Quale dovrebbe essere lo scarico in 2-4 mesi dopo il parto durante l'allattamento - sangue, marrone, sanguinante?

Il recupero del corpo femminile dopo il parto richiede tempo. Ciò è particolarmente vero per l'organo genitale principale: l'utero. A poco a poco si restringe, assume le stesse dimensioni, si ripristina lo strato endometriale che lo riveste dall'interno.

Dopo il parto, per qualche tempo, viene rilasciato un fluido del colore del sangue - lochia -. Si scuriscono gradualmente e scompaiono in 6-8 settimane. Cosa succede dopo questo e quale dovrebbe essere la normale dimissione femminile un paio di mesi dopo il parto? Dipende dalle caratteristiche del corpo della madre.

Scarico postpartum: cosa dovrebbe essere normale?

Prima della dimissione dall'ospedale di maternità, una donna riceve un'ecografia di controllo per scoprire se sono rimasti coaguli di sangue e particelle di placenta nell'utero (si consiglia di leggere: cosa fare se i coaguli di sangue rimangono nell'utero dopo il parto?). Quando vengono trovati, la raschiatura è terminata. In caso contrario, la madre viene dimessa a casa. Dopo il parto, si osserva lo spotting per 4-7 settimane. Questi sono lochia, che consistono in essudato mucoso, sangue e frammenti della membrana decidua che ha perso la sua vitalità.

In caso di parto con taglio cesareo, il ripristino dell'utero richiede più tempo, l'emorragia può durare più di 2 mesi (consigliamo la lettura: quando arriva la prima mestruazione dopo un taglio cesareo?) Ciò è dovuto al fatto che l'utero è ferito e su di esso è stata applicata una sutura, che riduce la sua attività contrattile. È importante tenere un diario e registrare la quantità e la natura delle dimissioni quotidianamente. Dopo 4-6 giorni, dovrebbero cambiare da scarlatto a marrone e ridursi. Un aiuto naturale in questo è l'allattamento al seno, che stimola l'attività contrattile dell'utero..

Tipi di dimissione normale nel periodo postpartum:

  1. Sanguinosa. Lochia inizialmente ha un colore scarlatto e un odore di sangue, dovuto alla presenza di un gran numero di globuli rossi.
  2. Sieroso. Appare entro la fine della prima settimana. Avere un cattivo odore, includere molti leucociti.
  3. Bianco giallastro. Osservato da 1,5 settimane dopo il parto, ha una consistenza liquida, non ha odore. Alla 6a settimana, praticamente scompaiono, diventano incolori e contengono solo muco.

Quanto dura la lochia?

La durata della lochia è influenzata da:

  • coagulazione del sangue di una donna;
  • caratteristiche della gestazione e corso del parto (naturale, taglio cesareo);
  • dimensioni e peso del feto (dopo una gravidanza multipla, l'organo riproduttivo impiega più tempo a riprendersi);
  • modo di nutrirsi (i polloni si fermano più velocemente se una donna allatta un bambino).

Più attivamente l'utero si contrae, prima finirà la lochia (si consiglia di leggere: cosa fare se l'utero si contrae male dopo un taglio cesareo?). In media si interrompono entro 6 settimane, dopo un taglio cesareo, il ciclo può protrarsi per altre 3 settimane (per maggiori dettagli vedere l'articolo: quanto dura la lochia dopo un taglio cesareo?). Dopo tre mesi, l'utero dovrebbe essere completamente pulito. L'allerta dovrebbe essere una scarica abbondante e incessante di colore scarlatto. La completa assenza di lochia è anche un segno di patologia (ematometri). In questo caso, lo scarico si accumula nell'utero e non ha sbocco. È importante cercare cure mediche urgenti.

In che modo l'allattamento al seno influisce sulla lochia??

Durante l'allattamento viene prodotta l'ossitocina, un ormone che influisce positivamente sull'attività contrattile dell'utero. Contribuisce alla rapida contrazione dell'organo muscolare e al ritorno alla sua dimensione originale. Allo stesso tempo, il volume della lochia si riduce ogni giorno. Per ridurre rapidamente la quantità di scarico, è necessario applicare il bambino al seno il più spesso possibile..

Non appena l'utero si riprende (di solito tre mesi dopo il parto), possono iniziare le mestruazioni. Tuttavia, accade che il ciclo venga ripristinato prima. Il primo ciclo, di regola, è anovulatorio, ma succede anche che l'uovo sia pronto per la fecondazione. Per questo motivo, la gravidanza durante l'allattamento non è esclusa..

Norma o patologia?

Un segno di complicazioni nel periodo postpartum è riconosciuto:

  • Scarico giallo con un odore sgradevole. Prove di suppurazione e insorgenza di endometrite o ristagno di lochia nell'utero. Le patologie confermano indirettamente il dolore addominale inferiore e un aumento della temperatura corporea.
  • Dimissione aumentata, sanguinamento uterino improvviso due mesi dopo il parto. A volte può essere scambiato per la prima mestruazione. Al contrario, il sanguinamento dura più di 10 giorni, accompagnato dal rilascio di coaguli di sangue.
  • Durante l'assunzione di antibiotici si può osservare lo scarico del formaggio. Possono provocare una carenza di lattobacilli nella vagina, che è accompagnata da mughetto, spiacevole sensazione di bruciore e prurito.

Scarico sanguinante dopo 2-4 mesi

Lo scarico sanguinante dopo la fine della lochia può avere un carattere imbrattante, apparire sotto forma di granelli o essere abbondante. Possono essere provocati da una visita ginecologica, rapporti sessuali, aumento dell'attività fisica, sollevamento pesi.

Ogni caso è individuale, quindi, non si può fare a meno di consultare un ginecologo. È possibile che la prima mestruazione sia arrivata dal momento della nascita. In questo caso, è anche importante visitare un medico che esaminerà la donna e selezionerà un metodo di contraccezione..

Scarico marrone dopo 2-4 mesi

Lo scarico bruno dopo il parto non è raro (vedi anche: sanguinamento postpartum). Questo colore indica la presenza di sangue coagulato in essi. La comparsa di tale dimissione 3 mesi dopo il parto è la prova dell'inizio del ripristino del ciclo. Possono venire a intervalli di 21-34 giorni. Dopo un paio di tali periodi, lo scarico diventerà rosso..

Quando la scarica marrone dura più di un mese, non sembra le mestruazioni. Molto probabilmente, si è verificato uno squilibrio ormonale, che dovrebbe essere corretto. A tale scopo, vengono mostrati gli ultrasuoni e le analisi, in base alle quali il medico seleziona il trattamento. Spesso, tale scarica si osserva con endometrite, erosione della cervice, che richiede anche attenzione e correzione..

Scarico rosso vivo un mese o più dopo

Se la scarica rosso vivo è stata notata un mese dopo il parto e passata in quattro giorni, possiamo parlare della ripresa delle mestruazioni (per maggiori dettagli, vedere l'articolo: mestruazioni dopo il parto e taglio cesareo con allattamento al seno). Questo accade nelle madri che non allattano. Allo stesso tempo, i processi patologici negli organi pelvici non dovrebbero essere esclusi, specialmente se il sangue scorre o sbavature per 2 settimane o più. Un inizio così precoce delle mestruazioni è un motivo per consultare un ginecologo. Dopo l'esame, sarà in grado di individuare la causa esatta della scarica rosso vivo..

Il colore scarlatto può indicare tali anomalie:

  • ferite della cervice;
  • problemi di coagulazione;
  • rottura dell'interno del muscolo uterino.

Scarico di sangue dopo 2-4 mesi

Lo scarico di sangue dopo 2-4 mesi è una delle varianti della norma. Molte donne lamentano che tale scarica scompare e ricompare. Allo stesso tempo, non ci sono sensazioni dolorose, aumento della temperatura e altri sintomi allarmanti. Per l'autocompiacimento, è meglio consultare un medico che valuterà i cambiamenti postpartum nel corpo e risolverà l'intimità.

Come distinguere la scarica patologica dall'inizio delle mestruazioni?

In caso di grave perdita di sangue, quando un blocco notturno viene riempito in 1-3 ore e questo dura più di un giorno, è urgente andare dal medico. Un fenomeno simile minaccia una rapida perdita di forza e una diminuzione dell'emoglobina a un livello critico (60 g / l). In questo caso, verrà mostrata non solo la pulizia, ma anche l'assunzione di preparati di ferro, la trasfusione di plasma.

Il sanguinamento patologico è possibile con endometrite, polipi, adenomiosi, deiscenza delle cuciture dell'utero, fibromi, processi infiammatori negli organi pelvici. Differiscono dalle normali mestruazioni per durata, abbondanza, possono avere un odore sgradevole o un'ombra insolita..

La dimissione postpartum, che causa disagio e differisce dalla norma, dovrebbe essere la ragione di una visita non programmata dal ginecologo. I moderni metodi diagnostici ti permetteranno di trovare rapidamente la causa delle complicazioni e interrompere la dimissione, iniziare il trattamento della patologia che le ha causate.

Scarica dopo il parto

Ultimo aggiornamento: 06/06/2020

Il contenuto dell'articolo

  • Quanto dura la dimissione dopo il parto?
  • Scarico dopo il parto: norma e patologia
  • Scarico che può essere un segno di patologia
  • Il corpo di una donna nel periodo postpartum, video
  • Mestruazioni e dimissioni dopo il parto
  • Recupero postpartum

Per evitare possibili complicazioni postpartum, è necessario essere attenti al proprio corpo e monitorare la quantità e la composizione delle secrezioni, la temperatura corporea, il dolore. Dopotutto, la scarica dopo il parto indica che il canale del parto è aperto e la superficie interna dell'utero è ancora in fase di guarigione, quindi qualsiasi infezione che arriva lì può causare seri problemi.

Quanto dura la dimissione dopo il parto?

Ogni giovane madre è interessata a quanto dura la dimissione dopo il parto, quanto dura e in quale situazione l'eccessiva durata della lochia può essere un segno di disturbi nel corpo? Naturalmente, ogni caso è individuale, ma di solito la dimissione nelle donne dopo il parto si interrompe di 42 giorni: questo è quanto dura il periodo postpartum.

Durata della dimissione dopo il parto

Scarico dopo il parto: norma e patologia

Quale scarica dopo il parto è considerata normale? Hanno un odore e di che colore dovrebbero essere: scuro o chiaro? Sono accompagnati dal dolore? A volte si scopre che una donna non conosce la risposta a queste domande e può essere molto spaventata dal fatto che la scarica sia apparsa dopo il parto. Scopriamo quale dovrebbe essere la lochia normale e dopo quanti giorni la dimissione dopo il parto di solito si interrompe.?

Lochia è normalmente molto abbondante nelle prime ore dopo il parto. Allo stesso tempo, è estremamente importante controllare il loro volume dal medico. Per questo, alle donne non è consigliato l'uso di assorbenti igienici, ma di dare la preferenza ai pannolini assorbenti, che consentiranno al medico di valutare più accuratamente l'intensità della dimissione e di non perdere complicazioni come il sanguinamento uterino..

Per stimare approssimativamente il volume della lochia, vale la pena considerare che il peso dell'utero subito dopo la nascita del bambino è di circa 1 chilogrammo, mentre dopo la fine della scarica, contrazione e guarigione della superficie interna dell'utero, il suo peso non supera i 60 grammi.

È interessante notare che nel periodo postpartum la lochia è composta per l'80% da sangue nella sua forma invariata (piastrine, leucociti ed eritrociti), quindi lo scarico può avere un caratteristico odore dolciastro. Il restante 20% della scarica normale nelle prime ore dopo il parto è una speciale secrezione delle ghiandole uterine, responsabili del rapido recupero e della guarigione della superficie uterina.

Nei giorni successivi, i segni di una normale dimissione postpartum diminuiranno gradualmente di intensità. Nei primi giorni, il volume di scarico non deve essere superiore a 400 ml e la completa cessazione della lochia si osserva 6-8 settimane dopo la nascita del bambino.

I primi giorni in lochia, i coaguli di sangue possono essere evidenti. Tuttavia, dopo 7-10 giorni, tali coaguli non si osservano nelle secrezioni normali. Nel tempo, l'individuazione dopo il parto cambia colore. All'inizio del periodo postpartum, la lochia ha un colore rosso vivo, a metà del periodo, lo scarico marrone dopo il parto diventa la norma e nell'ultimo periodo di tempo vengono sostituiti da secrezioni mucose trasparenti. Il muco indica la guarigione dell'utero.

Scarico che può essere un segno di patologia

Se hai poche perdite dopo il parto o si sono interrotte improvvisamente, questo potrebbe essere un chiaro segno di patologia: lochiometri. La ragione per la diminuzione o la completa cessazione della lochia può essere uno spasmo della cervice, che semplicemente "non rilascia" la secrezione all'esterno. Questo vale soprattutto per i primi giorni dopo la nascita del bambino. Questa deviazione dalla norma è caratterizzata da un ritardo nella cavità uterina della lochia, a causa della quale l'organo è allungato. Allo stesso tempo, la donna avverte pesantezza e dolore nell'addome inferiore, l'utero aumenta di dimensioni, la febbre inizia con un aumento della temperatura a 38-40 gradi. Se non consulti un medico in tempo, potrebbe svilupparsi un'infiammazione dell'utero-endometrite. Per il trattamento, ai lochiometri vengono solitamente prescritti farmaci antispastici e riducenti, meno spesso antibiotici. A volte l'eliminazione degli accumuli di lochia è possibile solo svuotando la cavità uterina.

Donna dopo il parto

Un altro motivo per consultare urgentemente un medico è lo scarico abbondante e forte dopo il parto. Questo sintomo può essere un segno di anomalie nel processo di contrazione dell'utero e segnalare anche una violazione della coagulazione del sangue. Entrambe le condizioni rappresentano una minaccia per la vita di una donna e richiedono quindi un'azione urgente..

Inoltre, a volte nelle prime ore dopo il parto, il sanguinamento si verifica dalle suture sovrapposte alle lacrime nel canale del parto. Questo di solito accade se i requisiti per garantire il massimo riposo di queste zone non sono soddisfatti: esclusione dell'attività fisica, riposo sessuale, controllo dello sforzo e natura della sedia, nessuna pressione sulle cuciture. Se si verifica una situazione del genere, è importante consultare immediatamente un medico..

Altri segni di patologia nella natura e nella quantità di dimissione

Cessazione delle dimissioni prima di 6 settimane dopo il parto (40-50 giorni). L'eccezione sono i casi di interruzione anticipata dell'allattamento al seno. In tali situazioni, una giovane madre può iniziare a ripristinare il ciclo mestruale, mentre una donna che allatta di solito ha il suo primo periodo molto più tardi. Ciò è dovuto alla produzione di uno speciale ormone (prolattina) nel corpo di una madre che allatta, responsabile dell'allattamento. Un certo livello di prolattina interferisce con la formazione di un nuovo uovo e può sopprimere il processo di ovulazione (ma questo non fornisce una contraccezione al 100%), impedendo agli uomini di iniziare prima che l'alimentazione si interrompa.

Se 7-10 giorni dopo il parto ci sono macchie luminose, è urgente informarne il medico. Una situazione simile può essere osservata se la guarigione dell'utero è lenta o impropria..

Se la dimissione con coaguli di sangue dopo il parto è terminata e ricominciata, vale anche la pena andare in ospedale il prima possibile. Questo può indicare un'improvvisa comparsa di sanguinamento uterino..

A volte dopo il parto appare una secrezione purulenta verdastra o gialla con un odore sgradevole. Questa situazione di solito indica che un'infezione è entrata nell'utero. Spesso un tale odore è un segno di un'endometrite già insorta, il cui trattamento richiede il ricovero in ospedale e un trattamento complesso graduale..

Una miscela di fiocchi bianchi con un odore acido, che ricorda la consistenza della cagliata, con prurito e arrossamento della vagina, nonché minzione dolorosa, indicano il mughetto. Dovresti anche informare il tuo medico di questo, poiché l'infezione da funghi di lievito porta molti disagi a una donna..

Segni aggiuntivi che dovrebbero avvisarti nel periodo postpartum

Oltre a un brusco cambiamento nella natura e nell'intensità della scarica, una donna dovrebbe essere avvertita di altri sintomi spiacevoli. Il primo di questi è il dolore nell'addome inferiore. Certamente, nei primi giorni, l'utero si contrae intensamente, il che provoca un disagio parossistico nel basso addome, particolarmente aggravato dall'allattamento al seno. Tuttavia, l'aumento delle sensazioni dolorose, il verificarsi di spasmi acuti dovrebbe essere la ragione di una visita urgente dal ginecologo.

Un altro sintomo sicuro di un malfunzionamento nel corpo è un aumento della temperatura corporea. Qui è solo necessario escludere la comparsa di ristagno di latte nel seno - lattostasi, che provoca un forte e forte aumento della temperatura corporea. Se non c'è dolore e "pesantezza" al petto e la temperatura corporea è superiore a 37 gradi, allora vale la pena pianificare una visita dal medico. Forse in questo modo compare un'infezione nella cavità uterina. Ulteriori sintomi di complicanze infettive includono malessere generale, mal di testa, vertigini, dolori al corpo e alle articolazioni..

Il corpo di una donna nel periodo postpartum, video

Ostetrica, ginecologa Kovaleva Irina Vladimirovna nel periodo postpartum. Fonte - Cliniche Scandinavia

Mestruazioni e dimissioni dopo il parto

Come accennato in precedenza, l'inizio del ciclo mestruale nel periodo postpartum dipende dalla natura dell'alimentazione del bambino. Se è completamente allattato al seno, le mestruazioni sono generalmente assenti durante l'intero periodo di allattamento. In caso di alimentazione mista, le mestruazioni ritornano dopo 4-5 mesi. Ebbene, se per qualche motivo la madre non allatta il bambino (ad esempio, in assenza di latte), il ciclo viene ripristinato dopo un paio di mesi.

In ogni caso, ogni volta che riprendono le mestruazioni di una donna, le giovani madri notano spesso la comparsa di secrezioni acicliche dopo il parto, instabilità del ciclo e ritardi nell'inizio della prima mestruazione. Se hai uno di questi sintomi, non preoccuparti, ma per la tua tranquillità assicurati di parlarne con il tuo medico..

Recupero postpartum

Ogni donna nel periodo postpartum dovrebbe sapere che l'allattamento al seno è un'ottima prevenzione di tutti i tipi di complicazioni. Dopotutto, quando il bambino viene applicato al seno, l'ormone ossitocina viene immediatamente rilasciato, il che causa anche contrazioni uterine. Dopo l'alimentazione, una donna può osservare un aumento visibile della scarica, che è associata proprio alla contrazione dei muscoli dell'utero e non dovrebbe causare preoccupazione.

Per accelerare la contrazione dell'utero, la vescica deve essere svuotata in modo tempestivo. Nel periodo postpartum, è consigliabile farlo ogni tre ore, anche se la donna non ha una sensazione pronunciata di vescica piena ed evitare la stitichezza.

Entro 1-2 mesi dal parto, lo scarico non può essere assorbito con l'aiuto dei tamponi, e proprio perché non rimuovono la lochia, ma semplicemente la assorbono. Questo può portare alla moltiplicazione di batteri e microrganismi patogeni. Si consiglia di utilizzare assorbenti o pannolini al posto degli assorbenti interni. Scegli prodotti non aromatizzati, poiché devi controllare non solo il colore e la quantità di lochia, ma anche il loro odore.

Una buona igiene personale è essenziale. Vale soprattutto la pena monitorare l'igiene dei genitali una o due settimane dopo il parto, quando lo scarico è ancora sanguinante. In questo momento, è vietato fare il bagno, limitato solo alla doccia. Il flusso d'acqua della doccia dovrebbe essere reso non molto forte e diretto da davanti a dietro - e solo dall'esterno. Per una pulizia sicura degli organi genitali esterni e della mucosa vaginale, si consiglia di utilizzare prodotti speciali, ad esempio i gel detergenti Ginokomfort per l'igiene intima Questi fondi sono stati sviluppati da specialisti dell'azienda farmaceutica VERTEX, sono caratterizzati da una composizione sicura che include ingredienti attivi naturali e hanno anche tutti i certificati, certificati e altri documenti necessari..

Il riposo sessuale dura fino a 42 giorni e le relazioni intime vengono riprese solo dopo un'ecografia di controllo degli organi pelvici, l'esame da parte di un ostetrico-ginecologo e un'adeguata selezione di un metodo di contraccezione.

Attività sportive dopo il parto
Fonti:

  1. PRIMA DIAGNOSTICA E PREVENZIONE DELLA SUBINVOLUZIONE DELL'UTERO POSTpartum. Naumkin N.N., Ivanyan A.N., Smirnova T.I. // Bollettino delle nuove tecnologie mediche. - 2008. - N. 2. - S. 46-48.
  2. CITOLOGIA DELLA LOCHIA UTERINA NELL'ENDOMETRITE DOPO IL LAVORO. Coopert M.A., Kupert A.F., Solodun P.V. // Acta Biomedica Scientifica. - 2004. - N. 2. - S. 172-175.

Fibrosi cistica: risultati attuali e problemi attuali. Kapranov N.I. et al // M., - 2005.

Il valore dell'esame citologico della lochia nella valutazione dello stato dell'utero nel periodo postpartum. Z.K. Fursov. A.P. Nikonov, N.A. Lutfulaeva, E.A. Kuchurova // Ostetricia e ginecologia. - 1991. - No. 1. S. 45-49.

Complicanze postoperatorie purulento-settiche in ostetricia (predizione, prevenzione, diagnosi precoce e terapia). Kryukovsky S.B. // Dis. dr. miele. Scienze. - M., -2002. - P. 266.

Dovrebbe esserci una secrezione marrone dopo il parto?

Ogni mamma appena nata ha la lochia scura. In questo caso, non è necessario preoccuparsi, poiché lo scarico marrone dopo il parto indica il ripristino del corpo e l'involuzione dell'utero. Tale scarico postpartum abbondante è chiamato lochia. Appariranno indipendentemente dal fatto che la donna abbia partorito da sola o abbia subito un taglio cesareo..

Segni di patologia e norme

Nel corpo della donna in travaglio rimangono particelle di placenta e sangue, così come il tessuto endometriale, che lascia semplicemente la vagina. Nei primi giorni dopo il parto, appare lo spotting. Hanno un caratteristico odore metallico, a volte compaiono coaguli di sangue, che è anche normale.

Quindi, il 4-7 ° giorno, i grappoli nell'utero diventano più chiari e acquisiscono gradualmente un colore rosa-brunastro.

Dopo due settimane, la lochia acquisisce una tinta bianco-gialla..

Entro la 5-6a settimana, lo scarico dovrebbe interrompersi completamente.

Occorre prestare attenzione all'abbondanza e all'odore degli accumuli emanati dall'utero. Se la lochia emana un aroma aspro o anche un po 'marcio, questo è un motivo per una visita immediata dal medico.

Lo scolorimento non standard della lochia viene anche definito patologia. Se sono passati di nuovo dal marrone al rosso scarlatto e abbondante, contatta urgentemente il tuo ginecologo. Il cambiamento può indicare un sanguinamento che si è aperto.

La scarica di luce spalmata dopo il parto (inodore) è la norma, ma la lochia marrone mucosa, come nella foto sotto, indica la presenza di infezione.

La patologia è spesso accompagnata dalle seguenti manifestazioni negative:

  • Aumento della temperatura;
  • dolore e prurito nel perineo;
  • debolezza;
  • nausea, vomito frequente;
  • pus o fiocchi biancastri nella lochia;
  • desiderio costante di dormire.

Lochia di colore marrone scuro nei primi due mesi dopo il parto è la norma, quindi il corpo viene purificato e ripristinato.

Scarico marrone 4 settimane dopo il parto

La lochia scarlatta un mese dopo il parto diventa una secrezione marrone. Questo è un processo normale, che indica che l'utero si è quasi schiarito, escono solo i resti di sangue coagulato.

La lochia marrone nel primo mese segnala il normale ripristino dell'organo genitale.

Se il muco di una tonalità bianca o gialla è evidente nella lochia, anche questo non è motivo di preoccupazione. I processi osservati nel periodo postpartum indicano l'involuzione dell'utero e il suo rivestimento da una membrana, che è naturale.

Vale la pena prestare attenzione all'abbondanza di lochia: non dovrebbero essercene molti, inoltre, non dovrebbero causare disagio. La differenza tra la dimissione nei primi giorni e un mese dopo dovrebbe essere evidente.

Scarico marrone 8 settimane dopo il parto

La durata del recupero dell'intero corpo, compreso l'utero, dipende da molti fattori. Per ogni donna in travaglio, questo avviene individualmente. Normalmente, lo scarico marrone si interrompe 2 mesi dopo la consegna.

Alla fine della pulizia dell'utero, la lochia dovrebbe acquisire una tonalità giallo-biancastra inodore. Quando il corpo si riprende normalmente, entro la fine della quarta (meno spesso la quinta) settimana, il respinto assume un carattere imbrattante. Se si osserva una secrezione marrone due mesi dopo il parto, questo è un motivo per consultare un medico.

Le principali cause di patologia:

  1. Infiammazione nell'utero.
  2. Nodo fibroso.
  3. Infantilismo dell'utero.
  4. Debole coagulazione del sangue.
  5. Piega dell'utero.
  6. Presenza di resti di placenta nell'utero.

In quest'ultimo caso, sono necessari ricovero urgente e pulizia, quindi ulteriore osservazione in ospedale. Un segno pericoloso è un odore sgradevole di lochia, poiché molto spesso un aroma ripugnante parla dell'inizio di un processo infiammatorio.

Lochia brunastra nel terzo mese dopo il parto

Nella stragrande maggioranza dei casi, lo scarico marrone dovrebbe interrompersi 3 mesi dopo il parto. Se ciò non accade, si presume un processo infiammatorio..

Ci sono una serie di altri motivi per striscio prolungato:

  1. Infezioni o malattie postpartum. A volte una donna viene infettata da infezioni a trasmissione sessuale e la loro natura può essere sia fungina che batterica. Un ulteriore segno dello sviluppo della malattia è la comparsa di un odore sgradevole..
  2. I problemi di peso portano anche a una scarica scura patologica dopo il parto. Vale la pena notare che questo vale sia per le ragazze magre che per le donne con chili in più. Pertanto, non è consigliabile che le giovani madri perdano peso in modo drammatico, questo può anche causare irregolarità mestruali..
  3. A volte lo scarico marrone è dovuto all'uso di contraccettivi o all'uso di dispositivi intrauterini per proteggere da gravidanze indesiderate.
  4. Attività ormonale o interruzione ormonale. Per una donna che ha partorito di recente, questa potrebbe essere la norma, ma non farà male visitare un medico..
  5. L'inizio della gravidanza. Anche questa opzione non dovrebbe essere esclusa, anche se è trascorso un po 'di tempo dal parto (uno o due mesi).

Quando la secrezione marrone indica una gravidanza extrauterina o una mancanza di progesterone, in una qualsiasi delle opzioni è necessaria una visita urgente all'ufficio ginecologico.

La gravidanza ectopica deve essere interrotta urgentemente, poiché può essere pericolosa per la vita. E la seconda ragione parla del rischio di aborto spontaneo, poiché la secrezione marrone è il segno principale del distacco dell'endometrio.

Se ti stai chiedendo perché, tre mesi dopo il parto, le mestruazioni non continuano e nessuno dei motivi sopra indicati è adatto per spiegare la violazione, non cercare il motivo su Internet, assicurati di passare l'esame.

Se la lochia marrone va avanti a lungo

Se la dimissione non si interrompe 4 mesi dopo il parto, la prima cosa da fare è consultare un medico. Dopo aver esaminato la cervice, il ginecologo invierà la donna per i test e chiederà un'ecografia e, dopo aver ricevuto un'immagine completa, prescriverà la terapia.

Raccomandazioni per fermare il sanguinamento persistente:

  1. A volte è consigliabile applicare il ghiaccio sul basso addome. Ciò contribuisce alla rapida contrazione dell'utero, il che significa che la scarica uscirà più velocemente e la loro intensità diminuirà gradualmente. Segui questa raccomandazione solo con il permesso del tuo medico, altrimenti puoi farti del male.
  2. I ginecologi consigliano di non usare miscele artificiali, è meglio scegliere l'allattamento al seno per il bambino. Questo processo attiva la produzione di ossitocina, una sostanza responsabile della contrazione uterina..
  3. Non puoi sopportare a lungo l'impulso di andare in bagno e il dolore alla vescica, quindi è importante svuotarlo in tempo. Solo in questo caso verrà accelerato il recupero degli organi pelvici..
  4. Le ragazze non dovrebbero dimenticare le regole dell'igiene personale. Devi lavarti almeno due volte al giorno. Inoltre, la doccia è preferibile al bagno. Si sconsiglia l'uso di prodotti per l'igiene intima (gel) nei primi mesi.
  5. Con un tampone, non passano più di due ore, indipendentemente dalla loro pienezza. Ignorare questa raccomandazione porta allo sviluppo della microflora patogena.

ATTENZIONE! Una dimissione marrone sei mesi dopo il parto è un motivo per consultare urgentemente un ginecologo per chiedere aiuto, poiché un tale processo può essere molto pericoloso.

Il parto è stressante per il corpo anche di una donna completamente sana. Dopo la nascita di un bambino, gli organi riproduttivi subiscono cambiamenti, che possono essere accompagnati da lochia marrone. Sebbene il processo appartenga alla norma, non dovresti lasciarlo incustodito. Eventuali dubbi sulla consistenza, colore e odore della lochia dovrebbero essere discussi con un medico..

Il colore della scarica dopo il parto e quanto dura

La terza fase del travaglio è il processo di rigetto della placenta, che è attaccata alla parete dell'utero, crescendovi dentro dai vasi. Dopo la separazione della placenta, rimane una ferita con vasi aperti che sanguinano copiosamente. Questi vasi si chiudono solo se l'utero è abbastanza potente e si contrae regolarmente: quindi i muscoli comprimono efficacemente i vasi, fermando il sanguinamento.

Per ripristinare la parete vascolare è necessario che trascorra un certo tempo e durante questo periodo compaia una specifica scarica postpartum, quasi interamente costituita da sangue, che viene chiamata "lochia".

Quale scarico dopo il parto è considerato normale?

La scarica sanguinante (lochia) che appare dopo il parto è una condizione del tutto normale che riflette processi fisiologici sani. Nel luogo in cui si trovava la placenta, il sangue viene costantemente secreto e l'epitelio viene rifiutato e fino a quando la ferita sull'utero non guarisce, lo scarico con il sangue può essere considerato un sintomo naturale.

Tuttavia, l'opzione della comparsa di secrezione patologica dopo il parto, che una donna può facilmente scambiare per lochia, non è esclusa. A questo proposito, vale la pena conoscere i criteri che distinguono la scarica normale da quella patologica:

  • Quantità: subito dopo il parto, lo scarico è abbondante, fino a 300-400 ml al giorno. Da 3-5 giorni, il loro numero diminuisce gradualmente e se questo schema viene violato, si può pensare alla natura dolorosa di questi cambiamenti.
  • Lochia è inodore (il primo giorno si può avvertire un debole odore di sangue, che scompare rapidamente). L'aspetto di un odore putrido, dolce, aspro, l'odore di pesce marcio, ecc. - un segnale garantito che una donna ha una particolare malattia.
  • Lo scarico normale non porta disagio e non irrita le mucose.
  • Il cambiamento nella scarica è di natura rigorosa per fasi: nei primi 1-2 giorni, lo scarico è rosso vivo e molto abbondante; fino alla fine della prima settimana diventano scarse e si scuriscono un po ', e per il resto del tempo le lochia sono "macchie" brunastre.

Tutte le altre opzioni per la dimissione dopo il parto possono essere un segno della malattia, quindi è molto importante conoscere le principali differenze tra lochia normale e dimissione patologica. Devi assolutamente dedicare il tempo necessario al monitoraggio della tua salute nel periodo postpartum: questo può salvarti da conseguenze estremamente negative..

Quando la scarica normale dovrebbe scomparire?

Normalmente, la lochia scompare entro la fine del primo mese dopo il parto, al massimo - dopo un mese e mezzo. Naturalmente, questo è molto individuale, e il tempo normale per la scomparsa della dimissione per ogni donna è diverso (sì, il concetto di "norma" a questo proposito è molto variabile!).

Allo stesso tempo, ci sono valori medi che coprono quasi tutte le donne: questo, in fondo, è un periodo di 1-1,5 mesi..

La dinamica dei cambiamenti nella natura della dimissione dopo il parto può essere rappresentata in cinque fasi, ordinandole in ordine cronologico:

  • Scarico rosso vivo, costituito quasi interamente da sangue "fresco" immutato. Questa scarica è abbondante (viene rilasciato una quantità di sangue incomparabilmente maggiore rispetto alle mestruazioni più abbondanti): anche gli assorbenti speciali devono essere cambiati almeno quattro volte in 12 ore. Questa fase richiede circa 2-3 giorni (meno spesso - fino a 4 giorni).
  • Una piccola quantità di secrezione rossa (fino a 7-8 giorni) - tale lochia non causa più particolarmente preoccupazione, ma richiede comunque, di regola, l'uso di assorbenti post-partum.
  • Dopo 7 giorni, lo scarico diventa scarso, di colore rosso scuro o marrone.
  • Il periodo di escrezione della lochia si conclude con il fatto che ce ne sono di meno ogni giorno: alla fine, il sangue “spalma” un bel po ', e poi scompare del tutto.
torna ai contenuti ↑

Dimissione patologica: quando andare dal medico?

Ciò che può cambiare nella natura della scarica in modo che possa essere definito patologico è già stato detto sopra. Ecco perché può succedere?

Se la lochia termina troppo presto (prima di 4-5 settimane), ciò potrebbe indicare uno spasmo dell'utero e la chiusura del canale cervicale. È molto importante capire che non c'è niente di buono in questo! L'epitelio e il sangue rifiutati si accumulano nella cavità uterina, senza sbocco - questo crea le condizioni ideali per la moltiplicazione di vari microrganismi patogeni.

Un'altra opzione è, al contrario, una scarica di lunga durata. Ciò può essere dovuto a:

  • Rigetto incompleto della placenta e ritenzione di una parte di essa nella cavità uterina.
  • Neoplasie benigne e maligne dell'utero e delle appendici.
  • Malattie del sistema di coagulazione del sangue con tendenza al sanguinamento.
  • Cambiamenti nella posizione dell'utero, - principalmente, la sua deviazione indietro.

Se per un mese la lochia non ha mai cambiato colore (cioè è rimasta rosso vivo), o se le secrezioni rosse sono ricomparse dopo che sono scomparse, vale la pena pensare al sanguinamento uterino.

Il sanguinamento uterino, qualunque esso sia, è una condizione pericolosa. Le caratteristiche delle pareti dell'utero e dei vasi sanguigni predispongono a emorragie massicce: in alcuni casi, viene rilasciato così tanto sangue che una donna muore per perdita di sangue (a meno che, ovviamente, non sia stata ricoverata in un'unità di terapia intensiva e non abbia ricevuto una trasfusione di emoderivati).

Devi ricordare che le mestruazioni non compaiono immediatamente dopo il parto e se il tuo bambino sta allattando, non ci saranno mestruazioni fino al momento in cui smetti di allattare. Questa è la cosiddetta "amenorrea della lattazione".

Se non hai ancora smesso di allattare e le mestruazioni sono già apparse, molto probabilmente si tratta di una sorta di sanguinamento. Contatta un ginecologo per un esame: in una situazione del genere, è imperativo stabilire la causa dell'emorragia e sottoporsi a trattamento.

Ciò che viene chiamato scarico infiammatorio?

Presta molta attenzione a come cambia la scarica dopo il parto. Si consiglia di utilizzare assorbenti che non abbiano odore: questo ti aiuterà molto nel monitoraggio.

Cosa significa un cambiamento nell'odore della lochia? Molto probabilmente, è un'infezione. A seconda di quale flora colpisce la mucosa dell'utero, l'odore cambierà: da putrido dolciastro all'odore di pesce marcio.

C'è più scarico durante l'infiammazione. Anche se la lochia si è quasi fermata, il loro volume potrebbe aumentare di nuovo. Allo stesso tempo cambia anche la consistenza delle secrezioni: possono essere più liquide o più dense.

Ci sono altri segni di infiammazione nella cavità uterina o nelle appendici. Prima di tutto, questa è una sindrome del dolore che accompagna l'infiammazione: il dolore, di regola, è localizzato nell'addome inferiore e può irradiarsi (diffondersi) alla regione lombare, ai fianchi, ecc..

Non meno importanti sono i sintomi generali, che, insieme a secrezione e dolore, indicano una malattia infiammatoria. Questi sono i cosiddetti segni di "intossicazione generale": mal di testa, debolezza, sonnolenza. La temperatura corporea aumenta, il che non è tipico dei cambiamenti non infiammatori negli organi genitali femminili.

Scarico marrone dopo il parto dopo 4 mesi. Scarico di colore marrone dopo il parto

Dopo la nascita del bambino, la placenta viene separata dall'utero, provocando la rottura di numerosi vasi che li collegavano. È così che si forma il sanguinamento, insieme al quale escono i resti della placenta, particelle endometriali già morte e alcune altre tracce di vita intrauterina del feto.

Tale dimissione dopo il parto in medicina è chiamata lochia. Nessuna delle madri appena coniate potrà evitarli. Tuttavia, ci sono una serie di domande che sollevano. Più una donna è consapevole della loro durata e natura, minore è il rischio di evitare complicazioni che spesso sorgono sullo sfondo di tali "mestruazioni" postpartum.

Durante questo periodo, è necessario prestare particolare attenzione all'igiene personale. Per evitare possibili infezioni e un odore sgradevole, perché una ragazza vuole rimanere sempre attraente, è molto attenta e attenta ai cosmetici detergenti che usi..

La scelta dei prodotti per l'igiene va sempre curata e non trascurata nel leggere la composizione. Dopo il parto, il tuo corpo attraversa un periodo di adattamento e recupero, quindi molte sostanze chimiche possono solo aggravare la condizione e prolungare il periodo di recupero. Evita i cosmetici contenenti siliconi e parabeni, così come il sodio laureth solfato. Tali componenti ostruiscono il corpo entrando nel flusso sanguigno attraverso i pori. È particolarmente pericoloso usare tali prodotti durante l'allattamento.

Per essere calmi sulla propria salute e sulla salute del bambino, nonché per rimanere sempre belli e attraenti, utilizzare cosmetici detergenti solo con ingredienti naturali, senza coloranti e additivi nocivi. Mulsan Cosmetic rimane il leader nella cosmesi detergente naturale. L'abbondanza di ingredienti naturali, formulati sulla base di estratti vegetali e vitamine, senza l'aggiunta di coloranti e solfato di sodio - rende questo marchio cosmetico il più adatto per il periodo dell'allattamento al seno e dell'adattamento postpartum. Puoi saperne di più sul sito web mulsan.ru

Ogni corpo femminile è molto individuale e anche i tempi del suo recupero dopo la nascita di un bambino sono diversi per tutti. Pertanto, non può esserci una risposta definitiva alla domanda su quanto dura la dimissione dopo il parto. Tuttavia, ci sono limiti che sono considerati la norma e tutto ciò che va oltre è una deviazione. È su di loro che ogni giovane madre dovrebbe essere guidata..

Il tasso di dimissione postpartum stabilito in ginecologia va da 6 a 8 settimane.

  • Tolleranze

Trucco da 5 a 9 settimane. Ma una tale durata della dimissione dopo il parto non dovrebbe rassicurare: nonostante il fatto che i medici considerino questa una deviazione minore dalla norma, è imperativo prestare attenzione alla loro natura (quantità, colore, densità, odore, composizione). Queste descrizioni ti diranno esattamente se tutto è in ordine con il corpo o se è meglio cercare un aiuto medico..

  • Deviazioni pericolose

Lochia dovrebbe essere allertato, la cui durata è inferiore a 5 settimane o superiore a 9. È imperativo rilevare quando termina la dimissione postpartum. È altrettanto brutto quando accade troppo presto o molto tardi. Questi termini indicano gravi disturbi nel corpo di una giovane donna, che richiedono ricerche e cure di laboratorio immediate. Prima consulti un medico, meno pericolose saranno le conseguenze di tale dimissione prolungata o, al contrario, a breve termine..

Devi sapere questo! Molte giovani madri sono felici quando la dimissione postpartum termina entro un mese. A loro sembra di essere "sceso con un po 'di sangue" e di poter entrare nel ritmo consueto della vita. Secondo le statistiche, nel 98% di questi casi, dopo un po ', tutto finisce in ospedale, perché il corpo non è riuscito a purificarsi completamente e i resti dell'attività postpartum hanno causato un processo infiammatorio.

Deviazioni dalla norma possono essere accettabili e pericolose. Ma in ogni caso, possono avere gravi conseguenze per la salute di una giovane madre in futuro. Pertanto, ogni donna dovrebbe monitorare per quanto tempo dura la dimissione dopo il parto, confrontandone la durata con la norma stabilita in ginecologia. In caso di dubbio, è meglio consultare un medico in modo tempestivo per un consiglio. Molto dipende non solo da quanti giorni durano, ma anche da altre caratteristiche già qualitative.

Composizione Lochia

Per capire se tutto è in ordine con il ripristino del corpo dopo il parto, una donna dovrebbe prestare attenzione non solo alla durata della lochia. A volte si inserisce nel quadro della norma, ma la loro composizione lascia molto a desiderare e può indicare seri problemi.

  • i primi 2-3 giorni dopo il parto, ci sono perdite sanguinolente dovute allo scoppio dei vasi sanguigni;
  • quindi l'utero inizierà a guarire e non ci sarà sanguinamento aperto;
  • di solito nella prima settimana si può osservare una scarica con coaguli: è così che escono l'endometrio morto ei resti della placenta;
  • dopo una settimana non ci saranno coaguli, la lochia diventerà più liquida;
  • non devi aver paura se osservi la secrezione mucosa dopo il parto: questo è il prodotto della vita intrauterina del feto;
  • anche il muco dovrebbe scomparire entro una settimana;
  • 5-6 settimane dopo la nascita di un bambino, la lochia diventa simile ai normali strisci che si verificano durante le mestruazioni, ma già con sangue coagulato.

Quindi la scarica sanguinolenta dopo il parto, che spaventa molte giovani madri, è la norma e non dovrebbe causare ansia. È molto peggio se il pus inizia a mescolarsi con loro, il che è una grave deviazione. Dovresti consultare un medico se la composizione della lochia differisce nelle seguenti caratteristiche:

  • la secrezione purulenta dopo il parto parla dell'inizio dell'infiammazione (endometrio), che richiede un trattamento immediato, la sua causa sono complicazioni infettive, che sono più spesso accompagnate da febbre, e la lochia si distingue per un odore sgradevole e un colore giallo-verdastro;
  • se muco e coaguli continuano a scorrere per più di una settimana dopo il parto;
  • Anche la lochia acquosa e trasparente non è considerata la norma, perché può essere un sintomo di più malattie contemporaneamente: è fluido dal sangue e dai vasi linfatici che filtra attraverso la mucosa vaginale (si chiama trasudato), oppure è gardnerellosi - disbiosi vaginale, che è caratterizzata da un'abbondanza di secrezione con uno sgradevole odore di pesce.

Se una donna sa quale dimissione dopo il parto è considerata normale, a seconda della loro composizione, e che indicano anomalie, potrà chiedere tempestivamente consiglio e aiuto medico a un ginecologo. Dopo aver eseguito i test (di solito uno striscio, sangue e urina), viene fatta una diagnosi e viene prescritto un trattamento appropriato. Per capire che non tutto è in ordine con il corpo, aiuterà anche il colore del lago.

Cromaticità delle mestruazioni postpartum

Oltre alla composizione della lochia, devi assolutamente prestare attenzione a di che colore sono. La loro tonalità può dire molto:

  • i primi 2-3 giorni, la scarica normale dopo il parto è solitamente rosso vivo (il sangue non si coagula ancora);
  • dopo di ciò, entro 1-2 settimane, ci sono scariche marroni, che indicano che sta accadendo senza deviazioni;
  • le ultime settimane di lochia devono essere trasparenti, sono ammesse leggere opacità con una leggera sfumatura giallastra.

Tutti gli altri colori della lochia sono deviazioni dalla norma e possono indicare varie complicazioni e malattie.

Lochia gialla

A seconda dell'ombra, lo scarico giallo può indicare i seguenti processi che si verificano nel corpo:

  • lochia giallo pallido, non molto abbondante può iniziare entro la fine della seconda settimana dopo il parto: questa è la norma e non dovrebbe causare preoccupazione per una giovane madre;
  • se lo scarico giallo brillante con una mescolanza di vegetazione e un odore putrido è già andato il 4 ° o 5 ° giorno dopo la nascita del bambino, ciò potrebbe indicare l'inizio dell'infiammazione della mucosa uterina, che si chiama endometrite;
  • se dopo 2 settimane è sparito lo scarico di un colore giallo, di una tonalità piuttosto brillante e con muco, anche questo è, molto probabilmente, un sintomo di endometrite, ma non così evidente, ma nascosto.

È inutile curare l'endometrite da soli, a casa: richiede un serio trattamento antibiotico e, nei casi più gravi, viene eseguita la rimozione chirurgica dell'epitelio infiammato danneggiato dell'utero per pulire la mucosa in modo da consentire allo strato superiore della membrana di recuperare più velocemente.

Melma verde

L'endometrite può anche essere indicata dalla scarica verde, che è molto peggio della scarica gialla, perché significa un processo infiammatorio già avviato - endometrite. Non appena compaiono le prime goccioline di pus, anche se solo leggermente verdastre, consultare immediatamente un medico.

Scarico bianco

Vale la pena iniziare a preoccuparsi se dopo il parto la lochia bianca è scomparsa, accompagnata da sintomi come:

  • odore sgradevole con acidità;
  • consistenza cagliata;
  • prurito nel perineo;
  • arrossamento degli organi genitali esterni.

Tutto ciò indica infezioni genitali e genito-urinarie, colpite da lievito o candidosi vaginale (mughetto). Se hai sintomi così sospetti, dovresti assolutamente contattare il tuo ginecologo per fare un tampone vaginale o una coltura batterica. Alla conferma della diagnosi verrà prescritto un trattamento appropriato.

Emorragia nera

Se nel periodo postpartum o dell'allattamento c'è una secrezione nera, ma senza alcun sintomo aggiuntivo sotto forma di un odore o dolore sgradevole e pungente, sono considerati la norma e sono dettati da cambiamenti nella composizione del sangue dovuti alla ristrutturazione del background ormonale della donna, o.

Informazioni utili. Secondo le statistiche, le donne si rivolgono ai ginecologi dopo il parto principalmente con lamentele sullo scarico nero, che le spaventa di più. Anche se in effetti il ​​pericolo più grave è il colore verde.

colore rosso

Lochia normalmente dovrebbe essere rossa solo nella fase iniziale, nei primi giorni dopo la nascita del bambino. Durante questo periodo, l'utero è una ferita aperta, il sangue non ha il tempo di coagularsi e lo scarico diventa rosso sangue, un'ombra piuttosto brillante. Tuttavia, dopo una settimana, cambierà in un colore marrone-brunastro, che indicherà anche che la guarigione avviene senza deviazioni. Di solito, un mese dopo il parto, lo scarico diventa di un grigio-giallo opaco, più vicino al trasparente.

Ogni giovane donna che è diventata madre dovrebbe immaginare chiaramente e chiaramente di che colore dovrebbe essere nella norma la dimissione dopo il parto e quale tonalità di lago le darà un segnale che ha bisogno di vedere un medico. Questa conoscenza aiuterà ad evitare molte complicazioni pericolose. Un'altra caratteristica delle mestruazioni postpartum può essere allarmante durante questo periodo: la loro abbondanza o scarsità..

Numero di scariche

Anche la natura quantitativa della dimissione dopo il parto può essere diversa e indicare il normale recupero dell'utero o alcune anomalie. Da questo punto di vista non ci sono problemi se:

  • nella prima settimana si ha una secrezione abbondante dopo il parto: il corpo viene così ripulito da tutto ciò che non è necessario: vasi sanguigni che hanno svolto il loro lavoro, cellule endometriali obsolete, resti della placenta e prodotti intrauterini del feto;
  • nel tempo, diventano sempre meno: anche una scarica scarsa, a partire da 2-3 settimane dopo il parto, è considerata la norma.

Una donna dovrebbe essere allertata se si osserva una scarica insufficiente subito dopo il parto: in questo caso, i dotti e le tubature potrebbero ostruirsi, potrebbe formarsi una sorta di coagulo di sangue, che impedisce al corpo di liberarsi dei detriti postpartum. In questo caso, devi assolutamente consultare un medico e sottoporsi a un esame appropriato..

È anche peggio se la lochia abbondante non finisce troppo a lungo e va avanti per 2-3 settimane, o anche di più. Ciò suggerisce che il processo di guarigione è ritardato e l'utero non può riprendersi completamente per qualche motivo. Possono essere scoperti solo durante una visita medica e quindi eliminati attraverso il trattamento.

L'odore è strano

Le donne sanno che qualsiasi scarico dal corpo ha un odore specifico che può essere eliminato solo seguendo le regole di igiene. Nel periodo postpartum, questa caratteristica della lochia può fare un buon lavoro e informare tempestivamente sui malfunzionamenti del corpo. Presta attenzione all'odore delle tue secrezioni dopo il parto.

  • Nei primi giorni, dovrebbero venire con l'odore di sangue fresco e umidità, dopo questo periodo si può osservare un'ombra di muffa e dolcezza - in questo caso, questa è considerata la norma.
  • Se ci sono perdite dopo il parto con un odore sgradevole (può essere putrido, acido, acuto), questo dovrebbe allertare. Insieme ad altre deviazioni dalla norma (colore, abbondanza), questo sintomo può indicare infiammazione o infezione dell'utero.

Se pensi che la dimissione postpartum abbia un cattivo odore, non sperare che sia temporanea, che passi presto o che sia la norma. Per evitare complicazioni, la soluzione più corretta in questo caso sarebbe consultare un medico almeno per un consiglio..

Interruzione della scarica

Accade spesso che la dimissione dopo il parto sia terminata e ricominciata dopo una settimana o addirittura un mese. Nella maggior parte dei casi, ciò provoca il panico nelle giovani madri. Tuttavia, una tale interruzione non indica sempre deviazioni dalla norma. Cosa potrebbe essere?

  1. Se le macchie scarlatte e fresche sono scomparse 2 mesi dopo il parto, può essere (in alcune donne, il corpo è in grado di un recupero così rapido, specialmente in assenza di allattamento), o la rottura delle suture dopo un forte stress fisico o emotivo, o qualche altro problema che può essere identificato ed eliminato solo da un medico.
  2. Se la lochia si è già fermata, e poi è tornata improvvisamente dopo 2 mesi (per alcuni, questo è possibile anche dopo 3 mesi), è necessario esaminare le caratteristiche qualitative delle secrezioni per capire cosa sta succedendo al corpo. Molto spesso, questo lascia i resti dell'endometrio o della placenta, che qualcosa ha impedito di lasciare immediatamente dopo il parto. Se la lochia è scura, con muco e coaguli, ma senza il caratteristico odore putrido, pungente e in assenza di pus, molto probabilmente tutto finirà senza complicazioni. Tuttavia, in presenza di questi sintomi, possiamo parlare di un processo infiammatorio, che viene trattato o con antibiotici o raschiando.

Poiché un'interruzione della dimissione postpartum può indicare la presenza di un processo infiammatorio nell'utero, non dovresti ritardare la visita dal medico. Dopo l'esame, stabilirà definitivamente se si tratta di un nuovo ciclo mestruale o di una deviazione dalla norma, che richiede un intervento medico. Separatamente, vale la pena prestare attenzione alla lochia dopo.

Lochia dopo il taglio cesareo

Coloro che hanno subito un taglio cesareo dovrebbero capire che la natura della dimissione dopo il parto artificiale sarà leggermente diversa. Anche se questo riguarderà solo la loro durata e composizione. Queste sono le loro caratteristiche:

  • il corpo dopo un taglio cesareo viene ripristinato allo stesso modo del parto naturale: sangue e endometrio morto escono con secrezioni;
  • in questo caso, c'è un rischio maggiore di contrarre un'infezione o un processo infiammatorio, pertanto è necessario eseguire regolarmente le procedure igieniche con particolare attenzione;
  • nella prima settimana dopo la nascita artificiale, lo scarico sanguinante è abbondante, con un contenuto di coaguli mucosi;
  • normalmente, il colore della lochia nei primi giorni dovrebbe essere scarlatto, rosso vivo e poi diventare marrone;
  • la durata della dimissione dopo il parto artificiale è solitamente ritardata, poiché l'utero in questo caso non si contrae così rapidamente e il processo di guarigione richiede molto tempo;
  • va tenuto presente che il sangue dopo un taglio cesareo non dovrebbe durare più di 2 settimane.

Ogni giovane madre dovrebbe capire quanto sia importante per la sua salute un pieno recupero dell'utero dopo il parto. Come va può essere capito da Lochia. È necessario monitorare la loro durata, i tempi in cui la scarica si interrompe e ricomincia, le loro caratteristiche di qualità. Non possono esserci incidenti qui: colore, odore, quantità: ogni sintomo può diventare un segnale tempestivo per contattare un medico, identificare un problema e sottoporsi a un trattamento appropriato.

Il recupero del corpo femminile dopo il parto richiede tempo. Ciò è particolarmente vero per l'organo genitale principale: l'utero. A poco a poco si restringe, assume le stesse dimensioni, si ripristina lo strato endometriale che lo riveste dall'interno.

Dopo il parto, per qualche tempo, viene rilasciato un fluido del colore del sangue - lochia -. Si scuriscono gradualmente e scompaiono in 6-8 settimane. Cosa succede dopo questo e quale dovrebbe essere la normale dimissione femminile un paio di mesi dopo il parto? Dipende dalle caratteristiche del corpo della madre.

Scarico postpartum: cosa dovrebbe essere normale?

Prima della dimissione dall'ospedale di maternità, la donna viene sottoposta a un'ecografia di controllo per scoprire se ci sono coaguli di sangue e particelle di placenta rimaste nell'utero. Quando vengono trovati, la raschiatura è terminata. In caso contrario, la madre viene dimessa a casa. Dopo il parto, si osserva lo spotting per 4-7 settimane. Questi sono lochia, che consistono in essudato mucoso, sangue e frammenti della membrana decidua che ha perso la sua vitalità.

Con il parto con taglio cesareo, il ripristino dell'utero richiede più tempo, il sanguinamento può durare più di 2 mesi. Ciò è dovuto al fatto che l'utero è ferito e su di esso è stata applicata una sutura, che riduce la sua attività contrattile. È importante tenere un diario e registrare la quantità e la natura delle dimissioni quotidianamente. Dopo 4-6 giorni, dovrebbero cambiare da scarlatto a marrone e ridursi. Un aiuto naturale in questo è l'allattamento al seno, che stimola l'attività contrattile dell'utero..

Tipi di dimissione normale nel periodo postpartum:

  1. Sanguinosa. Lochia inizialmente ha un colore scarlatto e un odore di sangue, dovuto alla presenza di un gran numero di globuli rossi.
  2. Sieroso. Appare entro la fine della prima settimana. Avere un cattivo odore, includere molti leucociti.
  3. Bianco giallastro. Osservato da 1,5 settimane dopo il parto, ha una consistenza liquida, non ha odore. Alla 6a settimana, praticamente scompaiono, diventano incolori e contengono solo muco.

Lo scarico marrone scuro e nero dopo il parto senza un odore sgradevole può essere osservato dalla terza settimana. Non sono riconosciuti come una patologia, appaiono sullo sfondo di cambiamenti ormonali nel corpo e cambiamenti nella qualità del muco secreto dal canale cervicale.

Quanto dura la lochia?

La durata della lochia è influenzata da:

  • coagulazione del sangue di una donna;
  • caratteristiche della gestazione e corso del parto (naturale, taglio cesareo);
  • dimensioni e peso del feto (dopo una gravidanza multipla, l'organo riproduttivo impiega più tempo a riprendersi);
  • modo di nutrirsi (i polloni si fermano più velocemente se una donna allatta un bambino).

Più attivamente l'utero si contrae, prima finirà la lochia. In media, si interrompono entro 6 settimane, dopo un taglio cesareo, il periodo può trascinarsi per altre 3 settimane. Dopo tre mesi, l'utero dovrebbe essere completamente pulito. L'allerta dovrebbe essere una scarica abbondante e incessante di colore scarlatto. La completa assenza di lochia è anche un segno di patologia (ematometri). In questo caso, lo scarico si accumula nell'utero e non ha sbocco. È importante cercare cure mediche urgenti.

In che modo l'allattamento al seno influisce sulla lochia??

Durante l'allattamento viene prodotta l'ossitocina, un ormone che influisce positivamente sull'attività contrattile dell'utero. Contribuisce alla rapida contrazione dell'organo muscolare e al ritorno alla sua dimensione originale. Allo stesso tempo, il volume della lochia si riduce ogni giorno. Per ridurre rapidamente la quantità di scarico, è necessario applicare il bambino al seno il più spesso possibile..

Non appena l'utero si riprende (di solito tre mesi dopo il parto), possono iniziare le mestruazioni. Tuttavia, accade che il ciclo venga ripristinato prima. Il primo ciclo, di regola, è anovulatorio, ma succede anche che l'uovo sia pronto per la fecondazione. Per questo motivo, la gravidanza durante l'allattamento non è esclusa..

Norma o patologia?

Un segno di complicazioni nel periodo postpartum è riconosciuto:

  • Scarico giallo con un odore sgradevole. Prove di suppurazione e insorgenza di endometrite o ristagno di lochia nell'utero. Le patologie confermano indirettamente il dolore addominale inferiore e un aumento della temperatura corporea.
  • Dimissione aumentata, sanguinamento uterino improvviso due mesi dopo il parto. A volte può essere scambiato per la prima mestruazione. Al contrario, il sanguinamento dura più di 10 giorni, accompagnato dal rilascio di coaguli di sangue.
  • Durante l'assunzione di antibiotici si può osservare lo scarico del formaggio. Possono provocare una carenza di lattobacilli nella vagina, che è accompagnata da mughetto, spiacevole sensazione di bruciore e prurito.

Scarico sanguinante dopo 2-4 mesi

Lo scarico sanguinante dopo la fine della lochia può avere un carattere imbrattante, apparire sotto forma di granelli o essere abbondante. Possono essere provocati da una visita ginecologica, rapporti sessuali, aumento dell'attività fisica, sollevamento pesi.

Ogni caso è individuale, quindi, non si può fare a meno di consultare un ginecologo. È possibile che la prima mestruazione sia arrivata dal momento della nascita. In questo caso, è anche importante visitare un medico che esaminerà la donna e selezionerà un metodo di contraccezione..

Scarico marrone dopo 2-4 mesi

Lo scarico marrone dopo il parto non è raro. Questo colore indica la presenza di sangue coagulato in essi. La comparsa di tale dimissione 3 mesi dopo il parto è la prova dell'inizio del ripristino del ciclo. Possono venire a intervalli di 21-34 giorni. Dopo un paio di tali periodi, lo scarico diventerà rosso..

Quando la scarica marrone dura più di un mese, non sembra le mestruazioni. Molto probabilmente, si è verificato uno squilibrio ormonale, che dovrebbe essere corretto. A tale scopo, vengono mostrati gli ultrasuoni e le analisi, in base alle quali il medico seleziona il trattamento. Spesso, tale scarica si osserva con endometrite, erosione della cervice, che richiede anche attenzione e correzione..

Scarico rosso vivo un mese o più dopo

Se la scarica rosso vivo è stata notata un mese dopo il parto e passata in quattro giorni, possiamo parlare della ripresa delle mestruazioni (per maggiori dettagli nell'articolo :). Questo accade nelle madri che non allattano. Allo stesso tempo, i processi patologici negli organi pelvici non dovrebbero essere esclusi, specialmente se il sangue scorre o sbavature per 2 settimane o più. Un inizio così precoce delle mestruazioni è un motivo per consultare un ginecologo. Dopo l'esame, sarà in grado di individuare la causa esatta della scarica rosso vivo..

Il colore scarlatto può indicare tali anomalie:

  • ferite della cervice;
  • problemi di coagulazione;
  • rottura dell'interno del muscolo uterino.

Scarico di sangue dopo 2-4 mesi

Lo scarico di sangue dopo 2-4 mesi è una delle varianti della norma. Molte donne lamentano che tale scarica scompare e ricompare. Allo stesso tempo, non ci sono sensazioni dolorose, aumento della temperatura e altri sintomi allarmanti. Per l'autocompiacimento, è meglio consultare un medico che valuterà i cambiamenti postpartum nel corpo e risolverà l'intimità.

Come distinguere la scarica patologica dall'inizio delle mestruazioni?

La scarica sanguinante 2-3 settimane dopo il parto può indicare un processo patologico in cui è necessario un trattamento. Se il sanguinamento dura più di 2 settimane, accompagnato dal rilascio di coaguli, è necessario consultare urgentemente un medico.

In caso di grave perdita di sangue, quando un blocco notturno viene riempito in 1-3 ore e questo dura più di un giorno, è urgente andare dal medico. Un fenomeno simile minaccia una rapida perdita di forza e una diminuzione dell'emoglobina a un livello critico (60 g / l). In questo caso, verrà mostrata non solo la pulizia, ma anche l'assunzione di preparati di ferro, la trasfusione di plasma.

Il sanguinamento patologico è possibile con endometrite, polipi, adenomiosi, deiscenza delle cuciture dell'utero, fibromi, processi infiammatori negli organi pelvici. Differiscono dalle normali mestruazioni per durata, abbondanza, possono avere un odore sgradevole o un'ombra insolita..

La scarica scura dopo il parto (lochia) appare in una donna in travaglio a causa della rigenerazione dello strato mucoso dell'utero. Contengono cellule epiteliali desquamate, una piccola quantità di sangue e plasma, durata mediamente un mese e mezzo.

Una giovane madre deve monitorare da vicino lo stato della sua salute nel periodo postpartum, osservare gli indicatori della temperatura corporea, la localizzazione del dolore e il numero di lochia. Se le regole dell'igiene personale non vengono seguite, qualsiasi infezione che colpisce gli organi genitali femminili è in grado di provocare l'infiammazione dello strato mucoso dell'utero, che causerà lo sviluppo della malattia.

Indicatori della norma

Si osserva una scarica abbondante nelle prime 1-2 ore dopo il parto. La quantità e la composizione sono controllate dall'ostetrica. Si raccomanda a una donna in travaglio di stendere un pannolino ginecologico in modo che il medico possa valutare correttamente l'intensità ed escludere il sanguinamento uterino.

All'inizio, lo scarico è per l'80% di sangue e ha un odore dolciastro. Il resto (20%) è un segreto secreto dalle ghiandole dell'utero, per il rapido rinnovamento e la guarigione dello strato mucoso dell'utero. L'intensità della lochia inizierà a diminuire in 3-5 giorni, da 400 ml a 30-60 ml. Si fermerà completamente in 5-9 settimane.

I coaguli di sangue visti nei primi giorni scompaiono dopo 6-10 giorni. Lo scarico marrone scuro dopo il parto sostituisce la lochia rossa e continua per un massimo di tre settimane. Alla fine, inizia la secrezione mucosa, indicando la guarigione della cavità uterina.

Le prime due ore dopo la consegna

La donna in travaglio viene lasciata nel reparto di degenza, vengono applicate lozioni fredde sull'addome inferiore e la quantità di sangue viene controllata. Il parametro della norma è considerato non superiore allo 0,5% del peso corporeo di una giovane madre. Lo svuotamento della vescica viene eseguito tramite un catetere in modo da non provocare un aumento della scarica.

I primi due giorni dopo la consegna

La maggior parte del muco viene aggiunta allo scarico sanguigno, compaiono coaguli. Ogni giorno la quantità diminuisce, il colore si scurisce. In assenza di complicazioni, la donna in travaglio viene dimessa dall'ospedale.

Le prime due settimane dopo il parto

Per tutto il periodo postpartum, una donna rilascerà circa 1,5 litri di lochia. Le luci scure diventano più chiare, con una sfumatura giallo-biancastra. A volte appare un colore rosa - questa non è considerata una patologia. C'è un aumento del contenuto di muco nella lochia. Entro la fine della quarta settimana, lo scarico inizia a imbrattare e questo accade fino a quando non scompare completamente.

Indicatori di patologia

L'aspetto della scarica scura dopo il parto è una condizione fisiologica che non indica lo sviluppo della patologia. Lochia compare sia durante il parto naturale che durante il taglio cesareo.

Nei primi giorni, la donna in travaglio dovrà cambiare gli assorbenti ogni mezz'ora o un'ora. Dopo 3-5 giorni, un tampone sarà sufficiente per 3-4 ore.

Una giovane madre deve contattare urgentemente aiuto se compaiono segni di un cambiamento nella natura della lochia:

  • Il numero è aumentato notevolmente, il colore è tornato. L'assorbente igienico dura mezz'ora.
  • Invece della lochia, viene rilasciato sangue puro: la condizione indica l'inizio del sanguinamento. In questo caso, chiama un'ambulanza..
  • Nello scarico apparvero impurità purulente e un odore pungente, che prima erano assenti. Questo è un segno dell'inizio di un processo infettivo. I sintomi concomitanti saranno febbre e dolore nell'addome inferiore..
  • La completa assenza di scarico è un segno di ristagno, che provoca l'insorgenza di processi infiammatori nella zona pelvica.
  • Se dall'inizio è stata notata una diminuzione della quantità, quindi è aumentata bruscamente. Questo sintomo indica la presenza di sostanze estranee nella cavità uterina..
  • I lochia sono diventati come la ricotta, hanno un aroma aspro. Questa condizione indica l'inizio di un'infezione fungina. Il prurito è un sintomo concomitante..
  • Lo scarico dopo il parto di un colore scuro dura più di un mese e mezzo.

Se compare un sintomo allarmante, è necessario cercare l'aiuto di uno specialista che escluderà le condizioni patologiche.

Scarica con il sangue

Appare quando ci sono parti della placenta nell'utero, la diagnostica viene eseguita utilizzando gli ultrasuoni. Il trattamento viene eseguito chirurgicamente, seguito da terapia antibiotica.

E anche la causa della comparsa del sangue nella lochia può essere disturbi della coagulazione del sangue e contrazioni ipotoniche dell'utero. Questa condizione viene trattata con farmaci..

Mette in risalto il marrone

L'aspetto di un colore marrone nello scarico inizia dalla seconda settimana del periodo postpartum. Se la quantità non aumenta, la condizione è considerata normale e dura altre 2-3 settimane. Con lochia abbondante, la cavità uterina viene raschiata.

Evidenzia il giallo

L'aspetto di una tinta gialla nella lochia indica il completamento della dimissione postpartum.

Ma a volte i cambiamenti sono un segno di patologia, in cui dovresti consultare un ginecologo:

  • apparve un odore pungente e sgradevole;
  • prurito e sensazione di bruciore nella zona genitale;
  • c'è dolore nell'addome inferiore;
  • la temperatura corporea è aumentata notevolmente.

Nella maggior parte dei casi, questo indica lo sviluppo dell'endometrite..

Scarica con muco

L'aspetto del muco è associato ad una maggiore produzione di secrezione genitale da parte degli organi. Si verifica durante l'ovulazione, durante il rapporto o durante i cambiamenti ormonali nel corpo. Questa condizione dovrebbe allertare solo quando compaiono temperatura, odore sgradevole e prurito..

Punti salienti con spruzzi verdi

Una tinta verde è un segno di un processo infiammatorio di eziologia infettiva. La condizione è sempre accompagnata da un forte dolore addominale e alta temperatura corporea. Il trattamento viene effettuato con terapia antibiotica e fisioterapia. Quando il processo è in esecuzione, viene prescritto il curettage.

Evidenzia il bianco

Oltre al mughetto, il bianco indica lo sviluppo di processi patologici:

  • infiammazione delle tube di Falloppio - salpingite;
  • infiammazione dello strato mucoso dell'utero - endometrite;
  • infiammazione e alterata secrezione delle ghiandole cervicali - cervicite.

La diagnosi si effettua con uno striscio.

Puoi prevenire l'infiammazione evitando lavaggi e uno stile di vita sedentario..

Caratteristiche della dimissione dopo taglio cesareo

Con il parto artificiale, la natura della lochia presenta diverse differenze:

  • l'abbondanza di scarico è maggiore, predominano sangue e coaguli;
  • il colore nei primi giorni è rosso vivo (fino allo scarlatto);
  • la durata è ritardata di diverse settimane;
  • il sangue viene secreto per due settimane.

Per prevenire il sanguinamento, si raccomanda a una donna in travaglio di applicare un impacco di ghiaccio sul suo basso addome ogni 4-5 ore. Dormi e sdraiati su un fianco per alleviare lo stress addominale. E inoltre non è consigliabile rinunciare all'allattamento al seno, poiché durante l'alimentazione aumenta la contrattilità dell'utero.

E la cosa principale è non astenersi dall'urinare. Nei primi giorni, è necessario andare in bagno ogni due o tre ore, perché una vescica traboccante è un ostacolo alla contrazione fisiologica dell'utero.

Ripristino del ciclo mestruale nel periodo postpartum

Quando si allatta un bambino, le mestruazioni iniziano dopo la fine dell'allattamento. Ma se il bambino mangia artificialmente, il ciclo mestruale riprenderà e tornerà alla normalità dopo due mesi..

Durante il periodo di recupero, le giovani madri notano la comparsa di secrezioni scure acicliche, come dopo il parto, anche dopo un mese. La quantità è minima, sono sufficienti 2-4 assorbenti giornalieri. Fermati dopo la normalizzazione delle mestruazioni.

Periodo di recupero

L'allattamento è la prevenzione delle complicazioni nel periodo postpartum. Durante l'allattamento, viene prodotta ossitocina, che provoca la contrazione dell'utero. Pertanto, dopo l'alimentazione, c'è una maggiore secrezione di lochia, una tale condizione non dovrebbe spaventare una donna.

In modo che un mese dopo il parto, la quantità di secrezione marrone scuro diminuisca, gli esperti raccomandano di svuotare tempestivamente. Non puoi trattenere la voglia di urinare.

È vietato utilizzare i tamponi nei primi tre mesi dopo il parto, in quanto sono un ambiente favorevole alla riproduzione di batteri e microrganismi patogeni. Si consiglia l'uso di assorbenti o pannolini ginecologici. Sono adatti prodotti per l'igiene senza odori.

Regole di igiene personale dopo il parto

Per prevenire lo sviluppo di malattie di eziologia infettiva, la donna in travaglio deve prestare maggiore attenzione all'igiene dei genitali. Fino alla completa cessazione della dimissione, una giovane madre deve utilizzare solo speciali assorbenti monouso. Modificare secondo necessità per prevenire la crescita di microrganismi.

Durante il sonno o il riposo, puoi usare pannolini che non ostacolano il deflusso delle secrezioni. Le lenzuola ginecologiche possono essere acquistate in farmacia o cucite con materiale di puro cotone. Tali pannolini possono essere utilizzati più volte, ma assicurati di lavarli e stirare.

È necessario eseguire la toilette dei genitali dopo aver cambiato la guarnizione e dopo ogni visita in bagno. È consentito fare una doccia calda dalle procedure dell'acqua ed è meglio escludere un bagno. L'acqua per il lavaggio dovrebbe essere un paio di gradi sopra la temperatura corporea. Puoi usare decotti alle erbe:

  • camomilla;
  • calendula;
  • Corteccia di quercia;
  • eucalipto;
  • achillea.

Dopo la cessazione della dimissione postpartum, puoi utilizzare qualsiasi sapone per bambini o acquistare prodotti già pronti per l'igiene intima:

  • Lactacyd Femina (produttore Belgio).
  • Intimate Natural (prodotto da Nivea).
  • Sesderma Intimate Hygiene Gel (produttore Spagna).
  • Carefree Sensitive (prodotto in Francia).
  • Cleanic Intimate (produttore Bulgaria).

Tutte le procedure dovrebbero essere solo per uso esterno, senza l'uso di lavande vaginali e lavande vaginali. Le cuciture devono essere trattate con soluzioni antisettiche, utilizzando tamponi di cotone usa e getta.

L'intimo è scelto per un taglio non attillato, realizzato con tessuti naturali. L'asciugamano deve essere separato per le zone intime e lavato dopo 1-2 giorni.

Alcune donne hanno una secrezione marrone dopo il parto. Spaventano le giovani madri, soprattutto se escono con coaguli di sangue. Tale scarica è chiamata lochia e consiste di particelle morte dell'endometrio, del plasma, del sangue e delle cellule placentari. Lochia esce sia dopo il parto naturalmente, sia dopo un taglio cesareo. La scarica è simile alla secrezione mestruale, ma più abbondante e coagulata.

Subito dopo il parto, la donna inizia a sanguinare. Se lo scarico di sangue è troppo abbondante e sono scarlatti, c'è il rischio di sanguinamento uterino ipotonico. Devi informare il tuo medico di questo. Inoltre, il sanguinamento può derivare da ferite lacerate che potrebbero non essere state notate o trattate da un medico. In questo caso, c'è il rischio di ematomi. In questo caso, potrebbe esserci dolore e disagio nel perineo. Questo è anche il motivo per cercare assistenza medica..

I primi giorni dopo la nascita del bambino, le lochia escono in abbondanza e si distinguono per un colore rosso-marrone. L'utero continua a contrarsi e, dopo 5 giorni, il colore della lochia cambia, lo scarico diventa molto meno. Nei giorni 8-9, lo scarico marrone diventa giallo con muco e strisce di sangue.

Con il normale recupero del corpo della madre, lo scarico dall'utero dopo il parto dovrebbe interrompersi dopo 4 settimane. Normalmente, entro la quarta settimana, può fuoriuscire solo la secrezione macchiata. In rari casi, questo processo richiede fino a 6 settimane. Nelle madri che allattano, di solito finisce prima, poiché l'allattamento porta a una contrazione uterina più rapida. Nelle donne che hanno partorito con taglio cesareo, al contrario, viene ritardato a causa di danni all'utero durante l'intervento chirurgico.

Il processo di contrazione lenta dell'utero viene diagnosticato mediante ultrasuoni. Può essere causato dai seguenti motivi:

  • processi infiammatori nell'utero;
  • la presenza di nodi fibrosi;
  • infantilismo dell'utero;
  • curva posteriore dell'organo;
  • diminuzione della coagulazione del sangue, ecc..

Un'abbondante secrezione marrone scuro dopo il parto può indicare un'uscita incompleta della placenta. In questo caso, è necessario pulire l'utero in condizioni stazionarie. Un odore sgradevole di scarico può essere un sintomo pericoloso. Questo indica infezioni e il corso dei processi infiammatori nel corpo. L'emorragia postpartum è un buon terreno fertile per gli agenti patogeni, la cui riproduzione provoca un odore sgradevole.

Come prevenire la secrezione marrone nelle donne che hanno partorito?

Per prevenire lo scarico scuro dopo il parto, è necessario seguire le regole dell'igiene personale e consultare il proprio medico per scoprire la causa di questo scarico. Una cura attenta dell'area di guarigione contribuisce al recupero precoce di una donna dopo il parto.

Una donna dovrebbe lavarsi con acqua calda più volte al giorno, questo aiuterà a mantenere l'igiene necessaria. L'asciugatura durante questo periodo è vietata, poiché può diventare una fonte di infezioni. Se una donna ha una secrezione scura dall'utero, ha bisogno di usare assorbenti e fodere per pannolini, ma in nessun caso tamponi, poiché i tamponi mantengono la scarica dolorosa all'interno e quindi contribuiscono alla diffusione delle infezioni.

Parto. Questa è considerata la norma, poiché con loro tutti gli elementi che si sono formati durante il travaglio vengono rilasciati dal corpo..

Le giovani madri devono sempre affrontare un fenomeno come il parto. Questa è considerata la norma, poiché con loro tutti gli elementi che si sono formati durante il travaglio vengono rilasciati dal corpo..

Lo scarico può essere diverso: sanguinante, marrone e persino giallo. Ogni periodo ha la sua norma. Non aver paura che la prima volta dopo la nascita del bambino verrà rilasciato un segreto insolito. Ciò è dovuto principalmente al grave trauma associato al parto. Lo scarico marrone e rossastro non è raro per i primi due mesi dopo il parto. Tuttavia, se il processo di rilascio della secrezione sanguigna è eccessivamente lungo, è imperativo consultare uno specialista al riguardo..

Inoltre, una donna dopo il parto dovrebbe monitorare attentamente i suoi sentimenti. Se lo scarico un mese dopo il parto è abbondante, oltre a dolore addominale, debolezza e nausea, è urgente contattare un ginecologo e scoprire le ragioni di questo fenomeno. Questa non dovrebbe essere la norma. Per un paio di mesi dopo il parto, è consentito un segreto brunastro o rossastro, che dovrebbe uscire in piccole quantità.

Quanta dimissione dovrebbe andare dopo il parto?

Anche quando l'organismo che dà alla luce, secernendo un liquido brunastro, lo fa per troppo tempo, questo dovrebbe essere motivo di preoccupazione. Va tenuto presente che questo fenomeno ha dei limiti. La norma è un leggero segreto brunastro che lascia il corpo femminile per 8 settimane. Se la dimissione non si interrompe per più di 2 mesi, ciò indica la presenza di una patologia che deve essere diagnosticata e curata..

Inoltre, vale la pena notare che la prima volta dopo la nascita di un bambino, potrebbe esserci una scarica rossa abbastanza abbondante, ma viene rapidamente sostituita da un magro segreto brunastro. Già dopo un mese, si dovrebbe notare solo una macchia con impurità marroni. Ciò suggerisce che il processo di recupero del corpo sta procedendo come previsto..

Tuttavia, anche quando la dimissione non si interrompe anche dopo due mesi, non c'è bisogno di farsi prendere dal panico, poiché ciò non significa che stiamo parlando dello sviluppo della patologia. Per capire la situazione, è necessario visitare un ginecologo e sottoporsi a diagnosi. Dopo aver condotto una serie di test, lo specialista può determinare se questa situazione è patologica o il motivo risiede nelle caratteristiche del corpo del paziente.

La durata può essere influenzata da fattori come un parto difficile e una gravidanza problematica. Se una giovane madre ha complicazioni postpartum, ciò potrebbe influire sui tempi di recupero del corpo, cioè usciranno più a lungo. La durata del rilascio delle secrezioni vaginali dipende anche dall'intensità delle contrazioni uterine. A sua volta, questo processo è influenzato dall'allattamento al seno. Se una donna allatta al seno il suo bambino, lo scarico marrone dovrebbe terminare più velocemente..

Dopo il parto, una giovane madre è obbligata a monitorare attentamente non solo il bambino, ma anche se stessa. Molti processi patologici possono essere determinati dalla quantità e dall'intensità del rilascio di secrezioni. Un rilascio a lungo termine della secrezione rosso-marrone e un periodo troppo breve per questo processo sarà un brutto segno. Se la scarica smette di apparire dopo una settimana, significa che l'utero non si contrae abbastanza bene e questo è un segnale molto brutto.

Igiene personale

La secrezione postpartum è una flora favorevole per la riproduzione di microrganismi patogeni. Pertanto, se una giovane madre non vuole affrontare complicazioni, ad esempio con la disbiosi, è imperativo seguire le regole dell'igiene personale con la massima cura..

Fino al termine dello scarico, è necessario utilizzare costantemente assorbenti igienici, che vengono cambiati almeno una volta ogni 4 ore. Inoltre, una donna dovrebbe lavarsi i genitali dopo ogni visita in bagno e fare la doccia ogni giorno..

Nei primi mesi dopo il parto, gli assorbenti interni non dovrebbero mai essere utilizzati. Anche gli esperti sconsigliano di fare il bagno..

Per diversi mesi dopo la nascita di un bambino, devi stare molto attento all'attività fisica. Inoltre, non dovresti frenare la voglia di usare il bagno, poiché ciò può esercitare pressione sull'utero, che nel periodo postpartum sarà già abbastanza vulnerabile..

Cause del fenomeno

Immediatamente dopo il parto, la donna noterà sanguinamento. Sarà più o meno significativo, a seconda di come è andata la nascita. Quando esce molto sangue, può portare a complicazioni, quindi è necessario fare di tutto per fermare la scarica. È impossibile eliminarli completamente, poiché devono uscire in piccole quantità fino a quando il sistema riproduttivo ferito non torna alla normalità.

Nel tempo, lo scarico rossastro sarà inferiore e quindi diventeranno marroni. Di norma, il cambiamento di colore avviene una settimana dopo la nascita del bambino, ma in alcune donne si nota un fenomeno simile entro poche ore dal parto..

È semplicemente impossibile sbarazzarsi del rilascio del segreto marrone. Questo periodo deve essere aspettato. Il fatto è che insieme al muco escono particelle di tessuto morto. Lasceranno il corpo della donna fino a quando l'utero non sarà completamente purificato. In genere, questo processo richiede circa 2 mesi. Ma molto dipende da fattori aggiuntivi. Nelle madri che allattano, la pulizia del sistema riproduttivo dopo il parto avviene molto più velocemente rispetto a quelle che non allattano. A loro volta, ci sono alcuni fattori che prolungano il periodo di rilascio delle secrezioni brune. Questo vale principalmente per l'intervento chirurgico durante la nascita di un bambino. Dopo un taglio cesareo, il rilascio dello scarico marrone sarà più lungo. Questo è considerato normale se non ci sono ulteriori sintomi di patologia..

Segni patologici

Se il processo di parto è andato bene con il gentil sesso, lo scarico rosso e marrone non dovrebbe durare più di 2 mesi. È considerata una deviazione e la durata del rilascio del segreto è inferiore a 4 settimane.

Inoltre, dovresti sempre prestare attenzione a fattori aggiuntivi. Prima di tutto, questo riguarda l'abbondanza di secrezioni. Anche nel caso in cui la scarica sia in quantità normale, è cambiata dal colore rosso al marrone, ma la donna avverte costantemente dolore all'addome, questo è un segno molto allarmante. È particolarmente pericoloso quando lo scarico marrone è accompagnato da uno sgradevole odore putrido. Questo è considerato un chiaro segno di infezione..

Nel tempo, lo scarico brunastro può diventare molto leggero, quasi giallo. Questo non dovrebbe essere spaventato se ciò accade senza sintomi aggiuntivi..

Quando il segreto brunastro è cambiato improvvisamente in giallo brillante o verde giallastro, dovresti assolutamente consultare un medico. Questo fenomeno suggerisce che si verifica un processo infiammatorio nel corpo di una giovane madre, che può essere il più pericoloso possibile per il sistema riproduttivo ferito. Spesso febbre alta e grave disagio nell'addome inferiore si uniscono a un odore purulento.

Con tali sintomi, è imperativo consultare un medico, poiché ciò indica infiammazione e possibile suppurazione della ferita postpartum. La causa esatta del problema può essere determinata solo dopo una diagnosi approfondita. Quindi lo specialista deve prescrivere il trattamento corretto..

La maggior parte delle ragazze avverte dolore nell'addome inferiore durante i giorni critici, e questo è normale. Le sensazioni spiacevoli nell'area pelvica possono essere ridotte con l'aiuto di antispastici, il che salva in modo significativo la situazione.