ovaie per tutta la vita, in base al grado di sviluppo in cui sono suddivisi:

  • primordiale;
  • antrale;
  • dominante;
  • preovulatorio;
  • persistente.

La funzione principale del follicolo è quella di creare un ambiente favorevole fino alla piena maturazione dell'uovo e garantirne la sicurezza.

Nel caso di un sistema riproduttivo ben funzionante, il follicolo accompagna l'uovo durante il periodo di crescita, dopodiché, sotto l'influenza degli estrogeni e dell'ormone luteinizzante, le sue pareti si assottigliano, la membrana si rompe e l'ovulazione.

La causa più comune di infertilità femminile è l'esaurimento dell'apparato follicolare ovarico. Grazie alla simbiosi tra tecnologia e medicina, gli specialisti possono ora identificare una deviazione come la formazione di un follicolo senza cellula uovo, che può essere rilevata solo mediante puntura del fluido follicolare.

Lo sviluppo di follicoli senza una cellula uovo o anche la sua assenza nell'ovaio può diventare un grave problema per una coppia e minacciare l'infertilità.

Follicolo primordiale

I follicoli primordiali sono chiamati piccoli follicoli nelle ovaie che non sono visibili agli ultrasuoni e sono nella fase iniziale del loro sviluppo. Il loro numero in una donna è posto nel grembo materno anche prima della nascita. Alla nascita, le ovaie di una ragazza possono contenere 1-2 milioni di tali follicoli e quando compaiono le mestruazioni, circa 300-400 mila.

Ad ogni nuovo ciclo, la ghiandola pituitaria produce l'ormone FSH, che stimola la maturazione da 5 a 30 follicoli primordiali, che successivamente diventano preantrali o primari.

Follicoli antrali

I follicoli antrali (secondari) sono chiamati follicoli che hanno superato il primo stadio di sviluppo e hanno subito cambiamenti strutturali. Ognuno di loro ha un'alta probabilità di maturazione completa prima dell'ovulazione..

Durante questo periodo, i follicoli raggiungono una dimensione sufficiente per determinarne il numero mediante ultrasuoni.

Follicolo dominante

Con il normale funzionamento delle ovaie di una donna, uno dei follicoli antrali si distingue in dimensioni maggiori e dominanti. È un follicolo dominante (meno spesso 2) che continua il ciclo di sviluppo ed entra nella fase preovulatoria di tracciamento, il resto regredisce.

Follicolo preovulatorio

Nel follicolo preovulatorio, rispetto all'antro, c'è una componente 100 volte più fluida e la cellula uovo è attaccata al tubercolo che porta l'uovo..

Il giorno prima della prevista ovulazione, le cellule teca del follicolo aumentano il livello di estrogeni, che stimolano un aumento della produzione dell'ormone luteale. La parete del follicolo al posto della protrusione arcuata scoppia e l'ovulo lascia il follicolo.

Follicolo ovarico persistente

Uno dei motivi della mancanza di ovulazione potrebbe essere la persistenza del follicolo dominante. La membrana rimane intatta, impedendo alla cellula uovo di lasciare l'ovaio e il follicolo continua ad esistere.

Questa situazione richiede la supervisione medica in quanto può essere accompagnata da un lungo ritardo nel ciclo. Un follicolo persistente nella maggior parte dei casi esiste per non più di 10 giorni, ma i rischi della sua crescita in una cisti non dovrebbero essere esclusi.

Il tasso di follicoli nell'ovaio

Prima di parlare del fatto che l'apparato follicolare è esaurito, è necessario sapere quanti follicoli dovrebbero essere nell'ovaio durante il normale funzionamento del sistema riproduttivo.

Normalmente, per una gravidanza di successo, ogni ovaia dovrebbe avere fino a 25 follicoli antrali, che sono determinati dagli ultrasuoni.

Nel processo di maturazione di ciascun follicolo nei giorni del ciclo, il loro numero diminuisce. Nell'8-10 ° giorno, la dominante più grande e sviluppata si distingue dalla massa totale dell'antro. Se un tale follicolo appare in due ovaie diverse, è possibile una gravidanza multipla.

Singoli follicoli nell'ovaio

Le conseguenze di un malfunzionamento degli organi genitali femminili possono essere la formazione di un singolo follicolo nell'ovaio..

Questa patologia priva quasi completamente una donna della possibilità di concepire senza l'aiuto di specialisti e minaccia anche l'inizio della menopausa precoce e dell'invecchiamento precoce..

Dimensione del follicolo per giorno di ciclo

Nel processo di sviluppo del follicolo da primordiale a preovulatorio, i tassi di crescita sono in costante aumento. La dimensione del follicolo dominante per giorni del ciclo è presentata nella tabella.

Con la crescita dei follicoli entro i giorni del ciclo, le loro dimensioni possono differire dalle norme generalmente accettate, una diminuzione degli indicatori indica violazioni nel sistema riproduttivo e richiede la supervisione di un ginecologo.

Quanto è necessario per il concepimento

Nonostante il fatto che per il concepimento sia necessario un follicolo ovulato, le donne hanno le maggiori possibilità, nelle cui ovaie si sviluppano contemporaneamente 11-26 follicoli antrali. La presenza di 6-10 è considerata un indicatore abbassato, quindi gli specialisti possono offrire stimoli.

Spesso, con gli ultrasuoni, solo 5 follicoli nell'ovaio sono chiaramente visibili: questo è un indicatore basso della possibilità di concepire un bambino.

Per determinare la riserva ovarica follicolare, vengono utilizzati i seguenti metodi:

  1. Ultrasuoni. Viene eseguito da 1 a 4 giorni del ciclo mensile per contare il numero e misurare la dimensione dei follicoli antrali, che hanno una relazione diretta con l'indicatore del numero di primordiali.
  2. Misurazione della concentrazione di ormoni nel sangue. Affittata il 2-3 ° giorno del ciclo, la riserva ovarica è inversamente proporzionale alla concentrazione di FSH.

Le situazioni più difficili sono la maturazione di soli 4 follicoli nell'ovaio. In questo caso, il normale sviluppo del follicolo e la successiva ovulazione senza l'aiuto di specialisti della fecondazione in vitro è quasi impossibile..

Deviazioni dalla norma

Le norme per il numero di follicoli e le loro dimensioni nelle diverse fasi di maturazione sono valori medi. Nonostante le caratteristiche individuali del sistema riproduttivo della donna, le deviazioni dagli indicatori standard, sia verso l'alto che verso il basso, richiedono una supervisione medica più attenta..

Tra le deviazioni più comuni ci sono:

  • follicoli multipli nelle ovaie;
  • un piccolo numero di follicoli;
  • follicolo immaturo;
  • persistenza dei follicoli.

Qualsiasi delle suddette deviazioni riduce le possibilità di una donna di concepire un bambino e può portare a conseguenze irreversibili..

Molti follicoli nell'ovaio

Da un lato, è positivo per una donna se ci sono molti follicoli nelle ovaie, ma c'è sempre il rischio di sviluppare la malattia policistica e prima inizia il trattamento, maggiore è la probabilità di preservare la funzione riproduttiva..

Questa patologia è caratterizzata dalla presenza di un gran numero di cisti follicolari, che impedisce a una di esse di maturare in uno stato dominante. L'ovulazione non si verifica, quindi il concepimento è impossibile.

Per trattare una malattia come la follicolosi (policistica) delle ovaie, iniziano con l'uso di contraccettivi orali combinati. I farmaci regolano la quantità di ormoni, normalizzano il ciclo mensile. Allo stesso tempo sono consigliate attività sportive e una dieta equilibrata, soprattutto nei casi di aumento di peso in eccesso.

Pochi follicoli nelle ovaie

Dopo i risultati di un esame ecografico, una donna si preoccupa se sia possibile rimanere incinta se ci sono pochi follicoli nelle ovaie.

Il povero apparato follicolare delle ovaie non è ancora una frase. Con la giusta scelta di uno specialista, trattamento e stimolazione, le possibilità di gravidanza aumentano in modo naturale.

La situazione è più complicata se l'ovaio non ha affatto follicoli, il che significa che la funzione diretta dell'organo è persa. I motivi per cui i follicoli non crescono:

  • malattie genetiche (congenite);
  • processi autoimmuni;
  • avvelenamento del corpo con chemioterapia, radiazioni;
  • interventi chirurgici;
  • processi infiammatori di natura cronica;
  • menopausa.

Durante il periodo della menopausa, il numero di follicoli nell'ovaio diminuisce, praticamente non si formano uova e alla fine scompaiono del tutto.

Se non ci sono follicoli nelle ovaie, la prima cosa che una donna deve fare è sottoporsi a un esame completo per identificare le cause, prescrivere il trattamento corretto e prevenire conseguenze negative.

È possibile far crescere i follicoli esistenti nelle ovaie in modo tale da stimolare:

  1. Sullo sfondo dell'abolizione dei contraccettivi orali, che sopprimono temporaneamente la maturazione follicolare, prescritta al paziente per 3-6 mesi. Di conseguenza, le ovaie iniziano a funzionare in una modalità avanzata dopo il riposo a lungo termine.
  2. Stimolazione con farmaci ormonali più forti, alcuni dei quali hanno gravi effetti collaterali e non possono essere utilizzati frequentemente.

È possibile aumentare il numero di follicoli nelle ovaie sia con farmaci che con rimedi popolari. Per stimolare la crescita delle cellule germinali nella prima fase, usano un decotto di salvia, e più vicino al secondo, da un borace uterino contenente fitormoni. Preparare una bevanda a base di erbe al ritmo di 1 cucchiaio. 200-250 ml. acqua, portata a ebollizione e raffreddata. Si consiglia di bere in parti uguali durante il giorno..

Si prega di notare che prima di utilizzare decotti o medicinali durante il periodo di stimolazione, assicurarsi di consultare il proprio medico, assicurarsi che non ci siano reazioni allergiche.

Due follicoli dominanti in un'ovaia

Questa situazione differisce dalle norme generalmente accettate, ma nonostante la necessità di un controllo medico costante, non è una patologia..

In caso di piena maturazione e ovulazione dei due follicoli dominanti, è probabile che si sviluppino gravidanze multiple. Questa caratteristica delle ovaie è principalmente genetica ed è ereditata..

Perché il follicolo non matura?

Gli specialisti in ginecologia distinguono una serie di motivi per cui i follicoli non maturano nelle ovaie:

  • malattie del sistema endocrino;
  • stile di vita (stress, fumo, attività fisica intensa);
  • deviazioni nel lavoro della ghiandola pituitaria e dell'ipotalamo;
  • menopausa precoce.

Il problema è che a un certo stadio di sviluppo, per uno o più dei motivi sopra esposti, la crescita si ferma. Tutti i follicoli regrediscono, compreso il preovulatorio, la cui membrana rimane intatta.

Perché il follicolo non è scoppiato

L'assunzione di determinati farmaci, i disturbi ormonali, la menopausa precoce e la gravidanza possono causare la persistenza del follicolo.

Puoi scoprire che il follicolo è esploso dai seguenti sintomi e segni:

  • dolore doloroso nell'addome inferiore;
  • aumento della secrezione mucosa, scolorimento;
  • aumento del desiderio sessuale;
  • aumento della temperatura basale.

Per confermare il risultato, puoi utilizzare un test speciale che reagisce al rilascio dell'ormone luteinizzante.

In alcuni casi, rimanendo intatto, il follicolo si sviluppa in una ciste. Non lasciare che la situazione faccia il suo corso: questo può portare a gravi complicazioni.

Quanti follicoli devono essere nell'ovaio affinché il concepimento avvenga e una donna possa diventare una futura madre?

Non solo la cifra iniziale è importante, ma anche la qualità del follicolo che rimane alla fine e la sua normale maturazione..

Qualsiasi variante di deviazione è pericolosa, sia su che giù..

Possono portare alla comparsa di cisti e, nei casi più gravi, anche alla diagnosi di infertilità. Quindi il numero di follicoli nelle ovaie è la norma e la patologia, continua a leggere.

Un follicolo è un uovo immaturo circondato da strati di altre cellule per la protezione. La loro funzione principale è proteggere il "core". L'efficacia di questo compito determina il normale sviluppo dell'uovo e la sua capacità di diventare un embrione e di attaccarsi alla parete dell'utero dopo la fecondazione..

La cosa più interessante è che il numero di uova "dormienti" nei follicoli viene deposto nel corpo allo stadio dell'embrione.

Qui, quanto la natura ha portato via - più non apparirà durante la vita.

Il loro numero va da cinquanta a ventimila. Non tutti sopravvivono fino alla pubertà.

Quando si verifica, la ghiandola pituitaria segnala alle ovaie di rilasciare gradualmente le uova, cosa che avviene ogni mese (ad eccezione della gravidanza, ovviamente) fino alla menopausa.

I follicoli ovarici sono impegnati in un altro compito importante: la produzione di estrogeni, un importante ormone femminile.

Qual è la norma e cosa non lo è? Il numero di follicoli viene calcolato in base al giorno del ciclo mestruale della donna. La presenza di diversi follicoli nelle ovaie 2-3 giorni dopo la fine delle mestruazioni è normale. Ma si sviluppano in modi diversi:

  1. Il quinto giorno sugli ultrasuoni, è possibile vedere fino a una dozzina di follicoli antrali di 2-4 mm alla periferia dell'ovaio.
  2. Entro la fine della settimana crescono fino a 6 mm. Puoi vedere una rete di capillari sulla loro superficie.
  3. Il giorno dopo, vengono diagnosticati i follicoli dominanti, che continueranno a crescere e svilupparsi..
  4. Il 9-10 ° giorno, il medico può determinare il follicolo dominante mediante ultrasuoni. È il più grande (14-15 mm). Il resto, con sviluppo in stallo, sarà grande la metà.
  5. Dall'11 ° al 14 ° giorno, il follicolo continua a crescere e raggiunge i 25 mm. C'è una produzione attiva di estrogeni. Durante l'ecografia, lo specialista vede chiaramente la dimensione del follicolo nei giorni del ciclo. I segni di imminente ovulazione sono evidenti.

Se il corpo lavora senza interruzioni, l'ovulazione avviene il 15-16 ° giorno. Il follicolo scoppia e l'uovo esce, pronto per la fecondazione.

Deviazioni dalla norma: cause e pericoli

Sia un numero insufficiente che un eccesso di follicoli sono considerati patologia..

Se ce ne sono più di una dozzina nelle ovaie, le ovaie sono chiamate "multifollicolari".

Quando l'esame ecografico mostra molte minuscole bolle, si dice "polifolico".

Se il loro numero aumenta più volte, alla donna viene diagnosticata la malattia policistica.

In questo caso, la formazione di una cisti non è necessaria. Proprio lungo la periferia dell'ovaio, gli elementi follicolari sono sparsi in grandi quantità. Tale rigidità può impedire la crescita di una formazione dominante e, di conseguenza, tutti gli ulteriori processi che precedono il concepimento.

La patologia può insorgere a causa dello stress e quindi tornare alla normalità in un breve periodo di tempo. Una donna ha bisogno di cure se il fallimento è causato da:

  • problemi con il sistema endocrino;
  • rapida perdita di peso o viceversa - aumento di peso;
  • scarsa scelta di contraccettivi orali.

La seconda opzione, provocata anche da problemi con i livelli ormonali, è la mancanza di follicoli. Il loro numero viene solitamente verificato il settimo giorno del ciclo mensile..

Se, con un'ecografia, i follicoli nelle ovaie sono in quantità:

  • da sette a sedici: il concepimento è possibile;
  • da quattro a sei: la probabilità di gravidanza è piccola;
  • meno di quattro - praticamente nessuna possibilità.

Ci sono molte ragioni per le deviazioni, potrebbero essercene diverse contemporaneamente. Dopo aver riconosciuto i primi segnali di allarme, è importante chiedere aiuto a un medico in tempo.

Follicolo dominante

Prima dell'ovulazione, rimane fondamentalmente un unico grande follicolo, da cui emerge un uovo fertile.

Si chiama dominante. L'inizio delle mestruazioni è un segno che questo follicolo prevalente è scoppiato nell'ovaio..

Per tutti i tipi di violazioni e problemi con il concepimento, il processo di analisi sopra descritto viene eseguito in dinamica basata sugli ultrasuoni. Lo iniziano dal 10 ° giorno del ciclo.

Se l'elemento dominante cresce male, non c'è ovulazione, viene prescritto il trattamento e l'esame viene ripetuto durante il ciclo successivo.

Con l'aiuto di una terapia speciale, la maturazione può essere accelerata e quindi arriverà la gravidanza tanto attesa.

Qualche volta due follicoli dominanti maturano subito in un'ovaia (più spesso con terapia ormonale). Sul lato sinistro, questo accade meno spesso..

Di conseguenza, è possibile la fecondazione quasi simultanea di due uova e la comparsa di due embrioni (e di conseguenza la nascita di gemelli). Durante i rapporti sessuali con partner diversi in un breve periodo di tempo, è possibile il concepimento da due padri.

La cellula uovo vive molto poco, non più di 36 ore. Questo è il motivo per cui una coppia che pianifica di concepire dovrebbe monitorare il tempo di ovulazione nel modo più accurato possibile - questo aumenta le possibilità di una gravidanza precoce..

Follicolo persistente

La cisti ovarica follicolare è una condizione molto comune tra le donne in età riproduttiva.

Il suo sviluppo in tutti i casi provoca un follicolo "persistente".

Il fallimento si verifica quando il follicolo dominante, che è cresciuto al momento giusto, per qualche motivo non scoppia.

La cellula uovo rimane all'interno, non c'è ovulazione e il follicolo inizia ad accumulare liquido e si trasforma in una neoplasia.

Molto spesso, le interruzioni ormonali (ad esempio, l'eccesso di testosterone) portano a violazioni. Nel caso in cui tali patologie si manifestino sistematicamente, alla donna viene diagnosticata "infertilità".

Il trattamento della persistenza dei follicoli è associato alla regolazione dei livelli ormonali.

Mancanza di follicoli

A volte alle donne viene diagnosticata una completa assenza di follicoli. La patologia può essere causata dalla menopausa precoce o dalla disfunzione ovarica. Il verificarsi di un problema è segnalato da interruzioni delle mestruazioni. Quando sono passati da 21 a 35 giorni, questo è un campanello d'allarme. Un'urgente necessità di visitare uno specialista.

Inoltre, i follicoli (e con essi le uova) possono morire a causa di:

  • un corso di farmaci che interferiscono con la normale circolazione sanguigna nel sistema riproduttivo;
  • intervento chirurgico negli organi pelvici;
  • ricevuto radioterapia o chemioterapia;
  • violazione delle regole dietetiche, diete rigorose o scioperi della fame;
  • fumo, abuso di alcol;
  • anomalie ormonali.

In caso di necessità di modellamento del corpo, la dieta dovrebbe essere selezionata con uno specialista, senza esaurirsi con un'alimentazione impropria o insufficiente, perché questo può avere un effetto deplorevole sulla fertilità.

I follicoli sono deposti nel corpo femminile, anche nella fase dello sviluppo embrionale, quindi è impossibile regolare il loro numero in alcun modo.

Quando si rilevano i fallimenti, non dovresti nemmeno disperare: spesso un trattamento ben scelto aiuta e una donna che ha troppi o troppo pochi follicoli in seguito diventa madre.

Video sull'argomento

Iscriviti al nostro canale Telegram @zdorovievnorme

I ginecologi spesso si riferiscono alla sindrome da deperimento ovarico come "menopausa prematura / menopausa /". Ciò si verifica in oltre l'1,5% delle donne e in vari tipi di amenorrea, tra il 10%.

La sindrome si manifesta con un lavoro insufficiente delle ghiandole, che in precedenza erano completamente formate e funzionavano come previsto..

Sindrome da deplezione ovarica (OVS): perdita completa o parziale della piena funzionalità delle ghiandole prima del previsto.

La patologia è molto spesso diagnosticata nelle donne sotto i 40 anni che non hanno precedentemente lamentato fertilità e ciclo mestruale.

Questa sindrome è caratterizzata dall'esaurimento dell'apparato follicolare ovarico..

Le ovaie impoverite, che è associata a un apparato follicolare magro che non ha una riserva di apporto follicolare ovarico, portano ad amenorrea secondaria, infertilità, interruzioni del sistema vascolare, a causa di stress, malnutrizione, ereditarietà e altri fattori ambientali.

Di conseguenza, le donne non ovulano, la produzione di ormoni sessuali è ridotta..

Le donne che affrontano un tale problema possono notare una diminuzione del desiderio sessuale per il loro partner, avvertire vampate di calore e notare uno stato emotivo instabile.

Ecco perché molte donne confondono la sindrome con l'avvicinarsi della menopausa, posticipando le visite dal ginecologo e il trattamento della patologia.

Insufficienza ovarica prematura

L'insufficienza ovarica prematura è una sindrome spiacevole che le donne devono affrontare.

Il problema più grande dovuto alla progressione dei patologi è l'infertilità. Ma se diagnostichi il problema in modo tempestivo e inizi il trattamento, può verificarsi una gravidanza.

La sindrome da insufficienza ovarica prematura ha sintomi simili alla menopausa precoce.

In genere, la menopausa si verifica dopo i 45 anni. Ma nelle donne con diagnosi di sindrome da esaurimento ovarico precoce, la menopausa si verifica prima - circa 40 anni.

Ciò può essere dovuto a malattie autoimmuni, in cui il corpo femminile è stato costretto a produrre anticorpi ai tessuti delle ghiandole. Molto spesso questa condizione porta ad anomalie cromosomiche..

Cause

Come abbiamo già notato, le cause della deplezione ovarica possono essere di natura diversa, ma molto spesso l'eziologia della sindrome è spiegata da quanto segue:

  1. disturbi autoimmuni;
  2. esposizione a fattori iatrogeni;
  3. anomalie cromosomiche.

Come mostrano le statistiche mediche, circa la metà dei pazienti "contrasse" la malattia per eredità. Soprattutto a rischio delle ragazze, nella famiglia la cui linea femminile era: amenorrea, menopausa precoce, oligomenorrea.

Inoltre, il danno intrauterino all'apparato follicolare, ad esempio la gestosi, l'assunzione di farmaci da parte della madre con un principio di lavoro teratogeno, l'esposizione a radiazioni e sostanze chimiche, possono provocare lo sviluppo della sindrome da deplezione ovarica..

Nel periodo postnatale, c'è un'alta probabilità di "infezione" dopo rosolia, influenza, parotite, carenza di vitamine, stress frequente.

La deplezione può anche essere preceduta dalla resezione subtotale delle ghiandole dovuta alla formazione di una cisti, che viene solitamente trattata durante la miomectomia conservativa o durante una gravidanza extrauterina.

Tali azioni avventate si trasformano in una diminuzione dell'apporto follicolare nelle ghiandole e, di conseguenza, nel loro esaurimento..

Sintomi della sindrome

Il sintomo principale che accompagna la sindrome da deperimento ovarico è l'assenza di flusso mestruale.

A volte, prima della completa cessazione del ciclo, si può osservare l'oligomenorrea, in cui la regolarità del ciclo si perde e l'abbondanza delle secrezioni diminuisce.

Inoltre, i segni di deplezione ghiandolare possono essere un'improvvisa interruzione delle mestruazioni.

Questo processo nella maggior parte dei casi è accompagnato da sintomi simili all'inizio della menopausa, vale a dire:

  1. la sudorazione aumenta;
  2. si verificano vampate di calore;
  3. durante il rapporto possono verificarsi disagio o dolore;
  4. diminuzione del desiderio sessuale per un partner;
  5. la donna diventa irritabile, depressa;
  6. memoria e prestazioni ridotte.

I suddetti sintomi con ovaie impoverite portano grande disagio alla vita quotidiana delle donne, riducendone la qualità. Ma solo in presenza di sintomi simili, non dovresti fare una diagnosi.

In ogni caso, è necessario consultare un medico, fare il test e solo se la diagnosi è confermata, iniziare un trattamento di alta qualità della patologia.

Metodi diagnostici

Grazie alla medicina altamente sviluppata, oggi non è difficile diagnosticare alcuna patologia. Diamo un'occhiata alle tecniche più informative utilizzate per la sindrome dell'ovaio sprecato:

  1. Esame vaginale e bimanuale. Durante questa procedura, è possibile diagnosticare secchezza vaginale e contrazione uterina..
  2. Ecografia transvaginale. Durante la scansione, il ginecologo valuta la struttura delle ovaie e dell'utero, nonché le loro dimensioni. Con la patologia delle ovaie, le loro dimensioni saranno inferiori al normale..
  3. Laparoscopia diagnostica. Questa procedura consente di identificare le ovaie raggrinzite, dove non vengono visualizzati né i follicoli né il corpo luteo.
  4. Istologia. Nel corso dello studio viene eseguita una biopsia delle ghiandole, dopodiché viene confermata o confutata l'assenza di una riserva follicolare.
  5. Ricerca ormonale. Aiuta a diagnosticare un aumento dei livelli di gonadotropina sullo sfondo di una forte diminuzione dell'estradiolo.

Inoltre, per ottenere informazioni più specifiche e accurate, i medici prescrivono ulteriori test ormonali..

Trattamento

Il trattamento della sindrome delle ovaie impoverite dovrebbe essere basato sulla correzione del benessere generale della donna, nonché sull'eliminazione di insufficienze urogenitali, osteoporosi, malattie cardiovascolari..

L'impatto maggiore può essere ottenuto utilizzando la terapia ormonale sostitutiva come contraccezione fino a quando la donna non raggiunge l'età della menopausa naturale.

Con la terapia ormonale sostitutiva, puoi ricevere un trattamento per bocca o per via intramuscolare.

Se ci sono malattie concomitanti del sistema genito-urinario, il trattamento può essere integrato con l'introduzione di supposte o l'uso di unguenti.

Farmaco

Per il trattamento della deplezione ovarica nelle donne, è consuetudine utilizzare i seguenti farmaci farmacologici:

  1. ormoni in alta concentrazione o dosaggio (tale trattamento non è ugualmente adatto a tutti a causa di una possibile reazione negativa da parte del corpo);
  2. agenti multicomponenti (ad esempio Ovariamin);
  3. terapia ormonale sostitutiva;
  4. sedativi leggeri;
  5. complessi vitaminici.

Rimedi popolari

Il trattamento della patologia con rimedi popolari viene selezionato in base al decorso della malattia.

Di norma, la terapia ha lo scopo di supportare il funzionamento delle ghiandole prima dell'inizio della menopausa, che può essere efficace in aggiunta al tradizionale complesso di trattamento oa scopo preventivo..

La vitamina E è molto popolare tra le persone. Puoi assumerla sotto forma di un prodotto farmaceutico finito o fornire al corpo cibo ad alto contenuto di esso..

Gli alimenti ricchi di vitamina E sono:

  1. semi;
  2. noccioline;
  3. tuorlo d'uovo;
  4. frutti di mare.

Oltre ad avere un effetto positivo sul corpo femminile, la vitamina E è anche riconosciuta come un potente antiossidante.

È molto utile per l'esaurimento delle ghiandole per aumentare il consumo di alimenti ricchi di lecitina, ovvero:

  1. caviale;
  2. legumi;
  3. infiorescenze di cavolfiore.

Una ricetta popolare comune è una tintura di uova e limone. Può essere assunto sia per i problemi ghiandolari che per la menopausa precoce..

Per preparare la tintura, occorre tritare 5 limoni medi (con la pelle) e mescolarli con il guscio tritato di 5 uova.

Infondere la miscela fino a quando il guscio si dissolve. Prendi la tintura 3 volte al giorno per 20 g Durata del trattamento - 1 mese.

È anche utile per i problemi di salute delle donne prendere:

  1. infuso di menta piperita;
  2. infuso di more e viburno;
  3. succo appena spremuto di barbabietola fresca con miele.

Altri metodi

Oltre ai metodi medici generalmente accettati di trattamento e ai rimedi popolari comprovati, un ruolo importante nel recupero è svolto da:

  1. fisioterapia;
  2. corso di agopuntura;
  3. massaggi rilassanti.

Complicazioni

Se una donna, indipendentemente dalla sua età, ha sentito dal medico la diagnosi di "sindrome dell'ovaio malnutrito", è necessario seguire rigorosamente tutte le raccomandazioni e le istruzioni.

Se non diagnostichi la malattia in tempo e non inizi a trattare la patologia, la probabilità di tali complicazioni è alta:

  1. invecchiamento precoce del corpo;
  2. un aumento della probabilità di essere tra i pazienti che hanno sofferto di disfunzione cardiovascolare;
  3. osteoporosi;
  4. depressione e altri disturbi psicoemotivi;
  5. tenore di vita più basso;
  6. perdita di interesse per un partner durante l'intimità.

Prevenzione

Se per qualsiasi motivo una donna rientra nel gruppo a rischio per lo sviluppo della sindrome da deplezione ghiandolare, è necessario oggi adattare lo stile di vita in modo che sia possibile evitare o almeno ritardare i primi campanelli di patologia.

Per raggiungere questo obiettivo, hai bisogno di:

  1. mangiare cibi sani e salutari;
  2. rifiutare tutti i tipi di diete, in particolare l'assunzione di farmaci per dimagrire;
  3. iniziare il trattamento tempestivo delle infezioni virali, anche se accompagnate solo da secrezione nasale;
  4. evitare effetti chimici e radioattivi sul corpo;
  5. non ricorrere all'automedicazione;
  6. controllare il livello dell'ormone anti-mulleriano;
  7. visitare regolarmente un ginecologo, almeno una volta ogni 6 mesi.

In che modo la sindrome da deperimento ovarico influisce sull'aspetto di una donna

Non importa cosa abbia innescato lo sviluppo della patologia, i principali sintomi della malattia in tutte le donne sono gli stessi:

  1. vampate di calore su tutto il corpo;
  2. arrossamento del viso, décolleté;
  3. aumento della sudorazione;
  4. mancanza d'aria.

Poiché nella sindrome il livello degli ormoni sessuali femminili è significativamente ridotto, anche il desiderio sessuale di una donna si indebolisce.

Con una mancanza di estrogeni, le pareti vaginali si seccano, il che può causare dolore e disagio durante il rapporto.

Tali, a prima vista, sintomi innocui sull'aspetto delle donne non si riflettono, ma l'insoddisfazione generale per la qualità della vita diventa immediatamente evidente.

Le donne spesso perdono interesse non solo per l'intimità, ma anche per il loro aspetto, sentendosi poco attraenti, sopraffatte, smettendo di prendersi cura di se stesse.

È possibile rimanere incinta con deplezione ovarica

Come abbiamo detto, la terapia per questa sindrome ha lo scopo di alleviare i sintomi, cioè permette di ritardare l'invecchiamento, preservando la donna non solo l'attrattiva esterna, ma anche la salute..

Per fare questo, il corpo deve essere nutrito con gli ormoni mancanti che non sono prodotti direttamente dal corpo della donna..

Ci sono stati casi in cui la terapia ormonale ha svolto il ruolo di spinta per le ghiandole riproduttive femminili, dopo di che il corpo è stato in grado di riprendere l'ovulazione e persino di concepire un bambino sano. Ma questi casi sono eccezionali, quindi non dovresti arrenderti prematuramente..

Oggi vi è un consenso generale tra gli esperti sul fatto che l'esaurimento ovarico e la gravidanza siano incompatibili..

Affinché una donna con sindrome della ghiandola invecchiata abbia l'opportunità di rimanere incinta, è necessario ricorrere a, per la quale è necessario un ovulo di donatore.

Come puoi vedere, la patologia delle ghiandole è un disturbo grave che richiede la diagnosi più rapida possibile e un trattamento completo di alta qualità..

L'istinto di maternità, insito nella natura, si manifesta nelle donne in momenti diversi. La voglia di pianificare il proprio futuro, gravidanza compresa, non sempre coincide con le possibilità. Spesso, quando arriva il desiderio di continuare il parto, il gentil sesso si trova di fronte a vari tipi di problemi ginecologici.

Nello studio del medico, il paziente può sentire che non ci sono follicoli nelle ovaie. Cosa significa e se sarà possibile rimanere incinta sono domande che in questa situazione non possono che preoccupare. È impossibile rispondere in modo inequivocabile. È necessario considerare ogni caso singolarmente.

In uno stato naturale, una donna sana sperimenta un cambiamento nei livelli ormonali entro un mese. Gli estrogeni vengono sostituiti dal progesterone e la fase follicolare diventa luteale. Questo processo ti fa sentire bene. Inoltre, uno sfondo ormonale ben funzionante è necessario per il concepimento e il mantenimento della gravidanza..

All'inizio del ciclo, una delle ovaie (o ciascuna) forma diversi follicoli (vescicole di graaf). Durante l'esame ecografico, possono essere visualizzati sullo schermo del monitor, misurati e caratterizzati. Più vicino alla metà del ciclo mestruale, viene determinato un follicolo dominante (meno spesso ce ne sono diversi). Quando raggiunge una certa dimensione, si apre e rilascia un uovo. Questo processo provoca una produzione sufficiente di ormone luteinizzante. Nel sito del follicolo che scoppia, si forma un corpo giallo. Sosterrà la gravidanza o scomparirà all'inizio di un nuovo periodo.

Insufficienza ovarica prematura

Di fronte al fatto che non ci sono follicoli nell'ovaio mediante ultrasuoni, la donna inizia a farsi prendere dal panico. E per una buona ragione. Le possibilità di concepimento naturale in questo caso tendono a zero. Attenzione: stiamo parlando della completa assenza di follicoli. Se, ma ci sono solo antrali, questa situazione è abbastanza risolvibile e in molte situazioni è generalmente una variante della norma.

La prospettiva del trattamento in completa assenza di vescicole graaf può essere discussa dopo aver appreso le cause di questa condizione. Può verificarsi un'insufficienza ovarica prematura:

  • se una donna assume da molto tempo farmaci ormonali che sopprimono il processo di ovulazione (contraccettivi orali);
  • con scioperi della fame, forte diminuzione o aumento del peso corporeo, sforzo fisico estenuante;
  • successivamente, stimolazione frequente (più spesso l'uso indipendente di ormoni in dosi inappropriate);
  • dopo interventi chirurgici che comportano la rimozione di una parte dell'ovaio (durante la rimozione di cisti, resezione, trattamento della sindrome dell'ovaio policistico).

I fattori che contribuiscono (cioè la conservazione delle uova) sono:

  • radiazioni, chemioterapia, assunzione di droghe tossiche;
  • stress, ritmo di vita frenetico, stanchezza cronica, mancanza di sonno;
  • diete, scioperi della fame, allenamenti estenuanti;
  • alcune malattie virali;
  • processi autoimmuni;
  • fecondazione in vitro o donazione di ovociti.

Diagnostica e prognosi del concepimento

Il processo di deplezione ovarica inizia molto prima del momento in cui viene stabilita l'assenza di follicoli. La principale lamentela della paziente è l'assenza di gravidanza per lungo tempo..

Un esame ecografico all'inizio del ciclo (3-5 giorni) può determinare se la ghiandola ha follicoli dominanti o antrali:

  • si può dire una prognosi favorevole se si determinano da 10 a 25 piccoli follicoli nell'ovaio;
  • riduce le possibilità di concepimento naturale, una diminuzione di questo volume (9 o meno cellule antrali), la gravidanza in questo caso è possibile dopo l'esposizione ormonale (stimolazione);
  • è necessario parlare di tecnologie di riproduzione assistita se il numero di follicoli rilevati è inferiore a 4;
  • un'ovaia senza follicoli è un brutto segno. Se non ci sono "bolle" nelle ovaie destra e sinistra, questo segnala l'impossibilità di gravidanza con il tuo stesso uovo.

Normalmente, la deplezione ovarica viene diagnosticata nelle donne al momento della menopausa. Se non ci sono follicoli nelle ovaie di un paziente la cui età è compresa tra 45-50 anni, questo indicatore può essere considerato normale. Tuttavia, negli ultimi anni, questo sintomo si trova sempre più nelle giovani donne del gentil sesso. L'esame ecografico con conteggio dei follicoli antrali può giudicare indirettamente la possibilità di una gravidanza.

Il principale sintomo affidabile della deplezione ovarica è la cessazione delle mestruazioni. Inoltre, il sanguinamento può diventare meno intenso e di breve durata. Inoltre, una donna sviluppa sintomi come:

  • arrossamento della pelle del torace e del collo;
  • sensazione di calore, aumento della sudorazione;
  • diminuzione del desiderio sessuale;
  • sbalzi d'umore, depressione e aggressività;
  • insonnia;
  • diminuzione delle prestazioni.

Dopo aver indirizzato questi reclami al ginecologo, il paziente può scoprire che non ci sono follicoli in un'ovaia o che le cellule sono assenti in entrambe le ghiandole..

Analisi del sangue

Tuttavia, un risultato più accurato rispetto al conteggio dei follicoli su un'ecografia mostrerà uno speciale esame del sangue.

Dal 3 ° al 5 ° giorno del ciclo mestruale deve essere effettuato un esame del sangue per determinare la quantità di riserva ovarica. I risultati dello studio confermeranno in modo affidabile la deplezione ovarica. L'ormone anti-Mülleriano è secreto dalle cellule dell'ovaio di una donna dalla nascita fino all'inizio della menopausa. La norma per questa analisi è il risultato da 1 a 2,5 ng / ml. Con l'aumentare dell'età di una donna, questo indicatore diminuisce. Affinché il risultato sia il più accurato possibile, devi seguire le regole:

  • il cibo non deve essere assunto 2-3 ore prima del prelievo di sangue;
  • non usare farmaci ormonali per 2 giorni;
  • escludere lo stress fisico ed emotivo il giorno prima dell'analisi.

Inoltre, il medico può ordinare un'analisi per il livello di inibina B e FSH..

È curabile?

Cosa fare se una donna è stata informata dell'assenza di follicoli?

- La procedura è standard, - dice un ostetrico-ginecologo, medico di altissima categoria, candidato in scienze mediche, d. - Consultazione di un buon ginecologo, valutazione dello stato ormonale e determinazione delle tattiche di trattamento da parte del medico. Una donna (ragazza) con un ciclo mestruale regolare deve avere follicoli nelle ovaie. La riserva follicolare viene valutata nei giorni 4-5 del ciclo. In caso di dubbio, è meglio consultare un professionista esperto.

Per capire se il trattamento aiuterà, è necessario scoprire perché una donna non ha i follicoli. Se la causa di questa condizione è lo squilibrio ormonale, il nervosismo o l'attività fisica, allora c'è l'opportunità di aggiustare tutto..

In altri casi, la deplezione ovarica comporta l'uso della terapia ormonale sostitutiva. Il paziente viene selezionato la quantità richiesta di gestageni e progestinici. Il trattamento può aiutare a mantenere il benessere e alleviare i fastidiosi segni di insufficienza ovarica..

Se una donna sta pianificando una gravidanza, la tattica d'azione sarà diversa. È necessario capire: se per diversi mesi i follicoli non vengono visualizzati, il che significa l'esclusione del concepimento naturale.

Per diversi decenni, la medicina ha aiutato questi pazienti a provare la gioia della maternità. Una diminuzione della riserva ovarica e un piccolo numero di follicoli antrali nell'ovaio lascia una possibilità per il concepimento naturale. Con l'aiuto di preparati ormonali, selezionati individualmente per il paziente, viene eseguita la stimolazione. Con una buona crescita dei follicoli dominanti, aumenta la possibilità di una gravidanza naturale.

L'assenza di follicoli anche dopo la correzione ormonale suggerisce che non si può fare a meno di un ovulo donatore. Con l'aiuto della fecondazione in vitro e della successiva terapia di mantenimento, è possibile partorire.

Se i follicoli non vengono visualizzati nelle ovaie, questa non è una frase. Ulteriori ricerche, lo studio della storia e la valutazione della qualità della vita del paziente aiuteranno a concludere se esiste una possibilità di concepimento naturale. È necessario capire che l'automedicazione non aiuterà qui. Per correggere la sindrome da insufficienza ovarica, è necessario consultare un medico e ottenere un appuntamento individuale. Il metodo di trattamento dipenderà dal fatto che la paziente desideri rimanere incinta o migliorare le sue condizioni, liberarsi dei sintomi fastidiosi.

Il termine "menopausa" deriva dal greco "menos" (mese) e "pausa" (fine) e indica la cessazione persistente delle mestruazioni o dei cicli mestruali a causa di una pronunciata diminuzione e / o cessazione (arresto) della funzione ovarica.

A seconda del momento di insorgenza, si distinguono i seguenti tipi di menopausa:

  • tempestivo (45-55 anni, in media 49-52 anni);
  • prematuro (36-40 anni);
  • precoce (41-45 anni);
  • in ritardo (oltre 55 anni).

La menopausa tempestiva è la manifestazione più eclatante del periodo climaterico o di transizione nella vita di una donna. "Climacter" (dal greco - gradino, scala), i termini "climaterio", "menopausa", "menopausa" sono sinonimi che indicano il passaggio dal periodo riproduttivo alla vecchiaia. In questo periodo viene fatta una distinzione tra premenopausa, menopausa, postmenopausa e perimenopausa. Qual è più caratteristico di questo periodo fisiologico? È caratterizzato da un graduale declino e arresto della funzione ovarica da un insieme complesso di ghiandole endocrine. In primo luogo, la funzione riproduttiva diminuisce e si spegne, quindi, sullo sfondo di un progressivo esaurimento dell'apparato follicolare ovarico, i cicli mestruali (menopausa) si interrompono e 3-5 anni dopo la menopausa, anche la funzione ormonale delle ovaie si spegne.

Sia la menopausa prematura che quella tardiva richiedono un'attenzione particolare e la correzione di possibili disturbi. A causa del fatto che è sempre difficile stimare quale sia stata l'ultima mestruazione, è consuetudine valutare la data della menopausa in modo retrospettivo, vale a dire: un anno dopo l'ultima mestruazione.

L'età della menopausa dipende spesso dall'ereditarietà, che è dimostrata in modo convincente nei gemelli identici, quando la differenza nell'età della prima e dell'ultima mestruazione nei gemelli varia da 4-6 mesi. Tuttavia, la malattia dell'individuo e i fattori ambientali giocano un ruolo importante..

La menopausa precoce è piuttosto rara (1-2%), ma ci sono molte ragioni per la sua comparsa. Spesso è difficile stabilire la vera causa..

L'ovaio è una struttura complessa all'interno della quale si distinguono gli strati corticale e midollare. Nella corteccia ovarica, le uova vengono deposte intrauterinamente, circondate dalle cellule della granulosa, formando follicoli con le uova. Al momento della prima mestruazione nella pubertà, 300-400 mila di questi follicoli si trovano nelle ovaie. Durante i 25-30 anni del periodo riproduttivo nelle ovaie, si verificano costantemente la maturazione dei follicoli, l'ovulazione e la morte (atresia) dei follicoli per apoptosi. Solo lo 0,1% del numero di follicoli ovula e può dare alla luce prole e il 99,9% è atresized. All'età di 40 anni, rimangono una media di circa 10 mila follicoli. Inoltre, nelle ovaie vengono sintetizzati sia gli ormoni femminili (estrogeni e progesterone) sia, in misura minore, gli ormoni sessuali maschili. Questi ormoni sono coinvolti nella formazione di un tipico fisico femminile e preparano gli organi riproduttivi per la gravidanza ogni mese..

I recettori per estrogeni e progesterone sono stati identificati non solo negli organi riproduttivi. I recettori ormonali (rappresentazioni) attraverso i quali gli ormoni sessuali esercitano il loro effetto si trovano nel cuore e nelle pareti dei vasi sanguigni, nel sistema nervoso centrale, nelle ossa, nel genito-urinario e in altri organi e sistemi del corpo. Poiché gli ormoni sessuali sono secreti in una giovane donna in modo ciclico, gli organi e i tessuti, rispettivamente, sperimentano il loro effetto su se stessi anche in modo ciclico..

Con la menopausa precoce, il rilascio ciclico e l'effetto degli ormoni sessuali femminili su vari organi e tessuti, che hanno sperimentato questo effetto per decenni, cessano di conseguenza. Inoltre, la donna perde anche la capacità di concepire..

Negli ultimi anni si è diffusa sempre più l'opinione che potrebbe essere più appropriato chiamare questa condizione non "menopausa prematura", ma "insufficienza ovarica prematura". Anche se, in effetti, stiamo parlando dello stesso processo, ma dal punto di vista deontologico, è più appropriato che sia il medico che la paziente chiamino questa condizione "insufficienza ovarica prematura".

Le principali cause dell'insufficienza ovarica prematura sono:

  • fattori genetici;
  • processo autoimmune;
  • infezione virale;
  • iatrogena (chemioterapia, radioterapia, chirurgia dell'utero e delle ovaie);
  • idiopatico (tossine ambientali, digiuno, fumo - più di 30 sigarette al giorno).

Secondo la nostra pratica, l'insufficienza ovarica prematura è spesso osservata nella madre e nella figlia. Nonostante il fatto che ci siano molte ragioni, ma i processi nelle ovaie si verificano principalmente in due scenari principali:

  • esaurimento completo dell'apparato follicolare ovarico, la cosiddetta sindrome da deplezione ovarica;
  • sindrome delle ovaie resistenti (mute, refrattarie), in cui i follicoli vengono rilevati nelle ovaie, ma non rispondono ai propri stimoli gonadotropici.

Quadro clinico

Comune per entrambe le opzioni:

  • amenorrea secondaria, infertilità;
  • le caratteristiche sessuali secondarie sono ben sviluppate;
  • I livelli di FSH e LH sono alti;
  • bassi livelli di estradiolo;
  • sintomi di carenza di estrogeni: vampate di calore, sudorazione, insonnia, irritabilità, perdita di memoria, disabilità;
  • durante i primi 2-3 anni si sviluppa osteopenia, a volte osteoporosi; un aumento delle frazioni lipidiche aterogene (colesterolo, trigliceridi, LDL) e una diminuzione delle HDL;
  • occasionalmente compaiono sintomi genito-urinari: secchezza durante il rapporto, prurito, bruciore;
  • il miglioramento si verifica durante l'assunzione di farmaci a base di ormoni sessuali.

Le principali differenze tra le due forme di insufficienza ovarica prematura sono le seguenti.

Con esaurimento dell'apparato follicolare:

  • con ultrasuoni: le piccole dimensioni delle ovaie, l'assenza di follicoli in esse;
  • cessazione persistente delle mestruazioni, sintomi di progressione della carenza di estrogeni; il miglioramento si verifica sullo sfondo della terapia ormonale sostitutiva (HRT);

con resistenza ovarica:

  • le ovaie sono di dimensioni ridotte, ma i follicoli sono visibili;
  • ci sono rari episodi di mestruazioni.
  • Con la deplezione ovarica, i sintomi della carenza di estrogeni oi sintomi della tipica sindrome del climaterio sono più pronunciati.

    Con la sindrome dell'ovaio resistente, i sintomi da carenza di estrogeni sono meno pronunciati, poiché è possibile, sebbene estremamente rari, l'attivazione della funzione ovarica e, di conseguenza, un miglioramento delle condizioni generali.

    Gestione di pazienti con insufficienza ovarica prematura

    • Sondaggio.
    • Esame dell'anamnesi.
    • Determinazione di FSH, LH, TSH, prolattina, estradiolo nel sangue.
    • Craniografia, per il mal di testa - tomografia computerizzata o risonanza magnetica nucleare, campi visivi colorati.
    • Ecografia dei genitali con caratteristiche dettagliate delle ovaie e dell'utero.
    • Determinazione dei lipidi nel sangue.
    • Mammografia.
    • Con amenorrea prolungata (più di 2-3 anni) - densitometria della colonna lombare e del collo del femore.

    Poiché la menopausa è prematura, ea questa età le ovaie funzionano normalmente, quindi, una precoce carenza di ormoni sessuali può contribuire alla comparsa precoce dei tipici disturbi del climaterio, la cui frequenza è del 60-70%.

    Classificazione dei disturbi del climaterio

    Gruppo I - primi sintomi (sindrome climaterica tipica)

    Vasomotore: vampate di calore, brividi, sudorazione eccessiva, mal di testa, ipotensione o ipertensione, palpitazioni cardiache.

    Emotivo-vegetativo: irritabilità, sonnolenza, debolezza, ansia, depressione, dimenticanza, disattenzione, diminuzione della libido.

    Gruppo II - medio termine (dopo 2-3 anni)

    Urogenitale: secchezza vaginale, dolore durante i rapporti, prurito e bruciore, sindrome uretrale, cistalgia, incontinenza urinaria.

    Pelle e suoi annessi: unghie secche e fragili, rughe, caduta dei capelli.

    Gruppo III - disordini metabolici tardivi (dopo 5-7 anni)

    Malattia cardiovascolare (malattia coronarica, aterosclerosi), osteoporosi postmenopausale o osteopenia.

    Selezione individuale della terapia

    Tenuto conto di quanto sopra, sembra importante sviluppare un “programma individuale di recupero e salvaguardia della salute” a lungo termine, tenendo conto del rischio familiare e personale delle principali malattie dell'invecchiamento. Tale programma dovrebbe includere un esame regolare, vale a dire ecografia, mammografia, densitometria e / o determinazione di marcatori biochimici di rimodellamento osseo, profilo lipidico, marcatori tumorali, ecc., Nonché raccomandazioni per i cambiamenti dello stile di vita, poiché maggiore attività fisica, dieta equilibrata, rifiuto il fumo e altre cattive abitudini riducono il rischio di malattie cardiovascolari e osteoporosi.

    Negli ultimi anni c'è stata una costante ricerca e miglioramento di approcci terapeutici all'uso razionale della terapia ormonale sostitutiva in ogni specifico paziente (individualizzazione della terapia). I farmaci per la terapia ormonale sostitutiva differiscono tra loro solo nella loro componente progestinica, poiché la componente estrogenica è rappresentata dal 17β-estradiolo o dall'estradiolo valerato, che nella struttura corrispondono all'estradiolo ovarico. Inoltre, negli ultimi anni, molta attenzione è stata posta alla scelta della via di somministrazione del farmaco (orale o transdermico).

    La selezione del tipo di terapia ormonale viene effettuata anche tenendo conto dei seguenti fattori:

    • il desiderio di una donna di avere una "mestruazione" mensile;
    • con indizi di interventi chirurgici - indizi e volume dell'operazione e la presenza di un utero;
    • la presenza della paura della gravidanza, specialmente con ovaie resistenti;
    • diminuzione o mancanza di libido;
    • indicazioni di attacchi di cuore nei giovani genitori, aborto spontaneo ricorrente, malattie del fegato, tromboflebite.

    Lo scopo della terapia ormonale sostitutiva è quello di sostituire farmacologicamente la funzione ormonale delle ovaie nelle donne con una carenza di ormoni sessuali, utilizzando dosi minime ottimali di ormoni che migliorerebbero davvero le condizioni generali delle pazienti, fornire la prevenzione dei disordini metabolici tardivi e non erano accompagnate da effetti collaterali di estrogeni e progestinici.

    Principi di base e indicazioni per la nomina di HRT

    • Indicato per l'uso per la terapia ormonale sostitutiva solo estrogeni "naturali" e loro analoghi.
    • Le dosi di estrogeni sono basse e dovrebbero essere coerenti con la proliferazione precoce nelle giovani donne.
    • La combinazione di estrogeni con progestinici protegge l'endometrio dai processi iperplastici con un utero intatto.
    • Le donne con un utero rimosso hanno mostrato di usare la monoterapia con estrogeni in corsi intermittenti o in modalità continua. Se l'endometriosi era l'indicazione per l'isterectomia, viene utilizzata una combinazione di estrogeni con progestinici o con androgeni o la monoterapia con progestinici o androgeni in modalità continua.

    È necessario fornire alle donne informazioni pertinenti che consentirebbero loro di prendere una decisione informata sulla terapia ormonale sostitutiva. Tutte le donne dovrebbero essere informate:

    • sul possibile impatto della carenza di estrogeni a breve termine, vale a dire, la comparsa dei primi sintomi tipici della sindrome del climaterio e le conseguenze di una carenza prolungata di ormoni sessuali: osteoporosi, malattie cardiovascolari, disturbi genito-urinari, ecc.;
    • sull'effetto positivo della terapia ormonale sostitutiva, che può alleviare ed eliminare i primi sintomi della menopausa, e serve anche davvero alla prevenzione dell'osteoporosi e delle malattie cardiovascolari;
    • sulle controindicazioni e sugli effetti collaterali della terapia ormonale sostitutiva.

    Per garantire l'effetto clinico ottimale con reazioni collaterali minime, è estremamente importante determinare le dosi ottimali più accettabili, i tipi e le vie di somministrazione dei farmaci ormonali..

    Esistono tre modalità principali di terapia ormonale sostitutiva.

    1. Monoterapia con estrogeni. In assenza dell'utero (isterectomia), la monoterapia con estrogeni viene prescritta in corsi intermittenti o in modalità continua.
    2. Terapia di combinazione (estrogeni con progestinici) in modalità ciclica.
    3. Terapia di associazione (estrogeni con progestinici) in modalità continua monofasica.

    I regimi 2 e 3 sono prescritti per le donne con un utero intatto.

    Monoterapia con estrogeni: corsi intermittenti (estrofem, proginova, estrimax, divigel, estrogel, climar patch, ovestin) o un regime continuo per 3-4 settimane con pause settimanali.

    Terapia di associazione (estrogeni con progestinici) in modalità ciclica:

    • farmaci bifasici: modalità ciclica intermittente (divina, klymen, climonorm);
    • farmaci bifasici: modalità continua (Femoston 2/10 o Femoston 1/10);
    • farmaci trifase in modalità continua (trisequencing, triaclim).

    Con questa modalità, si osserva una reazione mestruale, che è estremamente importante psicologicamente per una giovane donna..

    Terapia di combinazione monofasica continua (estrogeni con progestinici) (cliogest, climodien, pauzogest).

    Con la terapia ormonale continua, è esclusa una reazione mestruale.

    Livial (tibolone) in modalità continua ha attività estrogenica, progestinica e debole androgena.

    Se viene eseguita l'isterectomia per l'endometriosi genitale, la preferenza è data alla terapia di combinazione monofasica (climodien, cliogest, pauzogest) o libiale al fine di escludere la stimolazione di possibili eterotopie endometrioidi dalla monoterapia con estrogeni.

    Se il quadro clinico è dominato dai cambiamenti nel sistema cardiovascolare e dalle frazioni lipidiche aterogene nel sangue, la preferenza dovrebbe essere data ai farmaci a due o tre fasi, in cui la componente progestinica è rappresentata da derivati ​​del progesterone (klymen, femoston).

    Se il quadro clinico è dominato da debolezza, astenia, diminuzione della libido, dolore alle ossa e alle articolazioni, il fenomeno dell'osteoporosi, la preferenza dovrebbe essere data ai farmaci bifasici con una componente gestagena - un derivato del 19-nortestosterone (climonorm), così come divina (MPA con un debole effetto androgeno) ( ).

    Nei disturbi urogenitali perimenopausali è preferibile la monoterapia locale (vaginale) con estriolo senza l'aggiunta di progestinici. Quando i disturbi urogenitali sono combinati con disturbi metabolici sistemici (osteoporosi, aterosclerosi), è possibile una combinazione di terapia locale e sistemica.

    La terapia ormonale sostitutiva ciclica a due e tre fasi, oltre a migliorare le condizioni generali, contribuisce alla regolazione del "ciclo" mestruale, nonché alla prevenzione dei processi iperplastici nell'endometrio dovuti all'aggiunta ciclica di progestinici. È imperativo informare la donna su quanto segue:

    • quando si assume una TOS a due o tre fasi, si osserva una reazione mestruale mensile;
    • i farmaci per la terapia ormonale sostitutiva non hanno un effetto contraccettivo.

    Quindi, i farmaci combinati a due e tre fasi sono più accettabili per le donne con menopausa precoce, poiché forniscono una protezione ciclica dell'endometrio con progestinici, simile a ciò che accade nel normale ciclo mestruale..

    Con grave malattia del fegato, pancreas, emicrania, pressione sanguigna superiore a 170 mm Hg. Art., Una storia di tromboflebite mostra la somministrazione parenterale di estrogeni sotto forma di cerotto settimanale (climar) o gel (divigel, estragel). In questi casi, con un utero intatto, è necessario aggiungere il progesterone e i suoi analoghi (dyufaston, mattina).

    • visita ginecologica con oncocitologia;
    • Ecografia genitale;
    • mammografia;
    • secondo le indicazioni - lipidogramma, osteodensitometria.

    Controindicazioni per la nomina di HRT:

  • sanguinamento vaginale di origine sconosciuta;
  • malattia epatica acuta grave;
  • trombosi venosa profonda acuta;
  • malattia tromboembolica acuta;
  • cancro del seno, dell'utero e delle ovaie (nel presente; se nell'anamnesi, sono possibili eccezioni);
  • endometriosi (la monoterapia con estrogeni è controindicata);
  • malattie congenite associate al metabolismo lipidico - ipertrigliceridemia, è indicato l'uso di forme parenterali.
  • In caso di controindicazioni alla terapia ormonale sostitutiva, si decide la questione dell'utilizzo di una terapia alternativa: fitoestrogeni (climadinon) o rimedi omeopatici (climactoplan).

    È pertinente notare che con una grave reazione di una donna alla "menopausa" e alla paura della gravidanza, è del tutto possibile utilizzare contraccettivi orali combinati a basso e micro dosaggio: logest, mersilon, novinet, marvelon, regulon, yarina - poiché il numero di controindicazioni aumenta con l'età.

    La terapia ormonale deve essere continuata fino all'età della menopausa naturale (50-55 anni); in futuro, il problema viene risolto individualmente, tenendo conto del desiderio della donna, del suo stato di salute, della reazione ai farmaci ormonali.

    La menopausa prematura (insufficienza ovarica prematura) è una condizione caratterizzata da un arresto prematuro delle ovaie e dallo sviluppo di uno stato di carenza di estrogeni. Alle donne con questa condizione viene mostrata la terapia ormonale sostitutiva per migliorare le condizioni generali, migliorare la qualità della vita, prevenire l'invecchiamento precoce e le malattie della vecchiaia..

    V.P.Smetnik, Dottore in Scienze Mediche, Professore
    Centro Scientifico dell'Istituto Statale di Ostetricia, Ginecologia e Perinatologia, Accademia Russa delle Scienze Mediche, Mosca

    Buon pomeriggio. Domanda del ciclo M.Un anno fa, c'era una zampa per l'endometriosi, dopo di che 5 mesi di IR. Dopo che il rilascio di M era comune, i primi 2 giorni erano abbondanti, poi sono diminuiti.