Dolore alle ovaie durante le mestruazioni

Ogni ragazza affronta giorni critici. A volte i pazienti sopportano il ciclo senza alcun disagio, altri soffrono di dolore, nausea e vertigini. A volte i crampi si verificano nella seconda settimana del ciclo mestruale. Quando le ovaie fanno male prima delle mestruazioni, la situazione non può essere considerata normale. Le informazioni sul motivo per cui si verifica il disagio e su come affrontarlo sono rilevanti per ogni paziente.

Cause di disagio prima dell'inizio delle mestruazioni

Il ginecologo viene spesso consultato a causa del disagio alle ovaie. Prima dell'inizio delle mestruazioni, più della metà delle donne è preoccupata per la sindrome. Tira l'ovaio prima delle mestruazioni sotto l'influenza di vari fattori, sia sicuri che altamente indesiderabili.

Un dolore doloroso appare a causa di:

Fasi della finestra fertile

I giorni di fertilità sono tra i giorni più appropriati per rimanere incinta. Sono caratterizzati dalla rottura delle membrane follicolari e dall'avanzamento di un uovo, pronto per il rapporto sessuale, lungo i canali di Falloppio. Il dolore alle ovaie si avverte a causa delle pareti dell'organo incrinate a causa del movimento cellulare o dei vasi feriti. Le lesioni provocano lievi emorragie nella cavità addominale e provocano spasmi.

A volte prima delle mestruazioni, l'ovaia destra o quella che si trova sul lato sinistro fa male, quindi il disagio è solitamente un carattere sordo, dolente o lancinante.

I sintomi durante l'ovulazione non sono pericolosi per la salute delle donne.

Dolori che durano più di 12 ore, l'ipertermia indicano processi patologici nel corpo e non devono essere lasciati incustoditi. Con spasmi acuti acuti e dolore che spara, è possibile la formazione di una rottura dell'epididimo.

La presenza di sindrome ovulatoria

È un motivo abbastanza comune per cui l'ovaia fa male a metà del ciclo. È caratterizzato da disagio in uno degli organi e dalle secrezioni vaginali di accompagnamento della struttura di sbavatura.

Le caratteristiche della sindrome includono le seguenti osservazioni:

  1. L'insorgenza dei sintomi si verifica alla fine della seconda settimana del ciclo alla fine dell'ovulazione.
  2. La posizione del disagio dipende da dove viene rilasciato l'uovo. Ad esempio, quando l'ovaia sinistra fa male prima delle mestruazioni, si è verificata l'ovulazione.
  3. Il malessere è di natura lieve, sordo o formicolio, dura 20 minuti o un paio d'ore.

I sintomi della sindrome possono essere osservati fino ai primi giorni delle mestruazioni. Non sono considerati pericolosi per la salute, ma si consiglia un esame preventivo da parte di uno specialista.

Situazioni stressanti

Litigi, depressione e sovraccarico del corpo durante lo sport portano a cause naturali di sensazioni dolorose. Lo squilibrio della componente mentale ed emotiva della salute influisce negativamente sul funzionamento dell'intero organismo. Il dolore dovuto allo stress è lieve e si risolve rapidamente.

Spasmi durante i giorni critici

Un lieve malessere e crampi nell'addome inferiore nei primi giorni delle mestruazioni sono considerati normali. Ma quando le ovaie fanno male prima e durante le mestruazioni, questo è un motivo per preoccuparsi della salute e andare a un consulto medico.

Le mestruazioni sono caratterizzate dall'eliminazione del vecchio e dalla comparsa di nuovo endometrio. I muscoli si contraggono fortemente per rimuovere lo strato intrauterino precedente. Quindi c'è disagio nell'addome inferiore, che si irradia alle appendici. Il malessere è placato con antispastici.

A volte con le mestruazioni, l'ovaia destra o l'organo situato a sinistra fa male a causa dello sviluppo di disturbi:

Processi infiammatori

Gli organi genitali interni soffrono di raffreddori e malattie trasmesse durante il rapporto sessuale, terapia incompleta di patologie di tipo infettivo in altri sistemi corporei. I sintomi dei disturbi includono malessere all'addome, all'inguine e alla parte bassa della schiena. I batteri di clamidia, micoplasma, gonococco, streptococco e stafilococco possono provocare infiammazioni.

Danno ovarico da microrganismi patogeni

L'infezione provoca spasmi negli organi. Ad esempio, a causa dell'ooforite, l'ovaio sinistro fa male più spesso durante le mestruazioni. Le patologie bilaterali causano infiammazione nei tessuti di entrambe le appendici.

Malattie del canale di Falloppio

I sintomi lievi o assenti sono caratteristici. Le conseguenze negative delle patologie includono infiammazione delle ovaie, appendicite, organi del sistema genito-urinario, annessite.

Formazione di cisti

I tumori di tipo benigno sono più spesso nell'organo sinistro. Esistono diverse cause di patologia. La neoplasia follicolare si verifica a causa di un uovo maturo non aperto, seguito dal suo riempimento con liquidi e indurimento. La cisti è pericolosa con conseguenze, comprese interruzioni ormonali, processi infiammatori e disturbi dello stato psicologico ed emotivo. Il quadro clinico della formazione del tumore: spasmi nella regione ovarica, particolarmente pronunciati durante le mestruazioni, durante i rapporti o gli sport attivi; routine irregolare; disturbi nel lavoro del sistema genito-urinario. A volte si osservano ipertermia e nausea. Il trattamento di una cisti comporta la connessione di un intervento chirurgico per evitare la peritonite e l'infertilità.

Tumori di natura maligna

Le formazioni derivano dalle cellule dell'epitelio dell'organo. La loro formazione è asintomatica. A volte, con la patologia, quando le ovaie fanno male, l'inizio delle mestruazioni procede con letargia generale, problemi di appetito e perdita di peso irragionevole.

Disturbi ormonali

Lo squilibrio si manifesta a causa dell'iperfunzione delle appendici, dell'uso di farmaci ormonali. È caratterizzato da gonfiore dei tessuti dell'organo e aumento delle sue dimensioni. I regolamenti provocano l'ipertrofia più grave e quindi causano dolore.

Cause di dolore alla fine delle mestruazioni

Alla fine delle mestruazioni, la concentrazione di ormoni, compreso il progesterone, si stabilizza. La donna avverte un'ondata di forza e un miglioramento del benessere generale. Tuttavia, a causa di patologie degli organi riproduttivi, le ovaie fanno male dopo le mestruazioni..

Un numero enorme di malattie può provocare spasmi alla fine dei giorni critici, compresi quelli che causano disagio durante il periodo di sanguinamento. È impossibile identificarli a casa. Pertanto, se fa male nell'area degli organi durante qualsiasi fase del ciclo nelle donne, sono necessari un appello urgente a uno specialista e un esame approfondito.

A volte nelle donne in gravidanza si verificano irregolarità nel ciclo e dolore. In questo caso, è meglio confermare o negare la probabilità di concepire un feto. La situazione in cui c'è un ritardo nelle mestruazioni e l'ovaia sinistra o l'appendice sul lato destro fa male e il test di gravidanza è negativo, può sorgere a causa di tali patologie:

Endometriosi

È caratterizzato da una crescita anormale dell'endometrio e dall'uscita del tessuto dall'utero. L'istruzione entra nelle ovaie e continua a crescere dentro.

Dopo le mestruazioni, le appendici possono allargarsi e premere l'utero - questo provoca anche crampi dopo giorni critici.

Le cause dell'endometriosi includono disturbi ormonali. La patologia porta all'incapacità di una donna di concepire o avere un figlio. I sintomi tipici includono irregolarità nel ciclo, secrezione ritardata, dolore all'ovaio sinistro dopo le mestruazioni, nausea, patologia gastrointestinale.

Cisti

La formazione di una cisti provoca dolore alle appendici sia durante che dopo le mestruazioni. I sintomi di un tumore benigno in entrambe le situazioni sono simili e includono nausea, problemi urinari e irregolarità del ciclo.

Apoplessia

Si verifica a causa di una violazione dell'integrità dei vasi sanguigni e delle emorragie. Il quadro clinico è caratterizzato da dolore acuto alle ovaie sia l'ottavo giorno del ciclo, sia alla cessazione delle secrezioni, problemi di orientamento nello spazio, febbre.

Ooforite

Si riferisce alle cause comuni di infiammazione delle strutture delle appendici e di altri organi riproduttivi. Si verifica a causa di infezione da virus, sovraccarico durante lo sport, stress prolungato e diminuzione delle funzioni protettive del corpo.

Il quadro clinico della malattia include i seguenti sintomi:

  1. Aumento della temperatura corporea.
  2. Dolore alle ovaie e alla parte bassa della schiena di un carattere doloroso durante e dopo le mestruazioni.
  3. Disagio durante il rapporto.
  4. Spreco di liquidi purulenti dalla vagina.
  5. Problemi con il sistema genito-urinario.

La mancanza di terapia per l'ooforite porta all'infiammazione dei canali di Falloppio.

Salpingite

Si riferisce a patologie ginecologiche. Con la salpingite, le tube di Falloppio si infiammano prima. La malattia si sviluppa separatamente o come complicanza dell'ooforite.

La malattia è la ragione del ritardo delle mestruazioni, quando l'ovaio tira. E anche la sintomatologia della malattia include segni correlati:

  1. La parte bassa della schiena inizia a far male.
  2. Prurito all'inguine.
  3. Perdite vaginali specifiche.
  4. Problemi con gli organi genito-urinari.
  5. Brividi.

Adesioni

Le aderenze sono articolazioni nella zona pelvica. Le formazioni sono caratterizzate da malessere, violazione dei giorni critici, dolore a destra oa sinistra nelle appendici, incapacità di concepire un bambino. A volte le donne riferiscono vomito e ipertermia.

Misure di prevenzione e gestione del dolore

Quando le ovaie tirano una settimana prima delle mestruazioni a causa della sindrome ovulatoria, puoi sbarazzarti del malessere o alleviarlo usando tecniche semplici:

  1. Raffredda il fuoco degli spasmi. Per questa procedura è adatto il ghiaccio avvolto in un sacchetto. Si consiglia di posizionare un termoforo sulle gambe. È importante assicurarsi che le ovaie non siano raffreddate eccessivamente. Se sospetti la presenza di processi infiammatori dal metodo, si consiglia di astenersi.
  2. Bere molta acqua. Si consiglia di bere 1,5-2 litri al giorno.
  3. Usa tisane contenenti erbe medicinali e lenitive. Menta e lamponi funzionano bene.
  4. Con il permesso del medico, fare a turno bagni con acqua fredda e calda. La procedura aiuta a prevenire la congestione nella zona pelvica. Poiché l'effetto del freddo e del caldo non è mostrato in tutte le malattie delle ovaie, il metodo richiede una consultazione preventiva con un ginecologo.
  5. I crampi gravi vengono trattati con antidolorifici. Le compresse iniziano ad alleviare il dolore da venti minuti a un'ora dopo l'assunzione.

Le misure preventive necessarie per ridurre il rischio di ritenzione e dolore nell'ovaio destro e nell'epididimo laterale sinistro continuano per tutto il mese e includono:

  1. Evitare stress e disturbi nervosi.
  2. Rispetto del regime quotidiano e corretta alimentazione.
  3. Avere un buon riposo tra i giorni lavorativi, dormendo almeno 8 ore ogni giorno.
  4. Rifiuto di sollevare oggetti pesanti, selezione di esercizi abbastanza leggeri per evitare un carico eccessivo.
  5. Selezione di vestiti caldi per uno schiocco freddo.
  6. Evitare di nuotare in specchi d'acqua e piscine fredde.
  7. Seguendo le regole di igiene delle zone intime.
  8. Uso di contraccettivi durante il contatto sessuale con un partner sconosciuto.
  9. Visite regolari in clinica per un esame di routine da parte di un ginecologo.

Se il dolore persiste a lungo o la sindrome premestruale è accompagnata da sintomi insoliti, la malattia non dovrebbe essere autorizzata a fare il suo corso. È urgente consultare un medico per chiedere aiuto e sottoporsi a una diagnosi approfondita per determinare le cause del disturbo.

Quando l'ovaio tira dopo le mestruazioni, durante o prima della regolazione, è meglio visitare un ginecologo. Le malattie che provocano disagio influenzano negativamente il sistema riproduttivo di una donna e possono portare a infertilità, anche a causa di anomalie nella formazione del corpo luteo. Pertanto, la diagnosi e la terapia tempestive sono molto importanti..

Come sono correlate le mestruazioni e il dolore ovarico?

Per tutte le donne in età riproduttiva, il flusso mestruale è parte integrante del loro normale stile di vita. Questo è un meccanismo naturale controllato dagli ormoni e non sempre indolore. Di solito, le donne provano dolori doloranti e doloranti all'inizio del ciclo, causati dalla contrazione delle pareti dell'utero, liberando la sua cavità dallo strato interno. Tali sensazioni di dolore sono localizzate nella parte inferiore dell'addome e, se non sono troppo intense, cioè "tollerabili", puoi affrontarle con semplici antidolorifici..

Ma ci sono situazioni in cui il dolore appare nell'area delle appendici, mentre si verifica non solo all'inizio, ma anche a metà del ciclo. In questo articolo, proveremo solo a determinare perché le ovaie fanno male durante le mestruazioni prima di loro e dopo la fine dei giorni critici, e determineremo anche le situazioni in cui è necessario contattare immediatamente uno specialista per scoprire la causa del dolore e quando puoi affrontarle da solo o basta sopportare.

Dolore prima delle mestruazioni

La maggior parte degli organi interni di una persona si trova nell'addome, quindi è abbastanza difficile determinare esattamente cosa può ferire esattamente nell'addome inferiore, ma ci sono dolori caratteristici che solo una donna può sentire. Riguarda la presenza di dolore alle ovaie. Proviamo a capire come riconoscere il dolore in questi particolari organi e se una tale condizione prima delle mestruazioni e durante i giorni critici può essere considerata la norma.

La prima cosa da notare è che se le ovaie sono la causa del dolore, allora il disagio dovrebbe essere localizzato nell'addome inferiore, a destra oa sinistra, a seconda di quale di loro ha problemi. In alcuni casi, la presenza di dolore lancinante o lancinante nell'ovaio è una variante della norma:

  • quando il dolore si verifica circa una settimana prima delle mestruazioni;
  • se il dolore è irregolare e non troppo intenso;
  • se il dolore passa rapidamente e non ricorda se stesso fino all'inizio delle mestruazioni;
  • se il dolore persiste durante le mestruazioni, ma la natura del dolore non è più così pronunciata sullo sfondo di altri sintomi di giorni critici;
  • quando, in base ai risultati del test, non vengono rilevate malattie del sistema riproduttivo.

In tutti gli altri casi, il dolore alle ovaie è un segno di malattie pericolose, per identificarle, una donna dovrebbe consultare immediatamente un medico. È possibile determinare perché la colite ovarica è possibile solo dopo aver superato i test appropriati.

A volte, oltre alla comparsa di dolore prima delle mestruazioni, una donna può essere disturbata da una macchia insanguinata. Ma non dovrebbe essere abbondante o prolungato, altrimenti dovresti cercare urgentemente aiuto.

Il dolore all'ovaio prima delle mestruazioni non è sempre un segno naturale del lavoro del corpo femminile. Se il dolore è integrato dai seguenti sintomi, questa è una condizione anormale del sistema riproduttivo:

  • temperatura corporea elevata;
  • febbre;
  • nausea e vertigini;
  • brividi;
  • sintomi di varie condizioni patologiche.

Diamo uno sguardo più da vicino alle cause più comuni di dolore alle ovaie prima delle mestruazioni.

Ovulazione

L'ovulazione, o giorni fertili, è il periodo più fertile. Durante questo periodo, il follicolo si rompe e un uovo maturo esce nel lume della tuba di Falloppio. Un sintomo caratteristico dell'ovulazione è il dolore dell'ovaio, da cui è stato rilasciato l'uovo. Nel processo di rilascio della cellula riproduttiva, possono comparire crepe microscopiche nelle pareti dell'ovaio e una piccola quantità di sangue viene rilasciata dai vasi danneggiati, penetrando nella cavità addominale. Per questo motivo, può ammalarsi bruscamente al lato, ma il più delle volte fa male e formicolio dal lato dell'ovaia attiva. Tali sensazioni di dolore non sono pericolose per il sesso femminile e passano rapidamente.

Se il dolore intenso in questo momento non scompare per più di mezza giornata e allo stesso tempo la temperatura corporea aumenta, dovresti consultare immediatamente un medico. Un forte dolore acuto può essere un segno di rottura dell'ovaio, una tale condizione è irta di sanguinamento abbondante e lo sviluppo di peritonite.

Sindrome ovulatoria

Questa sindrome è la causa più probabile del dolore ovarico. In questo momento, molto spesso le donne lamentano dolore sul lato sinistro o destro, in alcuni casi possono comparire scarse perdite di macchie dalla vagina.

Questa sindrome ha le sue caratteristiche:

  • può verificarsi immediatamente dopo l'ovulazione nel 14-16 ° giorno del ciclo mestruale;
  • di solito il dolore si verifica sul lato in cui si è verificata l'ovulazione in questo ciclo. Se l'uovo è maturo nell'ovaia sinistra, significa che farà male a sinistra, se a destra, poi a destra;
  • il dolore sarà sordo e non intenso, si avverte principalmente un formicolio nell'ovaio per un periodo di tempo sufficientemente lungo, che può essere lungo anche 10 minuti o diverse ore.

Quando si verifica la sindrome ovulatoria, il dolore doloroso può accompagnare una donna fino all'inizio delle mestruazioni. La condizione in sé non rappresenta un pericolo per il corpo femminile, ma per prevenire lo sviluppo del processo infiammatorio o delle malattie del sistema riproduttivo, vale comunque la pena contattare uno specialista per un consiglio.

Fatica

Ci sono casi in cui il dolore all'ovaio destro o da parte del suo "fratello" sinistro appartiene alla categoria degli psicosomatici ed è causato da situazioni stressanti sul lavoro, a casa oa scuola. Poiché il corpo femminile reagisce rapidamente ai disturbi psicoemotivi, non vale la pena preoccuparsi troppo di tali sensazioni dolorose, a meno che non portino un forte disagio e durino un breve periodo di tempo.

Dolore durante le mestruazioni

Tirare il dolore nell'addome inferiore durante le mestruazioni è normale, ma sensazioni dolorose nelle ovaie in questo momento possono indicare un malfunzionamento del sistema riproduttivo.

Durante le mestruazioni, lo strato uterino interno si rinnova, ma inizialmente si verificano contrazioni intense delle fibre muscolari, il cui scopo principale è rifiutare il vecchio endometrio. A causa di questa attività, il basso addome può sorseggiare leggermente. Dolori come questi possono essere facilmente alleviati con antidolorifici. In rari casi, il dolore può essere proiettato nell'area delle appendici. Ma ci sono anche ragioni patologiche per le quali l'ovaio può ferire durante i giorni critici:

  • malattie infiammatorie del sistema riproduttivo, che possono essere scatenate da un raffreddore, infezioni non completamente guarite negli organi vicini e malattie a trasmissione sessuale. La malattia provoca disagio, che si intensifica solo durante la regolazione. Il dolore può essere proiettato nel perineo e nella parte bassa della schiena. Streptococco, gonococco, micoplasma, clamidia o stafilococco sono più spesso la causa di processi infiammatori;
  • un'infezione batterica può anche causare lesioni alle ovaie durante il ciclo. Quando si verifica un'infiammazione dei tessuti nelle appendici, viene diagnosticata l'ooforite, può essere unilaterale, quindi l'ovaia sinistra fa male più spesso, ma a volte l'ovaia destra. Con l'ooforite bilaterale, entrambi gli organi fanno male;
  • annessite o infezione delle tube di Falloppio e degli organi pelvici. Molto spesso, la malattia è asintomatica, ma a volte ci sono segni di infiammazione delle appendici, appendicite, endometriosi o infiammazione delle vie urinarie, con le quali l'adnexite può essere confusa;
  • le cisti sono tumori benigni nelle ovaie, il più delle volte colpiscono l'appendice sinistra. Le cisti si formano per una serie di motivi. Una neoplasia follicolare si forma nella sede di un follicolo che non si è aperto dopo la maturazione dell'uovo, che si riempie di liquido e si indurisce nel tempo. A causa di cisti, si verificano disturbi ormonali, stress, infiammazione, ecc. I principali sintomi dei tumori benigni: dolore alle ovaie, aggravato nei giorni critici, durante il rapporto o dopo uno sforzo fisico moderato, possono anche verificarsi problemi con la minzione, il ciclo mestruale diventa irregolare e nel mezzo appare una macchia. In alcuni casi, la temperatura corporea aumenta, compaiono nausea e vomito. Se una cisti si sviluppa su un peduncolo, il trattamento implica un intervento chirurgico immediato. Ciò è necessario per prevenire la torsione del peduncolo con conseguente peritonite. Se molti follicoli maturano e non escono allo stesso tempo, si formano molte cisti, una tale malattia è chiamata malattia policistica, dovrebbe essere trattata immediatamente per prevenire l'infertilità;
  • le neoplasie maligne si formano dalle cellule epiteliali dell'epididimo e inizialmente non mostrano la loro presenza con alcun sintomo. Ma a volte prima delle mestruazioni, l'addome inferiore fa male e fa male, la donna si stanca rapidamente, perde l'appetito e il peso. Il metodo di trattamento e la prognosi dei tumori dipendono dal tipo di tumore e dallo stadio della malattia;
  • squilibrio ormonale causato da iperfunzione ovarica o terapia ormonale che stimola la produzione di ormoni da parte degli organi interessati. Per questo motivo, il tessuto connettivo delle ovaie si gonfia e aumentano di dimensioni. Il gonfiore è più intenso durante le mestruazioni, questa è la causa principale del dolore ovarico in questo momento..

Dopo giorni critici

Dopo le mestruazioni, l'equilibrio ormonale nel corpo della donna si normalizza. Pertanto, qualsiasi formicolio e dolore tirante alle ovaie dopo le mestruazioni è un segno di malattie del sistema riproduttivo..

Il dolore alle appendici può essere causato da un cambiamento nella loro dimensione o posizione. Un sintomo simile viene notato dalle donne che sono state trattate per varie malattie, inclusa l'infertilità, con farmaci ormonali. La terapia ormonale stimola il lavoro delle appendici e le fa anche aumentare di dimensioni, e questo a sua volta aumenta il carico sulle tube di Falloppio, motivo per cui le ovaie vengono tirate.

Ci sono anche malattie più pericolose che possono causare sensazioni dolorose alle ovaie dopo la regolazione, oltre a peggiorare in generale la salute della donna:

  • peritonite provocata da infiammazione ovarica o tumori benigni;
  • endometriosi, a seguito della quale particelle dello strato mucoso dell'utero entrano nelle ovaie e dopo le mestruazioni si addensano di nuovo, aumentando la pressione all'interno dell'epididimo, causando dolore.

Molto spesso, il dolore alle appendici dopo i giorni critici sarà localizzato a sinistra, anche se entrambe le ovaie sono colpite.

Non va dimenticato che dopo giorni critici la cellula uovo si degrada e un corpo luteo, che è un gruppo di cellule che producono progesterone, si forma nel sito del follicolo rotto. Questo ormone è responsabile dell'esfoliazione dell'endometrio e della regolazione delle contrazioni uterine. Se le funzioni del corpo luteo sono compromesse, l'endometrio esfolia in alcune parti, per questo motivo può verificarsi anche dolore.

Poiché le mestruazioni sono accompagnate da cambiamenti ormonali, è del tutto possibile che in questo momento una donna sia emotivamente instabile e qualsiasi situazione stressante possa causare dolore alle ovaie..

Eventuali irregolarità nel ciclo mestruale sono il risultato di processi naturali o patologici nel corpo di una donna. In alcuni casi, il dolore prima, durante o dopo i giorni critici potrebbe non far presagire un pericolo, ma non è necessario escludere situazioni in cui sono causati da malattie gravi, pertanto, se il dolore si verifica nelle ovaie, è meglio consultare anche un medico.

Dolore ovarico: cause, sintomi, diagnosi, trattamento

Il sito fornisce informazioni di base solo a scopo informativo. La diagnosi e il trattamento delle malattie devono essere effettuati sotto la supervisione di uno specialista. Tutti i farmaci hanno controindicazioni. È necessaria una consulenza specialistica!

Il dolore ovarico è una delle lamentele più comuni che le donne sentono da un ginecologo. Questo sintomo può essere un segno di molte malattie dell'area genitale..

Spesso, il dolore all'ovaio può essere percepito da una donna come dolore nella regione sovrapubica, dolore nell'addome inferiore, nel lato, nella parte bassa della schiena.

Cause

Dolore ovarico associato al ciclo mestruale

Dolore alle ovaie prima delle mestruazioni (dopo l'ovulazione)

Questa è una sindrome abbastanza comune. Dopo la successiva mestruazione, al posto dell'uovo nell'ovaio dovrebbe formarsi un cosiddetto corpo luteo, un piccolo gruppo di cellule che producono l'ormone progesterone. Se il corpo luteo non è formato a sufficienza e il progesterone viene rilasciato in quantità insufficiente, si verifica un parziale distacco della mucosa uterina. Di conseguenza, c'è dolore alle ovaie prima delle mestruazioni..

Per una tale manifestazione di sindrome ovulatoria, i seguenti sintomi sono caratteristici:
1. Ci sono dolori alternati che insorgono nell'ovaia destra o sinistra, cioè nel luogo in cui si è verificata l'ovulazione.
2. Allo stesso tempo, le perdite vaginali si verificano più spesso..

Nonostante si tratti di una condizione innocua, che non è accompagnata da nient'altro che dolore, è necessario visitare un medico per escludere patologie più gravi.

La sindrome del dolore prima delle mestruazioni può essere considerata come dolore alle ovaie dopo l'ovulazione. Allo stesso tempo, le sensazioni di dolore disturbano nella seconda metà del ciclo, dopo 14-15 giorni.

. durante l'ovulazione (a metà del ciclo mensile)

Anche il dolore alle ovaie durante l'ovulazione rientra nel quadro della sindrome ovulatoria. L'inizio del dolore è associato al fatto che quando l'uovo lascia l'ovaio, si verifica la sua lacrima microscopica e si verifica una leggera emorragia nella cavità addominale. Il sangue irrita il peritoneo ricco di terminazioni nervose, provocando dolore. Di solito, il dolore ovarico durante l'ovulazione è accompagnato dai seguenti sintomi:

  • Il dolore si verifica a metà del ciclo mensile. È facile da calcolare. Ad esempio, se l'intero ciclo dura 30 giorni, la sindrome del dolore viene rilevata a circa 14 giorni.
  • Nella maggior parte delle donne, allo stesso tempo, c'è una secrezione di macchie dalla vagina..
  • Molto spesso, il dolore è sordo, doloroso, ma può anche essere acuto.
  • Durata della sindrome del dolore - da alcuni minuti a diverse ore.
  • Si notano sensazioni dolorose sul lato in cui l'ovulo matura e lascia l'ovaio. Disturbano alternativamente la donna da destra, poi da sinistra..

Se il dolore all'ovaio è molto grave, dà fastidio per più di 12 ore ed è accompagnato da un aumento della temperatura corporea, quindi è urgente consultare un medico.

Un forte dolore acuto all'ovaio durante l'ovulazione può indicare la sua rottura. Questa condizione minaccia lo sviluppo di sanguinamento nella cavità addominale e nella peritonite, un grave processo infiammatorio del peritoneo. È necessaria una procedura chirurgica urgente per ripristinare l'integrità dell'ovaio.

. con le mestruazioni

Durante le mestruazioni, le ovaie stesse non fanno male. Ciò che le donne descrivono all'appuntamento di un ginecologo come dolore alle ovaie durante le mestruazioni è molto spesso in realtà dolore nell'utero. Il fatto è che in questo momento la mucosa dell'utero viene rifiutata, a meno che, ovviamente, non si verifichi una gravidanza. L'utero deve sbarazzarsi di questo contenuto indesiderato, quindi inizia a contrarsi. Se le contrazioni sono abbastanza forti, appare il dolore. Possono essere così forti da interrompere le prestazioni e la qualità della vita di una donna..

Il dolore alle ovaie stesse durante le mestruazioni può essere causato dalla presenza di cisti in esse, stress e sovraccarico psico-emotivo.

. dopo le mestruazioni

Dolore ovarico durante e dopo il sesso

Dolore ovarico dopo l'intervento chirurgico

Puntura ovarica

Il dolore è normale dopo la puntura ovarica. Di solito, una donna ha il seguente complesso di sintomi:

  • dolore alle ovaie di un carattere tirante e dolorante;
  • piccole perdite vaginali;
  • gonfiore.

Questi segni sono associati al fatto che, in primo luogo, un'iniezione nell'ovaio è, sebbene piccola, ma comunque una lesione. In secondo luogo, si forma una ferita sanguinante puntata, a causa della quale il peritoneo è irritato nell'area di intervento. Di norma, la sindrome del dolore dà fastidio per 5-7 giorni, dopodiché scompare completamente. Se è molto forte, non va via per molto tempo, c'è un aumento della temperatura corporea - dovresti consultare un medico.

Il trattamento del dolore all'ovaio dopo una puntura consiste nell'uso di antidolorifici, antispastici.

Rimozione di cisti ovariche e altri interventi chirurgici agli organi

Dolore ovarico durante la gravidanza

È opinione diffusa tra le donne che il dolore ovarico sia uno dei segni della gravidanza. Tuttavia, le statistiche mostrano che il dolore nell'area ovarica durante la gravidanza è raramente associato alle ovaie stesse. In primo luogo, l'utero gravido aumenta notevolmente di dimensioni, quindi le ovaie, insieme alle tube di Falloppio, salgono molto più in alto rispetto alla loro posizione abituale..

Di solito il dolore ovarico durante la gravidanza è causato da uno stiramento eccessivo dei legamenti che supportano l'utero, le ovaie e le tube di Falloppio. Cominciano a sperimentare un aumento dello stress, la tensione appare in loro. Questo sintomo può essere affrontato con successo con una dieta equilibrata, regime di lavoro e riposo, ginnastica e yoga per donne incinte, esercizi di respirazione.

In secondo luogo, qualsiasi ginecologo sa che con l'inizio della gravidanza, la funzione delle ovaie è quasi completamente disattivata. Pertanto, il dolore in loro non può sorgere.

Tutto quanto sopra si applica a tali condizioni quando il dolore nell'area ovarica è apparso durante la gravidanza per la prima volta.

È una questione completamente diversa se le sensazioni dolorose si sono verificate prima della gravidanza e durante essa si sono ripresentate o si sono intensificate. Una donna incinta può sviluppare malattie infiammatorie, cisti, tumori ovarici.

È meglio prevenire il dolore ovarico durante la gravidanza in anticipo, cioè sottoporsi a un esame e un ciclo di trattamento se viene rilevata una malattia. Se il dolore alle ovaie è apparso già durante la gravidanza, è necessario visitare un ginecologo il prima possibile.
In caso contrario, sono possibili complicazioni come interruzione della gravidanza, ipossia fetale, distacco della placenta, ecc..

Annessite (salpingo-ooforite)

L'infiammazione ovarica è chiamata ooforite. Se la tuba di Falloppio si infiamma allo stesso tempo, questa condizione è chiamata salpingo-ooforite. In ogni caso, si manifesta con un forte dolore acuto alle ovaie e altri sintomi caratteristici:

  • Il dolore alle ovaie con infiammazione è abbastanza forte, si manifesta sotto forma di convulsioni o infastidisce costantemente il paziente.
  • Il dolore alle ovaie e alla parte bassa della schiena è comune; può anche irradiarsi all'osso sacro.
  • Alcune donne hanno dolore alle ovaie durante la minzione.
  • Con la transizione della malattia in una forma cronica, il dolore diventa sordo, doloroso.
  • La temperatura corporea sale a 37-38 o С.La donna avverte brividi, malessere generale, appare un aumento della stanchezza.
  • Varie violazioni del ciclo mestruale sono molto caratteristiche. Le mestruazioni iniziano a venire irregolarmente a causa del fatto che il processo infiammatorio contribuisce a una diminuzione della produzione di ormoni sessuali femminili.
  • Il dolore con l'infiammazione delle ovaie è quasi sempre accompagnato da una violazione del background emotivo in una donna: diventa più irascibile, irritabile, facilmente depressa.
  • Diminuzione del desiderio sessuale a causa della diminuzione della produzione di ormoni sessuali femminili.

La sindrome del dolore è provocata da raffreddori e altre infezioni, ipotermia, stress, diminuzione dell'immunità.

La causa del dolore acuto alle ovaie causato dal processo infiammatorio viene stabilita durante l'esame da un ginecologo, un'ecografia. In un processo acuto, il trattamento conservativo di solito dura 5-7 giorni. Con l'infiammazione cronica, dura più a lungo.
Maggiori informazioni sull'annessite

Dolore alla cisti ovarica

Torsione delle gambe della cisti

Policistico

A volte la malattia dell'ovaio policistico viene confusa con le cisti regolari. In realtà, si tratta di due diverse malattie, ognuna delle quali è accompagnata da propri sintomi..

La malattia dell'ovaio policistico è una patologia endocrina che colpisce molte ghiandole endocrine. Come risultato di disturbi endocrini nel tessuto ovarico, si formano molte piccole cisti e compaiono sintomi caratteristici:
1. Trazioni croniche, dolore doloroso alle ovaie, all'addome inferiore e alla regione lombare. L'origine esatta della sindrome del dolore non è attualmente chiaramente stabilita. Si ritiene che le ovaie ingrandite schiaccino gli organi adiacenti.
2. Violazioni delle mestruazioni. Il dolore alle ovaie con la loro malattia policistica è combinato con rare mestruazioni irregolari. A volte i periodi possono essere eccessivamente pesanti e prolungati o del tutto assenti..
3. Alcune donne sviluppano segni tipici della sindrome premestruale. Ci sono forti sbalzi d'umore, comparsa di edema alle gambe, ingorgo delle ghiandole mammarie, dolore nella parte inferiore dell'addome.
4. I disturbi endocrini portano allo sviluppo dell'infertilità. Con rapporti sessuali regolari non protetti, il concepimento non è possibile.
5. Segni generali di disfunzione delle ghiandole endocrine: perdita di capelli, obesità, acne sul viso.
6. Durante l'esame, il medico può rivelare ovaie ingrossate.

Il principale metodo diagnostico utilizzato per identificare le cause del dolore nell'ovaio policistico è l'ecografia. Quando la diagnosi è confermata, viene prescritto un trattamento farmacologico conservativo e, se è inefficace, un intervento chirurgico.
Maggiori informazioni sulla malattia dell'ovaio policistico

Dolori doloranti alle ovaie e al perineo: endometriosi ovarica

L'endometriosi (eterotopia endometrioide) è l'introduzione di frammenti del rivestimento uterino attraverso la tuba di Falloppio nella cavità addominale con il flusso di sangue mestruale, dove crescono e iniziano a sanguinare durante ogni periodo mestruale.

All'inizio, mentre le escrescenze endometrioidi non sono molto grandi, la donna non nota alcun sintomo patologico. Quindi dolori sordi alle ovaie e all'addome inferiore iniziano a darle fastidio, che vengono dati al perineo e al retto. Si intensificano durante le mestruazioni, ma si verificano anche tra di loro..

La maggior parte dei pazienti con endometriosi presenta disturbi mestruali e urinari. Nel tempo, le eterotopie endometrioidi crescono e iniziano a sanguinare ancora di più, si forma un processo adesivo nella cavità pelvica.

Tumori benigni

La medicina moderna conosce un gran numero di tipi di tumori ovarici benigni. Hanno tutti sintomi simili. Il segno principale che inizialmente rende possibile sospettare una patologia è il dolore sordo e doloroso all'ovaio a destra oa sinistra (meno spesso in entrambi).

Tuttavia, il dolore più spesso indica che la neoplasia è abbastanza grande. Nelle fasi iniziali, la patologia non si manifesta in alcun modo.

Quando il tumore diventa così grande da portare a dolore cronico nell'addome inferiore, può comprimere gli organi interni: la vescica, l'utero, il retto. Pertanto, si verificano sintomi come disturbi urinari, aumento delle dimensioni dell'addome. Il dolore ovarico spesso si irradia alla gamba o alla parte bassa della schiena. Non ha nulla a che fare con le mestruazioni, ma piuttosto è causato dallo stiramento della capsula tumorale, dalla compressione e dagli spasmi degli organi interni, dalla ridotta circolazione sanguigna nella piccola pelvi e nella cavità addominale.

L'emergenza di dolore acuto è possibile anche nel caso in cui vi sia una torsione delle gambe del tumore o un danno alla sua capsula.

Altri sintomi che accompagnano i tumori ovarici benigni:

  • violazione delle mestruazioni, a volte fino alla loro completa assenza;
  • ogni quinto paziente con tumori ovarici benigni sviluppa infertilità;
  • la stitichezza è associata alla compressione del retto;
  • con alcuni tipi di neoplasie ovariche benigne, si sviluppa l'ascite - un aumento dell'addome dovuto all'accumulo di una grande quantità di liquido in esso.

La diagnosi del dolore alle ovaie causato da tumori viene effettuata durante la visita medica, l'ecografia, la risonanza magnetica. Il principale metodo di trattamento è la chirurgia.

Tumore maligno

Esistono diversi tipi di tumori ovarici maligni, che sono molto simili nella sintomatologia tra loro e all'adnexite, un processo infiammatorio nelle ovaie.

All'inizio, mentre il tumore maligno è piccolo, non si manifesta in alcun modo. Dopo un po 'di tempo, una donna può iniziare a sentire pesantezza all'addome, aumenta di dimensioni. Ma questi segni, di regola, non attribuiscono importanza, considerandoli manifestazioni di annessite.

Poi c'è un dolore lancinante alle ovaie, che ti infastidisce costantemente o solo in un determinato momento. Anche questo sintomo è molto spesso trascurato..

Nelle fasi successive, c'è un aumento significativo delle dimensioni dell'addome. Il dolore ovarico diventa abbastanza grave. La donna nota debolezza, rapida affaticabilità e cattiva salute. Comincia a perdere peso.

Con il cancro ovarico, c'è sempre una violazione del ciclo mensile..

Se il tumore è abbastanza grande, le funzioni della vescica e del retto sono compromesse.

La diagnosi del dolore doloroso alle ovaie nei tumori maligni viene effettuata mediante ultrasuoni, puntura ovarica e rilevamento di specifici marcatori tumorali nel sangue. Il trattamento prevede chirurgia, chemioterapia, radioterapia e altre tecniche.

Sindrome da iperstimolazione

Tra i metodi di trattamento dell'infertilità femminile, oggi sono ampiamente utilizzati vari farmaci ormonali. Se i loro dosaggi non sono del tutto corretti, la stimolazione eccessiva porta a cambiamenti patologici nelle ovaie e al verificarsi di dolore in esse.

La sindrome da iperstimolazione può essere lieve o grave.

Con una forma lieve, ci sono dolori tiranti alle ovaie, una sensazione di pesantezza e disagio nell'addome inferiore. Una donna si lamenta di gonfiore costante, inizia ad aumentare di peso più velocemente.

Con una forma grave di patologia, il dolore alle ovaie è più pronunciato. La pressione sanguigna diminuisce, la donna nota che ha iniziato a urinare sempre meno. Un aumento significativo dell'addome è dovuto all'accumulo di una grande quantità di liquido in esso. Sono presenti disturbi metabolici marcati.

La diagnosi del dolore alle ovaie di origine simile nella maggior parte dei casi non è difficile. Esiste una connessione tra i sintomi che si sono manifestati con l'assunzione di farmaci ormonali. Durante un'ecografia, il medico scopre molte piccole cisti nelle ovaie. Il trattamento consiste nella sospensione del farmaco.

Torsione delle gambe della cisti e tumori ovarici: dolore grave parossistico

Alcune cisti e tumori si trovano non nel tessuto ovarico, ma sulla sua superficie, attaccandosi ad esso con l'aiuto di una gamba. Se la neoplasia gira attorno al suo asse, la gamba ovarica si attorciglia, il flusso sanguigno viene disturbato. Si verificano i seguenti sintomi:

  • Forte dolore acuto alle ovaie, nell'addome inferiore. Si presentano sotto forma di convulsioni e causano gravi sofferenze alla donna..
  • Il dolore all'ovaio si irradia alla parte bassa della schiena, alla gamba (con danni all'ovaio destro - a destra, con danni a sinistra - a sinistra).
  • Le condizioni generali della donna si stanno deteriorando. Si notano nausea e vomito.
  • Si verifica la stitichezza. Grandi quantità di gas si accumulano nell'intestino, causando gonfiore.
  • Il dolore può essere così forte da provocare shock: la donna diventa pallida, perde conoscenza, la sua pressione sanguigna scende bruscamente.

La torsione delle gambe di una cisti o di un tumore ovarico non si manifesta sempre in modo così chiaro. Può svilupparsi gradualmente. In questo caso, anche l'aumento del dolore e di altri sintomi si prolunga nel tempo..

La diagnosi di dolore acuto all'ovaio a causa della torsione non è difficile. Inoltre, una donna, di regola, è consapevole della presenza di una neoplasia. Questa condizione richiede un intervento chirurgico immediato..

Rottura della cisti ovarica

Nella maggior parte dei casi, una cisti ovarica rotta è una condizione pericolosa per la vita che richiede un intervento chirurgico immediato. Al momento della rottura, appare un forte dolore acuto. Ma il pericolo principale risiede nei sintomi associati allo sviluppo di sanguinamento. La donna diventa pallida, perde conoscenza, la sua pressione sanguigna scende bruscamente.

Per prevenire ulteriori emorragie e salvare la paziente, è necessario portarla in sala operatoria il prima possibile..

Apoplessia ovarica

L'apoplessia ovarica è una condizione in cui un'ovaia sanguina e si rompe. In questo caso, si sviluppa un sanguinamento massiccio nella cavità addominale. Se una donna di età inferiore ai 40 anni ha improvvisamente un forte dolore lancinante alle ovaie e un calo della pressione sanguigna, allora con un alto grado di probabilità si può presumere che abbia un'apoplessia ovarica.

A seconda di quali sintomi dominano, si distinguono due forme di patologia:
1. La forma dolorosa, come suggerisce il nome, è accompagnata da un forte dolore alle ovaie. Allo stesso tempo, c'è pallore, calo della pressione sanguigna, debolezza, ma questi sintomi non sono così pronunciati come il dolore. Questa condizione può essere complicata dallo shock da dolore, in cui una donna perde conoscenza, la sua pressione sanguigna scende notevolmente (principalmente a causa del fatto che il paziente sta vivendo uno shock da dolore e non a causa di sanguinamento).
2. La forma emorragica si manifesta non tanto con il dolore alle ovaie quanto con i sintomi di una massiccia perdita di sangue. Il calo della pressione sanguigna è piuttosto significativo. Si notano pallore, debolezza, pelle secca. Una donna può cadere in uno stato di shock e non è causato dal dolore, ma solo da una forte diminuzione del volume del sangue a causa della perdita di sangue.

Molto spesso, con l'apoplessia, il dolore si verifica nell'ovaia destra, poiché è soggetta a emorragie e rotture in misura maggiore rispetto alla sinistra.
Maggiori informazioni sull'apoplessia ovarica

Interruzione della gravidanza tubarica

Una gravidanza tubarica si verifica quando un uovo fecondato viene introdotto nella mucosa non all'interno dell'utero, ma all'interno della tuba di Falloppio. Di per sé, questa condizione si manifesta poco ed è simile a una normale gravidanza. A volte ci possono essere disturbi delle mestruazioni e dolori di trazione non intensi alle ovaie.

Le principali manifestazioni cliniche si verificano quando inizia l'interruzione di una gravidanza tubarica. Ci sono periodici dolori dolorosi e crampi alle ovaie e secrezione sotto forma di anestesia del sangue. All'inizio, la donna potrebbe non essere disturbata da questi sintomi. Ma nel tempo si intensificano e portano a conseguenze disastrose. Pertanto, se sospetti una gravidanza tubarica, dovresti consultare immediatamente un medico..

Una gravidanza tubarica interrotta

C'è un forte dolore improvviso alle ovaie e alle tube di Falloppio, segni di sanguinamento:

  • pallore;
  • vertigini;
  • perdita di conoscenza;
  • calo della pressione sanguigna;
  • aumento della frequenza cardiaca;
  • sviluppo di uno stato di shock.

Il sangue che scorre dalla tuba di Falloppio entra nella cavità addominale e si accumula nella cavità tra l'utero e il retto. Pertanto, la donna avverte un forte dolore all'ano..

Il dolore all'ovaio causato dall'interruzione di una gravidanza tubarica viene rilevato durante l'esame e l'esame ecografico. È necessario un intervento chirurgico urgente, poiché questa condizione minaccia la vita della donna.

Dolore ovarico causato da patologie di altri organi e sistemi

Quali studi possono prescrivere i medici per il dolore ovarico?

Il dolore alle ovaie può essere provocato da vari fattori e malattie, quindi, in presenza di questo sintomo, il medico può prescrivere vari test ed esami per scoprire il fattore causale che ha causato la sindrome del dolore in una donna. Tuttavia, in ogni caso specifico, il medico non prescrive tutti i test e gli esami possibili, ma seleziona solo quelli necessari per identificare la causa del dolore ovarico al momento. La scelta degli esami necessari in ogni caso viene effettuata a seconda dei sintomi concomitanti, della natura dei dolori e degli eventi che precedono l'insorgenza del dolore alle ovaie, poiché sono questi fattori che consentono al medico di suggerire una diagnosi, per la conferma di quali studi strumentali e di laboratorio vengono eseguiti.

In caso di dolore all'ovaio, il medico esegue senza fallo un esame ginecologico bimanuale e un esame negli specchietti. L'esame bimanuale con le mani consente di sondare i genitali, rivelando neoplasie, infiammazioni, il loro spostamento dalla loro posizione normale, ecc. E l'esame negli specchi consente di valutare le condizioni dei tessuti della vagina e della cervice, identificare l'erosione, sospettare la cervicite, ecc. I dati ottenuti dal medico durante la visita ginecologica e la visita negli specchietti consentono di orientarsi e di suggerire provvisoriamente una diagnosi, e nei casi difficili, almeno di determinare la direzione della ricerca diagnostica. Dopo l'esame, il medico prescrive altri esami che consentono di effettuare una diagnosi accurata, il cui elenco dipende dai sintomi concomitanti, dalla natura del dolore e dagli eventi che precedono l'insorgenza del dolore.

Innanzitutto, va detto che il dolore alle ovaie, combinato con un aumento della temperatura corporea, un forte deterioramento del benessere, un calo della pressione, il pallore della pelle, il sanguinamento, oltre a durare più di 3 o 4 ore e aumentare nel tempo, sono un segno di condizioni potenzialmente letali. pertanto, quando compaiono, è necessario chiamare urgentemente un'ambulanza ed essere ricoverato in ospedale.

Se una donna avverte dolore alle ovaie durante le mestruazioni, durante l'ovulazione o prima delle mestruazioni, questa potrebbe essere una variante della norma e un segno di patologia. In una situazione del genere, per scoprire se il dolore alle ovaie è la norma per una donna in particolare, o se indicano patologia, il medico può prescrivere i seguenti test ed esami:

  • Analisi del sangue generale;
  • Analisi generale delle urine;
  • Coagulogramma;
  • Ecografia degli organi pelvici (iscrizione);
  • Striscio vaginale per flora (iscriviti);
  • Analisi del sangue per l'ormone luteinizzante (LH);
  • Un esame del sangue per l'ormone follicolo-stimolante (FSH);
  • Analisi del sangue per il testosterone;
  • Analisi del sangue, perdite vaginali e raschiamento dall'uretra, infezioni genitali (iscrizione) (per clamidia (iscrizione), micoplasma (iscrizione), gardnerella, ureaplasma (iscrizione), Trichomonas, gonococco, funghi Candida).
In pratica, per il dolore durante l'ovulazione, durante le mestruazioni e prima delle mestruazioni, il medico di solito prescrive un'ecografia degli organi pelvici, uno striscio vaginale sulla flora, un esame generale del sangue e delle urine, che nella maggior parte dei casi consente di capire se il dolore è associato a una malattia o è una caratteristica normale donna specifica. Ma i test per le infezioni e gli ormoni vengono solitamente prescritti solo se il medico sospetta che il dolore alle ovaie durante le mestruazioni, prima delle mestruazioni e durante l'ovulazione sia dovuto a disturbi infiammatori o endocrini.

Se una donna avverte dolore alle ovaie in diversi periodi del ciclo, che sono combinati con varie irregolarità nel ciclo mestruale (ad esempio, mestruazioni irregolari, accorciamento o allungamento del ciclo, mestruazioni troppo abbondanti o scarse, ecc.), Allora il medico prescrive i seguenti esami e test:

  • Analisi del sangue generale;
  • Analisi generale delle urine;
  • Coagulogramma;
  • Striscio vaginale per la flora;
  • Ultrasuoni degli organi pelvici;
  • Isteroscopia (iscrizione);
  • Un esame del sangue per i livelli di cortisolo (idrocortisone);
  • Analisi del sangue per il livello dell'ormone stimolante la tiroide (TSH, tireotropina);
  • Un esame del sangue per il livello di ormone follicolo-stimolante (FSH);
  • Un esame del sangue per il livello di ormone luteinizzante (LH);
  • Analisi del sangue per i livelli di prolattina;
  • Analisi del sangue per i livelli di estradiolo;
  • Analisi del sangue per deidroepiandrosterone solfato (DEA-S04);
  • Analisi del sangue per i livelli di testosterone;
  • Un esame del sangue per il livello di globulina legante gli ormoni sessuali (SHBG);
  • Analisi del sangue per il livello di 17-OH progesterone (17-OP).
Inoltre, se vi è il sospetto di una malattia della tiroide, il medico può prescrivere anche esami del sangue per tiroxina (T4), triiodotironina (T3), anticorpi contro la perossidasi tiroidea (AT-TPO), anticorpi contro la tirooglobulina (AT-TG).

Se una donna avverte dolore alle ovaie dopo il rapporto o durante il sesso, il medico prescrive i seguenti esami e test:

  • Una macchia sulla flora della vagina;
  • Analisi del sangue, perdite vaginali e raschiamento dall'uretra per infezioni genitali (per clamidia, micoplasma, gardnerella, ureaplasma, Trichomonas, gonococco, funghi Candida);
  • Analisi del sangue generale;
  • Analisi generale delle urine;
  • Colposcopia (iscrizione);
  • Striscio dalla cervice per citologia;
  • Analisi della presenza di virus: herpes virus di tipo 1 e 2, papillomavirus umano, citomegalovirus, virus di Epstein-Barr;
  • Analisi del sangue per la sifilide (registrazione);
  • Ultrasuoni degli organi pelvici;
  • Isteroscopia;
  • Tomografia computerizzata o risonanza magnetica per immagini (iscriviti).
In caso di dolore alle ovaie durante o dopo il sesso, il medico prescrive prima di tutto un'ecografia, uno striscio per flora e colposcopia, nonché un esame del sangue per la sifilide, poiché questi metodi, nella maggior parte dei casi, consentono di identificare la causa della sindrome del dolore e prescrivere un trattamento. Se questi studi non hanno aiutato a identificare la causa del dolore alle ovaie, e ci sono chiaramente cambiamenti infiammatori nello striscio e secondo l'ecografia, il medico può prescrivere test per tutte le infezioni genitali (per clamidia, micoplasma, gardnerella, ureaplasma, Trichomonas, gonococco, funghi Candida), coltura batteriologica delle perdite vaginali per capire quale microrganismo ha innescato l'infiammazione.

Il dolore con infiammazione delle ovaie può essere improvviso, ma grave e parossistico. Inoltre, il dolore con infiammazione delle ovaie può essere sordo e doloroso, manifestarsi dopo ipotermia, stress, carico pesante, ecc. Indipendentemente dalla natura del dolore, può essere combinato con dolore nella parte bassa della schiena, nell'osso sacro e talvolta con dolore durante la minzione, ciclo mestruale irregolare, irascibilità, irritabilità, affaticamento e febbre. In questi casi, i medici prescrivono i seguenti test per scoprire la causa dell'infiammazione:

  • Analisi del sangue generale;
  • Analisi generale delle urine;
  • Una macchia sulla flora della vagina;
  • Analisi del sangue, perdite vaginali e raschiamento dall'uretra per infezioni genitali (per clamidia, micoplasma, gardnerella, ureaplasma, Trichomonas, gonococco, funghi Candida);
  • Analisi della presenza di virus: herpes virus di tipo 1 e 2, papillomavirus umano, citomegalovirus, virus di Epstein-Barr;
  • Analisi del sangue per la sifilide;
  • Cultura batteriologica delle perdite vaginali;
  • Ultrasuoni degli organi pelvici.
Se una donna avverte dolore di natura dolorosa in una sola ovaia e questi dolori non sono combinati con il processo infiammatorio, possono essere provocati da rapporti sessuali ed essere combinati con un breve sanguinamento intermestruale o allungamento del ciclo mestruale, allora questo porta il medico a sospettare che lei abbia cisti ovarica. In questo caso, viene prescritta un'ecografia e uno striscio sulla flora per escludere il processo infiammatorio. Altri studi, di regola, non sono prescritti, poiché un'ecografia convenzionale e un esame ginecologico sono sufficienti per diagnosticare una cisti.

Se una donna ha costantemente un dolore lancinante alle ovaie, che non si attenua nel tempo, combinato con dolore nella parte inferiore dell'addome e nella parte bassa della schiena, rare mestruazioni irregolari, edema alle gambe, ingorgo delle ghiandole mammarie, acne sul viso, perdita di capelli, allora il medico deve prescrivere un'ecografia degli organi piccola pelvi, e inoltre può prescrivere un esame del sangue per il livello di ormoni e non solo genitali, ma anche prodotti da altri organi endocrini.

In presenza di dolori sordi e doloranti nelle ovaie e nell'addome inferiore, che vengono somministrati al perineo e al retto, si intensificano durante le mestruazioni, sono combinati con irregolarità mestruali, il medico prescrive un'ecografia degli organi pelvici, un esame del sangue generale, uno striscio per la flora e esami del sangue per testosterone, ormoni luteinizzanti e ormoni follicolo-stimolanti. In futuro potrà essere prescritta anche la laparoscopia diagnostica (iscrizione), trattandosi di sospetta endometriosi.

Con dolori sordi e doloranti alle ovaie, che non dipendono dal ciclo mestruale, che sono costantemente presenti, non associati al processo infiammatorio, che si irradiano alla gamba e alla parte bassa della schiena, combinati con costipazione, allungamento del ciclo mestruale o amenorrea (assenza di mestruazioni), sanguinamento o sanguinamento, prescrive il medico ecografia obbligatoria degli organi pelvici e tomografia computerizzata, poiché sono questi metodi che possono identificare sospetti tumori benigni o maligni.

Se una donna inizia a provare dolore alle ovaie dopo la stimolazione ormonale, il medico, di regola, non prescrive test ed esami, poiché la causa della sindrome del dolore è ovvia. Tuttavia, per monitorare le condizioni di una donna, è possibile prescrivere un'ecografia, un esame generale del sangue e delle urine, un test biochimico delle urine, ecc..

Se il dolore alle ovaie spesso infastidisce una donna, possibilmente combinato con irregolarità mestruali, ma non combinato con processi infiammatori, allora il medico prescrive un'ecografia (iscrizione), isteroscopia e risonanza magnetica, poiché in questo caso il problema della sindrome del dolore è molto probabilmente dovuto ad anomalie strutturali genitali o il loro spostamento dalla loro posizione normale.

Il dolore alle ovaie dopo le operazioni è normale, ma se non vanno via per molto tempo o addirittura si intensificano, il medico prescriverà sicuramente un'ecografia degli organi pelvici, un esame generale del sangue e delle urine e eseguirà anche un esame ginecologico ed un esame allo specchio.

Trattamento

Quale medico devo contattare per il dolore ovarico?

In caso di dolore alle ovaie di qualsiasi natura, una donna dovrebbe consultare un ginecologo (iscrizione), che è impegnato nella diagnosi e nel trattamento di varie malattie degli organi genitali femminili. Se il dolore alle ovaie si verifica in una ragazza adolescente o giovane, è necessario contattare un ginecologo pediatrico.

Poiché il dolore alle ovaie può essere una manifestazione sia di malattie potenzialmente letali che non pericolose, in alcuni casi è necessario consultare un ginecologo in modo pianificato, in una clinica e in altri - in caso di emergenza, chiamando un'ambulanza o arrivando autonomamente al reparto maternità in servizio casa o reparto ginecologico. Di conseguenza, in modo pianificato, è necessario contattare un ginecologo per malattie non pericolose per la vita e, in caso di emergenza, per pericolose.

Distinguere le malattie ginecologiche pericolose per la vita da quelle non pericolose è abbastanza semplice: le malattie pericolose si manifestano sempre con un forte dolore persistente nell'ovaio, nell'addome inferiore e, possibilmente, nella parte bassa della schiena, combinato con un netto deterioramento del benessere generale, pallore e grave debolezza, e può anche essere combinato con sanguinamento e aumento temperatura corporea. Se una donna ha segni di una pericolosa malattia ginecologica, un'ambulanza dovrebbe essere chiamata urgentemente. In altri casi, devi andare dal ginecologo in modo pianificato in clinica.

In alcuni casi, il dolore alle ovaie non è provocato da malattie ginecologiche, ma in tutti i casi è comunque necessario contattare prima il ginecologo, poiché è il medico di questa specialità che determinerà che il sintomo è provocato da una malattia di un altro organo e indirizzerà la donna allo specialista appropriato. Se il dolore all'ovaio non è causato da una malattia ginecologica, il ginecologo può indirizzare la donna a un chirurgo (iscrizione) (con sospetta appendicite), un nefrologo (iscrizione) o un urologo (iscrizione) (con sospetto di una malattia della vescica) o un proctologo (iscrizione) (con sospetta malattia rettale).

Mestruazioni ritardate, i motivi principali diversi dalla gravidanza
Normalmente, il ciclo mestruale dura dai 21 ai 35 giorni. Ogni donna ha la sua durata individuale, ma per la maggior parte di esse gli intervalli tra le mestruazioni sono uguali o differiscono l'uno dall'altro di non più di 5 giorni.