Sintomi e trattamenti per il cistoadenoma ovarico

Il cistoadenoma ovarico è un tumore benigno, che è una capsula piena di liquido o muco. In medicina, è noto come una ciste. In determinate condizioni, diventerà una formazione maligna. È osservato nelle donne con irregolarità mestruali. Viene eseguito un esame clinico e di laboratorio completo per determinare il metodo di trattamento caratteristico e appropriato. Codice ICD-10 - N83.2.

Le donne dovrebbero prendere sul serio le malattie del sistema riproduttivo. Il cistoadenoma è un disturbo della salute, ma non una frase. Il moderno livello di sviluppo della medicina consente di identificare la natura cistica della malattia nelle prime fasi e condurre un trattamento efficace. C'è anche una prognosi di gravidanza positiva.

Classificazione e origine

Non molto tempo fa, il cistoadenoma era chiamato cistoma e non rispondeva al trattamento. Il processo di intervento medico è stato ridotto alla rimozione chirurgica di entrambe le ovaie destra e sinistra. Ora il livello della medicina è aumentato in modo significativo. È diventato possibile risolvere il problema, lasciando alla donna una possibilità per la maternità. Tutto ciò che è richiesto al paziente è contattare un istituto medico in tempo. Anche se vale la pena notare che il tumore viene sempre rimosso.

Tipi di malattia

Il cistoadenoma ovarico, basato sulla struttura della parete epiteliale, è diviso in varietà:

  • Sieroso. Un tipo comune di malattia. La struttura della struttura dell'epitelio è a pareti lisce. È una palla arrotondata che si forma su una singola ovaia. Se c'è una cisti su entrambe le ovaie, vale la pena sottoporsi a ulteriori esami, giudicano già le proprietà maligne delle formazioni. Variazioni nelle dimensioni da 3 a 15 cm C'è un cistoma fino a 30 cm di diametro I tumori inferiori a 3 cm non mostrano proprietà sintomatiche. La malattia si verifica più spesso dopo 50 anni.
  • Papillare. Nei tumori papillari, la struttura papillare della superficie del cistoma è caratteristica. Le crescite in una cisti sono rivelate. Nei cistoadenomi papillari vengono diagnosticate papille con crescita parietale. Questo tipo di patologia è difficile da diagnosticare. In presenza di diverse formazioni papillari grossolane, i sintomi sono simili a quelli del cancro. Ci sono casi frequenti di integrazione del trattamento con un ciclo di chemioterapia. Conosciuto come cistoadenoma borderline. Si sviluppa dopo la menopausa.
  • Mucinoso. Una forma comune della malattia. Una caratteristica caratteristica è una struttura multicamera, le cui cavità sono riempite con una sostanza mucosa: la mucina. È presente anche nella cervice e poiché lo strato epiteliale è simile, anche il tumore ne è pieno. Formato nel corpo femminile, spesso in postmenopausa, raggiunge un diametro enorme. Cistoma pseudomucinoso noto. In quest'ultimo caso, la pseudomucina viene utilizzata come riempitivo per capsule..

Il cistoma endometrioide è presentato come una specie separata. La struttura ricorda un fibroma - una neoplasia sotto forma di un nodo denso. Una formazione pericolosa che si forma dall'epididimo è una cisti paraovariana.

Ragioni per l'aspetto

I principali esperti nel campo della medicina non sono sempre inclini a dare una risposta univoca sulle cause della formazione del cistoadenoma. La fonte è un grande disturbo ormonale, l'endocrinopatia, una complicazione dopo una malattia infiammatoria del sistema riproduttivo. I medici raccomandano di prestare attenzione ai seguenti punti:

  • Malattie da PPP;
  • abuso di attività fisica;
  • stress frequente;
  • gravidanza extrauterina;
  • aborto;
  • inizio precoce del ciclo mestruale.

Il cistoma non si forma per una chiara ragione. La malattia viene diagnosticata in pazienti di età diverse. Escluso nelle donne in postmenopausa. Per evitare la comparsa di un tumore, l'importante è essere attenti al corpo..

Sintomi della presenza di cistoadenoma

Finché il tumore è piccolo, la malattia non è sintomatica. Segni evidenti di neoplasia compaiono nel processo di aumento del diametro:

  • Il disagio. Con un aumento delle dimensioni del cistoma, il disagio appare nell'area delle appendici. I dolori risultanti sono dati al sacro e alla piccola pelvi. Ci sono disagi costanti nell'area delle ovaie.
  • Mestruazioni irregolari. Le assegnazioni in grandi quantità o la loro completa assenza indicano la presenza di istruzione. Il sintomo è osservato in violazione della solita tempistica del ciclo ormonale, un aumento o una diminuzione del tempo delle mestruazioni.
  • Disfunzione del sistema genito-urinario e digerente. Il gonfiore che si allarga esercita una pressione sulla vescica e andare in bagno diventerà frequente. A causa di disturbi nel lavoro del tratto digestivo, si notano nausea, vomito e defecazione compromessa.
  • Distensione addominale. La grande dimensione della cisti provoca un aumento visivo del volume dell'addome. Il tumore è palpabile alla palpazione. Questa è una condizione molto pericolosa, l'enorme diametro della formazione può portare alla rottura o alla torsione della cisti. Il pericolo che il contenuto della capsula entri nella cavità addominale e lo sviluppo del processo infiammatorio - peritonite.

Diagnosi della malattia

Nelle prime fasi, è difficile riconoscere il cistoadenoma. Con piccole dimensioni, la malattia ovarica non si manifesta sintomaticamente. La scoperta è possibile durante la ricerca medica necessaria.

Diagnostica clinica

Se un tumore viene rilevato in tempo, è possibile prescrivere un trattamento individuale adatto. Non è necessario eseguire interventi chirurgici d'urgenza. Ma non puoi fare a meno della chirurgia. I seguenti metodi vengono utilizzati per rilevare il cistoadenoma nelle prime fasi:

  • Visita ginecologica. Un esame bimanuale da parte di uno specialista aiuta a determinare le dimensioni e i contorni della formazione. Viene anche determinata l'interazione con la struttura degli organi vicini. Per uno studio dettagliato, un esperto utilizza una macro-preparazione.
  • Procedura ad ultrasuoni. I dati ottenuti sugli ultrasuoni aiuteranno a scoprire con precisione la posizione della cisti, determinare la struttura esterna e interna della neoplasia, la crescita. Vengono rivelati segni di malignità.
  • Risonanza magnetica e computerizzata. Questi tipi di studi aiutano a determinare con precisione la struttura della cisti, per identificare la connessione con altri organi. Utilizzando le scansioni MRI e TC, il medico determina se il tumore è benigno.

Per identificare il grado di differenziazione cellulare nel cistoadenoma, vengono utilizzati metodi di ricerca citologica.

Ricerca di laboratorio

Per determinare con precisione la natura del cistoadenoma di entrambe le ovaie, i pazienti vengono inviati per ulteriori test di laboratorio. Ricerca patologica:

  • Analisi del sangue generale. È così che viene determinata la natura della patologia. Vengono mostrati cambiamenti infiammatori nel tumore.
  • Analisi per un marker tumorale. Esame obbligatorio per cistoma. Con un tumore maligno, gli indicatori di CA-125, ROMA, HE-4 saranno aumentati.
  • Fibrogastroscopia. FGS consentirà di esaminare gli organi del tratto gastrointestinale per le metastasi. I tessuti vengono prelevati per istologia. Inoltre, gli strisci vengono controllati per la microflora.

Trattamento

Dopo aver subito studi che determinano la dimensione, la natura e le caratteristiche funzionali della cisti, il medico prescrive il trattamento. Per il cistoadenoma, il processo è impossibile senza intervento chirurgico. Con un intervento chirurgico senza rimuovere l'organo interessato, a volte si verifica una ricaduta. A seguito dei dati ottenuti, viene prescritta un'operazione per rimuovere il tumore..

  • Laparotomia. Negli stadi avanzati della malattia, quando la cisti ha raggiunto una grande dimensione, viene utilizzata l'operazione chirurgica specificata. Consiste nell'eseguire un'incisione longitudinale o trasversale per l'accesso diretto alle ovaie. Consigliato per sospetto cistoadenoma maligno.
  • Laparoscopia. Operazione meno dolorosa e semplice. Con il rilevamento tempestivo di una cisti che non ha raggiunto una dimensione impressionante, viene spesso utilizzata da specialisti. La laparoscopia consiste nel praticare due forature identiche nel peritoneo, in cui sono inseriti strumenti speciali: i manipolatori. Con il loro aiuto, il tessuto tumorale viene rimosso dopo che il fluido che riempie la capsula è stato rimosso. La riabilitazione dopo l'intervento chirurgico è molto più veloce.

Con cistomi piccoli (fino a 3 cm), l'intervento chirurgico prevede la rimozione della sola formazione estranea preservando le ovaie e come conseguenza della funzione riproduttiva del corpo. Se il tumore ha colpito più del 50% dell'ovaio, il tumore viene rimosso insieme alle appendici. In assenza di sospetto di oncologia, si osserva un esito favorevole del recupero. La maggior parte dei casi riguarda la chirurgia elettiva. Di regola, questa è una procedura addominale standard, possibile solo per lesioni di piccole e medie dimensioni. In singoli casi, viene creata la necessità di un'operazione di emergenza. Altrimenti, sorgono le conseguenze:

  • suppurazione del cistoma e successivi processi infiammatori;
  • torsione delle gambe del tumore;
  • rottura del cistoadenoma.

Controindicazioni all'intervento chirurgico

Se non è necessaria un'operazione di emergenza, i medici tengono conto dei motivi individuali per cui la cisti non deve essere rimossa:

  • malattie infettive;
  • insufficienza cardiaca o polmonare;
  • gravidanza;
  • peritonite;
  • attacchi di cuore, ictus;
  • riabilitazione dopo aver subito un intervento chirurgico;
  • obesità;
  • emofilia.

Metodi tradizionali di trattamento

Nonostante il fatto che il cistoadenoma possa essere curato solo con l'aiuto dell'intervento chirurgico, si raccomandano metodi alternativi. Tale trattamento viene utilizzato per contenere la progressione della malattia e prevenirla. La letteratura medica descrive prescrizioni valide.

  • Tintura di noci. I giovani frutti raccolti vengono piegati in un contenitore di vetro con un volume di almeno 1 litro, riempito con alcool e infuso per 30 giorni in una stanza buia. È preso in un cucchiaio 2 volte al giorno. Corso - 1 mese.
  • Infuso alcolico di acacia. I fiori di acacia (4 cucchiai) sono impilati in un barattolo. Dopo che il contenuto della nave è stato riempito con 0,5 l di alcol e infuso per 7 giorni. Quindi vengono presi 3 cucchiai per un mese.

Trattamento farmacologico

Comporta una terapia complessa per prevenire i processi infiammatori. Farmaci prescritti con un componente antibatterico e vitamine. Le procedure vengono eseguite con tumori di piccole dimensioni e test di malignità negativi. Inoltre, non dovrebbero esserci dinamiche di crescita dell'istruzione.

La difficoltà sta nel fatto che il medico non può parlare con sicurezza della natura benigna della cisti prima dell'intervento chirurgico. Il paziente è tenuto a rispettare rigorosamente le linee guida cliniche.

Segnali pericolosi

Vengono evidenziati gli indicatori selezionati, il cui rilevamento dovrebbe essere la ragione per un esame clinico immediato e un'attenzione particolare degli specialisti per l'inizio del trattamento urgente. Ciò determina la probabilità di un esito favorevole con cistoadenoma sulla prima o seconda ovaia.

  • Risultati dei test positivi per i marker tumorali. Quando superano 10-15 volte la norma, giudicano i processi infiammatori nel cistoma. Se l'importo viene superato centinaia di volte, si può assumere la natura maligna della formazione.
  • Dati ecografici sospetti. In caso di rilevamento di una struttura eterogenea (strato papillare grossolano con formazioni papillari), vale la pena prestare molta attenzione alla cisti.
  • Le condizioni del paziente. La debolezza osservata del corpo, il dolore costante nella regione ovarica, la letargia e la pesantezza ricordano l'avvelenamento degli organi.

Seguendo le regole che escludono le cause del cistoadenoma, avrai la possibilità di sbarazzarti del rischio di sviluppare un tumore. Evitando l'uso di farmaci ormonali e la vita sessuale promiscua, una donna può ridurre il rischio di cistoma. Ricorda, prevenire è molto più facile che curare.

Possibili complicanze del cistoadenoma ovarico e tipi di cisti

Cos'è il cistoadenoma, cosa lo rende diverso da altri tipi di cisti e come viene trattato? Il cistoadenoma ovarico o cistoma è una formazione patologica sull'ovaio, che è considerato in ginecologia come un tumore benigno che ha una struttura cistica - una capsula con una cavità interna piena di secrezione liquida.

Si differenzia da una cisti banale in quanto è più incline alla degenerazione cancerosa..

Può formarsi in pazienti fertili con un ciclo mensile regolare e in donne con funzionalità ovarica compromessa, inclusa la menopausa (prima e dopo).

Tipi e localizzazione

Esistono diversi tipi di cistoadenomi, in base alla natura della formazione, della struttura e dei contenuti interni:

  1. Il cistoadenoma sieroso semplice è una cisti rotonda, spesso a camera singola con una densa membrana di cellule epiteliali. Formazioni cistiche ovariche di questo tipo si verificano nel 65-71% dei casi e solo su un lato. Le dimensioni variano da 5 mm a 30 cm, il meno pericoloso in relazione alla trasformazione maligna delle cellule.
  2. Cistoma papillare, che è spesso considerato un sottotipo di cistoadenoma sieroso. Differisce nello sviluppo di escrescenze epiteliali sulle pareti - papille. La diagnosi è difficile perché i sintomi sono simili a quelli di un tumore canceroso. La probabilità di alterazioni maligne nei tessuti è alta.
  3. Il cistoadenoma mucinoso si distingue per la sua struttura multi-camera e la probabilità di crescita fino a 10-15 kg (40-50 cm). All'interno della cavità c'è uno spesso segreto viscoso: la mucina. Questo tumore è considerato borderline con la formazione mucinosa maligna, poiché le sue cellule sono spesso trasformate in cancerose.

Di solito il cistoma si verifica su un lato, più spesso si forma sull'ovaio destro, che è determinato dal suo afflusso di sangue più intenso. Se si sviluppa la formazione cistica dell'ovaio sinistro, tende a crescere più lentamente a causa della ridotta attività funzionale. Il cistoadenoma dell'ovaio sinistro viene trattato in modo simile alla struttura a destra.

Se il cistoadenoma ovarico si forma in due gonadi contemporaneamente, questo serve come motivo per sospetti sulla transizione del processo patologico in un cancro.

Motivi di sviluppo

Le ragioni per lo sviluppo dei cistomi non sono completamente comprese. Ma ci sono diversi stati provocatori:

  • disfunzione delle ovaie, infertilità;
  • fluttuazioni ormonali, compreso il periodo della menopausa e della postmenopausa;
  • disturbi endocrini, inclusa la patologia tiroidea;
  • malattie infiammatorie, processi infettivi negli organi pelvici;
  • lo sviluppo di altre strutture cistiche di vario tipo nella regione ovarica;
  • gravidanze indotte artificialmente e interrotte spontaneamente;
  • infiammazione dopo l'intervento chirurgico sugli organi pelvici, inclusi il parto e l'aborto;
  • tessuto adiposo in eccesso e disturbi del metabolismo dei carboidrati;
  • menarca precoce (primo periodo mestruale nell'adolescenza) e menopausa tardiva;
  • astinenza sessuale, frequenti cambi di partner intimi;
  • disturbi neurologici di natura acuta o prolungata;
  • attività fisica pesante;
  • esaurimento sullo sfondo di diete irrazionali;
  • eredità.

Sintomi di cistoma

Le manifestazioni che tutti i tipi di cistoadenoma possono dare praticamente non differiscono l'una dall'altra. Fino a un aumento significativo del tumore, la sua crescita per lungo tempo non causa ansia e sintomi spiacevoli.

La gravità dei segni è associata all'attività del processo patologico e alla dimensione del cistoma..

  1. Dolori doloranti dallo sviluppo del tumore. Le sensazioni dolorose spesso si diffondono (irradiano) oltre le gonadi colpite e si manifestano nella regione lombare, nel pube, nell'osso sacro e nell'inguine. In caso di danno ovarico bilaterale, l'intero addome inferiore è doloroso. Più grande diventa l'istruzione, più forte è la gravità del dolore.
  2. Sensazione di un corpo estraneo all'interno della cavità addominale, distensione, pesantezza.
  3. Un aumento della circonferenza addominale se il cistoma cresce fortemente. Inoltre, la sua asimmetria e il rigonfiamento del peritoneo dal lato dell'ovaio, dove si è formato il tumore, diventano evidenti.
  4. Maggiore voglia di svuotare la vescica a causa della pressione di una grande cisti di cistoadenoma.
  5. Disturbo del ciclo mestruale.
  6. Stitichezza con pressione della cisti sul retto.
  7. Sviluppo di ascite con crescita di cistoma papillare (accumulo di liquido nella cavità peritoneale).

Conseguenze e complicazioni

Le conseguenze della progressione del cistoma sull'ovaio:

  • disfunzione ovarica e incapacità di una donna di avere figli;
  • malignità del tumore (degenerazione cancerosa);
  • disfunzione degli organi vicini, inclusi utero, ovaio, appendici, intestino, vescica con probabilità di infiammazione;
  • bloccaggio del cistoadenoma troppo cresciuto di vasi importanti, che porta a vene varicose delle gambe e della cavità addominale, alla formazione di nodi e alla formazione di coaguli di sangue;
  • interruzione di una gravidanza esistente in caso di aumento significativo del tumore.

Le complicanze acute che richiedono la rimozione chirurgica urgente del cistoma includono:

  1. Rottura delle pareti del cistoadenoma e ingresso del suo contenuto nel peritoneo, che causa peritonite (infiammazione acuta).
  2. Torsione della gamba (il legamento che collega la cisti e l'ovaio), in cui i vasi sono compressi, l'afflusso di sangue al tessuto viene interrotto e la sua necrosi (necrosi).
  3. Infiammazione purulenta del cistoma.

Tutte e tre le condizioni sono considerate critiche e pericolose per la vita. Una squadra di ambulanze dovrebbe essere chiamata immediatamente quando compaiono i seguenti segnali:

  • dolore acuto e intenso su un lato o in tutto l'addome;
  • battito cardiaco alto, sudorazione o sudorazione profusa;
  • sovraeccitazione, paura, seguita da letargia;
  • Aumento della temperatura;
  • vomito, ritenzione di feci;
  • grave debolezza, tremore, calo significativo della pressione sanguigna;
  • oscuramento degli occhi, perdita di coscienza.

Diagnosi

Per confermare la diagnosi nello sviluppo del cistoadenoma, vengono utilizzate le seguenti procedure e metodi strumentali:

  1. Visita ginecologica, necessaria per la determinazione preliminare della dimensione, localizzazione, struttura della capsula cistica, della sua mobilità e della presenza di possibile infiammazione negli organi adiacenti.
  2. La diagnosi ecografica, consente di chiarire l'area di sviluppo del cistoma, le dimensioni, la densità e il grado di crescita dell'epitelio. La più informativa è considerata un'ecografia, eseguita 6-7 giorni dopo le mestruazioni..
  3. Tomografia computerizzata e risonanza magnetica, in cui la struttura del cistoadenoma può essere studiata in modo più approfondito e confermare il suo aspetto: semplice sieroso, mucinoso o papillare.
  4. Un esame del sangue di laboratorio per determinare il livello del marker tumorale CA-125, un aumento in cui spesso indica lo sviluppo di un processo purulento o canceroso. Ma va notato che questo indicatore è spesso aumentato in caso di tumori ovarici benigni..
  5. FGDS e FKS, come procedure aggiuntive prescritte per l'esame dell'intestino crasso e dello stomaco utilizzando un endoscopio.

Trattamento del cistoma ovarico

Il trattamento del cistoadenoma ovarico può essere eseguito solo chirurgicamente. Nessun farmaco e nessuna terapia domiciliare eliminerà il cistoma, ma solo la rimozione.

Il tipo e l'entità dell'operazione sono associati al tipo di formazione cistica, alle sue dimensioni, ai sintomi e al grado di probabilità di degenerazione cancerosa. Oggi le tecniche chirurgiche garantiscono la massima conservazione possibile delle funzioni riproduttive..

  1. Laparoscopia. Viene eseguito più spesso con lo sviluppo di un semplice tumore sieroso, con una piccola dimensione della cisti (fino a 40 mm), la sua buona qualità e principalmente nei pazienti che avranno figli. Questa operazione viene eseguita preservando l'ovaio. La procedura è anemica, poiché le incisioni sulla parete addominale non superano i 15 mm e tutti gli strumenti medici, compresa la microcamera sul laparoscopio, sono molto piccoli. Si consiglia di pianificare il concepimento dopo la laparoscopia dopo 3 - 4 mesi.
  2. Laparotomia. Si tratta di un intervento addominale per rimuovere una cisti ovarica, in cui viene praticata un'incisione piuttosto lunga nel peritoneo. Viene eseguito con grandi crescite, con probabilità di malignità, così come nei pazienti durante la menopausa. Più spesso la cisti stessa, l'ovaia (in tutto o in parte), le tube di Falloppio vengono asportate. Dovrebbe essere chiaro che anche con la rimozione della ghiandola sessuale, le giovani donne hanno tutte le possibilità di concepire e dare alla luce un bambino, poiché la seconda ovaia continua a funzionare.

Per le donne di età superiore ai 45-50 anni, insieme al tumore, si consiglia di rimuovere entrambe le ovaie per evitare il processo canceroso.

Cistoadenoma durante la gravidanza

Se il cistoma ovarico non supera i 30 mm, viene lasciato intatto, in attesa del parto normale. Nella maggior parte dei casi, la gravidanza va bene..

Con una rapida progressione o rilevamento di un tumore di grandi dimensioni, l'operazione viene eseguita immediatamente, poiché lo sviluppo della patologia porta allo spostamento dell'utero, un'alta probabilità di rottura della parete della cisti e torsione della gamba.

La rimozione chirurgica del tumore ovarico durante la gestazione viene eseguita per via laparoscopica dopo 14 settimane di gestazione, quando la placenta è completamente formata. In casi così gravi, con una corretta gestione dell'operazione, c'è un'alta probabilità di mantenere una gravidanza normalmente in via di sviluppo..

Fino a 14 settimane, l'intervento chirurgico è indicato solo in caso di rottura, torsione, suppurazione, cioè prima di tutto per salvare la vita della madre.

Cos'è il cistoadenoma ovarico e quanto è pericoloso

Cos'è il cistoadenoma ovarico? Perché nasce? Quanto è pericoloso? È correlato al cancro? Con una diagnosi del genere, una donna ha dozzine di domande e pensieri ancora più inquietanti. Nell'articolo, dissiperemo tutti i miti su questa educazione e ne parleremo con parole semplici..

Il cistoadenoma ovarico si presenta come una capsula ispessita e chiaramente definita. A differenza di una cisti standard, un tumore benigno può trasformarsi in uno maligno. A questo proposito, vengono alla ribalta la tempestività della diagnosi e la nomina del trattamento corretto..

  1. Sulla malattia
  2. Classificazione
  3. Cause e sintomi del cistoma
  4. Diagnostica e trattamento
  5. Durante la gravidanza
  6. Complicazioni e conseguenze
  7. Conclusione

Sulla malattia

Inizialmente, il cistoadenoma ovarico è una neoplasia benigna del tessuto epiteliale. È anche chiamato cistoma.

La cisti ovarica e il cistoadenoma non sono concetti identici, poiché il primo è provocato da altri processi patologici.

A causa delle peculiarità del funzionamento delle cellule epiteliali della ghiandola accoppiata, il fluido si accumula spesso in una neoplasia cistica. A questo proposito, il tumore nella pratica ginecologica viene talvolta chiamato "idropisia".

Le statistiche mostrano che la malattia può essere diagnosticata a qualsiasi età. Fondamentalmente, il sigillo viene notato da un diagnostico su un'ecografia. È impossibile determinare la natura del tumore su questo dispositivo con piena garanzia, quindi, prima della diagnosi finale, il medico invia il paziente per un esame esteso.

Classificazione

I medici attribuiscono il cistoadenoma al gruppo dei tumori di tipo epiteliale. La formazione di "idropisia" si verifica dalla scarica tegumentaria. I tumori sono classificati come segue:

  • sieroso;
  • mucinoso.

A loro volta, si distinguono forme papillari e cistomi a parete liscia..

La più semplice è considerata una cisti sierosa o una cisti dell'ovaio destro o sinistro e le strutture più complesse sono chiamate formazioni mucinose. Le neoplasie che crescono sulle pareti interne sono considerate pericolose..

I ginecologi distinguono anche il concetto di "tumori borderline". Questi includono escrescenze con una bassa diffusione delle metastasi. In misura maggiore, questo termine dovrebbe essere attribuito al cistoadenoma papillare.

Nelle donne sopra i 40 anni, nella maggior parte dei casi, vengono diagnosticate formazioni di tipo epiteliale. Nei pazienti giovani, i tumori sono per lo più benigni..

Il cistoadenoma sieroso a parete liscia è caratterizzato da una lesione unilaterale. Ha le seguenti proprietà:

  • c'è una gamba;
  • la posizione è fissata sopra l'utero;
  • c'è un leggero spostamento alla palpazione;
  • capsula densa con uno spessore da 1 a 4 mm;
  • c'è una camera, meno spesso il loro numero raggiunge tre;
  • superfici esterne ed interne senza rugosità;
  • sugli ultrasuoni i contenuti sono trasparenti e leggeri;
  • rischio minimo di malignità;
  • pericolo principale: spremere organi e tessuti vicini.

Spesso, l'idropisia sierosa che colpisce l'ovaio sinistro porta alla stitichezza perché il colon sigmoideo è compresso. La localizzazione sul lato destro colpisce l'uretere.

Il cistoadenoma papillare sieroso è caratterizzato dalla presenza di escrescenze papillari sulla superficie esterna o interna della formazione. Il quadro clinico è il seguente:

  • si formano aderenze nella cavità addominale;
  • sconfitta bilaterale;
  • la posizione è fissata nello spessore dei legamenti;
  • presenza di una gamba.

Spesso da un tumore benigno, questo tipo si sviluppa in uno maligno. A questo proposito, il problema verrà risolto con un intervento chirurgico precoce..

Il cistoma mucinoso è caratterizzato da diversa ecogenicità sugli ultrasuoni e dalla superficie irregolare multicamera. Il contenuto stesso è piuttosto torbido e ha un colore marrone, verde o giallo..

Cause e sintomi del cistoma

Precisamente, i medici non hanno stabilito la causa del cistoma, tuttavia ci sono alcune teorie associate alla comparsa di una neoplasia.

È consuetudine fare riferimento a loro:

  • squilibrio ormonale. Poiché la proliferazione ovulatoria si verifica ogni mese, l'iperplasia si sviluppa nel tempo. Cucinare e gravidanze frequenti riducono la probabilità di crescita del tumore;
  • fattori ereditari. Questo parametro è considerato fondamentale, poiché si verificano mutazioni nei geni BRCA1 e BRCA2;
  • malattia ovarica. Stiamo parlando di cisti del corpo luteo e PCOS;
  • menopausa. Durante questo periodo si verificano cambiamenti ormonali, durante i quali funge da provocatore del cistoadenoma.

Per quanto riguarda i sintomi generali, di regola, non compaiono se la dimensione del cistoma è inferiore a 3 cm In questo caso, la paziente è sotto osservazione, viene dimessa OK. Se l'idropisia non diminuisce, viene prescritto un trattamento più serio.

I reclami compaiono se la dimensione del cistoadenoma è di 5-7 cm.

Il quadro clinico è il seguente:

  • stipsi;
  • dolore localizzato nell'addome inferiore e nella parte bassa della schiena;
  • difficoltà a urinare;
  • gonfiore;
  • quando la neoplasia è attorcigliata, il dolore acuto è possibile fino allo svenimento.

Il cistoma sieroso nell'ovaio destro comprime i reni, con conseguente riduzione del flusso di urina. Il cistoma ovarico sinistro preme sull'intestino.

Diagnostica e trattamento

La diagnosi della malattia è simile alla definizione di altre malattie ginecologiche.

Gli studi principali includono quanto segue:

  • esame su una sedia ginecologica. Il medico valuta la dimensione del cistoma, il grado di mobilità, stabilisce se esiste una connessione con un numero di organi vicini;
  • Ultrasuoni. Il passaggio dell'esame permette la localizzazione dell '"idropisia" e la sua dimensione. Inoltre, il diagnostico stabilisce il grado di proliferazione del tessuto epiteliale. Si consiglia di eseguire lo studio una settimana dopo le mestruazioni;
  • La risonanza magnetica e la TC consentono di studiare in dettaglio la struttura del cistoadenoma;
  • consegna di un esame del sangue. Un possibile marker tumorale CA-125 è rivelato qui;
  • FCC e FGDS: metodi aggiuntivi per aiutare ad analizzare l'area dello stomaco e del colon.

I cistomi vengono trattati esclusivamente chirurgicamente. Il trattamento senza intervento chirurgico non viene effettuato, sia in caso di formazione sierosa che mucinosa. Pertanto, la necessità di un intervento chirurgico non viene nemmeno discussa, sia che si tratti di un cistoma grande o piccolo..

Il trattamento del cistoma, che significa intervento chirurgico, viene eseguito allo stesso modo sulle ovaie destra e sinistra.

Quando la paziente è giovane e sta ancora pianificando una gravidanza, i chirurghi cercano di ripristinare l'ovaio, poiché è lì che i follicoli maturano e da essi vengono rilasciati ovuli vitali..

Il tipo più comune di intervento chirurgico è la laparoscopia. Il chirurgo peritoneale esegue piccole punture con strumenti speciali. Questa tecnica è molto popolare perché ha il minimo effetto traumatico su tessuti e organi. Benefici della laparoscopia:

  • conseguenze minime;
  • breve periodo di riabilitazione;
  • basso rischio di cicatrici e aderenze.

Prima di iniziare l'operazione, è importante determinare la posizione del tumore. Per rimuovere le escrescenze, la capsula viene perforata e da essa, a sua volta, tutto il contenuto viene aspirato. Inoltre, il guscio è separato dai tessuti molli.

Le fasi principali dell'operazione:

  1. Coagulazione.
  2. Connessione dei tessuti molli.
  3. Il biomateriale estratto viene inviato per l'istologia.

La durata dell'operazione è solitamente di 40-50 minuti.

Il medico, oltre allo scopo principale dell'operazione, può verificare la pervietà dei tubi, separare le aderenze, rimuovere i fibromi. Il periodo di recupero dura circa un mese.

Quando il tumore è già riuscito a trasformarsi in uno maligno, è imperativo eseguire l'estirpazione del corpo uterino. La manipolazione è l'amputazione del grande omento e la rimozione delle appendici.

Non è necessario fare affidamento sui rimedi popolari nel caso del trattamento delle cisti mucinose e sierose. Questo può solo aggravare le condizioni del paziente..

Durante la gravidanza

Se la dimensione del cistoma non supera i 3 centimetri, durante la gravidanza i medici preferiscono osservarlo e non toccarlo.

Tutti e tre i trimestri, secondo le statistiche, procedono normalmente..

Quando c'è un rapido progresso del tumore in dinamica, non è necessario posticipare l'operazione, poiché esiste il rischio di spostamento dell'utero, rottura di una delle sue pareti e torsione della gamba.

Durante la gravidanza, l'intervento chirurgico è consentito dopo 14 settimane di gestazione, quando la placenta è completamente funzionante. Se tutte le manipolazioni vengono eseguite correttamente, la gravidanza andrà bene e il feto si svilupperà completamente..

Nel primo trimestre, l'intervento chirurgico viene eseguito solo se esiste una minaccia per la vita del paziente.

Complicazioni e conseguenze

Qualsiasi operazione comporta determinate conseguenze e complicazioni. Molte donne in età riproduttiva sono preoccupate per la possibilità di diventare madri in futuro. Tuttavia, se la diagnosi minaccia la vita del paziente, non ha scelta.

La possibilità di rimanere incinta scompare se l'utero e le appendici vengono rimossi. Se rimane almeno una parte dell'ovaia, la donna ha ancora la possibilità di concepire un bambino. È consentito iniziare una vita sessuale attiva ai fini della gravidanza due mesi dopo l'intervento..

È necessario trattare la patologia in tempo. Se non viene intrapresa alcuna azione, le conseguenze possono essere le seguenti:

  • un aumento delle dimensioni del cistoadenoma;
  • trasformazione di un tumore in uno maligno;
  • rottura dell'istruzione, a seguito della quale tutti i suoi contenuti entrano nel peritoneo;
  • diffusione di metastasi ad altri organi;
  • danno al tessuto ovarico.

Non appena una ragazza nota i primi sintomi, dovrebbe visitare l'ufficio del ginecologo per prevenire possibili complicazioni..

Video utile sull'argomento:

Conclusione

Il cistoadenoma ovarico è un tumore benigno ad alto rischio di trasformazione in uno maligno. È principalmente osservato, ma se la dimensione supera i 30 mm, è indicato un intervento chirurgico. Uno schema operativo speciale è prescritto per le donne incinte e le donne in età fertile. Il tipo di intervento chirurgico più sicuro è la laparoscopia..

Come si forma il cistoadenoma ovarico e metodi di terapia

Tenendo conto del lavoro educativo attivo nel campo dell'assistenza sanitaria, le visite programmate delle donne dal ginecologo hanno contribuito alla diagnosi precoce di molte malattie di diversa natura. Ciò è particolarmente importante in relazione ai processi tumorali, sia benigni che maligni. Ecco perché il termine cistoma viene utilizzato sempre più spesso, perché ciò che un medico può sospettare solo sulla base di dati clinici si inserisce bene in questa parola.

Cos'è il cistoadenoma e il cistoma ovarico?

Un cistoadenoma è un tumore benigno che cresce sotto forma di una cisti, una cavità contenente liquido. Questo fluido è prodotto dalle cellule epiteliali ghiandolari, che si trovano all'interno della parete della cisti, il cosiddetto rivestimento della cisti.

Un cistoadenoma è un tumore benigno che cresce sotto forma di una cisti, una cavità contenente liquido.

A seconda del rivestimento, ci sono:

Va inoltre ricordato che i termini descrittivi possono comparire anche nelle cartelle cliniche. Se sieroso e mucinoso indicavano una proprietà e chiariva la nosologia stessa, il termine cistoadenoma papillare è puramente descrittivo: significa che al microscopio le cellule neoplastiche formano escrescenze sotto forma di papille. Gli epiteti papillare e sieroso sono caratteristiche diverse della neoplasia, pertanto la dicitura cistoadenoma sieroso papillare è abbastanza appropriata.

Il cistoadenoma non deve essere confuso con il cistoadenocarcinoma, poiché quest'ultimo tumore è maligno e ha una prognosi meno favorevole.

Il cistoma è un termine puramente clinico. Descrivono un tumore benigno che sembra una cisti e cresce allo stesso tempo. Alcuni ginecologi si riferiscono anche al cistoma ovarico come a un tumore multicamerale con potenziale maligno indeterminato. Per evitare incomprensioni terminologiche e chiarimenti non necessari di seguito utilizzeremo il termine cistoma.

Ragioni per l'educazione

L'eziologia del cistoadenoma sieroso non è ben compresa. La maggior parte degli scienziati concorda con l'idea che si verificano quando si verificano squilibri ormonali. Esiste una teoria secondo la quale il cistoadenoma ovarico sieroso è formato da cisti ovariche funzionali. Le cisti funzionali di solito si risolvono da sole entro pochi mesi dall'esordio..

La cisti alla fine perde la sua capacità di riassorbimento spontaneo, quindi appare il cistoadenoma sieroso. È interessante notare che nel 15% dei casi il cistoadenoma si sviluppa su entrambi i lati e non separatamente dall'ovaio sinistro o destro.

La maggior parte degli scienziati concorda con l'idea che i cistomi si verificano quando si verificano squilibri ormonali..

Il cistoma pseudomucinoso, che è anche chiamato cistoadenoma mucinoso, si verifica spontaneamente, quindi anche la sua causa specifica è sconosciuta. Tuttavia, la ricerca mostra che alcune caratteristiche genetiche possono svolgere un ruolo nello sviluppo di questa neoplasia..

Il cistoma pseudomucinoso può verificarsi in qualsiasi donna di età compresa tra 20 e 75 anni, ma è più comune nelle donne di mezza età e si verifica raramente nelle donne in postmenopausa. Allo stesso tempo, si trova spesso il cistoadenoma ovarico in menopausa. Sebbene non ci siano fattori di rischio specifici, alcune ricerche suggeriscono che le donne sottoposte a terapia ormonale sostitutiva o che sono obese sono a maggior rischio di sviluppare un tumore come il cistoma pseudomucinoso.

Perché l'istruzione è pericolosa?

Gli esiti più pericolosi dei cistomi ovarici includono:

  • rottura del cistoma;
  • torsione della cisti;
  • malignità.

La rottura di un cistoma può essere osservata in caso di danno meccanico (ad esempio, durante un intervento chirurgico, trauma) o con crescita intensiva del tumore. Nella seconda variante, le cellule che formano il rivestimento del cistoma ovarico continuano a produrre un certo segreto (sieroso, mucinoso), mentre l'elasticità della parete è insufficiente per tale allungamento. Questa complicanza ha una clinica di sindrome addominale acuta e richiede il ricovero immediato in un ospedale chirurgico per la pronta rimozione del cistoma.

La rottura di un cistoma può essere osservata in caso di danno meccanico (ad esempio, durante un intervento chirurgico, trauma) o con crescita intensiva del tumore.

Se un cistoma rotto è stato coperto con cellule mucinose dall'interno, cioè quelle che possono produrre muco (cistoma pseudomucinoso), può verificarsi una condizione nota come pseudomixoma peritoneale. Alcune delle cellule mucinose entrano nel peritoneo, dove non muoiono, ma vengono impiantate e continuano a produrre muco. Date le loro piccole dimensioni, è impossibile determinarle visivamente, pertanto, tali pazienti sono condannati al drenaggio periodico del fluido dalla cavità addominale.

La torsione del cistoma ovarico si verifica se il tumore è abbastanza grande e si trova sulla superficie dell'ovaio, mentre la parte attaccata è solitamente assottigliata. Questa condizione è anche caratterizzata da un quadro clinico di un addome acuto e viene trattata solo chirurgicamente. Altrimenti, si sviluppa la peritonite - infiammazione del peritoneo, che spesso ha un carattere diffuso e può essere fatale.

La torsione del cistoadenoma è caratterizzata dal quadro clinico di un addome acuto e viene trattata solo chirurgicamente.

La malignità si riferisce alla degenerazione di un tumore benigno in uno maligno. È un processo lento e insidioso e potrebbe non produrre alcun sintomo per molto tempo..

Quando si trasforma in cancro?

La trasformazione in cancro può essere discussa quando le cellule che rivestono la parete della cisti cambiano le loro proprietà. Diventano più grandi, iniziano a dividersi frequentemente - si verifica la degenerazione del tumore. È pertinente parlare di questo processo solo se il tessuto tumorale viene visualizzato al microscopio e vengono visualizzati i processi descritti - questo viene fatto dal patologo. Molto spesso, il materiale cistico ottenuto dopo l'intervento chirurgico viene utilizzato per questi scopi..

Va anche ricordato che esiste un gruppo separato di tumori ovarici chiamati tumori borderline. Il rivestimento di questi tumori è costituito da cellule con un potenziale maligno inspiegabile. Tali tumori possono comportarsi in modo aggressivo nei confronti del macroorganismo..

Diagnostica

Quando si effettua una diagnosi di cistoma ovarico, il medico si concentra sulla storia della malattia, sui sintomi esistenti, nonché sui dati dei metodi di esame strumentali e di laboratorio.

Tra i reclami, si presta attenzione ai dolori di trazione nell'addome molto inferiore, più vicino ai lati. A volte dall'anamnesi puoi conoscere la violazione del ciclo ovarico-mestruale, nonché i problemi che possono essere causati dalla crescita di un tumore: violazione della minzione, movimenti intestinali, sindrome della vena cava inferiore, ecc..

All'esame obiettivo, i ginecologi trovano spesso una moderata tenerezza alla palpazione nell'addome inferiore. Se il tumore ovarico ha raggiunto una dimensione sufficiente, il medico può anche palpare un aumento delle dimensioni delle ovaie, o almeno chiarire se la paziente ha un cistoma dell'ovaio destro o sinistro.

All'esame obiettivo, i ginecologi trovano spesso una moderata tenerezza alla palpazione nell'addome inferiore.

Tra i metodi strumentali, l'ecografia è considerata la più frequente e appropriata, poiché visualizza perfettamente la cisti ovarica, consente di determinarne le dimensioni, il rapporto con i tessuti vicini, la presenza di camere, fluido, ecc. Sfortunatamente, l'ecografia non consente di determinare la struttura stessa del tumore, poiché non visualizza le cellule con un ingrandimento sufficiente.

Se sono necessari dati più chiari, viene utilizzata la TC o la RM. Con l'aiuto di tali metodi, puoi vedere abbastanza accuratamente, ad esempio, la struttura della parete interna della cisti e scoprire escrescenze che assomigliano alle papille in essa - quindi nella conclusione sarà indicato che il paziente ha un cistoma papillare.

Tra i metodi strumentali, l'ecografia è considerata la più frequente e appropriata..

Il metodo principale con cui viene effettuata la diagnosi di cistoadenoma è l'esame patologico del tessuto tumorale. Dopo l'operazione, il patologo ritaglia un frammento del tumore, lo elabora e guarda attraverso il microscopio. Questo è l'unico metodo diagnostico che consente di verificare la diagnosi di cistoadenoma, nonché di chiarirne la struttura.

Il cistoadenoma papillare è caratterizzato da escrescenze papillari nel tumore.

Procedendo da questo, non un presunto cistoma clinico pseudomucinoso, ma un cistoadenoma mucinoso, viene inserito nella colonna di diagnosi. Oppure, ad esempio, se il paziente è stato visualizzato mediante escrescenze papillari ecografiche nel tumore e gli è stato diagnosticato un cistoma papillare, dopo l'analisi patologica del tumore, è possibile accertare i cambiamenti, secondo i quali la diagnosi sarà il cistoadenoma papillare. Questa sfumatura è estremamente importante, poiché ogni sottovariante del cistoadenoma ha il proprio codice, che viene utilizzato in tutti i paesi..

Altri metodi di laboratorio necessari nella gestione di un paziente con cisti ovarica includono quanto segue:

  • analisi del sangue generale;
  • analisi generale delle urine;
  • determinazione del gruppo sanguigno;
  • determinazione del livello degli ormoni sessuali nel sangue;
  • determinazione del livello dei marker tumorali.
Sono necessari test per determinare la prognosi dei pazienti.

Va ricordato che è impossibile diagnosticare un tumore maligno in base alla presenza di determinati marker tumorali nel sangue. Il loro livello è determinato anche prima che la diagnosi sia verificata e prima dell'operazione - per giocare sul sicuro. Dopotutto, se, dopo aver rimosso il cistoma ovarico, il patologo scrive nella conclusione che ha ancora visto un processo maligno, i medici avranno già i dati iniziali sui marcatori tumorali, quindi saranno studiati in dinamica. Ciò è necessario per analizzare la qualità dell'operazione e determinare la prognosi dei pazienti..

Trattamento

Se in questo caso le tattiche di osservazione non sono appropriate, si consiglia di utilizzare la rimozione chirurgica del cistoma. Soprattutto se viene riscontrato un cistoma ovarico grande o addirittura gigante - la necessità di un intervento chirurgico non viene nemmeno discussa a causa del rischio di potenziali complicanze.

Il volume dell'operazione viene calcolato individualmente e dipende dalla posizione del cistoma rispetto all'intera ovaia, e non in relazione al fatto che il cistoma sia dell'ovaio destro o sinistro. Sono disponibili due opzioni di accesso: laparotomia (attraverso un'incisione nell'addome) e laparoscopica (quando si utilizza il trattamento endoscopico).

Sono disponibili due opzioni di accesso: laparotomia (attraverso un'incisione nell'addome) e laparoscopica (quando si utilizza il trattamento endoscopico).

Ci sono casi in cui viene rimossa solo la cisti ovarica: viene eseguita una cistectomia, ma a volte l'intera ovaia deve essere asportata. Quindi sono spesso guidati dall'età del paziente. L'estirpazione dell'utero con appendici con cistomi è indicata solo per le donne in menopausa.

Durante l'operazione viene utilizzato un metodo di citobiopsia, con il quale è possibile scoprire molto rapidamente esattamente qual è la natura del cistoma.

Dovresti prestare particolare attenzione alle cisti trovate durante la gravidanza. Se è possibile non effettuare il trattamento chirurgico, è meglio evitarlo per ridurre il rischio di infezione del feto e della madre. Se il tumore cresce e comprime gli organi, prevenendo lo sviluppo del feto, si consiglia l'asportazione del tumore. Quando si tratta il cistoma ovarico in una donna incinta, è consigliabile tenere conto dell'effetto sul feto delle sostanze utilizzate per l'anestesia.

Previsione e prevenzione

In generale, la prognosi per il cistoma ovarico è favorevole per il lavoro, la salute e la vita..

Se si aderisce al regime corretto nel periodo postoperatorio, i pazienti sperimenteranno un rapido recupero e torneranno alla loro vita normale..

La malignità del processo è estremamente rara, tuttavia è necessario visitare periodicamente un ginecologo per prevenire la comparsa di altre malattie dell'apparato riproduttivo o la recidiva del tumore.

Le irregolarità mestruali (MMC) non sono una patologia, ma solo un sintomo di malfunzionamenti nel corpo femminile. La causa di un fallimento può essere non solo malattie, ma, in ogni caso, indica la presenza di un problema che deve essere risolto.