Quanti giorni iniziano le mestruazioni dopo aver raschiato

La ripresa del ciclo mestruale dopo la pulizia ginecologica è il principale segno di ripresa della salute. Le mestruazioni dopo il curettage dopo la data di scadenza dovrebbero iniziare nella stessa modalità. Qualsiasi deviazione è un motivo per consultare un medico per prevenire ulteriori complicazioni..

In che modo la procedura influisce sulle mestruazioni

La procedura per il curettage dell'utero è la rimozione dello strato superficiale della mucosa (strato funzionale dell'endometrio) dalla cavità uterina. Questa procedura influisce negativamente sulla salute generale della donna, ferisce l'utero, quindi viene eseguita solo in situazioni forzate..

Lo strato superficiale della cavità uterina è l'endometrio. A sua volta, è costituito da strati funzionali basali ed esterni profondi.

Basal è la base per una crescita esterna di successo. Ogni ciclo, questo strato funzionale cresce, matura, diventa più spesso (in questo momento vi è attaccato un uovo fecondato).

Se il concepimento non avviene, lo strato funzionale troppo maturo viene strappato dalle pareti dell'utero e rimosso all'esterno: iniziano le mestruazioni e quindi il ciclo di maturazione endometriale si ripete di nuovo.

Quando le mestruazioni riprendono dopo la raschiatura, dipende dal motivo per cui è stata eseguita:

  • dopo il curettage diagnostico, le mestruazioni si riprenderanno rapidamente - secondo il normale ciclo di 3-5 settimane (la procedura viene eseguita alla vigilia dei giorni critici, che coincide con il processo naturale - ripristino fisiologico dell'endometrio);
  • il curettage terapeutico viene eseguito dopo la fine delle mestruazioni, quando lo strato funzionale stesso è partito e la cavità può essere pulita in modo più efficiente e più profondo;
  • la pulizia dopo un aborto spontaneo, un aborto o una gravidanza congelata può richiedere fino a 5-7 settimane (il recupero richiede non solo i genitali, ma anche il ciclo ormonale).

I medici utilizzano due metodi per eseguire la procedura: vuoto (più doloroso, ma meno traumatico) e curettage (pulizia chirurgica con uno strumento a forma di cucchiaio con manico esteso). Il secondo metodo porta spesso a danni durante la pulizia dell'utero, specialmente con atonia o scioltezza dell'organo.

Le mestruazioni dopo un aborto spontaneo senza pulizia arrivano al momento giusto (3-5 settimane).

La raschiatura non viene eseguita se l'età gestazionale non ha superato le 4-9 settimane. L'uovo fecondato, di regola, esce completamente e il medico prescrive semplicemente un'ecografia di controllo. In questo caso (a differenza della pulizia abortiva, in cui l'utero e la cervice sono feriti), il recupero è più facile.

Quando il sanguinamento mestruale inizia dopo il curettage con iperplasia e altre malattie endometriali, dipende dalla profondità della pulizia eseguita. Se la procedura si è svolta senza disturbi e complicazioni, il ciclo riprenderà nelle 3-5 settimane prescritte. In caso di lesioni gravi allo strato basale, il recupero richiederà più tempo.

Puoi parlare di recupero completo quando il ciclo finisce e il ciclo mensile è completamente ripristinato.

Dopo la procedura, la donna osserva lo spotting, che dura circa una settimana: 2-3 giorni di una tonalità rossa, quindi cambia colore in marrone. La loro scarsità parla del normale corso del processo di guarigione, quando le mestruazioni dovrebbero iniziare dopo aver raschiato a tempo debito - in 3-5 settimane.

Quale sarà la prima mestruazione

Quando le mestruazioni riprendono dopo il curettage, dipende da diversi fattori contemporaneamente:

  • ragioni per pulire l'utero;
  • caratteristiche del corpo;
  • il metodo di esecuzione della raschiatura;
  • presenza di complicazioni.

La prima mestruazione dovrebbe essere prevista 28-35 giorni dopo l'operazione. Puoi concentrarti sul normale ciclo: la seconda e le successive mestruazioni corrisponderanno già completamente ad esso.

Se è stata eseguita una procedura per eliminare una gravidanza congelata o un aborto, il periodo di attesa si trascinerà fino a 35-45 giorni (è necessario il ripristino dei livelli ormonali e degli organi).

Nel corso normale del periodo postoperatorio, il curettage diagnostico non porterà a ritardi, poiché il ciclo ormonale non è disturbato. Le mestruazioni dopo la pulizia inizieranno entro e non oltre 35 giorni. Le deviazioni dalla norma in questo caso possono essere attribuite alle caratteristiche dell'organismo..

Se le indicazioni per la pulizia erano malattie ginecologiche che hanno causato irregolarità mestruali (polipi, aderenze, sanguinamento uterino), le mestruazioni arriveranno prima - 1 mese dopo il curettage. E dopo, verrà ripristinato il normale ciclo per una donna..

Il primo periodo è il principale indicatore del successo dell'operazione. Certo, sarà diverso dal normale. I periodi abituali sono più magri e meno dolorosi rispetto a quelli successivi allo spazzolamento.

È importante non confondere le mestruazioni con il sanguinamento che si è aperto. L'utero è una grande ferita aperta, una scarica abbondante dura una settimana, diventa meno ogni giorno, quindi inizia lo imbrattamento. Durata massima - 10 giorni.

Dopo la pulizia, le mestruazioni non arrivano prima di 3 settimane dopo. Il sanguinamento di solito inizia dopo pochi giorni o 1-2 settimane.

Solo quando iniziano i periodi normali, una donna può essere sicura che l'operazione sia andata bene..

Violazioni più comuni

Le mestruazioni dopo la pulizia sono un indicatore di recupero. Il processo non sempre procede senza intoppi e le seguenti violazioni sono comuni:

  • mestruazioni dopo il curettage, molto abbondanti;
  • nessuna mestruazione dopo 60 giorni;
  • scarico scarso con un colore innaturale e un odore sgradevole;
  • sanguinamento 2 settimane dopo o prima dopo il curettage;
  • deviazioni dalla norma (ciclo perso, sanguinamento troppo lungo, periodi scarsi o pesanti).

Spesso le violazioni sono accompagnate da un aumento significativo della temperatura, dolore acuto nell'addome inferiore.

Se non ci sono mestruazioni per 2 mesi o si osservano altri sintomi elencati, una donna dovrebbe consultare immediatamente un medico per evitare complicazioni.

Complicazioni dopo la raschiatura

Sorgono gravi preoccupazioni quando il ciclo dopo la spazzolatura non è iniziato dopo 7 settimane. Ciò indica la presenza di complicazioni che possono portare a conseguenze negative..

Per scoprire i motivi per cui non ci sono periodi per molto tempo dopo la procedura di curettage, è necessario contattare il proprio ginecologo.

  1. Spasmo della cervice. Il sangue si accumula all'interno della cavità, che inizia a marcire, provoca infezioni degli organi e del tratto genitale di una donna, endometriosi.
  2. Fallimento degli ormoni. Se il curettage è stato eseguito dopo una gravidanza fallita (aborto, aborto spontaneo), il ripristino del ciclo è prevenuto da un alto livello di progesterone. Pertanto, dopo un aborto, i medici prescrivono spesso contraccettivi orali alle donne: aiutano a ricostruire il background ormonale.
  3. Una nuova gravidanza. È possibile dopo 2 settimane.
  4. Raschiatura per scopi medicinali. Richiede più tempo per riprendersi.

Se le mestruazioni sono arrivate prima di 14 giorni dopo il curettage, ciò indica un'emorragia aperta. Probabilmente, l'utero dopo l'operazione è allentato, i vasi sanguigni si contraggono male.

La prima mestruazione dopo l'operazione spesso differisce dal solito, ma la seconda e le successive volte il ciclo ritorna al suo corso abituale (questo riguarda i tempi, il volume). Il fallimento indica una grave violazione dei livelli ormonali.

I cambiamenti nel volume abituale del sanguinamento mestruale possono essere causati da patologie:

  1. Periodi eccessivamente abbondanti, coagulati e troppo lunghi indicano sanguinamento uterino. Se la guarnizione deve essere cambiata più di una volta ogni tre ore, ciò indica una raschiatura di qualità insufficiente e un forte sanguinamento porterà ad atonia uterina. È anche possibile poliposi endometriale (i polipi sono neoplasie benigne nella cavità uterina), soprattutto dopo l'interruzione in un lungo periodo di gravidanza.
  2. Scarico scarso con un odore sgradevole e un colore innaturale, un forte dolore può indicare l'endometriosi.

Prima di tutto, le mestruazioni iniziano dopo la pulizia diagnostica. Se vengono 3 settimane dopo la procedura, questo è normale, specialmente quando la donna ha un breve ciclo mestruale.

Quando inizieranno le mestruazioni dopo il curettage della cavità uterina?

Il curettage della cavità uterina può essere necessario in violazione dello sviluppo della gravidanza, per fermare il sanguinamento, per scopi diagnostici. Questa procedura ginecologica può avere gravi conseguenze. Ci vuole molto tempo per ripristinare il corpo femminile dopo aver raschiato. Una prova affidabile del recupero del background ormonale e della struttura del rivestimento interno dell'utero è l'inizio della successiva mestruazione normale. Ma spesso questo non accade per molto tempo o le mestruazioni sono di natura patologica. La comparsa di sanguinamento abbondante, dolori acuti nell'addome inferiore e un aumento della temperatura corporea richiedono cure mediche urgenti, non auto-medicare.

  • 1 Raschiamento della cavità uterina
  • 2 motivi per il curettage
  • 3 mesi dopo il curettage
  • 4 Complicazioni del curettage uterino

Il raschiamento della cavità uterina (pulizia, raschiamento) è una piccola ma grave operazione ginecologica, che consiste nella rimozione meccanica dello strato superiore della membrana uterina interna. La manipolazione viene eseguita nella maggior parte dei casi in anestesia endovenosa generale e dura 10-15 minuti.

Alla vigilia del curettage, una donna dovrebbe essere completamente esaminata, uno striscio vaginale batteriologico e un esame per le IST sono obbligatori. Il raschiamento, se previsto, e non per indicazioni di emergenza, deve essere preceduto da sanificazione vaginale; a questo scopo sono adatte supposte vaginali e capsule (Rumisol, Terzhinan, Elzhina, Polizhinaks, Limenda). La procedura termina con molto più successo se viene eseguita sul tratto genitale igienizzato..

La procedura può essere eseguita alla cieca per un medico o sotto la guida di un'ecografia, isteroscopio. L'immagine visiva riflette in pieno l'efficacia e la sicurezza della raschiatura eseguita. Pertanto, è così importante eseguire il curettage sotto guida ecografica o durante l'isteroscopia..

Prima della pulizia, il medico deve guardare la donna vaginale per determinare la posizione dell'utero, la posizione e l'anatomia degli organi pelvici. Successivamente, la donna viene trattata con i genitali esterni con un antisettico per prevenire complicazioni infettive.

La procedura stessa consiste in diverse fasi:

  1. 1. Apertura meccanica graduale del canale cervicale con speciali dilatatori (questa fase è la più dolorosa e richiede anestesia).
  2. 2. Raschiatura accurata e completa con una curette prima del canale cervicale e poi del rivestimento interno dell'utero, in particolare i suoi angoli.
  3. 3. La raschiatura risultante viene raccolta e inviata per l'esame istologico.
  4. 4. Trattamento finale degli organi genitali esterni e della vagina con un antisettico (iodio, alcol) per evitare che agenti infettivi entrino nella superficie della ferita dell'utero.

Di solito, dopo la procedura, il ginecologo prescrive farmaci antibatterici (metronidazolo, doxiciclina, gentamicina) per prevenire complicazioni settiche purulente nel periodo postoperatorio. La prescrizione di farmaci è strettamente individuale e dovrebbe dipendere dalla decisione del medico. Spesso gli ormoni possono essere prescritti dopo il curettage.

Dopo l'operazione, dovresti sdraiarti per un po 'per allontanarti dall'anestesia e consentire ai vasi uterini di trombare. Per diversi giorni non è possibile fare attività fisica (abusare di attività sportive, fare lunghe passeggiate). Il giorno dopo, puoi fare esercizi ginnici speciali: bicicletta, angoli, pressione inferiore - sono necessari per attivare le contrazioni uterine e per prevenire l'endometrite.

Il raschiamento viene eseguito per scopi diagnostici o terapeutici. Il curettage diagnostico viene eseguito per determinare la causa dei singoli sintomi che indicano un malfunzionamento nell'area genitale femminile. La pulizia ginecologica può essere prescritta da un medico se il paziente ha i seguenti reclami:

  • periodi irregolari,
  • sanguinamento intermestruale;
  • periodi abbondanti e dolorosi;
  • secrezione mestruale dopo la menopausa;
  • infertilità;
  • processo oncologico degli organi genitali femminili.

Il materiale ottenuto durante il curettage uterino viene inviato per esame istologico. È questo che, decifrando la struttura del tessuto, aiuta a fare la diagnosi corretta e determinare il cancro e la malattia precancerosa. Di solito la risposta istologica è pronta dopo 2 settimane.

Il curettage terapeutico viene eseguito per:

  • fermare il sanguinamento uterino sintomatico causato dalla patologia ginecologica sottostante;
  • rimozione del polipo del corpo dell'utero, canale cervicale;
  • svuotare la cavità uterina dagli elementi di una gravidanza interrotta;
  • interruzione della gravidanza su richiesta della donna e per motivi medici;
  • rilascio della cavità uterina da coaguli di sangue, tessuto deciduo dopo il parto.

Con l'iperplasia endometriale e il mioma uterino, le mestruazioni sono molto abbondanti. Ciò è dovuto al fatto che ulteriori formazioni (nodi miomatosi, uno spesso strato dell'endometrio) impediscono all'utero di contrarsi normalmente e ai vasi di trombosi. Tale sanguinamento uterino richiede un curettage di emergenza..

Il polipo del canale cervicale e della cavità uterina è pericoloso per la trasformazione maligna, può periodicamente sanguinare, quindi deve essere rimosso. Per fare ciò, è possibile eseguire non solo il curettage, ma anche la rimozione mirata della formazione - isteroresectoscopia sotto sorveglianza video.

Una gravidanza congelata o non sviluppata diagnosticata mediante ecografia dovrebbe essere interrotta strumentalmente. Poiché in qualsiasi momento il corpo stesso inizierà a rifiutarlo, il che porta a gravi emorragie pericolose per la vita. Dopo un aborto spontaneo, elementi della gravidanza possono persistere nella cavità, che è pericolosa sia con sanguinamento che suppurazione, quindi è necessario rimuoverli anche strumentali.

Dopo il parto o dopo un intervento chirurgico, un taglio cesareo dell'utero a volte si contrae male. Accumula coaguli di sangue, tessuto deciduo, che possono essere infettati se non vengono prontamente rimossi con una curette. Nell'utero postpartum, il canale cervicale è dilatato, quindi lo stadio di dilatazione cervicale è escluso e non è necessaria l'anestesia.

Il primo flusso mestruale dopo il curettage andrà normalmente 25-35 giorni dopo la manipolazione. Pertanto, il giorno della procedura è 1 giorno di mestruazioni regolari. Il ciclo mestruale in una situazione del genere inizia con un nuovo programma. Se, dopo 1-2 mesi, le mestruazioni non sono iniziate, il medico prescrive un'ecografia dell'utero, dove appare lo spessore dell'endometrio, il suo aumento nei giorni del ciclo. Secondo gli ultimi risultati, viene determinata la necessità di una terapia ormonale (Duphaston). Il ciclo inizia solitamente dopo aver assunto questo farmaco..

Con gravidanza non in via di sviluppo, aborto spontaneo, aborto, i giorni critici sono in ritardo di 6-7 settimane, ciò è dovuto a complessi cambiamenti ormonali nel corpo dopo la gravidanza. Se durante questo periodo di tempo il tuo periodo non è arrivato, devi contattare il tuo ginecologo. L'assenza di flusso mestruale nelle donne parla a favore di un'altra gravidanza, che può verificarsi 2 settimane dopo la pulizia. Pertanto, vale la pena scegliere con cura un contraccettivo ormonale per queste donne..

Di solito, i contraccettivi orali combinati vengono prescritti dopo il curettage in gravidanze non in via di sviluppo, aborto spontaneo. Questi farmaci sono necessari per ripristinare i livelli ormonali, riposare le ovaie e staccare il rivestimento interno dell'utero in modo che una donna possa partorire sei mesi dopo..

Il curettage diagnostico non influisce sul normale background ormonale, quindi le mestruazioni dovrebbero iniziare in tempo. Tuttavia, a causa delle caratteristiche individuali della donna, il recupero postoperatorio è diverso..

Mestruazioni abbondanti o molto scarse, la comparsa di un odore sgradevole nel flusso mestruale dopo la raschiatura indica patologia. Anche il dolore nella parte inferiore dell'addome e un aumento della temperatura durante la prima mestruazione dopo la manipolazione sono un motivo serio per richiedere cure mediche. A volte è necessario eseguire una seconda pulizia. La comparsa di una scarica marrone imbrattata entro 2-3 giorni prima e dopo le mestruazioni è un segno di adenomiosi, che è anche una conseguenza della raschiatura.

Le complicanze dopo il curettage della cavità uterina e del canale cervicale, in termini di gravità, possono essere lievi e gravi, ma tutte richiedono un intervento medico urgente e non consentono l'autotrattamento con rimedi popolari. Le conseguenze negative della raschiatura includono:

  • metrorragia (abbondante scarica sanguinolenta che persiste per diversi giorni);
  • spasmo della cervice (manifestato da scarso scarico);
  • rottura della cervice;
  • accessione di infezione con lo sviluppo di endo- e miometrite;
  • un aumento della temperatura corporea, una sensazione di debolezza generale e malessere;
  • perforazione dell'utero (puntura con accesso alla cavità addominale);
  • danno alla mucosa (a causa di un eccessivo curettage).

La sindrome di Asherman è una complicanza dopo un curettage molto attento e forte della cavità uterina, che porta a danni meccanici alla mucosa. Si forma la sclerosi endometriale e si formano aderenze (sinechie) tra le pareti dell'utero.

Con le sinechie intrauterine, la funzione riproduttiva è particolarmente colpita. Le aderenze deformano la cavità uterina e bloccano le aperture delle tube di Falloppio. Nel processo di corsa, le pareti uterine aderiscono completamente, il che rende impossibile l'impianto dell'ovulo. Le aderenze nel canale cervicale portano al ristagno del sangue mestruale nella cavità uterina. Ciò è indicato dal dolore nell'addome inferiore e dalle scariche secrezioni. Una manifestazione grave della sindrome è l'amenorrea secondaria: l'assenza di mestruazioni a causa di gravi danni all'endometrio con l'impossibilità della sua proliferazione.

Il processo infiammatorio si sviluppa se il curettage è stato eseguito sullo sfondo di un processo infettivo nel corpo o se durante la procedura sono stati violati l'asepsi e gli antisettici. Questa complicanza è accompagnata da un aumento della temperatura, deve essere urgentemente avviata per essere trattata, poiché può progredire fino allo shock settico.

Dopo il curettage, si verifica spesso uno spasmo della cervice, che impedisce il deflusso del sangue. Quest'ultimo, accumulandosi nella cavità uterina per diversi giorni, provoca lo sviluppo di ematomi con possibile aggiunta di infezione.

Quanto tempo ci vuole per l'inizio delle mestruazioni dopo il curettage dell'utero?

Nella vita di una donna ci sono situazioni spiacevoli in cui deve sottoporsi a un intervento chirurgico nell'area intima. Il curettage della cavità uterina è prescritto per varie indicazioni, ma il più delle volte i ginecologi eseguono la procedura per eliminare una gravidanza non pianificata.

Una tale invasione del corpo femminile non può passare senza lasciare traccia e quindi spesso si sviluppano complicazioni dopo la pulizia. Il più comune è un ritardo delle mestruazioni dopo il curettage e un cambiamento nella natura della scarica..

  1. Cosa sta raschiando?
  2. Motivi per utilizzare questo metodo
  3. In che modo la raschiatura influisce sul corpo femminile?
  4. Scaricare dopo la pulizia
  5. Tipi di dimissione:
  6. La prima mestruazione dopo la raschiatura
  7. La natura della dimissione
  8. Quando dovrebbero iniziare le mestruazioni??
  9. Ritardo delle mestruazioni dopo il curettage
  10. Complicazioni
  11. Come distinguere il sanguinamento anormale da quello normale?
  12. Periodi dolorosi dopo il curettage
  13. Come ripristinare e mantenere il ciclo mestruale?
  14. Recensioni di donne

Cosa sta raschiando?

L'utero è un organo cavo costituito da muscoli e rivestito internamente di endometrio. Il percorso per raggiungerlo passa attraverso la cervice, che si trova nella vagina..

Durante l'ovulazione, la mucosa si ispessisce in modo che l'ovulo fecondato possa attaccarsi.

Se il concepimento non si verifica, durante le mestruazioni, gli strati superiori dell'endometrio vengono rifiutati e fuoriescono insieme alle perdite vaginali.

Il curettage prevede la separazione strumentale dell'endometrio della cavità uterina, necessaria per varie indicazioni.

Durante la procedura, il ginecologo espande la cervice per fornire l'accesso all'organo cavo.

In precedenza, la donna può essere anestetizzata con l'anestesia locale. E solo dopo pulisce e raccoglie materiale biologico per l'esame istologico. I suoi risultati mostreranno la presenza o l'assenza di cambiamenti oncologici nell'utero..

Motivi per utilizzare questo metodo

Esiste un tipo di curettage, in cui il ginecologo scopre la fonte dei disturbi nel corpo della donna.

Il curettage diagnostico viene eseguito nei seguenti casi:

  • periodi irregolari;
  • scarico sanguinante tra i periodi;
  • periodi prolungati con scarico abbondante;
  • scarico sanguinante con la menopausa;
  • sospetto di oncologia;
  • incapacità di concepire un bambino.

In questo caso, lo scopo della pulizia è quello di prelevare campioni di tessuto per una corretta diagnosi..

Questo metodo viene utilizzato per il trattamento principale o ausiliario per tali malattie:

  1. Il mioma dell'utero è la presenza di una neoplasia benigna nello strato muscolare dell'utero. Con questa patologia, le donne spesso sperimentano un'emorragia abbondante..
  2. I polipi nell'utero e nella cervice si formano a causa della proliferazione patologica delle mucose. La pulizia è necessaria per rimuoverli, perché alcune specie possono degenerare in tumori cancerosi..
  3. L'iperplasia endometriale si verifica a causa della divisione cellulare attiva. La crescita eccessiva e l'ispessimento della mucosa sono benigni, ma richiedono comunque un intervento chirurgico a causa di un aumentato rischio di cancro.
  4. L'endometrite è una malattia infiammatoria che colpisce lo strato superiore dell'endometrio. In alcuni casi, il curettage viene prescritto insieme agli antibiotici..
  5. Dopo il parto. La pulizia viene eseguita per rimuovere i resti della placenta e dei coaguli di sangue dall'organo muscolare in caso di impossibilità della loro scarica indipendente.
  6. Gravidanza congelata. L'embrione morto alla fine inizia a decomporsi nella cavità uterina, avvelenando così il corpo della donna con prodotti di decomposizione. Pertanto, immediatamente dopo aver diagnosticato una gravidanza congelata, è necessaria la pulizia della striscia uterina.
  7. Aborto spontaneo. Con un aborto spontaneo, i frammenti di tessuto fetale spesso rimangono nell'utero. Possono scatenare un'infezione e causare gravi emorragie..
  8. Aborto. L'interruzione artificiale della gravidanza viene eseguita utilizzando il curettage. Nelle prime fasi viene utilizzato un metodo più delicato: l'aspirapolvere. L'interruzione della gravidanza viene effettuata su richiesta della donna oa causa di indicazioni che minacciano la sua vita. E anche un feto malformato deve essere rimosso..

In che modo la raschiatura influisce sul corpo femminile?

Naturalmente, il curettage della cavità uterina appartiene agli interventi chirurgici ordinari..

Tuttavia, è un'invasione del corpo di una donna e spesso porta a gravi violazioni:

  1. La pulizia influisce negativamente sullo sfondo ormonale e sul funzionamento delle ovaie, che si manifesta con un ritardo delle mestruazioni e in alcuni casi con l'assenza di ovulazione per diversi cicli.
  2. La pulizia strumentale dell'utero lascia danni alle sue pareti. Può svilupparsi un'infezione nell'organo e può iniziare un processo infiammatorio; senza un trattamento efficace, una donna rischia di diventare sterile. Il raschiamento è più difficile per le donne nullipare, il loro corpo non ha ancora affrontato un aumento del carico ormonale.
  3. Inoltre, la pulizia può influire negativamente sul sistema nervoso di una donna. Particolarmente evidente è l'instabilità emotiva dopo un aborto e una gravidanza congelata. Una donna è in uno stato di smarrimento da tempo, non sa cosa fare dopo e come superare l'accaduto.
  4. Lo stato psicologico è influenzato anche dallo squilibrio degli ormoni. Pertanto, una donna ha irritabilità, nervosismo e pianto..

Scaricare dopo la pulizia

La rimozione della mucosa provoca sanguinamento nell'utero, che dura per un po 'di tempo dopo l'operazione. Normalmente, non dovrebbe differire dalla scarica durante le normali mestruazioni, quando c'è un rigetto naturale dell'endometrio.

Tipi di dimissione:

  1. Il colore dello scarico è scarlatto con coaguli. Per diversi giorni dopo la pulizia, una donna può avere una scarica lunga e scarsa di un carattere imbrattante.
  2. Lo scarico eccessivo è simile ai giorni mestruali attivi. Se la temperatura corporea del paziente non aumenta e non deve cambiare frequentemente l'assorbente, questo tipo di scarica si adatta alla norma.
  3. Scarico marrone. Il processo di rimozione dell'endometrio ha avuto successo e senza complicazioni.
  4. Lo scarico giallo indica la presenza di un'infezione in un organo muscolare o l'inizio di un processo infiammatorio.

Dopo 5-6 giorni, nel caso di un normale decorso del periodo postoperatorio, la dimissione della donna si interrompe. Durante questo periodo, sono possibili dolori persistenti all'addome e alla parte bassa della schiena. Indicano la normale contrazione dell'utero..

La prima mestruazione dopo la raschiatura

Quanto avverrà la prima mestruazione dopo la pulizia dipende dalla qualità e dal tipo di intervento, dalle caratteristiche individuali del corpo femminile e dall'insorgenza o assenza di complicanze.

La natura della dimissione

Dopo la raschiatura, eseguita per eliminare l'iperplasia o l'irrigazione, le mestruazioni sono scarse. Per qualche tempo non ci sono dimissioni dopo un aborto, una gravidanza congelata e un aborto spontaneo. Questo periodo è necessario affinché il corpo di una donna normalizzi la funzione riproduttiva.

Quando dovrebbero iniziare le mestruazioni??

  1. Dopo 4-6 settimane, le mestruazioni dovrebbero riprendere nella donna sottoposta a curettage diagnostico..
  2. Il ciclo stesso si stabilizza entro 2-3 mesi.
  3. Una donna che ha avuto un aborto, un aborto spontaneo o una gravidanza mancata dovrebbe aspettarsi il ciclo entro 7-8 settimane. In questo caso, lo scarico può essere abbondante e doloroso, la loro durata supera leggermente la norma..

Ritardo delle mestruazioni dopo il curettage

L'assenza di periodi successivi alle scadenze dovrebbe costringere una donna a contattare un ginecologo per identificarne le cause. Molto spesso, dopo un aborto, la paziente sperimenta un fallimento ormonale, perché il suo corpo è già sintonizzato per sopportare il bambino, motivo per cui non c'è il ciclo.

Dopo la pulizia, l'ormone progesterone continua ad influenzare il rivestimento dell'utero, impedendogli di esfoliare normalmente. È a causa di disturbi ormonali che i ginecologi prescrivono contraccettivi orali al paziente dopo la raschiatura. Altrimenti, l'ignoranza sull'inizio dell'ovulazione può portare a una nuova gravidanza non pianificata..

Complicazioni

Dopo il curettage, a una donna vengono prescritti antibiotici, che durano 5-7 giorni. Ciò è necessario per escludere lo sviluppo del processo infiammatorio..

Ma anche nel caso del pieno rispetto delle raccomandazioni del medico, sono possibili complicazioni:

  1. Sanguinamento uterino. La patologia si sviluppa più spesso nelle donne con scarsa coagulazione del sangue. Può durare per diverse settimane dopo la spazzolatura. Il sanguinamento uterino è pericoloso per la vita. Per fermarlo è necessaria l'introduzione di ossitocina.
  2. Un ematometro è l'accumulo di un gran numero di coaguli di sangue nella cavità uterina. Si verifica a causa di uno spasmo della cervice, che chiude l'uscita del sangue. L'ematometro porta allo sviluppo di infezione nei genitali, il suo sintomo è una forte cessazione della scarica sanguinolenta e il verificarsi di dolore acuto nell'addome inferiore. Per prevenire l'accumulo di sangue, il ginecologo dopo il curettage prescrive antispastici per aiutare a mantenere la cervice in uno stato rilassato.
  3. Endometrite. La patologia progredisce a causa dell'ingresso di batteri patogeni nell'utero durante l'operazione. L'infiammazione porta a dolori addominali, brividi e febbre.
  4. Lacerazione uterina: durante l'operazione si verifica una complicazione durante l'introduzione o il ritiro incurante del curettage. Con danni minori, le suture vengono applicate alle lacrime. Se l'area lesa è ampia, potrebbe essere necessaria la sutura dell'utero.

Come distinguere il sanguinamento anormale da quello normale?

Indipendentemente dalla causa del curettage nelle donne, il sanguinamento inizia dopo l'operazione. Normalmente, non dura più di 5-10 giorni, fino a 2 settimane potrebbe esserci uno scarso scarico marrone.

È importante per una donna monitorare le sue condizioni e i cambiamenti che indicano conseguenze negative..

Quindi, dicono di sanguinamento patologico:

  • scarico abbondante che dura più di 1 mese;
  • odore sgradevole di scarico;
  • colore insolito dello scarico;
  • il rilascio di un gran numero di coaguli sanguinanti;
  • un forte aumento dell'intensità della scarica.

Periodi dolorosi dopo il curettage

Per 3-4 mesi dopo aver pulito una donna, l'inizio delle mestruazioni può essere accompagnato da un forte dolore.

Questo fenomeno è tipico quando il ciclo mestruale fallisce e i livelli ormonali sono disturbati dopo una lesione all'endometrio dell'utero..

Il corpo ha bisogno di tempo per ripristinare tutte le funzioni e i sistemi.

Il giorno dell'inizio delle mestruazioni, o poche ore prima, il dolore appare nell'addome inferiore. Possono essere doloranti, spasmodici o lancinanti..

A volte sensazioni spiacevoli coprono il retto, la vescica e la regione lombare. Per eliminare la sindrome del dolore, si consiglia a una donna di assumere antispastici, ad esempio la drotaverina.

Come ripristinare e mantenere il ciclo mestruale?

Se una donna non ha complicazioni dopo aver raschiato la cavità uterina, il ripristino del ciclo mestruale avverrà da solo.

Durante questo periodo, è importante seguire le raccomandazioni del ginecologo:

  • rifiutare i rapporti sessuali per 3-4 settimane;
  • non utilizzare tamponi igienici;
  • non fare la doccia;
  • rifiutarsi di fare il bagno, usare la doccia;
  • limitare l'attività fisica;
  • l'assunzione di farmaci non deve essere combinata con l'alcol;
  • prendere complessi vitaminici.

Nel periodo post-riabilitativo, è necessario prestare maggiore attenzione al ripristino del ciclo mestruale..

Quindi, i ginecologi prescrivono contraccettivi orali alle donne, non solo per escludere una gravidanza non pianificata, ma anche per stabilizzare la funzione riproduttiva ei livelli ormonali..

Il tipo di farmaco, lo schema e la durata del ricovero sono selezionati dal medico e si basano sulla causa del raschiamento e sul risultato dell'analisi per gli ormoni. Molto spesso, una donna dovrà assumere Logest, Novinet, Janine o altri contraccettivi orali efficaci per sei mesi.

La ripresa dell'attività sessuale è possibile solo dopo il completamento della prima mestruazione, quindi in caso di condizioni soddisfacenti della donna. Il contatto sessuale precoce può provocare infiammazioni nell'utero e infezioni. Inoltre, questo organo muscolare dopo la pulizia è estremamente vulnerabile e una donna dopo il sesso può iniziare a sanguinare abbondantemente..

Per ripristinare il ciclo mestruale, è importante escludere lo sviluppo di complicanze dopo l'intervento chirurgico.

A tale scopo, a una donna vengono assegnate procedure di fisioterapia:

  1. EHF. La terapia preventiva ha lo scopo di prevenire lo sviluppo di endometrite. I raggi elettromagnetici possono aumentare la resistenza del corpo e accelerare il recupero delle funzioni dopo la pulizia.
  2. La terapia a ultrasuoni ha lo scopo di prevenire la formazione di aderenze nella cavità uterina e negli organi pelvici.
  3. La fototerapia può ridurre l'infiammazione dopo l'intervento chirurgico.
  4. La terapia di assorbimento consiste nell'introdurre una soluzione antisettica nell'utero. I farmaci vengono utilizzati: Enterosgel e diossido.

2 mesi dopo il curettage, al ricevimento del ginecologo, viene prelevato il tessuto endometriale. Una biopsia è necessaria per lo studio e la valutazione dello stato del materiale biologico a livello cellulare.

Dopo risultati soddisfacenti, la donna può iniziare a pianificare una gravidanza. Ma i ginecologi raccomandano comunque di dare al corpo il tempo di riposarsi e riprendersi. Pertanto, è meglio posticipare il concepimento per almeno sei mesi..

È importante che una donna non permetta situazioni in cui dovrà usare il metodo di raschiare la cavità uterina.

Dopotutto, successivamente si formano cicatrici su questo organo, impedendo il consolidamento dell'uovo fecondato. Il trattamento dell'infertilità in questo caso richiederà molto tempo e la probabilità di non conoscere mai la gioia della maternità è incredibilmente alta..

Quanto e come vengono le mestruazioni dopo aver raschiato

Come vanno le mestruazioni dopo il curettage diagnostico

Il curettage diagnostico è prescritto per le donne con infertilità di origine sconosciuta. Inoltre, le indicazioni per la procedura sono patologie endometriali. Il momento ottimale per il curettage è considerato 4-6 giorni del ciclo mestruale. Durante questo periodo, lo spessore della mucosa è minimo, il che rende possibile studiare la struttura dello strato basale. L'inizio del ciclo viene scelto per la diagnosi, poiché sarà più facile per l'endometrio recuperare dopo tale procedura. Nella prima metà del ciclo viene prodotto estradiolo, che contribuisce alla rapida rigenerazione dello strato danneggiato.

Le mestruazioni dopo il curettage sono fuori tempo

Quando si esaminano le patologie dell'utero, viene spesso prescritta una biopsia, che non influisce in alcun modo sul ciclo mestruale. Se il curettage è stato eseguito a scopo di analisi, il lavoro delle ovaie non cambia. In questo caso, il sanguinamento mestruale inizia al momento previsto e la regolarità del ciclo non viene distorta..

Immediatamente dopo aver eseguito la procedura per un polipo o altra patologia dello strato mucoso, una donna può avere una scarica di sangue. Di solito si completano in 3-5 giorni da soli. Dopo quanti giorni inizieranno le mestruazioni successive, dipende dalla durata individuale del ciclo per questo paziente.

Prima mestruazione dopo il curettage abortito

Il curettage abortito è una grave interferenza con il corpo. Se durante la biopsia il lavoro delle ovaie non viene interrotto, il trattamento chirurgico di una gravidanza congelata porta a un cambiamento nel background ormonale.

Immediatamente dopo il concepimento, la secrezione di progesterone nel corpo di una donna aumenta. Questo ormone ha un effetto rilassante sui muscoli e previene la contrazione del miometrio. Il curettage abortito porta al fatto che il corpo non ha più bisogno di una grande quantità di progesterone. Non importa se la gravidanza sta progredendo in questo momento o se il feto è già morto. Più lungo è il periodo di gestazione, maggiore è lo stress che il corpo femminile subisce dopo il curettage..

Possono esserci periodi abbondanti dopo il curettage.

Dopo la pulizia, l'utero è una superficie della ferita, quindi per diversi giorni la donna osserverà il muco sanguigno. A poco a poco, l'integrità dell'epitelio verrà ripristinata. La tempistica del prossimo ciclo dipenderà dalla velocità con cui le ovaie torneranno alla normalità. Di solito, il periodo successivo dopo il curettage arriva in 3-5 settimane. Per ripristinare la regolarità delle secrezioni, il corpo ha bisogno da 1 mese a sei mesi.

Forte sanguinamento mestruale

La causa di un sanguinamento abbondante dopo la pulizia può essere una separazione incompleta delle membrane. La procedura per l'interruzione chirurgica della gravidanza è più spesso eseguita "alla cieca". Il medico è in grado di controllare l'efficacia della rimozione delle sezioni di tessuto deciduale. Se le membrane rimangono nella cavità dell'organo genitale, causano sanguinamento, febbre, dolore addominale e altre manifestazioni cliniche.

L'infiammazione è un altro motivo di sanguinamento dopo lo spazzolamento..

L'infezione si verifica spesso nelle organizzazioni clandestine. Pertanto, è importante scegliere istituzioni mediche certificate autorizzate a fornire questo servizio..

L'infiammazione dello strato mucoso si verifica dopo la rimozione dei polipi, l'interruzione della gravidanza e la biopsia cellulare. Non importa quali fossero le indicazioni per la manipolazione. L'infezione della cavità genitale si manifesta con sanguinamento, comparsa di muco con un odore sgradevole, dolore addominale.

Il trattamento delle complicazioni insorte dopo la pulizia deve essere eseguito immediatamente. La pulizia incompleta della mucosa durante un aborto può portare a sepsi e morte. L'adesione dell'infezione minaccia di infiammazione degli strati profondi dell'utero e delle appendici, cronicità del processo patologico e problemi in futuro.

Mestruazioni magre

L'emorragia magra nel primo mese dopo la pulizia è considerata normale. Durante il curettage, lo strato funzionale viene pulito. Ciò porta al fatto che la mucosa diventa più sottile e all'inizio della prossima mestruazione non ha il tempo di acquisire uno spessore sufficiente. Le donne, dopo il curettage medico e diagnostico, notano che dopo 3-4 settimane hanno avuto piccoli spotting. Non c'è motivo di preoccuparsi se non causano disagio e nel ciclo successivo l'intensità viene ripristinata.

Dopo una gravidanza congelata, una donna ha bisogno di cure

Le mestruazioni magre possono anche essere un segno di un processo patologico. La ragione dell'assenza di sanguinamento mensile è la stenosi del canale cervicale, l'accumulo di resti di tessuto deciduo nell'area della faringe interna, l'infiammazione. Puoi determinare la causa delle mestruazioni scarse usando gli ultrasuoni.

Quanto tempo ci vuole per iniziare le mestruazioni durante l'assunzione di farmaci

Dopo la pulizia chirurgica dell'endometrio, alle donne viene spesso prescritta una terapia farmacologica. I farmaci possono influenzare la velocità di recupero e la regolarità del ciclo mestruale.

  • Gli antibiotici sono prescritti per la prevenzione dei processi infiammatori, dopo un aborto, nonché per l'endometrite confermata. Sullo sfondo dell'uso di farmaci, una donna può avere un ritardo nel sanguinamento mestruale o un inizio prematuro di un nuovo ciclo. È importante che la scarica sia di intensità normale e non provochi grandi disagi al paziente..
  • Gli agenti ormonali sono prescritti dopo la rimozione delle neoplasie e dopo il trattamento chirurgico dell'iperplasia. Il farmaco può essere prescritto dopo l'interruzione della gravidanza. I farmaci ormonali influenzano la funzione ovarica. I farmaci regolano il ciclo mestruale, che porta ad un sanguinamento abbondante ma frequente e stabile. L'intervallo tra il sanguinamento è di solito di 3 settimane.

Il trattamento medico è richiesto nel 70% dei casi dopo il curettage. Quando si prescrivono farmaci, il ginecologo specifica come possono influenzare il ciclo mestruale. Dopo l'operazione, il paziente deve sottoporsi a un'ecografia in 7-10 giorni. La diagnostica consentirà di valutare l'efficacia dell'intervento eseguito e, se necessario, prescriverà fondi aggiuntivi per ripristinare il corpo.

È possibile pianificare una gravidanza dopo il curettage non prima di 3 mesi dopo. È necessario che lo sfondo ormonale e la mucosa dell'organo genitale siano completamente ripristinati. Se la pulizia è stata effettuata per l'interruzione della gravidanza, si consiglia di pianificare in sei mesi.

I tempi di inizio delle mestruazioni dopo il curettage nelle donne di solito variano. La procedura influenza le condizioni dello strato mucoso e talvolta influisce sul funzionamento delle ovaie. Di non poca importanza è il motivo che ha richiesto il curettage..

Quando aspettare le mestruazioni dopo il curettage: segni di complicazioni

Il corpo femminile si riprende in modi diversi dopo aver interferito con il sistema riproduttivo. Ma le mestruazioni dopo il curettage dovrebbero iniziare in un determinato momento. Pertanto, è necessario sapere quando attendere le mestruazioni, cosa saranno e cosa indica il verificarsi di violazioni.

Quando aspettare le mestruazioni dopo aver raschiato

Se il curettage non ha dato complicazioni e conseguenze inaspettate, le mestruazioni possono verificarsi entro 4-5 settimane. L'inizio del ciclo viene contato dalla data di raschiatura.

Ma anche i medici non sono in grado di dire quando andrà esattamente il periodo dopo il curettage. Tutto dipenderà dalla capacità di recupero del corpo femminile e dai motivi dell'operazione. Sono consentiti ritardi minori e sanguinamento prematuro. Normalmente, queste deviazioni non superano i 3-5 giorni..

Il periodo massimo consentito di assenza del flusso mestruale è di due settimane. L'eccezione è l'aborto, l'aborto spontaneo. Dopo di loro, il ciclo può essere ripristinato per molto tempo e la prima mestruazione dopo un aborto spontaneo o un aborto sarà ritardata di 1-2 mesi.

Il secondo, terzo e successivo sanguinamento mestruale si verifica in tempo. Se la violazione del ciclo preoccupa ulteriormente la donna, è necessario eseguire ulteriori diagnosi, da testare. Il guasto può essere causato da:

  • fattori negativi esterni;
  • le conseguenze della raschiatura;
  • nuove malattie;
  • violazioni delle prescrizioni del ginecologo.

Il medico può indovinare quando passerà il periodo dopo la pulizia dell'utero. Lo specialista tiene conto della natura della patologia, della salute generale del paziente e delle caratteristiche dell'intervento. La data è calcolata approssimativamente, poiché per qualsiasi donna è consentita una deviazione di diversi giorni, indipendentemente dall'intervento chirurgico.

Quanto dura la scarica

La durata del sanguinamento deve essere mantenuta entro limiti normali. Le mestruazioni, che durano da tre a sette giorni, non dovrebbero causare preoccupazione. Ma è importante tenere conto dell'intensità della scarica e delle loro caratteristiche prima dell'intervento.

Se il sanguinamento abbondante continua per una settimana, consultare il medico. La stessa situazione si sviluppa con le brevi mestruazioni, quando appare solo una macchia, che ricorda la fine delle mestruazioni..

La natura e la quantità di scarico

La prima mestruazione dopo la raschiatura avviene secondo il solito programma e ho le stesse caratteristiche:

  • ombra naturale;
  • quantità normale;
  • durata normale;
  • dolore minore.

La modifica del sanguinamento mensile è consentita solo in meglio. Dopotutto, lo scopo della pulizia o della raschiatura è finalizzato all'eliminazione delle violazioni del sistema riproduttivo. Pertanto, le donne che sono abituate a periodi pesanti o lunghi subiscono cambiamenti positivi nel ciclo per patologia..

Le mestruazioni del curettage possono:

  • mantieni il tuo volume abituale;
  • diventare scarso;
  • aumenta il tuo numero;
  • degenerare in sanguinamento.

In una situazione normale, un cambiamento nella quantità di scarica è positivo a causa dell'eliminazione di un fattore negativo (malattia). Allarmante dovrebbe essere una macchia sulla guarnizione o un forte sanguinamento.

Ciclo dopo il curettage diagnostico

Il modo più semplice per determinare quando arriveranno le mestruazioni dopo il curettage diagnostico. Traumi tissutali minimi e tempi di recupero rapidi non hanno praticamente alcun effetto sul ciclo.

È necessario prestare attenzione al motivo del curettage diagnostico:

  • sanguinamento uterino;
  • fallimento del ciclo mestruale;
  • ciclo senza ovulazione;
  • sospetto di neoplasie endometriali;
  • altre violazioni.

Possono insorgere problemi di mestruazione se durante la diagnosi sono state confermate le seguenti patologie:

  • polipo dell'endometrio o del canale cervicale;
  • proliferazione e ispessimento del tessuto endometriale;
  • tumori;
  • endometrite;
  • endometriosi;
  • formazione benigna nell'utero;
  • patologia della cervice.

L'opzione migliore in queste circostanze è un curettage diagnostico separato (WFD). Il primo giorno del ciclo in questo caso è la data della procedura.

Mestruazioni dopo un aborto o una gravidanza congelata

Dopo il curettage abortito, le mestruazioni possono iniziare in pochi mesi. Una situazione simile si sviluppa quando si elimina una gravidanza congelata. Il corpo femminile ha bisogno di più tempo per riprendersi a causa del forte stress e dello squilibrio ormonale.

Quando le mestruazioni vanno dopo un aborto dipende dal metodo dell'operazione. Il curettage cieco è irto di gravi danni ai tessuti o rimozione incompleta dell'embrione. Pertanto, il recupero del corpo può essere ritardato. L'aborto sotto vuoto è più sicuro per le donne.

Le mestruazioni ritardate o il sanguinamento dopo il curettage (aborto, aborto spontaneo) possono essere causati da diversi fattori:

Squilibrio ormonale

Il corpo femminile inizia a soffrire di ristrutturazione, anche se il concepimento non si è concluso con la nascita di un bambino. E anche il ginecologo può prescrivere contraccettivi orali ormonali per prevenire la gravidanza durante il periodo di recupero..

Mancato rispetto delle raccomandazioni

Devi prenderti cura della tua salute. Qualsiasi violazione delle prescrizioni del medico curante può causare infiammazioni, infezioni e altri fattori negativi, a causa dei quali i periodi sono ritardati.

Scarsa pulizia

Se, durante l'intervento, lo specialista ha lasciato particelle fetali nella cavità uterina, non sono escluse gravi emorragie e interruzioni del ciclo. Ecco perché tali procedure devono essere eseguite con strumenti moderni che consentono di controllare l'intero processo in modo che le particelle dell'ovulo, la placenta non rimangano all'interno.

Mestruazioni dopo la pulizia dell'endometrio

Quando, dopo aver pulito l'endometrio con iperplasia, iniziano le mestruazioni, dipende in gran parte dall'esperienza del medico che ha eseguito la raschiatura. In una situazione normale, il flusso mestruale non inizia prima di un mese dopo l'intervento.

Il ritardo è più spesso causato da:

  1. Forte impatto. Durante l'operazione, viene rimosso solo lo strato funzionale della mucosa. Se il medico ha toccato anche lo strato basale, c'è la possibilità di un recupero prolungato e l'assenza di mestruazioni..
  2. Terapia ormonale. Con l'iperplasia vengono prescritti ormoni che controllano il lavoro delle ovaie. Durante l'assunzione di farmaci che riducono la sintesi degli estrogeni, non dovresti aspettarti giorni critici. Inizieranno quando il ginecologo annulla la terapia.
  3. Altri fattori. Il ritardo può essere causato dallo stress, dall'assunzione di antibiotici, dalla malattia stessa, dal mancato rispetto delle raccomandazioni. Non sono escluse complicazioni che segnaleranno l'assenza prolungata del flusso mestruale.

Sapendo quando le mestruazioni andranno dopo la pulizia dell'utero e perché il ciclo potrebbe non funzionare correttamente, è più facile per una donna monitorare i cambiamenti nel sistema riproduttivo. Se il ritardo non scompare dopo che le pillole ormonali sono state cancellate, allora devi andare in ospedale. Dopotutto, l'iperplasia è una malattia insidiosa, nell'ultima fase della quale viene rimosso anche l'utero.

Disturbi dopo l'intervento chirurgico

Le seguenti mestruazioni sono la ragione per andare in ospedale:

  • troppo abbondante;
  • scarso;
  • con un odore sgradevole;
  • nessuna scarica.

Periodi abbondanti

La comparsa di periodi pesanti dopo il curettage indica complicazioni..

Un sanguinamento grave (manca un tampone all'ora) può essere causato da:

  • atonia dell'utero;
  • raschiatura incompleta;
  • il resto delle parti della placenta o dell'ovulo;
  • distacco dell'endometrio;
  • perforazione uterina;
  • lacrima uterina.

I sintomi principali sono prestazioni ridotte, affaticamento, vertigini, pelle pallida e pressione sanguigna bassa..

Mancanza di scarico

Quando non c'è periodo dopo il curettage, i motivi possono essere i seguenti:

  1. L'inizio della gravidanza. Anche dopo un tale intervento, il concepimento è possibile. I medici consigliano di escludere il sesso fino a quando il corpo non si riprende, quindi utilizzare la contraccezione.
  2. Danni alla mucosa. Lo strato danneggiato dell'endometrio è una delle complicanze più pericolose. La mucosa dell'utero non viene ripristinata, quindi le mestruazioni non durano molto a lungo.
  3. L'inizio dell'infiammazione. Dopo il curettage, è necessario assumere antibiotici. L'assenza di questi farmaci provoca infiammazione, secrezione maleodorante, alta temperatura corporea, ritardo.
  4. Formazione di ematomi. A causa di spasmi cervicali o cicatrici, il sangue mestruale si accumula nella cavità uterina. Pertanto, i medici prescrivono spesso antispastici ai pazienti per prevenire tale complicanza..

Una donna ha bisogno di sapere quante settimane dopo la pulizia inizia il suo periodo. Un lungo ritardo non è la norma, quindi se compaiono sintomi di avvertimento, dovresti consultare il tuo medico e non auto-medicare o leggere il forum. Solo in questo caso sarà possibile evitare complicazioni e gravi problemi agli organi riproduttivi..

Commenti degli utentiSe il ritardo nell'assunzione del farmaco è inferiore a 12 ore, la protezione contraccettiva non viene ridotta. La donna deve prendere la pillola dimenticata il prima possibile e la successiva alla solita ora..