Quando è meglio fare una colposcopia

L'esame colposcopico è considerato uno dei metodi più comuni per diagnosticare le malattie del sistema riproduttivo femminile. Le indicazioni per la sua attuazione sono il sospetto di deviazioni dalla norma. Questa procedura è completamente indolore e sicura. Il nostro articolo ti dirà quando è meglio fare una colposcopia, poiché solo un esame condotto correttamente aiuterà a diagnosticare molte malattie.

Cos'è la colposcopia

La colposcopia viene eseguita utilizzando un dispositivo speciale, che nella sua essenza assomiglia a un microscopio, dotato di illuminazione e ottica che forniscono un aumento dell'area di interesse di quasi la metà. Contribuendo così all'identificazione di patologie minori non visibili ad occhio nudo. Inoltre, oggi esiste un apparato più avanzato: un video colposcopio con una fotocamera digitale.

Con questo dispositivo, tutte le immagini vengono visualizzate sul monitor. I risultati possono essere salvati e successivamente confrontati tra loro. La colposcopia ha una vasta gamma di indicazioni per la ricerca. Prima di tutto, la diagnostica viene prescritta quando il medico è insoddisfatto dei risultati della citologia o quando vengono diagnosticate le verruche genitali.

Inoltre, questo sondaggio è assegnato:

  • in presenza di disagio prolungato nell'addome inferiore;
  • sanguinamento intermestruale;
  • con dolore, secrezione sanguinolenta durante il sesso.

Caratteristiche della colposcopia

Durante lo studio, la donna dovrebbe sedersi più comodamente sulla sedia ginecologica. Quindi il medico, dopo aver espanso la vagina, accende il colposcopio e conduce un esame visivo. Per ottenere un'immagine migliore, il ginecologo cambia gli oculari, migliorando così la qualità dell'immagine.

Importante! Se una donna ha irregolarità mestruali, il medico dovrebbe essere avvertito di questo, solo lui sarà in grado di valutare davvero le condizioni della mucosa e scegliere un giorno per la diagnostica. Quando, durante la colposcopia, vengono rilevati cambiamenti nell'epitelio, viene eseguito uno studio aggiuntivo utilizzando una soluzione di iodio. Il dottore spalma iodio su quelle zone che hanno destato sospetti. Se i tessuti cambiano colore, allora questa è considerata l'assenza di patologie. Quando l'area ispezionata diventa bianca, ciò indica la presenza di formazioni oncologiche.

Quando diagnosticare

La diagnosi colposcopica è prescritta sia in presenza di eventuali indicazioni, sia come metodo preventivo, che consente di assicurarsi che non vi siano processi patologici. Per ottenere i risultati più accurati, il periodo di indagine consigliato è importante. Poiché la massima efficienza può essere ottenuta solo in un certo periodo del ciclo mestruale.

La diagnosi della cervice viene eseguita meglio esclusivamente nella prima fase del ciclo femminile. Il momento più ottimale per la colposcopia è il periodo da 3 a 7 giorni dopo la fine del flusso mestruale. Poiché solo in questo momento è possibile eseguire l'esame più accurato, per ottenere i risultati più accurati. Durante la menopausa, la colposcopia è consentita in qualsiasi momento.

Naturalmente, non tutti riescono a completare lo studio nel giorno più di riferimento. Se non è stato possibile sottoporsi a colposcopia il terzo giorno, può essere eseguita dopo l'ovulazione. Poiché durante l'ovulazione, la cervice è piena di una grande quantità di muco, che interferisce con il passaggio di uno studio qualitativo.

La diagnostica durante il secondo periodo del ciclo non è consigliata. Poiché sarà impossibile ottenere risultati accurati. Inoltre, la ricerca in questo momento può causare lo sviluppo di alcune complicazioni. Questa diagnosi spesso causa dolore e sanguinamento. L'esame nella seconda fase del ciclo mestruale porta alla guarigione a lungo termine di lesioni minori.

È possibile condurre uno studio durante le mestruazioni?

Durante il flusso mestruale, la colposcopia non può essere eseguita, poiché è piuttosto difficile visualizzare la patologia durante questo periodo e, inoltre, aumenta il rischio di infezione nel corpo femminile.

Naturalmente, se questa è un'emergenza e deve essere effettuato un esame urgente, non funzionerà per aspettare il periodo più conveniente. Devo eseguire la colposcopia in qualsiasi momento.

Se si prevede di eseguire uno studio pianificato, il medico scopre la data dell'ultima mestruazione e nomina il giorno dello studio. È impossibile eseguire un esame durante le mestruazioni, poiché durante questo periodo si verificano forti emorragie e il muco rifiutato viene rilasciato.

Di solito, i ginecologi sconsigliano la diagnosi durante le mestruazioni. Poiché, se non ci sono condizioni critiche, si consiglia di pianificare lo studio in modo tale che la sua data sia compresa tra 3-7 giorni dopo la fine delle mestruazioni.

Se c'è un bisogno urgente, è possibile fare un esame colposcopico 2-3 giorni prima dell'inizio delle mestruazioni. Ciò è particolarmente vero per la diagnostica eseguita con misure terapeutiche come la coagulazione laser. La terapia eseguita può provocare l'inizio delle mestruazioni. Inoltre, le mestruazioni dopo la colposcopia portano a un processo naturale di rigetto della crosta post-manipolazione e accelerano la guarigione dei tessuti..

Formazione

Per ottenere i risultati più accurati, è importante non solo l'esperienza del medico, ma anche la corretta preparazione per lo studio. Per ottenere la diagnosi più informativa, dovresti visitare un medico alcuni giorni prima della sua esecuzione e trovare consigli sulla preparazione per la colposcopia.

Quando a una donna viene assegnato questo esame, allora ha bisogno di:

  • 2-3 giorni prima dello studio proposto, astenersi completamente dal sesso;
  • per una settimana prima della colposcopia, non effettuare alcuna pulizia;
  • non utilizzare contraccettivi locali;
  • tutte le misure igieniche devono essere eseguite solo con acqua, esclusi eventuali detergenti.

Conseguenze della procedura

Dopo un esame colposcopico per un po 'di tempo, una donna può essere disturbata da lievi dolori tiranti e lieve sanguinamento. Ciò è particolarmente vero per la colposcopia estesa. Al fine di prevenire lo sviluppo di complicanze, le seguenti raccomandazioni devono essere rispettate entro 10 giorni:

  • non andare in sauna e nello stabilimento balneare, non lavarti in bagno, puoi solo fare la doccia;
  • non usare tamponi, è consentito solo l'uso di assorbenti;
  • evitando qualsiasi farmaco che può causare sanguinamento.

Il momento in cui eseguire un esame colposcopico dipende da ogni caso specifico, poiché si tratta di un caso individuale con uno scopo diagnostico specifico..

Colposcopia della cervice: come viene eseguita, quali sono le regole per la preparazione, come vengono decifrati i risultati

La colposcopia della cervice consente di studiare il più possibile le violazioni e fare la diagnosi corretta

L'essenza della colposcopia della cervice

Il colposcopio è un microscopio binoculare dotato di lente e sistema di illuminazione. Ti consente di condurre uno studio dettagliato dei tessuti della vagina, della vulva e della cervice sotto ingrandimento multiplo - 8-40 volte.

A causa della possibilità di ottenere immagini così dettagliate, il medico può, durante la colposcopia, rilevare focolai di patologie, analizzarne i contorni, le dimensioni, la natura della superficie, la posizione, il colore e la forma. Per una diagnosi dettagliata del microvascolare, è possibile utilizzare uno speciale filtro verde per diagnosticare forme invasive di cancro cervicale.

La colposcopia fa male? Di solito no, un lieve dolore e un po 'di disagio si verificano solo con la biopsia

La stessa procedura di esame di un paziente con un colposcopio viene eseguita senza contatto: il dispositivo situato su un treppiede è diretto attraverso gli specchi dalla sua testa ottica con un binocolo prismatico sul tessuto. E il sistema di illuminazione illumina l'area dell'esame per il comodo lavoro del medico. Se necessario, il processo di ricerca viene integrato dal prelievo di campioni bioptici da aree sospette, che vengono successivamente inviati per l'analisi citologica..

Tipi di colposcopia

L'esame colposcopico può essere eseguito utilizzando due metodi:

  1. Colposcopia semplice: il medico esamina solo (senza l'uso di soluzioni reagenti aggiuntive) i tessuti della cervice.
  2. Colposcopia estesa: durante l'esame, la cervice viene trattata con alcuni farmaci, che forniscono vari test tissutali e vascolari. Se trattato con una soluzione al 3% di acido acetico, che consente di distinguere più chiaramente focolai patologici, si verifica un edema a breve termine della mucosa a causa della vasocostrizione. In alcuni casi, viene utilizzato il test di Schiller: la soluzione di Lugol viene utilizzata per trattare la cervice, che aiuta a rilevare il glicogeno nelle cellule della mucosa. Dopo la colorazione, i tessuti che sono soggetti a cambiamenti precancerosi e contengono una piccola quantità di glicogeno non si macchiano e sembrano macchie biancastre sullo sfondo di un collo marrone. Questi test antidroga consentono di selezionare facilmente l'area per il campionamento bioptico per l'analisi.

Quando si indirizza un paziente a una colposcopia della cervice, il medico curante indica inizialmente il tipo di procedura e la diagnosi presuntiva del paziente.

Indicazioni per la nomina di colposcopia

La colposcopia della cervice è raccomandata nei seguenti casi clinici:

  • la presenza di cellule patologiche in uno striscio dal canale cervicale;
  • sospetto dello sviluppo di verruche genitali o processi oncologici;
  • sanguinamento non durante le mestruazioni;
  • scarico di natura patologica dal tratto genitale;
  • test positivo per papillomavirus umano;
  • sensazioni di disagio e prurito;
  • sensazioni dolorose prolungate nell'addome inferiore;
  • infiammazione cronica del canale cervicale.

Lo scopo principale dell'appuntamento colposcopia è condurre un esame dettagliato e / o eseguire una biopsia mirata da una lesione sospetta. Se necessario, viene assegnato uno studio per monitorare l'efficacia del trattamento.

L'erosione è una delle indicazioni più comuni per la colposcopia della cervice.

La colposcopia fornisce molti segni diagnostici, in base ai quali il medico può fare una diagnosi finale e prescrivere un trattamento efficace per la patologia identificata. Non dovresti trascurare la possibilità di questa procedura..

La colposcopia è una delle poche procedure per cui non ci sono controindicazioni. L'unico limite alla sua nomina potrebbe essere la verginità. Questa manipolazione diagnostica per le ragazze viene eseguita solo se vi è il sospetto di neoplasie maligne della cervice o della vagina, quando si tratta di salvare la vita.

Regole di preparazione

Quando si prescrive una colposcopia della cervice, il medico deve spiegare al paziente lo scopo di eseguire la manipolazione e fornire raccomandazioni sulla corretta preparazione per la procedura per la sua massima affidabilità.

La preparazione è la seguente:

  • Alcuni giorni prima della procedura, è necessario interrompere l'uso di supposte, compresse, creme e altri preparati vaginali.
  • Eseguire un test per identificare una reazione allergica ai prodotti contenenti iodio.
  • Smetti di lavarti tra due giorni.
  • Per due giorni smetti di usare prodotti per l'igiene intima. Usa un preservativo durante il rapporto.
  • Smetti di fare sesso in un giorno.

L'attuazione di queste raccomandazioni è obbligatoria. Se le regole non vengono seguite, i risultati della colposcopia potrebbero essere distorti.

Se durante lo studio è prevista una biopsia, il medico deve avvertire il paziente di questo. Molte donne sono preoccupate per il dolore durante una biopsia. Di solito, questa manipolazione con il dolore non è accompagnata, ma in alcune patologie è ancora possibile la comparsa di sensazioni dolorose. Più spesso, quando si prende il materiale, si avverte un leggero fastidio, che può essere avvertito anche per qualche tempo dopo la procedura. Tuttavia, passa rapidamente e non causa disagi significativi..

In quale giorno del ciclo è meglio programmare la procedura??

La data della colposcopia deve essere selezionata tenendo conto del ciclo mensile, poiché è preferibile non eseguirla durante il sanguinamento. In ogni caso, in quale giorno del ciclo verrà eseguita la procedura, dirà il medico. Molto spesso, l'esame viene eseguito il 7-10 ° giorno, poiché è durante questo periodo che il muco nel canale cervicale è trasparente e non interferisce con l'esame. In casi di emergenza, la colposcopia può essere eseguita in qualsiasi giorno del ciclo.

La colposcopia è prescritta durante la gravidanza?

In alcuni casi clinici, la colposcopia può essere prescritta durante la gravidanza. L'indicazione principale per questo studio è il sospetto di oncopatologia, che sorge sulla base dei risultati di uno striscio citologico. Di solito, viene eseguita una colposcopia semplice piuttosto che estesa per chiarire la diagnosi. Più spesso viene eseguito solo nelle prime fasi e nelle fasi successive viene prescritto con cautela a causa dell'alto rischio di infezione e dello sviluppo di sanguinamento.

Come si fa la ricerca?

La colposcopia può essere eseguita in regime ambulatoriale. Viene eseguito nella seguente sequenza:

  • il paziente è posto su una sedia ginecologica;
  • per prima cosa vengono introdotti gli specchi e poi il colposcopio viene diretto verso di loro;
  • il medico esamina i tessuti della vagina e della cervice (se necessario, li asciuga con un tampone);
  • quando vengono rilevate patologie, uno specialista valuta i loro parametri;
  • quindi si esegue un esame attraverso un filtro verde per valutare lo stato del letto vascolare;
  • se vengono identificate indicazioni per una procedura estesa, viene eseguito un test appropriato - con una soluzione al 3% di acido acetico o soluzione di Lugol;
  • quando compaiono le indicazioni, viene eseguita una biopsia, seguita dalla consegna del campione al laboratorio;
  • se è stata eseguita una biopsia, un tampone viene inserito nella vagina per prevenire il sanguinamento, che viene successivamente rimosso dalla donna stessa.

I risultati dell'esame dopo la colposcopia vengono forniti immediatamente al paziente

Dopo aver completato la procedura, che non richiede più di 15-20 minuti, la donna riceve i risultati della colposcopia e può tornare a casa. La data dell'esame medico dipende dalla data in cui risponde il laboratorio: quando si esegue una biopsia, attendere i risultati del test.

Dopo la colposcopia

Se durante lo studio è stata eseguita una biopsia, dopo la procedura il paziente deve attenersi alle seguenti raccomandazioni:

  • Per 10 giorni, non fare bagni generici e non visitare la piscina, la sauna o il bagno, non nuotare in acque libere.
  • Dopo 24 ore, non dimenticare di rimuovere il tampone inserito nella vagina. Il sanguinamento postbiopsia di solito si interrompe completamente a questo punto..

Di solito, l'esame colposcopico non porta a complicazioni ed è ben tollerato dalla maggior parte dei pazienti.

A volte, dopo aver eseguito una colposcopia, una donna può manifestare i seguenti sintomi:

  • dolore nell'addome inferiore;
  • scarica sanguinolenta che dura più di un giorno;
  • scarico abbondante;
  • impurità di pus nello scarico;
  • febbre;
  • debolezza.

Se si verificano questi segni, consultare immediatamente un medico..

Decodifica dei risultati: cosa viene rivelato dalla colposcopia della cervice

Durante lo studio è possibile rilevare le seguenti patologie ginecologiche:

  • ectopia;
  • erosione;
  • displasia;
  • focolai di atrofia;
  • processi infiammatori;
  • papillomi;
  • condilomi;
  • neoplasia intraepiteliale cervicale;
  • cancro della cervice.

La colposcopia consente di sospettare patologie oncologiche anche nelle fasi iniziali del loro sviluppo. Questo è il motivo per cui il metodo è il gold standard per l'esame ginecologico delle donne con sospette condizioni precancerose e cancerose..

La colposcopia della cervice è una procedura diagnostica non invasiva altamente informativa e ampiamente disponibile per le malattie della cervice, della vagina, della vulva. Il dispositivo utilizzato per la sua implementazione consente di studiare focolai patologici con ingrandimento multiplo. Se necessario, l'esame è integrato dalla raccolta di materiale per eseguire strisci o biopsie delle aree più sospette. In alcuni casi, la colposcopia viene eseguita anche durante la gravidanza..

Quando è meglio fare una colposcopia

L'esame della cervice, della vulva e della vagina utilizzando un dispositivo di ingrandimento ottico viene utilizzato in ginecologia per diagnosticare varie malattie (ectopia, endometrite, cervicite, fibromi). Se un medico rileva cambiamenti patologici nell'endometrio durante un esame ginecologico, viene prescritta una colposcopia. In quale giorno del ciclo eseguire la procedura dipende dall'età della donna, dalla presenza o assenza di mestruazioni e da altri fattori.

Un esame effettuato in giorni indesiderati del ciclo può avere conseguenze negative per la diagnosi.

Caratteristiche del metodo

Le peculiarità di questa diagnosi sono la velocità di attuazione, la possibilità di utilizzare sostanze coloranti per identificare aree patologicamente alterate della mucosa, alto contenuto informativo.

La tecnica della colposcopia ha diversi limiti. Ad esempio, con le mestruazioni, non darà un risultato affidabile. Inoltre, le donne non si sottopongono a colposcopia della cervice per sanguinamento aciclico associato alla presenza di patologie (polimenorrea, metrorragia).

Se il canale cervicale è coperto da una grande quantità di muco, la capacità del dispositivo ottico di visualizzare un'immagine di alta qualità è compromessa. Ciò rende i risultati dell'esame inaffidabili e aumenta anche la probabilità di lesioni endometriali..

Risultati della colposcopia

Le possibilità del metodo sono abbastanza ampie. Con il suo aiuto, vengono risolti i seguenti compiti:

  • screening del cancro;
  • eseguire una biopsia puntuale;
  • identificazione di focolai patologici con una descrizione della posizione esatta e della natura dei cambiamenti;
  • osservazione dinamica durante la terapia;
  • scelta delle tattiche di trattamento;
  • osservazione delle donne a rischio di cancro.

Il colposcopio consente di visualizzare le pareti della vagina, della cervice, della vulva, di identificare focolai di lesioni endometriali e dei loro confini esatti, per valutare il grado di cambiamenti atipici.

La colposcopia prima delle mestruazioni e in tutta la seconda metà del ciclo non fornisce un'immagine accurata, portando spesso a una diagnosi errata. Anche in casi di emergenza (ad esempio, se è necessario identificare urgentemente la causa della patologia), in questi giorni, la ricerca non viene effettuata.

Periodo ottimale per la procedura

Per eventuali anomalie visibili identificate dal medico durante l'esame, viene prescritta la colposcopia e il giorno del ciclo da eseguire la procedura dipende da diversi fattori:

  1. Sanguinamento uterino. È una controindicazione per tale studio. Durante il sanguinamento, l'immagine trasmessa allo schermo utilizzando il colposcopio è notevolmente distorta e porta a una diagnosi errata. Inoltre, durante le mestruazioni, la mucosa è molto vulnerabile e qualsiasi intervento, compresi quelli non invasivi, può portare a infezioni, lesioni, crepe.
  2. Fase di ovulazione. Durante questo periodo, il canale cervicale è letteralmente ostruito da muco denso e viscoso, che crea le condizioni ottimali per l'attaccamento di un uovo fecondato e riduce il rischio di infezione. Il muco rende inoltre impossibile esaminare completamente le condizioni del canale cervicale e della vagina, rendendo difficile la visualizzazione delle aree colpite. Di conseguenza, approssimativamente a metà del ciclo (2 giorni prima e lo stesso dopo l'ovulazione), l'esame è prescritto solo in casi estremi, non è pianificato.
  3. La presenza di patologie accompagnate da secrezioni. Il muco fisiologico che riveste la cervice, l'utero e la vagina è completamente trasparente o ha una colorazione biancastra. Con lo sviluppo di colpite, vaginosi, in particolare candidosi batterica, la secrezione fisiologica diventa brunastra, verde, gialla e altre tonalità, rendendo così difficile condurre la colposcopia. In questo caso, lo studio viene effettuato dopo la cura della malattia sottostante..
  4. Seconda fase del ciclo. Questo periodo è anche indesiderabile per la ricerca. Dopo l'ovulazione, in assenza di concepimento, si verifica un processo graduale di rigetto endometriale, che porta all'inizio delle mestruazioni. Durante questo periodo, la mucosa è allentata, edematosa, è facile ferirla anche con un dispositivo così piccolo come un colposcopio. Eventuali microfessure, lesioni della mucosa ricevute nel secondo periodo del ciclo, guariscono più a lungo, sono soggette a frequenti attaccamenti della flora batterica (fino alla suppurazione).

Il periodo ottimale per l'esame colposcopico del paziente è la prima fase del ciclo - 3-7 giorni dopo la fine dei giorni critici. Questo è un periodo di riferimento in cui è possibile ottenere le informazioni più affidabili sullo stato dell'endometrio, consentendo una diagnosi accurata..

Se una donna non può, per qualsiasi motivo, visitare un medico il terzo giorno dopo la fine delle mestruazioni, è possibile eseguire un esame nella prima metà del ciclo, fino all'ovulazione. Circa 2-3 giorni prima che inizi, il muco inizia a ispessirsi e bloccare il canale cervicale, interferendo con un esame di qualità.

Indicazioni per la colposcopia

La diagnostica è assegnata per identificare patologie nei seguenti casi:

  • condilomi;
  • gravidanza complicata;
  • identificazione dell'ectopia del collo;
  • sintomi di squilibrio ormonale;
  • sospetto di processi infiammatori;
  • dolore durante l'intimità;
  • scarico aciclico patologico, bruciore e prurito;
  • tirando dolori localizzati nell'addome inferiore, nella schiena, nei fianchi, nell'osso sacro;
  • esame per amenorrea, metrorragia, iperpolimenorrea e altri disturbi del ciclo;
  • controllo del trattamento;
  • risultato insoddisfacente dell'esame citologico eseguito;
  • donne a rischio di sviluppare il cancro all'interno dell'utero.

Per il gentil sesso con più di 40 anni è consigliabile sottoporsi a questa procedura, anche senza evidenti indicazioni per la prevenzione dell'insorgenza di patologie, soprattutto condizioni precancerose. Lo screening tempestivo rivela cambiamenti atipici nell'epitelio.

Preparazione per la procedura

Immediatamente dopo la fine delle mestruazioni, se la procedura verrà eseguita il terzo giorno, è necessario iniziare a preparare la cervice. Il compito principale è preservare la microflora:

  • rifiuto del rapporto sessuale;
  • trattamento dei genitali nelle donne con detergenti a pH neutro;
  • rifiuto di usare creme e supposte vaginali, douching.

Al momento dell'esame colposcopico non dovrebbero esserci perdite vaginali. Se il ciclo è disturbato, l'anestesia del sangue continua per 3-5 giorni dopo la fine delle mestruazioni, la manipolazione viene eseguita 6-7 giorni dopo le mestruazioni.

Controindicazioni

La colposcopia del canale cervicale ha una serie di controindicazioni:

  1. È possibile condurre in sicurezza un esame dopo il parto solo dopo 2 mesi. Durante questo periodo, qualsiasi scarica dovrebbe terminare..
  2. Dopo un aborto (curettage, operatorio e altri tipi), la diagnostica colposcopica viene eseguita non prima della 4a settimana.
  3. Quando si esegue la criodistruzione o la cauterizzazione per il trattamento dell'ectopia cervicale, la colposcopia viene utilizzata solo dopo la completa guarigione della mucosa.

Il metodo avanzato viene utilizzato nello stesso lasso di tempo di quello normale. Tuttavia, l'uso di coloranti necessari per il rilevamento di aree alterate e un'ulteriore biopsia cervicale non consente di prescrivere una diagnosi nei seguenti casi:

  • atrofia dell'ectocervice;
  • processo infiammatorio;
  • mestruazioni e altri sanguinamenti uterini.

La limitazione è il momento dell'ovulazione, quando l'uovo è pronto per attaccarsi all'endometrio. In questo momento, il canale cervicale è chiuso con un tappo mucoso..

Procedura per le mestruazioni

Lo studio non è informativo in nessun giorno del ciclo. Inoltre, la semplice presenza di sanguinamento esclude qualsiasi manipolazione medica a causa dell'alto rischio di infezione e lesione della mucosa uterina..

È impossibile rilevare malattie della cervice durante l'esame colposcopico a causa di un aumento del volume di muco, gonfiore dell'epitelio e un grande accumulo di sangue. Ciò distorce l'immagine, impedisce al medico di esaminare tutte le aree dell'endometrio.

Il contenuto informativo della colposcopia dipende dal giorno del ciclo in cui viene eseguita. Per la diagnosi, la procedura viene assegnata nella prima fase. Con uno scopo terapeutico, ad esempio, durante l'elettroconizzazione della cervice, la manipolazione viene eseguita alla fine del ciclo o immediatamente prima dell'inizio dei giorni critici.

Se una donna ha periodi prematuri, viene eseguita una colposcopia al termine di qualsiasi sanguinamento vaginale.

Effetti

Se l'esame non viene eseguito nel momento ottimale, è possibile lo sviluppo di complicanze:

  • violazione della microflora della vagina, sviluppo del mughetto;
  • la comparsa di secrezioni sanguinolente dovute a lesioni della mucosa;
  • lo scarico con una miscela di pus è possibile sullo sfondo di un'infezione batterica;
  • fare una diagnosi errata o imprecisa.

Di norma, la fertilità (e l'ovulazione in particolare) non è compromessa, poiché lo studio non è invasivo e presenta rischi minimi per la salute della donna.

Con l'aiuto della colposcopia, è possibile identificare una serie di patologie, comprese le condizioni precancerose nelle fasi iniziali dello sviluppo. Lo studio consente di vedere la struttura e la localizzazione delle neoplasie benigne, i confini chiari della posizione dell'epitelio alterato atipico, lo stato dei vasi sanguigni. A scopo profilattico, si consiglia di condurre un esame nelle donne dopo 40 anni, così come nel gentil sesso con un inizio precoce della menopausa, una storia di condizioni cervicali precancerose.

Cos'è la colposcopia e in quale giorno del ciclo viene eseguita

Gli esami ginecologici regolari e gli esami citologici delle donne devono essere eseguiti a intervalli rigorosi. A volte non bastano e diventa necessario eseguire la colposcopia. Cosa significa il termine sconosciuto e in quale giorno del ciclo dovrebbe essere eseguita la colposcopia in questo articolo?.

Qual è la procedura

La colposcopia è una manipolazione medica e diagnostica che consente di valutare in dettaglio le condizioni della parete mucosa della vagina e della parte vaginale del collo uterino. La procedura viene eseguita su una sedia ginecologica utilizzando un colposcopio, un dispositivo che è un grande microscopio su un treppiede. Il dispositivo è dotato di oculari di diversa potenza ottica, consentendo un ingrandimento 40x.

Con l'aiuto di specchi ginecologici, il medico espande l'ingresso della vagina ed esamina la mucosa attraverso un colposcopio. Il dispositivo consente di esaminare ogni area in grande dettaglio e, se necessario, condurre ulteriori esami e procedure sotto controllo visivo.

In assenza di cambiamenti patologici grossolani, vede una mucosa rosa uniformemente colorata. In caso di dubbi, la superficie viene verniciata con soluzioni speciali (soluzione di Lugol, iodio). La mucosa sana diventa più rosa o marrone, mentre le aree anormali appaiono più chiare.

Le lesioni che destano sospetti da parte del medico sono soggette a biopsia. Questo viene fatto proprio durante la manipolazione. Le cellule epiteliali vengono raccolte con una pinza speciale. Inoltre, se necessario, può essere eseguita la coagulazione laser di focolai erosivi.

La colposcopia è abbastanza sicura e indolore, non richiede preparazione di farmaci speciali e anestesia. Si avvertono solo biopsia e coagulazione, quindi, in questi casi, l'anestesia locale può essere eseguita irrigando la mucosa.

Perché viene eseguita la colposcopia?

Prima di tutto, la procedura è di natura preventiva e dovrebbe essere eseguita periodicamente per ogni donna. Ciò consentirà la diagnosi precoce di patologie pericolose come l'erosione cervicale e il cancro..

Dopo un esame di routine negli specchietti, un ginecologo può prescrivere una colposcopia estesa per diagnosticare la presenza di ectopia cervicale, cervicite, sospetto di cancro e altre condizioni patologiche. E anche la procedura è prescritta per infertilità, irregolarità mestruali, papillomi e condilomi, per identificare le cause di alcuni cambiamenti nello striscio e nell'analisi del sangue.

Un'altra indicazione per la colposcopia è ottenere un quadro dettagliato delle condizioni del paziente in preparazione per interventi chirurgici sull'utero e sulle ovaie..

In quale giorno del ciclo viene assegnata la manipolazione?

La condizione degli organi genitali femminili, comprese le mucose della vagina e della cervice, dipende in gran parte dalla fase del ciclo. Muco, sangue e altre secrezioni possono complicare significativamente la procedura o addirittura rendere il campo inadatto per l'esame. Pertanto, per rispondere alla domanda su quando è meglio fare una colposcopia: prima o dopo le mestruazioni, dovresti ricordare le fasi del ciclo mestruale..

Il giorno dell'inizio del sanguinamento mestruale è il primo giorno della fase follicolare del ciclo, che durerà in media 12 giorni. In questo momento, lo stato dell'area genitale femminile è sotto l'influenza di ormoni luteinizzanti e follicolo-stimolanti. L'inizio di questo periodo (i suoi primi 3-7 giorni) è direttamente la mestruazione stessa. Alla fine delle mestruazioni, il follicolo matura e l'endometrio cresce. C'è una quantità minima di secrezione in questa fase, muco compreso, quindi è il tempo dal giorno 5 al giorno 10 del ciclo che è il migliore per la colposcopia. Nulla impedisce al medico di esaminare la mucosa e farsi un'idea dello stato degli organi.

La colposcopia può essere eseguita durante le mestruazioni? No. Durante il sanguinamento mestruale, l'intera mucosa della vagina e della cervice è coperta da perdite sanguinolente. Il campo di studio è completamente chiuso ei risultati dello studio non saranno affidabili.

Il 7-14 ° giorno del ciclo mestruale (questa volta dipende dalle caratteristiche individuali della donna) si verifica l'ovulazione, cioè il rilascio del follicolo maturo dall'ovaio. Questo processo dura circa 3 giorni ed è accompagnato dal rilascio di una grande quantità di secrezione mucosa, soprattutto nel canale cervicale. Questo è il motivo per cui la colposcopia in uno qualsiasi di questi giorni potrebbe non essere abbastanza istruttiva. È meglio rifiutarsi di eseguire manipolazioni nella fase ovulatoria..

Dopo l'ovulazione, fino all'inizio della mestruazione successiva, gli ormoni progesterone ed estrogeni predominano nel sangue. Inizia la fase luteale del ciclo, ovvero la fase di formazione del corpo luteo. Durante questo periodo, la mucosa del tratto genitale diventa a sangue intero e molto sensibile a qualsiasi danno. Ciò spiega il fatto che la colposcopia prima delle mestruazioni è consentita per gli indicatori di emergenza, ma indesiderabile a causa dell'alto rischio di traumi e sanguinamento. D'altra parte, si consiglia di eseguire la coagulazione esattamente 2-3 giorni prima dell'inizio delle mestruazioni, poiché in questo caso la crosta postoperatoria scomparirà più velocemente.

Riassumendo: il periodo ottimale per la colposcopia è la prima metà del ciclo, cioè da 5 a 10 giorni dopo l'inizio del periodo mestruale, immediatamente dopo la fine dell'ultima mestruazione. È consentito, ma indesiderabile, condurre uno studio prima delle mestruazioni. Durante il sanguinamento mestruale, la procedura non viene eseguita!

Come prepararsi per lo studio

Come quasi tutte le procedure mediche, la colposcopia richiede l'adesione a semplici regole in preparazione:

  1. Astenersi dal rapporto 2 giorni prima di questo studio.
  2. L'imbottitura non è consentita per 3-5 giorni prima della manipolazione.
  3. Una settimana prima della procedura, è necessario interrompere l'uso di farmaci contraccettivi vaginali: gel, supposte, compresse.
  4. Eseguire le procedure igieniche 3 giorni prima della manipolazione senza usare sapone, gel intimi, gel doccia, ecc..

Controindicazioni alla colposcopia

Ci sono condizioni in cui l'uso di questo metodo diagnostico può essere pericoloso:

  1. Grave infiammazione della vagina e della cervice.
  2. I primi 2 mesi dopo il parto.
  3. Recenti interventi chirurgici sugli organi del sistema riproduttivo, compresa la criodistruzione.
  4. Condizione dopo un aborto.
  5. Emorragia uterina di qualsiasi eziologia.

Raccomandazioni dei ginecologi

La colposcopia, sebbene non sia una manipolazione traumatica, è comunque un intervento invasivo ed è accompagnata da danni alla mucosa della vagina e della cervice. Ciò crea condizioni favorevoli all'ingresso di agenti patogeni e alla loro riproduzione, ed è associato anche a sanguinamento, anche se di lieve entità.

Per evitare spiacevoli conseguenze, non è consigliabile visitare saune e piscine o fare il bagno entro una settimana dalla manipolazione. Se necessario, utilizzare solo assorbenti igienici; gettare i tamponi.

Non prescrivere e fare l'irrigazione da solo, non usare supposte vaginali, compresse, creme senza consultare un medico. Astenersi dall'assumere farmaci che influenzano le proprietà di aggregazione del sangue, cioè farmaci che influenzano la coagulazione del sangue.

Possibili complicazioni e conseguenze

La colposcopia è una procedura poco traumatica e nella maggior parte dei casi non ha complicazioni. Tuttavia, la scarica sanguinolenta può spesso iniziare, piuttosto scarsa, della durata di diversi giorni (non più di 3), che appare a seguito di un trauma alla mucosa durante la biopsia. Questo fenomeno è innocuo per la salute e la vita e non richiede cure. Se l'emorragia è abbondante, accompagnata da malessere, vertigini, brividi, consultare immediatamente un medico.

Alcune donne possono avvertire un lieve dolore nell'addome inferiore per diverse ore dopo la colposcopia. Anche questi dolori non richiedono terapia farmacologica e vanno via da soli..

L'eccessivo nervosismo causato dalla colposcopia può ritardare le mestruazioni.

La ricerca sul comportamento nel 2 ° e 3 ° trimestre di gravidanza può provocare un aborto spontaneo o un parto prematuro. Pertanto, la colposcopia in questo momento ha indicazioni rigorose..

Il corpo femminile è un sistema complesso che cambia ciclicamente. Gli organi riproduttivi richiedono molta attenzione e un esame tempestivo. La colposcopia è una delle procedure più importanti che può prevenire lo sviluppo di condizioni gravi e pericolose per la vita e preserverà la capacità di concepire, trasportare e dare alla luce un bambino. Sii istruito, scopri cos'è una colposcopia della cervice e in quale giorno del ciclo mensile è meglio farlo in modo che questa manipolazione terapeutica sia tempestiva ed efficace.

Quando è meglio fare una colposcopia in quale giorno del ciclo

La colposcopia è prescritta ai fini dell'esame profilattico della cervice, prima della biopsia mirata, per rilevare condizioni precancerose e cancro della mucosa uterina, della vagina, nonché per rilevare infiammazioni, erosioni, fibromi, endometriosi, ectopia, cervicite, condilomi genitali e altre patologie degli organi genitali. Inoltre, viene eseguito un esame colposcopico per valutare l'efficacia della terapia prescritta..

CHE COS'È UNA COLPOSCOPIA

L'esame del tessuto cervicale attraverso la vagina con un colposcopio è chiamato colposcopia. Questa procedura è necessaria per rilevare i cambiamenti delle cellule cancerose e precancerose. Con l'aiuto di un colposcopio è possibile allargare il collo 2-40 volte, il grado di approssimazione dipende dalla potenza dell'apparato e dallo scopo dello studio. Con un piccolo ingrandimento, è possibile ispezionare una vasta area, notare tutte le aree modificate, lo zoom 15-20 volte consente di vedere tutti i piccoli dettagli.

Per l'esame, una donna si siede su una sedia ginecologica come per un esame di routine. La procedura inizia con l'introduzione di uno speculum ginecologico nella vagina e l'esame della cervice. Il medico valuta quindi le condizioni dei suoi tessuti attraverso un colposcopio. Ecco come viene eseguita una semplice colposcopia.

Se vengono rilevate anomalie, il medico deve eseguire una colposcopia estesa. Per eseguirlo, il collo viene trattato con aceto e lugol. La donna non avverte alcun disagio. Tale elaborazione consente di vedere le aree su cui si trovano le cellule alterate patologicamente. La comparsa di problemi è indicata dal colore non uniforme dei tessuti..

Se vengono rilevati cambiamenti patologici, il medico può eseguire una biopsia. Il pezzo di tessuto rimosso viene inviato per l'istologia. Sulla base dei suoi risultati, viene fatta una diagnosi.

In quale giorno del ciclo viene eseguita la colposcopia della cervice?

L'esame colposcopico della cervice uterina e della vagina può essere eseguito in qualsiasi giorno del ciclo mestruale. Il periodo più ottimale per lo studio è di 3-7 giorni del ciclo. In questo momento, la mucosa non è stata ancora aggiornata, il che consente di ottenere un quadro più dettagliato dello stato dell'area investigata (durante le mestruazioni, le cellule atipiche non cambiano). Poiché la durata del ciclo è individuale per ogni donna, la data della colposcopia è determinata dal medico in ogni caso personalmente dopo la consultazione preliminare.

Durante le mestruazioni non è prescritto l'esame colposcopico. Aree di mucosa rigettata e sangue interferiscono con la visualizzazione della cervice, rendendo la diagnosi non informativa. Inoltre, la presenza di particelle di mucosa e sangue può influenzare i risultati delle reazioni che vengono eseguite con la colposcopia estesa..

A metà ciclo, per 3-4 giorni prima e dopo la fase ovulatoria, si sconsiglia inoltre di esaminare il collo uterino con un colposcopio. Durante questo periodo, si forma molto muco nella cervice uterina, che distorce i risultati della diagnosi e interferisce con lo studio. È inoltre indesiderabile prescrivere un esame colposcopico nella seconda metà del ciclo, poiché la mucosa dell'utero e della vagina durante questo periodo si riprenderà molto più a lungo dopo le manipolazioni eseguite..

Nelle donne in menopausa, la colposcopia viene eseguita ogni giorno.

Quali raccomandazioni dovrebbero essere seguite quando si esegue la colposcopia

Prima di prescrivere una procedura per l'esame del collo uterino con un colposcopio, il medico conduce una consultazione preliminare per identificare possibili restrizioni.

L'esame colposcopico non è raccomandato se alla donna viene prescritto un trattamento locale per l'infiammazione dei genitali o dopo che il suo completamento non è trascorso abbastanza tempo (secondo gli esperti, dovrebbe passare almeno una settimana dalla fine del trattamento).

Pochi giorni prima della data stabilita per lo studio, è necessario astenersi da lavande, bagni e rapporti sessuali. Si sconsiglia inoltre l'uso di contraccettivi locali (spermicidi, creme, supposte).

Seguire le raccomandazioni elencate ed eseguire la colposcopia in modo tempestivo consentirà di ottenere risultati diagnostici affidabili e di scegliere un trattamento appropriato.

Risultati della colposcopia

Le possibilità del metodo sono abbastanza ampie. Con il suo aiuto, vengono risolti i seguenti compiti:

  • screening del cancro;
  • eseguire una biopsia puntuale;
  • identificazione di focolai patologici con una descrizione della posizione esatta e della natura dei cambiamenti;
  • osservazione dinamica durante la terapia;
  • scelta delle tattiche di trattamento;
  • osservazione delle donne a rischio di cancro.

Il colposcopio consente di visualizzare le pareti della vagina, della cervice, della vulva, di identificare focolai di lesioni endometriali e dei loro confini esatti, per valutare il grado di cambiamenti atipici.

La colposcopia prima delle mestruazioni e in tutta la seconda metà del ciclo non fornisce un'immagine accurata, portando spesso a una diagnosi errata. Anche in casi di emergenza (ad esempio, se è necessario identificare urgentemente la causa della patologia), in questi giorni, la ricerca non viene effettuata.

INDICAZIONI E CONTROINDICAZIONI ALLA PROCEDURA

Disgrazia con il nipote della Prima Donna: dolore e lacrime non possono essere alleviati
Un esame è prescritto nei primi giorni del ciclo per le donne in cui sono state individuate aree patologicamente alterate durante una visita ginecologica di routine. Le indicazioni per la colposcopia sono:

  • deviazioni identificate durante il PAP test;
  • sanguinamento aciclico;
  • erosione cervicale;
  • violazione della regolarità del ciclo mestruale;
  • cambiamento del volume di scarico durante le mestruazioni;
  • verruche genitali;
  • polipi.

Se vengono rilevate formazioni non standard, viene eseguita immediatamente una biopsia.

Non eseguire un esame colposcopio nei giorni critici. Una controindicazione per la procedura è il periodo dopo il parto, l'aborto. Non è consigliabile eseguirlo dopo varie procedure chirurgiche. La diagnostica estesa è vietata per le donne che hanno un'intolleranza all'acido acetico, lugol.

Periodo ottimale per la procedura

Per eventuali anomalie visibili identificate dal medico durante l'esame, viene prescritta la colposcopia e il giorno del ciclo da eseguire la procedura dipende da diversi fattori:

  1. Sanguinamento uterino. È una controindicazione per tale studio. Durante il sanguinamento, l'immagine trasmessa allo schermo utilizzando il colposcopio è notevolmente distorta e porta a una diagnosi errata. Inoltre, durante le mestruazioni, la mucosa è molto vulnerabile e qualsiasi intervento, compresi quelli non invasivi, può portare a infezioni, lesioni, crepe.
  2. Fase di ovulazione. Durante questo periodo, il canale cervicale è letteralmente ostruito da muco denso e viscoso, che crea le condizioni ottimali per l'attaccamento di un uovo fecondato e riduce il rischio di infezione. Il muco rende inoltre impossibile esaminare completamente le condizioni del canale cervicale e della vagina, rendendo difficile la visualizzazione delle aree colpite. Di conseguenza, approssimativamente a metà del ciclo (2 giorni prima e lo stesso dopo l'ovulazione), l'esame è prescritto solo in casi estremi, non è pianificato.
  3. La presenza di patologie accompagnate da secrezioni. Il muco fisiologico che riveste la cervice, l'utero e la vagina è completamente trasparente o ha una colorazione biancastra. Con lo sviluppo di colpite, vaginosi, in particolare candidosi batterica, la secrezione fisiologica diventa brunastra, verde, gialla e altre tonalità, rendendo così difficile condurre la colposcopia. In questo caso, lo studio viene effettuato dopo la cura della malattia sottostante..
  4. Seconda fase del ciclo. Questo periodo è anche indesiderabile per la ricerca. Dopo l'ovulazione, in assenza di concepimento, si verifica un processo graduale di rigetto endometriale, che porta all'inizio delle mestruazioni. Durante questo periodo, la mucosa è allentata, edematosa, è facile ferirla anche con un dispositivo così piccolo come un colposcopio. Eventuali microfessure, lesioni della mucosa ricevute nel secondo periodo del ciclo, guariscono più a lungo, sono soggette a frequenti attaccamenti della flora batterica (fino alla suppurazione).

Il periodo ottimale per l'esame colposcopico del paziente è la prima fase del ciclo - 3-7 giorni dopo la fine dei giorni critici. Questo è un periodo di riferimento in cui è possibile ottenere le informazioni più affidabili sullo stato dell'endometrio, consentendo una diagnosi accurata..

Se una donna non può, per qualsiasi motivo, visitare un medico il terzo giorno dopo la fine delle mestruazioni, è possibile eseguire un esame nella prima metà del ciclo, fino all'ovulazione. Circa 2-3 giorni prima che inizi, il muco inizia a ispessirsi e bloccare il canale cervicale, interferendo con un esame di qualità.

La colposcopia sarà affidabile durante le mestruazioni?

Molte donne si trovano ad affrontare malattie dell'apparato riproduttivo, quando il ginecologo prescrive una serie di esami per diagnosticare e determinare la malattia. L'esame più comune degli organi genitali femminili è la colposcopia. È completamente indolore, ma una donna può provare disagio durante la procedura. Di norma, la ricerca viene eseguita durante un certo periodo del ciclo mestruale. Ma è possibile eseguire una colposcopia durante le mestruazioni e in quali casi viene prescritta un'analisi?

Cos'è la colposcopia

La colposcopia è una procedura diagnostica in cui vengono esaminati la cavità vaginale e la parte di tessuto della cervice uterina utilizzando uno speciale dispositivo binoculare con un potente fascio di luce: un colposcopio. Questa procedura è in grado di rilevare cambiamenti cancerogeni e precancerosi nelle cellule. Il colposcopio consente di allargare il tessuto dell'utero fino a quaranta volte. Questo dispositivo aiuta a vedere i più piccoli dettagli e notare eventuali cambiamenti patologici.

Sono distribuiti diversi tipi di colposcopia:

  • panoramica (semplice);
  • con filtro luce colorata;
  • esteso;
  • cromocolposcopia;
  • colpomicroscopia.

Degli studi diagnostici di cui sopra, il più delle volte nei centri ginecologici, è il metodo di indagine e un esteso.


Lo studio viene effettuato su una sedia ginecologica

Per eseguire la procedura, una donna deve sedersi sulla sedia del ginecologo come durante un esame standard. Il medico esamina la cervice utilizzando specchi ginecologici e quindi, utilizzando un colposcopio, valuta la posizione dei tessuti mucosi. Questa è una semplice colposcopia.

Se vengono rilevate anomalie, il colposcopista può eseguire una colposcopia estesa. In questo caso, il collo viene imbrattato con un tampone immerso in una soluzione debole di aceto o iodio. A causa dell'acido, le aree colpite saranno biancastre. E se trattata con la soluzione di iodio Lugol, la mucosa sana diventerà marrone e l'area interessata non si colorerà. Allo stesso tempo, la donna non avverte sensazioni dolorose.

Se vengono rilevate aree non colorate, il medico eseguirà sicuramente una biopsia e invierà il materiale per l'istologia. Di conseguenza, viene fatta una diagnosi.

I compiti che il metodo permette di risolvere

Gli esperti identificano tre obiettivi principali quando si utilizza la colposcopia nelle donne. Ciò comprende:

  • Campionamento spot di biopsie dalla cervice e dalla vagina, che migliora la qualità della diagnosi di possibili malattie.
  • Esame differenziale delle formazioni benigne e maligne nell'area genitale femminile. La tattica del trattamento e la prognosi attesa dipendono in gran parte da questo..
  • Valutazione generale dello stato dello strato epiteliale della vagina e della cervice, localizzazione del focus del processo patologico.

Quando risolvono tali problemi, i medici usano due tipi principali di ricerca. Molto spesso, gli esperti si fermano a una semplice colposcopia. Questo metodo nel 70% dei casi consente di valutare con precisione il sito e la gravità della malattia in una donna.

Questo metodo di ricerca si è dimostrato efficace quando l'urgenza della situazione solleva la questione se una colposcopia possa essere eseguita durante le mestruazioni o meno. In casi urgenti, questo semplice studio può aiutare a determinare il quadro generale della malattia del paziente..

In una situazione più grave, i ginecologi usano la tecnica della colposcopia estesa. Quando si esegue una tale manipolazione per chiarire la diagnosi, si consiglia di utilizzare coloranti speciali e filtri colorati specifici. Molto spesso, i medici si fermano a una soluzione di acido acetico o una debole concentrazione di Lugol.

Quali sono le indicazioni per la diagnostica

La colposcopia viene prescritta ed eseguita presso studi e cliniche ginecologiche, con opportune indicazioni associate a patologie degli organi genitali femminili. Tuttavia, molti ginecologi dimostrano il fatto che questo studio è indicato per assolutamente tutte le donne, anche se non ci sono lamentele di patologia negli organi genitali.


Se c'è il sospetto di erosione, è obbligatoria una colposcopia

Esistono diverse indicazioni principali per questo tipo di procedura:

  • formazioni erosive;
  • polipi;
  • tumori;
  • iperplasia;
  • ectopia;
  • displasia;
  • condilomi;
  • indicatore scarso per oncocitologia;
  • interruzioni nella regolarità della fase mestruale;
  • cambiamenti significativi nella dimissione mensile.

La colposcopia può essere eseguita prima delle mestruazioni nel caso in cui una donna si stia preparando per un'operazione ginecologica pianificata.

Esistono controindicazioni all'esame

Date le restrizioni assolute sull'implementazione della colposcopia, è necessario tenere conto di quale metodo verrà utilizzato. La colposcopia semplice non ha controindicazioni assolute, poiché procede come una normale visita medica ginecologica su specchi speciali. E con la diagnostica estesa, vengono utilizzate soluzioni aggiuntive che possono rivelare una reazione allergica o intolleranza a una soluzione di aceto medico o iodio.


La colposcopia per le mestruazioni non viene eseguita

Questa procedura è considerata altamente informativa, sicura e oggettiva, ma, nonostante ciò, ci sono alcuni tabù temporanei sulla colposcopia. Tali eccezioni includono:

  • grave malattia infiammatoria nella vagina;
  • il periodo postpartum è inferiore a due mesi;
  • criodistruzione recentemente trasferita sull'utero;
  • recente chirurgia ginecologica;
  • dopo il periodo di aborto è inferiore a un mese;
  • mestruazioni o altro tipo di sanguinamento uterino.

La diagnostica viene eseguita durante le mestruazioni

Il periodo durante il quale si verifica il sanguinamento mestruale non è adatto per la colposcopia elettiva. Le secrezioni in questi giorni, i compartimenti mucosi e le particelle di endometrio esfoliato impediscono la corretta valutazione dello stato del tessuto cervicale. Se la procedura è stata programmata per i giorni delle mestruazioni, deve essere posticipata.

Per un corretto risultato della valutazione, la colposcopia non viene eseguita durante le mestruazioni. Devi aspettare che finiscano.

Anche l'ora in cui le mestruazioni dovrebbero iniziare o l'ultimo giorno non è adatta per la colposcopia. Poiché c'è già una quantità abbondante di muco nel canale cervicale. Pertanto, può essere molto difficile analizzare tutte le aree dell'utero..


Lo scarico durante le mestruazioni interferisce con la procedura

Come prepararsi per la procedura

La stessa procedura di colposcopia è abbastanza semplice e indolore. Non c'è una preparazione speciale e sottigliezze del processo. Ci sono solo alcune raccomandazioni per ottenere un risultato più affidabile, che deve essere osservato alcuni giorni prima della manipolazione:

  • astenersi dal rapporto sessuale;
  • rifiutare supposte, creme e pillole contraccettive vaginali;
  • non fare la doccia.

Inoltre, il medico può, se necessario, raccomandare l'uso di supposte vaginali, che aiutano a preparare la mucosa dell'organo per l'esame imminente. Pertanto, se una donna dubita che una colposcopia possa essere eseguita con il flusso mestruale, uno specialista deve spiegare alla paziente tutte le possibili situazioni, che distorce il quadro generale del tessuto vaginale e della cervice durante lo studio in questa fase..

Dipendenza della qualità dell'esame e del trattamento dal ciclo mestruale

Come ogni metodo diagnostico basato su fattori soggettivi, il risultato dell'utilizzo di apparecchiature endoscopiche per l'esame dei pazienti può dipendere dalle caratteristiche fisiologiche del corpo..

Cosa consigliano gli esperti

Un fattore abbastanza importante per la qualità della ricerca, molti esperti considerano in quale giorno delle mestruazioni viene eseguita la colposcopia.

La maggior parte dei medici in quest'area è dell'opinione che la prima metà del ciclo possa essere considerata il periodo ottimale per tale studio. I risultati più attendibili si ottengono solitamente 3 - 5 giorni dopo l'ultimo ciclo mestruale, soprattutto se una donna ha effettuato una preparazione speciale della mucosa vaginale utilizzando candele con "Betadine".

Tuttavia, si verificano spesso situazioni in cui, per vari motivi, non è stato possibile effettuare uno studio di questo tipo durante questo periodo di tempo. Eppure, spesso è necessario risolvere il problema se sia possibile eseguire la colposcopia prima delle mestruazioni.

La maggior parte delle cliniche ginecologiche non vede molto senso in uno studio del genere. Il fatto è che prima delle mestruazioni, il canale cervicale è solitamente densamente ostruito da una grande quantità di muco. Questa è una condizione puramente fisiologica, ma può distorcere in modo significativo il quadro generale dello stato degli organi genitali interni..

Controindicazioni per l'esame endoscopico

La colposcopia è uno dei metodi più sicuri e indolori di esame strumentale delle donne. Tutte le possibili restrizioni sono associate esclusivamente al ciclo mestruale del paziente. Per ottenere risultati affidabili, preferiscono non prescrivere un tale studio:

  • Durante la maturazione dell'uovo. Il canale cervicale della cervice in questo momento è completamente bloccato da una grande quantità di muco, che può distorcere il quadro generale. Sotto l'influenza degli ormoni sessuali, la densità e la viscosità del muco durante l'ovulazione aumenta in modo significativo, il che rende la colposcopia un esercizio assolutamente inutile.
  • Non è consigliabile eseguire uno studio così strumentale nel bel mezzo del sanguinamento mestruale. Oltre al fatto che la presenza di sangue nella vagina ridurrà notevolmente la probabilità di ottenere un risultato adeguato, eventuali danni meccanici alla parete vaginale durante la manipolazione possono provocare infiammazione.
  • Inoltre, qualsiasi processo infiammatorio nell'area degli organi genitali interni di per sé è una controindicazione a tale studio. La mucosa provocata è sempre più suscettibile a germi e batteri.

Per condurre un esame endoscopico, i medici di solito raccomandano di aspettare 2-3 settimane dopo la fine del trattamento dei processi infiammatori degli organi genitali interni di una donna.

Ti consigliamo di leggere l'articolo sugli ultrasuoni della piccola pelvi durante le mestruazioni. Da esso imparerai il momento ottimale per la procedura, le indicazioni per l'esame ecografico e i motivi per cui l'ecografia non può essere posticipata.

Come è l'esame

La colposcopia viene eseguita in uno studio ginecologico specializzato da un colposcopista. Quando si pianifica uno studio, è necessario consultare quando è meglio eseguire la manipolazione. I colposcopisti considerano il periodo più appropriato dopo le mestruazioni dopo una settimana, l'utero ha già eliminato varie secrezioni che interferiscono con una diagnosi completa.


Il momento migliore per fare il test è 7 giorni dopo la fine del ciclo

La procedura richiede circa 30 minuti. Il medico esamina la donna seduta sulla poltrona ginecologica, utilizzando appositi specchietti che andranno posizionati nella vagina mentre è in corso la diagnosi. Le pareti dell'utero vengono irrigate con soluzione salina in modo che la mucosa non si asciughi. Il colposcopista esamina la cervice. Determina la forma, le dimensioni, le condizioni dei vasi sanguigni e delle mucose.

Se necessario, in base ai risultati dell'esame, viene inserito nella vagina un tampone inumidito con una soluzione di acido acetico al 3%. Potrebbe esserci una leggera sensazione di bruciore. Quindi il medico esamina di nuovo le aree desiderate con il colposcopio. Quando vengono rilevati cambiamenti patologici, queste aree diventano pallide sullo sfondo di una superficie sana. Nell'ultima fase, il collo viene trattato con una soluzione di iodio. L'epitelio sano diventa marrone e le anomalie sulla mucosa risaltano con una leggera sfumatura giallastra.

A causa dell'elaborazione, diventa possibile vedere chiaramente le aree modificate, la loro profondità, ecc. Se necessario, il medico prenderà un piccolo pezzo di tessuto per una biopsia con uno strumento speciale. Il materiale viene inviato al laboratorio per la ricerca e dopo un certo numero di giorni il medico riceverà i risultati delle analisi.

Dopo la manipolazione colposcopica, una donna dovrà usare assorbenti igienici per tre giorni. Lo scarico sanguinante dalla vagina può verificarsi per diversi giorni. Ciò è dovuto al danno vascolare. In alcuni casi si osserva una secrezione inodore, marrone o verdastra. Ma questa è una manifestazione normale dopo questa procedura..


Gli elettrodi possono essere richiesti nei primi giorni dopo la colposcopia

Effetti

Se l'esame non viene eseguito nel momento ottimale, è possibile lo sviluppo di complicanze:

  • violazione della microflora della vagina, sviluppo del mughetto;
  • la comparsa di secrezioni sanguinolente dovute a lesioni della mucosa;
  • lo scarico con una miscela di pus è possibile sullo sfondo di un'infezione batterica;
  • fare una diagnosi errata o imprecisa.

Di norma, la fertilità (e l'ovulazione in particolare) non è compromessa, poiché lo studio non è invasivo e presenta rischi minimi per la salute della donna.

Con l'aiuto della colposcopia, è possibile identificare una serie di patologie, comprese le condizioni precancerose nelle fasi iniziali dello sviluppo. Lo studio consente di vedere la struttura e la localizzazione delle neoplasie benigne, i confini chiari della posizione dell'epitelio alterato atipico, lo stato dei vasi sanguigni. A scopo profilattico, si consiglia di condurre un esame nelle donne dopo 40 anni, così come nel gentil sesso con un inizio precoce della menopausa, una storia di condizioni cervicali precancerose.